Condominio Web: Il portale N.1 sul condominio
118381 utenti
Registrati
Il portale N.1 sul Condominio
Atto pubblico, scrittura privata e scrittura privata autenticata: differenze
Inviaci un quesito

Atto pubblico, scrittura privata e scrittura privata autenticata: differenze

Le differenze tra le tre tipologie di documenti ed il loro valore giuridico

Avv. Alessandro Gallucci  

Quante volte si è dovuto firmare un documento?

Quel tipo di documento a seconda dei casi assume una qualificazione giuridica differente.

Raramente, ma poi non tanto sottoscriviamo atti pubblici, più raramente, probabilmente, scritture private autenticate, quasi quotidianamente, invece, scritture private.

Il codice civile differenza atto pubblico, scrittura privata e scrittura privata autenticata, evidenziando anche le diversità in termini probatori.

Qui ci occuperemo della definizione delle tre tipologie di atti e conseguentemente le porremo in evidenza le differenze.

Atto pubblico, definizione

L'art. 2699 c.c. definisce l'atto pubblico affermando che esso . è il documento redatto, con le richieste formalità, da un notaio o da altro pubblico ufficiale autorizzato ad attribuirgli pubblica fede nel luogo dove l'atto è formato.

Le formalità possono essere richieste da specifiche disposizioni di legge.

Il primo elemento che è bene porre in evidenza, dunque, è che l'atto pubblico non è documento che può essere redatto da qualunque persona, ma solamente da un notaio o da altro pubblico ufficiale autorizzato ad attribuirgli pubblica fede.

L'atto pubblico, dunque, ha un particolare valore, in termini processuali un particolare valore probatorio, poiché la qualifica del redattore gli attribuisce pubblica fede, ossia una particolare efficacia.

Scrittura privata compravendita immobiliare

Tale è efficacia è indicata dal successivo articolo codicistico, il 2700, il quale recita: . L'atto pubblico fa piena prova, fino a querela di falso della provenienza del documento dal pubblico ufficiale che lo ha formata, nonché delle dichiarazioni delle parti e degli altri fatti che il pubblico ufficiale attesta avvenuti in sua presenza o da lui compiuti. .

Il Notaio Tizio, sottoscrivendo l'atto pubblico di compravendita di un immobile - per restare all'atto più comune tra quelli pubblici - attesta che il giorno X dell'anno Y presso il luogo Z Tizio ha venduto a Caio l'immobile W e per ciò il secondo ha pagato al primo la somma di euro K.

Scrittura privata, definizione

La scrittura privata è un documento che può provenire da una o più parti.

Un contratto di locazione, nel 99% dei casi è formato mediante ricorso ad una scrittura privata. Un testamento olografo è una scrittura privata, un verbale di assemblea condominiale, ecc.

Quale documento anch'esso trova la propria disciplina giuridica formale e ed il riconoscimento del valore probatorio.

Al riguardo l'art. 2702 c.c. specifica che . la scrittura privata fa piena prova, fino a querela di falso, della provenienza delle dichiarazioni da chi l'ha sottoscritta, se colui contro il quale la scrittura è prodotta ne riconosce la sottoscrizione, ovvero se questa è legalmente considerata come riconosciuta. .

Tizio sottoscrive con Caio un contratto di locazione. A meno che non intende disconoscere quella sottoscrizione, in sede giudiziale nei modi e nei termini di cui agli artt. 214-215 c.p.c., quel documento proverà quanto in esso scritto e evidentemente voluto e dichiarato dai sottoscritto.

Se l'atto pubblico ha certezza della data in ragione della pubblica fede che gli è proprio in ragione della sua provenienza, per la scrittura privata che è atto inter partes o addirittura unilaterale, si pone il problema della certezza della data. Come facciamo a sapere che Tizio e Caio hanno firmato quel documento proprio il giorno X?

Al riguardo l'art. 2704 c.c. specifica che: La data della scrittura privata della quale non è autenticata la sottoscrizione non è certa e computabile riguardo ai terzi, se non dal giorno in cui la scrittura è stata registrata o dal giorno della morte o della sopravvenuta impossibilità fisica di colui o di uno di coloro che l'hanno sottoscritta o dal giorno in cui il contenuto della scrittura è riprodotto in atti pubblici o, infine, dal giorno in cui si verifica un altro fatto che stabilisca in modo egualmente certo l'anteriorità della formazione del documento.

La data della scrittura privata che contiene dichiarazioni unilaterali non destinate a persona determinata può essere accertata con qualsiasi mezzo di prova.

Per l'accertamento della data nelle quietanze il giudice, tenuto conto delle circostanze, può ammettere qualsiasi mezzo di prova. .

Il notaio è obbligato ad effettuare le visure ipocatastali anche in caso di scrittura privata autenticata

In termini legali, dunque, fin quando la scrittura privata non è autenticata, ovvero registrata essa non ha data certa verso i terzi non sottoscrittori. È classico l'esempio della doppia compravendita immobiliare, una immediatamente trascritta, la prima, invece, rimasta sottoforma di scrittura privata.

La trascrizione conferisce data certa, facendo valere quel famoso brocardo latino prior in tempore potior in iure (primo nel tempo più forte nel diritto).

Alla scrittura privata è equiparato il telegramma (art. 2705 c.c.) e secondo la giurisprudenza anche il telex ed il fax.

Pur essendo una scrittura privata, il messaggio di posta elettronica certificata, in virtù del sistema di certificazioni previsto dalla legge, ha data certa.

Scrittura privata autenticata, definizione

La scrittura privata autenticata è quel documento formato da una, due o più parti private e poi presentato ad un pubblico ufficiale per dargli pubblica fede.

Gli effetti dell'autenticazione sul documento così formato sono disciplinati dall'art. 2704 c.c. rubricato Sottoscrizione autenticata, che recita:

Si ha per riconosciuta la sottoscrizione autenticata dal notaio o da altro pubblico ufficiale a ciò autorizzato.

L'autenticazione consiste nell'attestazione da parte del pubblico ufficiale che la sottoscrizione è stata apposta in sua presenza. Il pubblico ufficiale deve previamente accertare l'identità della persona che sottoscrive. .

La sottoscrizione dinanzi al pubblico ufficiale conferisce conseguentemente data certa a quell'atto, a partire proprio dal verificarsi dell'avvenimento in esame.

Niente IMU, se la scrittura privata non è autenticata

Cerca: scrittura privata documento

Commenta la notizia, interagisci...
Annulla

    in evidenza

Dello stesso argomento