Condominio Web: Il portale N.1 sul condominio
122772 utenti
Registrati
chiudi
Inviaci un quesito

Superbonus e verande, facciamo il punto

La presenza di verande può essere un problema per il superbonus. Per quale motivo? Quali i rimedi?
Avv. Alessandro Gallucci Avv. Alessandro Gallucci 

Superbonus e verande, il caso

L'esistenza di una veranda, fatto tutt'altro che raro, è uno di quegli aspetti in grado di rappresentare un elemento critico, di grande criticità, in relazione alla fruizione del superbonus.

Superbonus al 110%: la misura della detrazione

L'esistenza di quel vano, infatti, sebbene insistente su un elemento, il balcone, di proprietà esclusiva, incide anche su spazi comuni, quanto meno su degli elementi in condominio, si pensi ai muri perimetrali di facciata.

Tale incidenza può avere rilievo in relazione al così detto stato legittimo delle parti comuni?

Prima di rispondere al quesito leggiamo quello che ci ha scritto un nostro lettore: «Ciao amici di Condominioweb!

Nel condominio in cui vivo, cinque piani con ascensore e venti unità immobiliari, stiamo pensando a dei lavori che beneficino del superbonus del 110%.

L'amministratore ci ha detto che le verande presenti, una decina in tutto, potrebbero essere un problema. Ha detto che in quel caso andrebbero smontate sennò, per quello che gli ha detto il tecnico col quale lavora, potrebbe essere vanificata la pratica per il superbonus.

Vi risulta? Le verande non sono un fatto privato? Grazie, siete molti utili!»

Superbonus e verande: la sanatoria

Partiamo dalla nozione di veranda che ci fornisce l'allegato all'Intesa Stato - Regioni in materia di adozione del regolamento edilizio tipo.

Locale o spazio coperto avente le caratteristiche di loggiato, balcone, terrazza o portico, chiuso sui lati da superfici vetrate o con elementi trasparenti e impermeabili, parzialmente o totalmente apribili.

Veranda in condominio: che fare se sporge dal balcone?

Questa la definizione normativa di veranda; essa è pressoché sempre considerata un nuovo vano che aumenta la volumetria dell'appartamento.

Ergo: per la chiusura di un balcone in veranda è necessaria istruire una pratica edilizia, nella specie un permesso di costruire.

In assenza di permesso di costruire l'edificazione della veranda rappresenta un'attività abusiva che può essere sanzionata nel caso di accertamento, salvo sanatoria prima dell'accertamento dell'abuso medesimo.

Accertamento di conformità, ovvero permesso in sanatoria

Norma di riferimento è l'art. 36 del d.p.r. n. 380/01 (Testo unico delle disposizioni normative e regolamentari in materia edilizia) che, al secondo e terzo comma, recita:

«Il rilascio del permesso in sanatoria è subordinato al pagamento, a titolo di oblazione, del contributo di costruzione in misura doppia, ovvero, in caso di gratuità a norma di legge, in misura pari a quella prevista dall'articolo 16. Nell'ipotesi di intervento realizzato in parziale difformità, l'oblazione è calcolata con riferimento alla parte di opera difforme dal permesso.

Rimozione veranda per lavori facciata: a chi spetta?

Sulla richiesta di permesso in sanatoria il dirigente o il responsabile del competente ufficio comunale si pronuncia con adeguata motivazione, entro sessanta giorni decorsi i quali la richiesta si intende rifiutata».

Si tratta di una pratica che dev'essere presentata dal titolare dell'abitazione nella quale è presente l'intervento da sanare e non dall'amministratore del condominio

L'accertamento della regolarità ovvero della possibilità di sanare le verande è dunque aspetto fondamentale da considerarsi in una pratica connessa al superbonus del 110% dato che il tecnico chiamato a presentare la pratica edilizia abilitativa ad essi connessa deve attestare lo stato legittimo dell'immobile.

La dichiarazione di stato legittimo

Rispetto allo stato legittimo, prima dell'intervento del decreto Agosto e della connessa legge di conversione sul testo dell'art. 119 d.l. Rilancio, si diceva che la presenza di anche un solo abuso su un'unità immobiliare in condominio era in grado di bloccare i lavori rientranti nel superbonus, poiché il tecnico non poteva attestare lo stato legittimo dell'immobile.

Niente superbonus per interventi su parti comuni di edifici non in condominio

Il comma 13-ter dell'art. 119 d.l. Rilancio oggi in vigore recita: «Al fine di semplificare la presentazione dei titoli abilitativi relativi agli interventi sulle parti comuni che beneficiano degli incentivi disciplinati dal presente articolo, le asseverazioni dei tecnici abilitati in merito allo stato legittimo degli immobili plurifamiliari, di cui all'articolo 9-bis del testo unico di cui al decreto del Presidente della Repubblica 6 giugno 2001, n. 380, e i relativi accertamenti dello sportello unico per l'edilizia sono riferiti esclusivamente alle parti comuni degli edifici interessati dai medesimi interventi».

Superbonus e verande: possibile la dichiarazione di stato legittimo delle parti comuni?

Il ragionamento che è stato fatto dopo l'approvazione di questa norma è il seguente: se gli interventi per beneficare del superbonus del 110% riguardano solamente le parti comuni e se le parti comuni sono conformi al titolo abilitativo originario, ovvero alle varianti, nulla quaestio.

Il tecnico potrà asseverare lo stato legittimo e così i lavori potranno essere svolti sulle parti comuni al di là della conformità urbanistica delle singole unità immobiliari.

Giusto? Sì, ma ciò non è bastato a consentire di affermare che la presenza di una veranda non sanata, insomma di una veranda abusiva non sia in grado d'inficiare la possibilità per il tecnico di rilasciare una dichiarazione asseverata dello stato legittimo delle parti comuni.

La veranda s'inserisce nel prospetto, è agganciata alla facciata e la rende difforme da quanto stabilito dal titolo abilitativo che ne ha previsto la costruzione, ovvero dai successivi titoli.

Ergo? Come fare a dire che la veranda abusiva, per quanto l'abuso non sia stato perpetrato dal condominio non incide sullo stato legittimo delle parti comuni?

Superbonus e verande: possibile la richiesta danni?

La domanda, come si suole dire, sorge spontanea.

Se c'è una veranda e questa la si accerta abusiva, i condòmini in regola che vogliono fare eseguire lavori rientranti nel così detto superbonus possono obbligare il condòmino che l'ha installata a rimuoverla?

Certamente possono segnalare il manufatto all'ufficio tecnico comunale competente per ottenerne la rimozione. Ciò sempre che prima della segnalazione il condòmino non abbia iniziato la pratica per sanare quella manufatto, ove la sanatoria sia possibile.

E i danni? In punto di diritto non si può escludere che se da un abuso edilizio derivi un pregiudizio per terze persone quelle persone possano chiedere i danni a chi quell'abuso ha praticato.

Come sempre, tra la teoria e la pratica ci sono sempre tante sfumature che vanno considerate per poter arrivare a concludere che la presenza di una veranda abusiva possa essere considerata causa di risarcimento danni se non si è potuto usufruire del superbonus del 110%.

Superbonus in condominio e tetti massimi di spesa: la Risoluzione n. 60/2020

Cerca: superbonus e verande

Commenta la notizia, interagisci...
Roberto De Santis
Roberto De Santis 20-01-2021 10:50:54

Comunque non si è risposto alla domanda se la veranda su un balcone privato consente o no la dichiarazione di conformità di tutto il condominio ai fini della detrazione.
ed inoltre nel caso della detrazione del 90% bonus facciate va fatta lo stesso la dichiarazione di conformità ?
Nel caso di strada privata di pubblico transito si può fare la detrazione del 90% bonus facciate ?
grazie

rispondi
CANNAO ALBERTO
CANNAO ALBERTO 20-02-2021 18:49:09

La "chiusura" del balcone, consistente nella "trasformazione" in veranda, è una modifica della facciata, questa è una "parte comune" del Condominio.
Se "accertata" opera abusiva, non si potranno eseguire gli "interventi trainanti" (principali) sulla facciata, quindi non si potrà "accedere" al superbonus 110%.
Diverso il caso di opere abusive eseguite all'interno della singola unità immobiliare.
Queste, se presenti, non impediranno gli "interventi trainanti", naturalmente se le "parti comuni" sono a "norma" ("non difformi" al progetto originale approvato).
Mentre nelle singole unità immobiliari non si potranno eseguire gli "interventi trainati" (aggiuntivi), se le "opere abusive" non saranno "sanate".
Un caso particolare può essere applicato solo ove sia oggettivamente impossibile la demolizione delle parti difformi, senza incidere sulla stabilità dell'intero edificio (comma 2 dell’art. 34 del DPR 380/2001).
In questo caso sanzione pecuniaria, derogatoria alla regola generale della demolizione nei casi di illeciti edilizi di cui al comma 1 dell’art. 34 del DPR 380/2001
https://www.normattiva.it/atto/caricaDettaglioAtto?atto.dataPubblicazioneGazzetta=2001-10-20&atto.codiceRedazionale=001G0429&atto.articolo.numero=0&qId=439eabc7-88f7-4e07-8b6d-346bfa5bdf9b&tabID=0.24233036825639065&title=lbl.dettaglioAtto
Diversamente demolizione e ripristino alla stato precedente.

rispondi
Daniele
Daniele 04-02-2021 18:14:35

Buongiorno, quindi per fare un esempio : se nel mio appartamento venisse chiuso un balcone ( che farebbe dunque "nuova cubatura" dell'appartamento, venendo il nuovo spazio così ottenuto adibito a cucina) il criterio del 2% si calcolerebbe sull'intera superficie del mio appartamento?
Nello specifico, ponendo di avere un appartamento di 100 metri quadri, l'abuso dovrebbe garantirmi massimo "2 metri quadri" in più per non incorrere in sanzioni e accedere al bonus 110%.
Grazie

rispondi
CANNAO ALBERTO
CANNAO ALBERTO 20-02-2021 18:31:10

La tolleranza del 2% si applica con riferimento al volume preesistente.
Nel caso specifico, ovvero il balcone, il volume preesistente è uguale a ... ZERO
L'intero volume è abusivo perché prima non c'era ... (spazio vuoto, non chiuso, non ha volume)
Discorso cambia se è stato presentato regolare progetto, che il Comune ha approvato, tuttavia da accertamenti ha riscontrato parziale difformità di volume.
In questo caso si applicherà la tolleranza del 2%, se possibile ... perché occorre anche rispettare la superficie e le distanze minime con il vicino, proprietà circostanti ...
Occorre considerare anche eventuale "decoro architettonico" della facciata ... aspetto estetico condominiale ...

rispondi
RAFFAELE
RAFFAELE 11-05-2021 13:07:23

@CANNAO ALBERTO: SALVE, IO HO UN PICCOLO BALCONE NEL RETRO DELLA MIA VILLETTA ABUSIVO, POSSO CONSIDERARE TALE ABUSO NEL 2% DI TOLLERANZA? GRAZIE

rispondi
CANNAO ALBERTO
CANNAO ALBERTO 11-05-2021 14:28:01

@RAFFAELE:
Potrebbe esserci un equivoco / incomprensione di quanto da me scritto subito sopra.
Dipende dallo "stato preesistente", ovvero in base a quanto riportato su planimetria allegata al progetto di costruzione dell'intero edificio.
Se non esiste il suddetto progetto, potrebbe essere stata presentata altra successiva "pratica edilizia" per la singola unità immobiliare urbana (u.i.u.).
Se non risulta alcuna "pratica edilizia" occorre fare riferimento ad altra "prova documentale", per esempio la planimetria catastale, oppure una planimetria allegata all'atto notarile.
Se prima non era presente il balcone, non esiste tolleranza sul "nulla", significa che il balcone è interamente abusivo.
Diverso è il caso di un balcone preesistente, successivamente "modificato", con una o diverse dimensioni, solo lunghezza o larghezza (o profondità), oppure entrambe.
Naturalmente il balcone potrà avere una "sagoma" irregolare (non quadrata o rettangolare).
In questo caso si potrà calcolare la tolleranza del 2%, ovvero la differenza tra l'attuale superficie è quella preesistente.
Diverso il caso di balcone "trasformato" in veranda, infatti si crea un vano chiuso, pertanto si crea un volume che prima non c'era, tale volume è interamente abusivo.
A titolo puramente "accademico", tuttavia "valido" in generale, riporto il seguente link di un articolo.
https://www.domipro.it/servizi/ristrutturare-casa/articoli/sanare-balcone-abusivo
Tutto dipende dal caso specifico e dai regolamenti comunali, pertanto il suddetto articolo avrà bisogno di uno o più "aggiustamenti".
Controllare soprattutto la profondità, perché potrà ridurre la distanza da proprietà di terzi, oppure da altro fabbricato.
Il Codice Civile prescrive distanze minime da rispettare, ma il regolamento comunale potrà essere più "restrittivo", imponendo distanze maggiori.
Controllare anche il regolamento condominiale (se u.i.u. in Condominio).

rispondi
Filippo
Filippo 21-02-2021 09:29:51

buongiorno, ma se si levano tutte le finestre della veranda, anche il profilo crea il problema dell'abuso?

rispondi
Filippo
Filippo 21-02-2021 09:32:12

buongiorno, ma se si levano tutte le finestre della veranda, anche il profilo crea il problema dell'abuso? penso questo perché allora anche le tapparelle on dovrebbero esistere.

rispondi
CANNAO ALBERTO
CANNAO ALBERTO 21-02-2021 11:16:37

Se si rimuovono le vetrate e tutta la parte strutturale della veranda, di fatto appare un ripristino alla stato preesistente del balcone originale.
Non sarà più un volume chiuso, ma area aperta.
Il caso deve essere verificato da un collega tecnico (architetto, geometra, ingegnere...), perché potrebbero esserci "dettagli particolari" non menzionati e/o specificati nella particolare descrizione degli interventi da parte di un "non addetto ai lavori" (per esempio zona vincolata ai sensi del D.Lgs. 42/2004 e s.m.i. "Codice dei beni culturali e del paesaggio").
s.m.i. = successive modifiche ed integrazioni
Non comprendo riferimento alle "tapparelle"
Veranda abusiva: come sanare?
https://www.laleggepertutti.it/391893_veranda-abusiva-come-sanare
Verande abusive, il problema nel Superbonus
https://www.ediltecnico.it/83448/verande-abusive-problema-superbonus/

rispondi
Filippo
Filippo 21-02-2021 18:06:45

@CANNAO ALBERTO:

rispondi
Filippo
Filippo 21-02-2021 18:19:23

@CANNAO ALBERTO:
L’esempio delle tapparelle è stato fatto, solo per far intendere che se la installo , ugualmente si ha dei profili su una parte comune, proprio come il profilo che rimarrebbe dell’ex veranda .

rispondi
Filippo
Filippo 22-02-2021 19:54:06

@CANNAO ALBERTO:

rispondi
CANNAO ALBERTO
CANNAO ALBERTO 21-02-2021 18:41:46

@Filippo:
Forse stiamo parlando / scrivendo di due "strutture" diverse veranda e pergotenda
Sulla pergotenda questione molto discussa perché può essere "scambiata" per tettoia...
Pergotenda o veranda? Ecco come chiudere il terrazzo o il balcone
https://www.infobuild.it/2016/10/chiudere-terrazzo-balcone-pergotenda-veranda/
Pergola, pergotenda o tettoia? Come scegliere il titolo abilitativo corretto
https://www.edilportale.com/news/2018/07/normativa/pergola-pergotenda-o-tettoia-come-scegliere-il-titolo-abilitativo-corretto_65079_15.html
Tettoia o pergotenda: le differenze
https://www.studiocordisco.it/news/tettoia-o-pergotenda/
eccetera...

rispondi
Mimmo Maiorino
Mimmo Maiorino 22-02-2021 19:38:45

E ai fini del Bonus facciate le verande abusive costituiscono impedimento al beneficio?

rispondi
CANNAO ALBERTO
CANNAO ALBERTO 23-02-2021 10:43:49

Le opere abusive costituiscono impedimento alle detrazioni in senso generale e assoluto...
Ai sensi del Decreto del Ministero delle Finanze n° 41 del 18/02/1998
In particolare l'articolo 4
1. La detrazione non è riconosciuta in caso di:
a) violazione di quanto previsto all'articolo 1, commi 1 e 2;
b) effettuazione di pagamenti secondo modalità diverse da quelle previste dall'articolo 1, comma 3, limitatamente a questi ultimi;
c) esecuzione di opere edilizie difformi da quelle comunicate ai sensi dell'articolo 1;
d) violazione delle norme in materia di tutela della salute e della sicurezza sul luogo di lavoro e nei cantieri, nonché di obbligazioni
contributive accertate dagli organi competenti e comunicate alla direzione regionale delle entrate territorialmente competente ...

Articolo 1, commi 1 e 2
interventi realizzati sulle "sulle parti comuni di edificio residenziale di cui all'articolo 1117, n. 1), del codice civile" e "sulle singole unità immobiliari residenziali di qualsiasi categoria catastale possedute o detenute e sulle loro pertinenze"

TESTO VERSIONE ORIGINALE
https://www.gazzettaufficiale.it/eli/id/1998/03/13/098G0079/sg

TESTO VERSIONE AGGIORNATA
https://www.normattiva.it/atto/caricaDettaglioAtto?atto.dataPubblicazioneGazzetta=1998-03-13&atto.codiceRedazionale=098G0079&atto.articolo.numero=0&qId=c8385526-e2af-4744-8b3b-cac4404c2604&tabID=0.32087841166267217&title=lbl.dettaglioAtto

UN ARTICOLO SCELTO A CASO DALLA RETE INTERNET
https://www.teknoring.com/news/pratiche-edilizie/detrazioni-fiscali-abusi-edilizi-sanatoria-decreto-semplificazioni/#:~:text=Le%20detrazioni%20fiscali%20sono%20escluse,tramite%20l

rispondi
CANNAO ALBERTO
CANNAO ALBERTO 08-03-2021 13:21:46

@Mattia:
Gli interventi da eseguire sulle "parti comuni" del Condominio, di cui all'art. 1117 del Codice Civile, quindi anche le facciate, richiedono accertamenti sulla regolarità edilizia.
Se presenti opere abusive, devono essere sanate, se possibile, altrimenti sono da demolire e ripristinate allo stato preesistente.
Se il ripristino comporterebbe pregiudizio alla statica delle parti strutturali dell'edificio, sarà possibile "conservare" le opere abusive, ma si pagheranno le sanzioni.
Opere abusive realizzate all'interno degli appartamenti, o altre unità immobiliari, non pregiudicano la realizzazione degli interventi sulle parti comuni, se quest'ultime sono in "regola".
Viceversa dovranno essere sanate le opere abusive interne.
In casi particolari alcune opere interne possono alterare la struttura portante dell'edificio, tale struttura di fatto è un a parte comune, pertanto saranno necessarie le verifiche del caso.
L'opera abusiva più diffusa è la chiusura del balcone, trasformata in veranda.
Di norma si trasforma anche la finestra in portafinestra, oppure si modificano le dimensioni della portafinestra, per accedere alla veranda abusiva.
Seguirà altro intervento...

rispondi
CANNAO ALBERTO
CANNAO ALBERTO 08-03-2021 14:08:35

ERRORE NUMERO RISOLUZIONE non è 300780
Risoluzione del 13/06/1975 n. 300708 - Min. Finanze - Tasse e Imposte Indirette sugli Affari
https://def.finanze.it/DocTribFrontend/getPrassiDetail.do?id={1E3BD031-D3CE-4A67-B8F9-BCFE94E4C9BF}
Seguirà altro intervento...

rispondi
CANNAO ALBERTO
CANNAO ALBERTO 08-03-2021 16:09:55

@Mattia:
Sull'efficacia retroattiva o meno della sanatoria non posso esprimermi, perché materia legale di competenza di un avvocato...
Comunque nell'articolo segnalato è stato scritto "confermando la spettanza della stessa solo relativamente alle spese sostenute a partire dalla data di efficacia della sanatoria"
Dipende dai tipi di abuso, per quelli lievi sarà comunque necessario redigere una dichiarazione sostitutiva dell'atto di notorietà, resa ai sensi dell'art. 47 del D.P.R. 445/2000
Come da Consulenza giuridica n. 910-1/2020
Agenzia delle Entrate
Direzione Regionale delle Marche
Superbonus 110% possibile anche con piccoli abusi edilizi: le condizioni
https://quifinanza.it/fisco-tasse/superbonus-110-possibile-anche-con-piccoli-abusi-edilizi-le-condizioni/414431/
Il Consiglio di Stato chiarisce la differenza tra variazioni essenziali e varianti
https://www.casaeclima.com/ar_31187__ITALIA-Sentenze-abusi-edilizi-variante-consiglio-di-stato-Abusi-edilizi-il-Consiglio-di-Stato-chiarisce-la-differenza-tra-variazioni-essenziali-e-varianti-.html
Superbonus dopo la sanatoria
https://www.pmi.it/impresa/normativa/341062/abusi-edilizi-superbonus-dopo-la-sanatoria.html#:~:text=Il%20superbonus%20al%20110%25%20introdotto,parere%20dell'Agenzia%20delle%20Entrate
"... un’opzione residuale, nel senso che il contribuente si prende il rischio di un’eventuale diniego alla domanda di sanatoria"
Circolare del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti n° 4174 del 07/08/2003
http://www.mit.gov.it/mit/mop_all.php?p_id=3018

rispondi
CANNAO ALBERTO
CANNAO ALBERTO 09-03-2021 14:18:23

FONTI ISTITUZIONALI - Aree tematiche
Agenzia delle Entrate - Normativa e prassi
https://www.agenziaentrate.gov.it/portale/web/guest/normativa-e-prassi
Agenzia delle Entrate - Guide fiscali
https://www.agenziaentrate.gov.it/portale/Agenzia/Agenzia+comunica/Prodotti+editoriali/Guide+Fiscali/
Agenzia delle Entrate - Casa
(Agevolazioni - Bonus facciate ecc.)
https://www.agenziaentrate.gov.it/portale/web/guest/aree-tematiche/casa
Agenzia delle Entrate - Superbonus 110%
https://www.agenziaentrate.gov.it/portale/web/guest/superbonus-110%25
ENEA - Ecobonus (Vademecum - Bonus facciate...)
https://www.efficienzaenergetica.enea.it/detrazioni-fiscali/ecobonus.html
ENEA - Bonus casa
https://www.efficienzaenergetica.enea.it/detrazioni-fiscali/bonus-casa.html
ENEA - Superbonus 110%
https://www.efficienzaenergetica.enea.it/detrazioni-fiscali/superbonus.html
ENEA - Vademecum
https://www.efficienzaenergetica.enea.it/vi-segnaliamo/ecobonus-aggiornati-i-vademecum-enea.html
Governo Italiano - Superbonus 110%
Presidenza del Consiglio dei Ministri
http://www.governo.it/it/superbonus

rispondi
CANNAO ALBERTO
CANNAO ALBERTO 09-03-2021 14:19:30

FONTI NON ISTITUZIONALI
ANIT - Risposte interpelli dell’Agenzia delle Entrate sul Superbonus
https://www.anit.it/agenzia-delle-entrate-nuovi-interpelli-sul-superbonus/
https://www.anit.it/risposte-interpelli-dellagenzia-delle-entrate-sul-superbonus/
https://www.anit.it/nuove-risposte-dallagenzia-delle-entrate-sul-superbonus/
https://www.anit.it/superbonus-nuovi-interpelli-dell-agenzia-delle-entrate/
https://www.anit.it/superbonus-110-le-risposte-dell-agenzia-delle-entrate/
ANIT - Bonus Facciate
https://www.anit.it/bonus-facciate-gli-interpelli-dellagenzia-delle-entrate/
https://www.anit.it/bonus-facciate-risposta-n-191-dellagenzia-dellentrate/
https://www.anit.it/agenzia-delle-entrate-risposte-sul-bonus-facciate/
https://www.anit.it/bonus-facciate-dubbi-quesiti-risposte/
ANIT - FAQ sul Superbonus
https://www.anit.it/faq-sul-superbonus-dal-direttore-dellagenzia-delle-entrate/
ANIT - Guida del Notariato alle detrazioni fiscali
https://www.anit.it/guida-del-notariato-alle-detrazioni-fiscali/

rispondi
Musumeci
Musumeci 12-03-2021 12:23:11

Sul terrazzo di uso esclusivo è stato realizzata una struttura precaria con ferro scatolare e sovrastante copertura realizzata con pannelli isolanti di poliuretano ed infissi di alluminio e vetri mediante la chiusura parziale esterno.La misura consentita dalla legge regionale (art. 20,comma 2,legge regionale Sicilia 16 aprile 2003 n.4) è di 50 metri quadri. Denunciata, autorizzata e versata al Comune la somma di €. 50X20= 2500.
La non conformità riscontrata dal tecnico che istruisce la pratica del bonus 110 per tutto il condominio di 20 appartamenti consiste nell'aumento di circa otto metri quadri rispetto ai 50mq consentiti.
Quesito: La difformità di quella singola struttura coinvolge tutto il condominio e le sue parti comuni per gli interventi trainanti ? o semplicemente il proprietario dell'appartamento,
a cui la veranda è pertinente,non potrà usufruire del bonus sugli interventi trainati ?

rispondi
CANNAO ALBERTO
CANNAO ALBERTO 12-03-2021 13:04:41

Sui requisiti e congruità delle spese il tecnico abilitato assevera ai sensi del DL 34/2020 - art. 119 - commi 13 e 13-bis
Sullo stato legittimo delle opere assevera ai sensi del comma 13-ter
"... i relativi accertamenti dello sportello unico per l’edilizia sono riferite esclusivamente alle parti comuni degli edifici interessati dai medesimi interventi"
Secondo "interpretazione letterale", che sembra essere "avallata" anche da Agefis (associazione che rilascia visto di conformità), se la specifica "zona" della "parte comune" non sarà oggetto d'intervento, la specifica "opera abusiva" non "coinvolge" la lecita esecuzione di interventi sulle altre "parti comuni".
Nel caso specifico è stato scritto "terrazzo di uso esclusivo", quindi suppongo "proprietà condominiale" collocata sulla facciata, pertanto impedirà l'accesso a tutti i bonus, se si intenderanno eseguire interventi sulla suddetta facciata dove si colloca l'opera abusiva.
COLLEGAMENTO AL DL 34/2020
https://www.normattiva.it/atto/caricaDettaglioAtto?atto.dataPubblicazioneGazzetta=2020-05-19&atto.codiceRedazionale=20G00052&atto.articolo.numero=0&qId=40a08e28-8f60-4dee-ae10-c9a3ab06c96d&tabID=0.951155953947405&title=lbl.dettaglioAtto

rispondi
Musumeci
Musumeci 12-03-2021 12:25:24

Sul terrazzo di uso esclusivo è stato realizzata una struttura precaria con ferro scatolare e sovrastante copertura realizzata con pannelli isolanti di poliuretano ed infissi di alluminio e vetri mediante la chiusura parziale esterno.La misura consentita dalla legge regionale (art. 20,comma 2,legge regionale Sicilia 16 aprile 2003 n.4) è di 50 metri quadri. Denunciata, autorizzata e versata al Comune la somma di €. 50X50= €.2500, la non conformità, riscontrata dal tecnico che istruisce la pratica del bonus 110 per tutto il condominio di 20 appartamenti, consiste nell'aumento di circa otto metri quadri rispetto ai 50mq consentiti.
Quesito: La difformità di quella singola struttura coinvolge tutto il condominio e le sue parti comuni per gli interventi trainanti ? o semplicemente il proprietario dell'appartamento,
a cui la veranda è pertinente,non potrà usufruire del bonus sugli interventi trainati ?

rispondi
Raffaele
Raffaele 26-03-2021 13:54:57

Buongiorno,
abito in un condominio interessato al superbonus 110%. Uno dei condomini ha realizzato una veranda abusiva su un balcone di sua esclusiva proprietà. Noi vorremmo intervenire sull'isolamento termico del tetto e la parte abusiva non sarebbe interessata da alcun intervento. Si può procedere o siamo impediti comunque? Grazie

rispondi
CANNAO ALBERTO
CANNAO ALBERTO 26-03-2021 14:47:00

Intervenire sul tetto non è la stessa cosa di intervento sulla facciata (o sulle facciate)
Sarà possibile intervenire sul tetto, ma non sarà possibile eseguire interventi su quella facciata dove è stata realizzata abusivamente l'opera edilizia (chiusura di balcone o terrazzo e trasformazione in veranda)
Sul tetto tutto deve risultare "in regola"
Peraltro lo smaltimento dell'eventuale amianto è compreso nel "pacchetto" superbonus
Non è stato specificato il tipo d'intervento, quindi rispondo "in generale"

rispondi
Raffaele
Raffaele 27-03-2021 09:28:51

@CANNAO ALBERTO: buongiorno e grazie. Il tetto è in regola e l'intervento consisterebbe nel cappotto termico. Inoltre abbiamo pensato all'installazione di pannelli fotovoltaici per gli appartamenti conformi. Mi conferma che, nonostante la veranda abusiva del singolo condomino, possiamo usufruire del superbonus 110%?
Grazie mille.

rispondi
CANNAO ALBERTO
CANNAO ALBERTO 27-03-2021 16:27:48

@Raffaele:
Mi conferma che, nonostante la veranda abusiva del singolo condomino, possiamo usufruire del superbonus 110%?

Superbonus 110%: quando l'abuso edilizio non blocca la detrazione fiscale
https://www.lavoripubblici.it/news/Superbonus-110-quando-l-abuso-edilizio-non-blocca-la-detrazione-fiscale-25048
- eventuali abusi presenti all'interno dell'unità immobiliare non pregiudicano la fruizione dell'agevolazione sugli interventi trainanti per le parti comuni;
- eventuali abusi presenti all'interno dell'unità immobiliare pregiudicano la fruizione dell'agevolazione sugli interventi trainati effettuati all'interno della u.i. stessa (comprese tutte le altre agevolazioni);
- eventuali abusi presenti all'interno dell'unità immobiliare ma che coinvolgono le parti comuni sulle quali occorre intervenire (verande sul prospetto) pregiudicano la fruizione delle agevolazioni fiscali;
- eventuali abusi su parti comuni che non coinvolgono l'intervento edilizio, non pregiudicano la fruizione della detrazione fiscale del 110%.

... nel caso di interventi edilizi è sempre buona cosa rivolgersi ad un tecnico abilitato che potrà seguire i lavori dalla fase iniziale di verifica dei presupposti fino all'esecuzione dei lavori

rispondi
CANNAO ALBERTO
CANNAO ALBERTO 27-03-2021 17:09:07

Mi conferma che, nonostante la veranda abusiva del singolo condomino, possiamo usufruire del superbonus 110%?

Superbonus 110%: quando l'abuso edilizio non blocca la detrazione fiscale
Ricordiamo che bisogna fare sempre molta attenzione nella valutazione preventiva degli interventi che rientrano nel superbonus 110% ricordando che:
- eventuali abusi presenti all'interno dell'unità immobiliare non pregiudicano la fruizione dell'agevolazione sugli interventi trainanti per le parti comuni;
- eventuali abusi presenti all'interno dell'unità immobiliare pregiudicano la fruizione dell'agevolazione sugli interventi trainati effettuati all'interno della u.i. stessa (comprese tutte le altre agevolazioni);
- eventuali abusi presenti all'interno dell'unità immobiliare ma che coinvolgono le parti comuni sulle quali occorre intervenire (verande sul prospetto) pregiudicano la fruizione delle agevolazioni fiscali;
- eventuali abusi su parti comuni che non coinvolgono l'intervento edilizio, non pregiudicano la fruizione della detrazione fiscale del 110%.
https://www.lavoripubblici.it/news/Superbonus-110-quando-l-abuso-edilizio-non-blocca-la-detrazione-fiscale-25048

DM MINISTERO DELLE FINANZE
DECRETO n° 41 del 18/02/1998
Articolo 4
1. La detrazione non è riconosciuta in caso di:
a) violazione di quanto previsto all'articolo 1, commi 1 e 2;
b) effettuazione di pagamenti secondo modalità diverse da quelle previste dall'articolo 1, comma 3, limitatamente a questi ultimi;
c) esecuzione di opere edilizie difformi da quelle comunicate ai sensi dell'articolo 1;
d) violazione delle norme in materia di tutela della salute e della sicurezza sul luogo di lavoro e nei cantieri, nonché di obbligazioni contributive accertate dagli organi competenti e comunicate alla direzione regionale delle entrate territorialmente competente.
Articolo 1
... per la realizzazione degli interventi di cui alle lettere a), b), c) e d) dell'articolo 31 della legge 5 agosto 1978, n. 457, sulle parti comuni di edificio residenziale di cui all'articolo 1117, n. 1), del codice civile; nonché per la realizzazione degli interventi di cui alle lettere b), c) e d) dell'articolo 31 della legge 5 agosto 1978, n. 457, effettuati sulle singole unità immobiliari residenziali di qualsiasi categoria catastale possedute o detenute e sulle loro pertinenze;

rispondi
Raffaele
Raffaele 27-03-2021 18:51:58

@CANNAO ALBERTO: grazie mille per la risposta. Buona serata

rispondi
Massimo
Massimo 31-03-2021 22:44:23

@CANNAO ALBERTO: Salve, mi scusi, sempre per accedere al bonus 110, se la veranda, (balcone chiuso da finestre) condonato, sanato 10 anni fa, deve essere smontata per usufruire del bonus fiscale o essendo sanata non incorre? Grazie

rispondi
Loredana
Loredana 11-04-2021 11:47:59

Nel mio condominio siamo già pronti per iniziare i lavori, abbiamo pagato ele verande sono state sanate MA purtroppo iniziano già i primi problemi.il tecnico/ architetto/ consorzio, aveva detto che anche la veranda poteva essere sostituita come gli infissi a costo zero salvo a dire, una settimana fa, che era subentrata una nuova disposizione dell' Agenzia delle Entrate quindi le verande vanno al 50%. Sinceramente mi sembra che abbiano voluto allettarvi con l idea di cambiarle a costo zero per farcele sanare. Chiedo se vi risulta questa nuova disposizione o se non è mai stato possibile considerare le verande come infissi da sostituire con il bonus 110.Grazie

rispondi
CANNAO ALBERTO
CANNAO ALBERTO 11-04-2021 18:46:39

"... che era subentrata una nuova disposizione dell' Agenzia delle Entrate quindi le verande vanno al 50%."
A me non pare essere nuova disposizione, forse si riferisce a specifica risposta ad interpello, od altra prassi, di cui ignoro il riferimento o non ricordo di avere letto (impossibile ricordare tutto)
Riporto collegamento di un "vecchio" articolo
https://www.ambientieserramenti.com/esterni/verande-e-tende-bonus-2018/
Riporto collegamento alla guida dell'Agenzia delle Entrate (Guida “Ristrutturazioni edilizie: le agevolazioni fiscali”), riportato nella seguente pagina web
https://www.agenziaentrate.gov.it/portale/schede/agevolazioni/detrristredil36/schinfodetrristredil36
Se il suddetto intervento sarà eseguito contestualmente ad un "intervento trainante", come da DL 34/2020 (ora Legge 77/2020), la percentuale "salirà" da 50% a 110%
Pertanto occorre chiarire quali interventi si intenderanno eseguire
Ovviamente le spese per la sanatoria edilizia e quant'altro ad essa collegata (prestazioni professionali), non saranno detraibili (saranno a carico del contribuente che ha commesso l'abuso)

rispondi
Francesco
Francesco 15-04-2021 11:33:00

Salve, nel nostro condominio costituito da 36 unità abitative, in molti hanno creato degli aumenti volumetrici sui balconi, di fatto costruendo "verande" e aprendo "porte finestre" per accedervi. Fornendo documentazione al comune per effettuare la sanatoria per tali abusi edilizi possiamo accedere al superbonus del 110%?
Quali sono le tempistiche per avere , nel caso, tale documentazione da parte del comune?

rispondi
CANNAO ALBERTO
CANNAO ALBERTO 15-04-2021 11:58:12

"Fornendo documentazione al comune per effettuare la sanatoria per tali abusi edilizi possiamo accedere al superbonus del 110%?"
Accesso possibile, potrà dipendere dalle norme del regolamento edilizio del Comune, ma anche da quelle del PUC (o diverso piano), dalla particolare destinazione urbanistica della zona, nonché esistenza di eventuale vincolo architettonico (costruzione prima o dopo 1945), oppure vincolo paesaggistico, sull'edificio e sulla particolare zona (le competenze di Soprintendenza / Regione)
"Quali sono le tempistiche per avere , nel caso, tale documentazione da parte del comune?"
Esiste un tempo massimo, ma con l'"assalto alla diligenza" e personale non adeguato (come numero di individui), chissà...
"Veranda abusiva: come sanare?"
https://www.laleggepertutti.it/391893_veranda-abusiva-come-sanare
"I “nuovi” termini del procedimento amministrativo nella previsione della legge n. 69/09"
https://www.diritto.it/archivio/1/28024.pdf
"Il Silenzio nella Pubblica Amministrazione"
http://www.regione.lazio.it/binary/rl_main/tbl_contenuti_regionelazio/Il_Silenzio_nella_Pubblica_Amministrazione.pdf

rispondi
Avv. Alessandro Gallucci
Avv. Alessandro Gallucci 16-04-2021 17:58:51

@Francesco: la presenza di abusi edilizi può inficiare l'accesso alla pratica del superbonus. La loro sanatoria, se possibile, rende il beneficio nuovamente accessibile in sicurezza, in sicurezza da questo punto di vista, ossia a conformità urbanistica acquisita.
La questione complessa è calare questo principio, all'apparenza semplice, nel caso concreto, perché la realtà propone situazioni alle volte intricate e di non immediata soluzione. Partendo da queste considerazioni, una soluzione al caso concreto può essere data da un tecnico.

**Leggi il mio best seller

L'amministratore di condominio L'amministratore di condominio:
il controllo del suo operato, tutti gli strumenti a disposizione

rispondi
Angela
Angela 30-04-2021 13:30:34

Nel mio condominio abbiamo avviato la pratica, accettata dal comune ecc per trasformare i terrazzi in verande. Tutti i condomini, tranne io, ho realizzato la veranda (però ho pagato gli oneri e posso farla nei tre anni successivi) , ora che stiamo avviando la pratica di ecobonus al 110, posso inserire il costo per istallare la veranda come intervento trainato, aggiuntivo? La veranda non sarà un locale riscaldato. grazie

rispondi
CANNAO ALBERTO
CANNAO ALBERTO 30-04-2021 14:44:11

Risposta per Angela ...
"La veranda non sarà un locale riscaldato"
Per l'appunto essendo l'esistente non riscaldato, non potrà accedere al superbonus 110%
La veranda (sporgente oppure aggettante) è una "superficie disperdente" ("vano non riscaldato"), collocata all'esterno del "volume riscaldato"
Anche la veranda incassata è una "superficie disperdente" (ed esterna al "volume riscaldato")
Collegamento a particolare discussione
https://www.condominioweb.com/forum/quesito/creare-una-vetrata-in-un-balcone-incassato-veranda-82735/
Collegamento a particolare articolo su ambienti non riscaldati
https://www.ediltecnico.it/86900/ecobonus-superbonus-detrazione-isolamenti-ambienti-non-riscaldati/
Collegamento a particolare articolo su Superficie Lorda Disperdente
https://www.lavoripubblici.it/news/Superbonus-110-e-Superficie-Lorda-Disperdente-cio-che-era-ormai-assodato-rimesso-in-discussione-24813
Tuttavia è scritto "terrazzi"
"Nel mio condominio abbiamo avviato la pratica, accettata dal comune ecc per trasformare i terrazzi in verande."
Bisogna prestare particolare attenzione nell'uso dei termini, perché possono creare confusione od equivoci
Collegamento a particolare articolo su pergolati, pergotende, gazebo e verande
https://www.edilportale.com/news/2017/04/normativa/pergolati-pergotende-gazebo-e-verande-quali-differenze-ci-sono_57708_15.html
Collegamento alla Circolare 24/2020 dell'Agenzia delle Entrate (AdE)
https://www.agenziaentrate.gov.it/portale/documents/20143/2624559/Circolare+n.+24+del+8+agosto+2020.pdf/53b2ee8b-88bc-09c0-c95f-0bb6dbd16c77
Collegamento alla Guida sul superbonus 110% (AdE)
https://www.agenziaentrate.gov.it/portale/documents/20143/233417/Guida_Superbonus_110_marzo.pdf/b4ead163-8c2a-7a8d-dc10-668226f4679d
Collegamento al Portale superbonus 110% (AdE)
https://www.agenziaentrate.gov.it/portale/superbonus-110%25
Gli oneri per la sanatoria e le spese ad esse collegate (onorari professionali compresi), sono spese extra a carico di chi ha commesso l'abuso, spese da non "conteggiare" ai fini dell'agevolazione fiscale collegata al superbonus 110%, ma anche a tutti gli altri bonus preesistenti
Eventualmente potranno essere considerati interventi di ristrutturazione edilizia, ma quelli già preesistenti con bonus 50%
Collegamento al Portale e Guida sulla ristrutturazione edilizia (AdE)
https://www.agenziaentrate.gov.it/portale/schede/agevolazioni/detrristredil36/schinfodetrristredil36
Collegamento a particolare articolo sulla serra bioclimatica
https://www.studiomagnano.it/ampliamento-casa/serra-bioclimatica-tutto-quello-da-sapere-per-costruirne-una/

rispondi
Alina
Alina 11-06-2021 08:10:40

Buongiorno, con il superbonus 110, sostitute la struttura della veranda condonata in precedenza e qiuindi regolare, con infissi nuovi come le finestre dell’appartamento rientra nel superbonus 110?

rispondi
CANNAO ALBERTO
CANNAO ALBERTO 11-06-2021 12:42:52

@Alina
1a condizione necessaria
u.i.u. destinata ad abitazione
2a condizione necessaria
superficie già riscaldata
3a condizione necessaria
eseguire almeno un "intervento trainante"
se unità immobiliare urbana (u.i.u.)
si colloca in Condominio
4a condizione necessaria
sostituzione serramenti + infissi
più efficienti di quelli precedenti
e con particolare "trasmittanza"
in base alla propria "zona climatica"
ENEA - VADEMECUM SERRAMENTI E INFISSI
https://www.efficienzaenergetica.enea.it/detrazioni-fiscali/ecobonus/vademecum/serramenti-e-infissi.html
5a condizione necessaria
migliorare le "prestazioni energetiche"
due livelli (oppure classe più alta A4)
https://www.ediliziaenergetica.it/superbonus-110-come-fare-il-salto-di-due-classi/

ALTRE CONDIZIONI in base al caso specifico
Sono da verificare i requisiti oggettivi e soggettivi, rispettare i massimali di spese, rispettare i criteri ambientali minimi (CAM), eccetera

rispondi
Giusi.c.
Giusi.c. 26-06-2021 23:28:51

Salve, la nostra veranda è sanata e perfettamente in regola ma l amministratore si ostina a dire che nonostante tutto dovremmo smontarla perché altrimenti i lavori non potranno essere eseguiti a regola d arte. Com è possibile? Premetto che il ns condominio vuole usufruire del 110%. Resto in attesa di aggiornamenti. Grazie per la disponibilità.

rispondi
CANNAO' ALBERTO
CANNAO' ALBERTO 27-06-2021 18:12:03

@Giusi.c. + @Laura
Non è stata scritta la motivazione.
Se l'opera abusiva è stata sanata, quale dovrebbe essere il motivo della richiesta ?
Posso solo segnalare almeno due articoli, ma ce ne sono altri in internet (cercate).
"Superbonus 110%, ok alla detrazione se gli interventi abusivi sono sanabili"
+ Consulenza giuridica n° 910-1/2020 (AdE)
https://www.edilportale.com/news/2020/09/normativa/superbonus-110-ok-alla-detrazione-se-gli-interventi-abusivi-sono-sanabili_78454_15.html
"Veranda abusiva può ostacolare il SuperBonus 110%"
https://www.studiotecnicopagliai.it/veranda-abusiva-superbonus-110/
Evidenzio che gli articoli sono antecedenti alla modifica dell'ex DL 34/2020 (Legge 77/2020), art. 119, comma 13-ter, da parte del DL 77/2021, da convertire in Legge entro il 31/07/2021, forse anche con modifiche (auspicabile perché scritto male), comunque gli interventi iniziati in questi 60 giorni rimarranno comunque "validi".
Comunque in entrambi i casi è stato scritto che l'opera abusiva è stata sanata.
In merito alle opere abusive quanto segue.
"Gli effetti della modifica all'art. 119, comma 13-ter del Decreto Rilancio nella presentazione delle CILA a Catania e Genova"
https://www.lavoripubblici.it/news/superbonus-110-stato-legittimo-niente-verifiche-cila-26153
Per altre informazioni
https://www.condominioweb.com/forum/quesito/110-decreto-semplificazioni-158296/?do=findComment&comment=1177143
https://www.condominioweb.com/forum/quesito/110-decreto-semplificazioni-158296/?do=findComment&comment=1177924
https://www.condominioweb.com/forum/quesito/110-decreto-semplificazioni-158296/?do=findComment&comment=1179981
https://www.condominioweb.com/forum/quesito/110-decreto-semplificazioni-158296/?do=findComment&comment=1180124
https://www.condominioweb.com/forum/quesito/bonus-110-condominii-sì-edifici-plurifamiliari-no-145163/?do=findComment&comment=1172513
Per quanto riguarda le Banche quanto segue
"Superbonus, le banche chiederanno solo la regolarità delle parti comuni"
https://www.ilsole24ore.com/art/superbonus-banche-chiederanno-solo-regolarita-parti-comuni-AEuoAPM
Per altre informazioni
https://www.condominioweb.com/forum/quesito/cessione-del-credito-151095/?do=findComment&comment=1173626
https://www.condominioweb.com/forum/quesito/bonus-110-condominii-s%C3%AC-edifici-plurifamiliari-no-145163/?do=findComment&comment=1166329

CILA, abusi e Semplificazioni
(in data sconosciuta)
https://www.youtube.com/watch?v=k39lZoVFqkQ

rispondi
Laura
Laura 27-06-2021 14:33:55

Buongiorno , la nostra veranda risulta sanata ma nonostante questo l'amministratore continua a dirci che bisogna smontarla per usufruire del bonus 110% .Grazie in anticipo

rispondi
Margherita
Margherita 27-06-2021 19:38:22

Buona sera,, se la veranda è costituita da uno spazio chiuso da vetrate ma che non disturba la facciata,e occupa solo meno della metà di una veranda scoperta preesistente interna,, si può considerare abusiva?

rispondi
CANNAO ALBERTO
CANNAO ALBERTO 27-06-2021 20:00:06

@Margherita
"veranda scoperta preesistente interna"
La veranda è sempre "coperta" per definizione

"... occupa solo meno della metà ..."
Anche la "chiusura" di un balcone di 1 metro quadro e "trasformazione" in veranda è opera abusiva se non "denunciata" al Comune

20/10/2016 - Intesa con Conferenza Unificata
Regolamento edilizio-tipo di cui all’articolo 4, comma 1-sexies del DPR 380/01

QUADRO DELLE DEFINIZIONI UNIFORMI
Allegato A - Voce 42
"Locale o spazio coperto avente le caratteristiche di loggiato, balcone, terrazza o portico, chiuso sui lati da superfici vetrate o con elementi trasparenti e impermeabili, parzialmente o totalmente apribili."
https://www.gazzettaufficiale.it/do/atto/serie_generale/caricaPdf?cdimg=16A0800300200010110001&dgu=2016-11-16&art.dataPubblicazioneGazzetta=2016-11-16&art.codiceRedazionale=16A08003&art.num=1&art.tiposerie=SG
https://www.studiotecnicopagliai.it/adottato-regolamento-edilizio-tipo/

"non disturba la facciata"
Il "decoro architettonico" "riguarda" solo il Condominio ed il Codice Civile
"Decoro architettonico. Che cos'è, chi può alterarlo e come si valuta tale alterazione. Il ruolo del codice civile e quello della giurisprudenza"
https://www.condominioweb.com/alterazione-del-decoro-architettonico-che-cose-chi-puo-alterarlo-e-come-.226

rispondi
Matteo
Matteo 30-07-2021 10:22:33

Qualora la veranda fosse regolare? Mi è stato detto che devo provvedere a mio carico a smontarla e una volta svolti i lavori sempre a mie spese rifarla nuova, senza poter usufruire di incentivi. È vero?

rispondi
CANNAO ALBERTO
CANNAO ALBERTO 30-07-2021 16:39:24

RISPOSTE PER MATTEO
Se veranda "regolare", significa che è stata presentata "denuncia di variazione catastale" (ed approvata), dunque deve essere riportata sulla nuova planimetria (catastale).
Secondo quanta nuova superficie occupa, potrà aumentare la "consistenza" dei "vani catastali", quindi aumentare la "rendita catastale".
Potrà anche essere una "porzione" del vano catastale intero.
La consistenza "finale" si "arrotonda" al mezzo vano (1/2=0,5), significa che se quanto si denuncia comporta una variazione inferiore, non ci sarà obbligo di denuncia, salvo diversa "causale" per rappresentare il reale stato dei luoghi e il "tipo" diverso di variazione.
Mentre dal Comune occorre il rilascio del permesso di costruire, perché la veranda è una nuova costruzione con aumento di volume, che di norma comporta versamenti di oneri urbanistici.
In 28/07/2021 il Senato ha approvato la conversione in legge del D.L. 77/2021
https://www.studiotecnicopagliai.it/cila110-decreto-semplificazioni-convertito-legge-2021/
Se acclarato abuso edilizio non si "perderà" l'agevolazione fiscale, ma poi sarà obbligatorio il rilascio della sanatoria edilizia, oppure, per "fare prima", rimuovere le opere abusive e ripristinare allo stato preesistente, a "proprie spese" (non si incentiva l'abusivismo edilizio).
Il superbonus 110% si "ottiene" eseguendo interventi sull'esistente (già riscaldato) che migliorino la prestazione energetica ("salto" di almeno due "classi energetiche", quando non possibile è quella più alta, ovvero A4), in particolare è obbligatorio eseguire un "intervento trainante" sulle "parti comuni" (oppure più di uno), eventualmente "accompagnato" da un'"intervento trainato" sulle "parti private" (oppure più di uno).
Rifare la veranda comporta l'esecuzione di una nuova costruzione che prima non c'era, inoltre nello "stato originale" era un vano aperto, quindi "in origine" non riscaldato.
Sull'"adozione della modulistica unificata e standardizzata per la presentazione della Comunicazione asseverata di inizio attività (CILA-Superbonus)"...
https://www.condominioweb.com/forum/quesito/110-decreto-semplificazioni-158296/?do=findComment&comment=1190370

rispondi
Daniela Fresia
Daniela Fresia 12-08-2021 16:28:40

In caso di condominio con verande condonate, è possibile usufruire del superbonus per la loro sostituzione? Grazie

rispondi
CANNAO' ALBERTO
CANNAO' ALBERTO 12-08-2021 17:02:29

La veranda "condonata" consente l'agevolazione superbonus 110%.
Bisogna rilevare che il superbonus richiede superfici riscaldate, prima degli interventi.
La veranda è un caso "atipico", perché in origine si presume fosse balcone, quindi superficie non riscaldata (superficie aperta, senza volume).
La veranda è una superficie chiusa, quindi un "nuovo" volume, ma come è "collegata" con il resto dell'appartamento (riscaldato)?
In sostanza nella veranda è collocato un termosifone? In questo caso è riscaldata.
Diversamente è separata dal resto dell'appartamento? In questo caso non è riscaldata, quindi si calcolano "superfici disperdenti" (o forse non si calcolano).
Veranda: zona riscaldata oppure zona non calcolata?
http://forum.acca.it/it/termus/id10900/veranda-zona-riscaldata-oppure-zona-non-calcolata.html
Consultare un certificatore energetico del posto.

rispondi
Maddalena
Maddalena 20-08-2021 18:10:15

Salve! Ho un balcone a forma di L lungo circa 9 metri complessivamente. Ho chiuso una parte *circa 3 metri* con una veranda, pertanto il balcone non ha perso la sua destinazione d uso e la veranda stessa non ha coperto l intera metratura del balcone. Anche in questo caso la veranda ostacola il 110%? Grazie

rispondi
CANNAO' ALBERTO
CANNAO' ALBERTO 20-08-2021 18:52:35

CERTAMENTE - Trattasi comunque di un aumento di volume, anche se minore rispetto alla "copertura" dell'intero balcone - L'intervento richiede un permesso di costruire, per la realizzazione di un nuovo volume, prima non esistente, quindi con oneri urbanistici (variabili in ogni Comune) - Intervento non consentito per superbonus 110%, che richiede interventi sull'esistente, con rilascio (dal Comune) di autorizzazione per ristrutturazione edilizia.
Chiusura balcone: ultime sentenze
(articolo in data 01/01/2021)
https://www.laleggepertutti.it/453698_chiusura-balcone-ultime-sentenze
Chiusura di una parte del balcone
"Le verande realizzate sulla balconata di un appartamento, trattandosi di strutture fissate in maniera stabile al pavimento che comportano la chiusura di una parte del balcone, con conseguente aumento di volumetria e modifica del prospetto, sono senza dubbio soggette al preventivo rilascio di permesso di costruire, non costituendo una pertinenza in senso urbanistico."
T.A.R. Catanzaro, (Calabria) sez. II, 18/01/2019, n. 83
https://www.giustizia-amministrativa.it/provvedimenti-tar-catanzaro
Inserire anno 2019
Inserire numero 83
Selezionare CERCA
Selezionare "provvedimento collegiale"
(parte selezionata diventa blu)
Selezionare VISUALIZZA

"Con nota del 24.08.2016, la sig.ra XX comunicava di aver ottemperato al provvedimento sanzionatorio, come da produzione fotografica allegata.
Successivamente, e precisamente in data 15.09.2016, la Polizia locale effettuava un sopralluogo in occasione del quale rilevava che gli inquilini dello stabile YY di via ZZ nn. 188-190 non avevano dato esecuzione all’ordinanza di demolizione mentre, per quanto riguarda la ricorrente, evidenziavano che la stessa aveva provveduto “alla sola rimozione dei vetri sia nella parte anteriore che posteriore dell'abitazione lasciando in loco la sola intelaiatura delle preesistenti verande [...] i vetri rimossi nella parte posteriore dell'abitazione sono stati parzialmente sostituiti con strutture retinate che fungono da zanzariere".
In data 15.12.2016 la sig.ra XX presentava una scia, segnalando l’avvio dei lavori di chiusura degli stessi balconi oggetto della precedente ordinanza di demolizione, con conseguente aumento di volumetria..."

rispondi
Pier Giuseppe Pescina
Pier Giuseppe Pescina 11-09-2021 15:27:38

Buongiorno a tutti, io ho il balcone in facciata interno cortile, con veranda, tutto fatto nei decenni passati con tutte le regole. Progetto, presentazione richiesta al comune e infine dopo la risposta positiva si è costruito. Ora siamo in procinto di rinfrescare questa facciata, con il bonus 90%, i lavori sono: rivedere eventuali parti di intonaco, cornicioni balconi (non i pavimenti) e infine una bella tinteggiatura. Ora la mia domanda è: devo smontarla per poi rimontarla a fine lavori ? perchè è la richiesta dell'amministratore, mentre io non vedo nessun impedimento nell'esecuzione dei lavori.

rispondi
CANNAO ALBERTO
CANNAO ALBERTO 11-09-2021 17:12:48

"... io ho il balcone in facciata interno cortile... Ora siamo in procinto di rinfrescare questa facciata, con il bonus 90%..."
"... interventi realizzati esclusivamente sulle strutture opache della facciata, sui balconi, ornamenti e fregi, comporta che sono ammessi al bonus facciate, gli interventi sull'involucro "esterno visibile dell'edificio, vale a dire sia sulla parte anteriore, frontale e principale dell'edificio, sia sugli altri lati dello stabile (intero perimetro esterno)" e, in particolare, gli interventi sugli elementi della facciata costituenti esclusivamente la "struttura opaca verticale".

PERIMETRO INTERNO ESCLUSO
(non visibile da strada o suolo ad uso pubblico)

ECCEZIONE facciata interna di un edificio solo parzialmente visibile dalla strada.
Risposta (ad interpello) n° 296 del 01/09/2020
https://www.agenziaentrate.gov.it/portale/documents/20143/2665720/Risposta+all%27interpello+n.+296+del+2020.pdf/5ebcbcdb-9cc2-7157-642d-7ee0d0333c8d

Bonus Facciate 90% per le facciate parzialmente visibili: i presupposti per la detrazione
https://www.ingenio-web.it/29681-bonus-facciate-90-per-le-facciate-parzialmente-visibili-i-presupposti-per-la-detrazione

Circolare n° 2 del 14/02/2020
https://www.agenziaentrate.gov.it/portale/documents/20143/2338359/Circolare+n.+2+del+14+febbraio+2020.pdf/cee7f814-8750-9d6d-05ca-46d485c6470f

Risposta (ad interpello) n° 59 del 28/01/2021
(quanto riportato nell'articolo 59/2020 è sbagliato)
https://www.agenziaentrate.gov.it/portale/documents/20143/3155537/Risposta+59+del+2021.pdf/29e04b4a-54c4-d3c2-f776-209cc39d94c3

ANIT - approfondimento
https://www.anit.it/wp-content/uploads/2016/10/BonusFacciate_ApprofondimentoANIT_feb2020.pdf

Agenzia delle Entrate - guida ufficiale
https://www.agenziaentrate.gov.it/portale/bonus-facciate-guida

FINE PARTE PRIMA

rispondi
CANNAO ALBERTO
CANNAO ALBERTO 11-09-2021 17:31:54

"... io ho il balcone in facciata interno cortile, con veranda, tutto fatto nei decenni passati con tutte le regole. Progetto, presentazione richiesta al comune e infine dopo la risposta positiva si è costruito."

Se il Comune conferma la "regolarità edilizia" dell'intervento (sanatoria o condono o approvazione del progetto di nuova costruzione), la richiesta dell'amministratore deve essere motivata.
Una norma "restrittiva" del regolamento condominiale contrattuale?
Se l'amministratore "spiega" le sue "ragioni" si "valuterà" sul "cosa fare" e/o "rispondere".
SUPERBONUS 110% E ABUSI EDILIZI
https://www.avvocatocivitarese.it/superbonus-110-e-abusi-edilizi/
FINE INTERVENTO (almeno per ora)

rispondi
Pier Giuseppe Pescina
Pier Giuseppe Pescina 11-09-2021 17:56:35

@CANNAO ALBERTO: non capisco la frase riferita al regolamento di condominio, mi perdoni ma sono ignorante in materia. Infatti a mio avviso il tipo di lavoro prospettato, non è impedito dalla presenza di una veranda interna alla ringhiera/balcone. Ho letto su questo sito che per rivedere a regola d'arte il bordo dei balconi bisogna rimuovere la pavimentazione, per me non del tutta assoluta, bisogna vedere il tipo di intervento. In ogni caso alla mia richiesta all'amministratore, di motivarmi la ragione della richiesta di rimozione veranda, sotto il profilo tecnico, non ho ricevuto risposta concreta.

rispondi
Pier Giuseppe Pescina
Pier Giuseppe Pescina 11-09-2021 18:03:12

@CANNAO ALBERTO: a conferma della regolarità della veranda è atto notarile di acquisto del 2017, dove si vede dalla planimetria catastale la scritta veranda e non balcone, e la risposta scritta del comune cartacea in mio possesso con tanto di progetto.

rispondi
CANNAO ALBERTO
CANNAO ALBERTO 11-09-2021 18:30:49

@Pier Giuseppe Pescina
I documenti segnalati mi risultano più che sufficienti
Quanto al regolamento di condominio, per esempio:

"Il regolamento di condominio e la tutela del decoro architettonico"
http://www.quotidianodelcondominio.it/condominio/il-regolamento-di-condominio-e-la-tutela-del-decoro-architettonico/

"Condominio: trasformare balcone in veranda è violazione del decoro architettonico"
https://www.quotidianodelcondominio.it/quesiti/condominio-trasformare-balcone-in-veranda-e-violazione-del-decoro-architettonico/

rispondi
CANNAO ALBERTO
CANNAO ALBERTO 11-09-2021 18:48:27

@Pier Giuseppe Pescina
Gli interventi sul balcone, possono comportare "problemi": le "parti" del balcone sono "particolari": alcune di proprietà esclusiva (perché "prolungamento" del proprio appartamento), altre in comproprietà con il vicino sottostante, altre di proprietà condominiale (di tutti i condòmini).

Chi deve pagare le spese per i sottobalconi?
"È stato superato l’orientamento giurisprudenziale secondo cui la parte inferiore della soletta (“sottobalcone” o “cielino”), è in comproprietà con il titolare dell’appartamento sottostante alla stessa, svolgendo funzione di copertura del balcone corrispondente;"
"Sempre secondo la Cassazione [1], i rivestimenti estetici dei sottobalconi appartengono al condominio e, pertanto, le spese vanno ripartite tra tutti i condomini per millesimi."
https://www.laleggepertutti.it/163225_balconi-e-sottobalconi-chi-paga-le-spese-di-ristrutturazione

Bonus facciate e parti private dei balconi
https://www.ediltecnico.it/87523/bonus-facciate-parti-private-balconi/

rispondi
Pier Giuseppe Pescina
Pier Giuseppe Pescina 11-09-2021 21:37:12

@CANNAO ALBERTO: mi perdoni, mi sono dimenticato di precisare che l'alloggio di circa 70 m2 scarsi è all'ultimo piano e la veranda ha una sua copertura indipendente dal tetto della casa, quello sotto di me non ha veranda, quindi se vogliono risanare il sotto balcone possono farlo

rispondi
CANNAO ALBERTO
CANNAO ALBERTO 12-09-2021 19:00:17

@Pier Giuseppe Pescina
Il "sottobalcone" o "cielino" non rappresenta un "problema", in passato lo era per la "ripartizione delle spese", in caso d'intervento edilizio su quella "parte", dunque ripartizione per la "gestione condominiale".
Oltre l'aspetto "tecnico" occorre "valutare" l'eventuale aspetto "legale", di "competenza" di un avvocato (io sono geometra).
L'Amministratore potrà "agire" solo in forza di delibera dell'Assemblea, che forse possa richiedere interventi di avvocati e giudice.
Quindi prima o poi l'Amministratore dovrà "motivare" la "richiesta".

Altri possibili riferimenti "tecnici"
"(scarica il Quaderno Anci sul Superbonus edilizio 110% contenente il modello Cila)"
https://www.anci.it/decaro-bonus-cila-e-procedure-primo-passo-per-migliorare-rapporto-con-pa-e-sbloccare-economia/

Purtroppo nella rete internet "circola" (o circolava) una precedente versione, che conteneva una particolare "parte", poi "modificata" nel senso "opposto" ("Interventi di Superbonus già in corso di esecuzione").
Il link più sopra riporta la versione "definitiva"
Il file PDF è "Quaderno-CILA-superbonus_fin-def.pdf" (fin-def = finale-definitivo)

Segnalo che l'Accordo tra il Governo, le regioni e gli enti locali sulla modulistica unificata e standardizzata per la CILA-Superbonus è stata pubblicata anche sulla Gazzetta Ufficiale - Serie Generale - n° 201 del 23/08/2021
https://www.gazzettaufficiale.it/atto/serie_generale/caricaDettaglioAtto/originario?atto.dataPubblicazioneGazzetta=2021-08-23&atto.codiceRedazionale=21A05068&elenco30giorni=false

rispondi
Maddalena
Maddalena 11-09-2021 17:23:52

Buonasera!In merito al bonus 110% vorrei sapere cosa succede se in un palazzo composto da 4 unità abitative, una di esse risulta in corso di costruzione ( ha solo gli infissi ,è divisa interamente ma nn è finita)... possono solo le altre 3 usufruire del bonus?Grazie

rispondi
CANNAO ALBERTO
CANNAO ALBERTO 11-09-2021 18:22:10

... cosa succede se in un palazzo composto da 4 unità abitative, una di esse risulta in corso di costruzione ( ha solo gli infissi ,è divisa interamente ma nn è finita)...

MISSION: IMPOSSIBLE
Le unità immobiliari urbane (u.i.u.) in "corso di costruzione" si possono "censire" al "Catasto Fabbricati" con categoria (fittizia) F/3, per un tempo limitato, fino all'ultimazione dei lavori
https://biblus.acca.it/categorie-catastali-f3-f4-accatastamento-di-fabbricati-in-costruzione/

Ai fini fiscali, pro superbonus 110%, "gli immobili non ultimati non concorrono alla formazione della spesa massima ammissibile"
https://www.edilportale.com/news/2021/03/risparmio-energetico/superbonus-110-un-condominio-con-alcuni-appartamenti-al-grezzo-puo-ottenerlo_81662_27.html

"Agenzia delle Entrate: bisogna tenere in considerazione il numero delle unità immobiliari esistenti prima dell’inizio dei lavori"
https://www.edilportale.com/news/2021/08/ristrutturazione/superbonus-come-funziona-il-calcolo-dei-limiti-di-spesa_84379_21.html

La "sostanza" dunque è questa:
prima degli interventi qual era la categoria catastale?
Ora è sempre la stessa, oppure "modificata"?
L'alternativa possibile è solo F/4 ("unità in corso di definizione")
("solo se provviste di impianti di riscaldamento, anche non funzionante")
https://www.docfacile.it/news/superbonus-categorie-fittizie/

rispondi
CANNAO ALBERTO
CANNAO ALBERTO 13-09-2021 17:59:10

@Maddalena
Agenzia delle Entrate - Risposta (ad interpello) n° 174 del 16/03/2021
Superbonus - Interventi "trainanti" e "trainati" su edificio condominiale (composto anche da unità immobiliari di categoria catastale F/3) - Articolo 119 del decreto legge 19 maggio 2020, n. 34 (decreto Rilancio) - pdf

https://www.agenziaentrate.gov.it/portale/documents/20143/0/Risposta_174_16.03.2021+%281%29.pdf/67283370-3fe3-0720-59c9-b720513255b6

La presenza di unità classificate in F3 non impedisce alle altre unità residenziali la possibilità di fruire del superbonus 110%, purché siano rispettati tutti i requisiti previsti.

Le unità in categoria F3 non potranno accedere al superbonus 110%, proprio perché non "esistenti".

rispondi
Contenitore21
Contenitore21 11-09-2021 20:06:51

nel bonus facciate possono rientrare anche le tapparelle delle finestre/balconi su strada? grazie

rispondi
CANNAO ALBERTO
CANNAO ALBERTO 12-09-2021 17:53:32

@Contenitore21
Le "tapparelle" sono "chiusure oscuranti"
Non fanno parte del "pacchetto" "bonus facciate", ma "ecobonus"
Interventi che possono essere "combinati" con "bonus facciate", oppure "superbonus", oppure "sismabonus"

Riferimento ENEA
https://www.efficienzaenergetica.enea.it/detrazioni-fiscali/ecobonus/vademecum/schermature-solari.html

VADEMECUM PER L'USO
SCHERMATURE SOLARI e CHIUSURE OSCURANTI
ultimo aggiornamento: 25.01.2021

ACQUISTO E POSA IN OPERA DI SCHERMATURE SOLARI E/O CHIUSURE
TECNICHE MOBILI OSCURANTI (Allegato M al D.Lgs 311 del 29/12/2006) MONTATI IN MODO SOLIDALE ALL’INVOLUCRO EDILIZIO O AI SUOI COMPONENTI E INSTALLATI ALL’INTERNO, ALL’ESTERNO O INTEGRATI ALLA SUPERFICIE FINESTRATA
...
"Per le “schermature solari” (ad esempio tende da sole, veneziane, tende a rullo, tende a bracci) sono ammessi gli orientamenti da EST a OVEST passando per SUD e sono pertanto esclusi NORD, NORD-EST e NORD-OVEST. Per le “chiusure oscuranti” (ad esempio persiane, avvolgibili, tapparelle) sono ammessi tutti gli orientamenti."
"Le schermature solari devono possedere un valore del fattore di trasmissione solare totale accoppiato al tipo di vetro della superficie vetrata protetta inferiore o uguale a 0,35 valutato con riferimento al vetro tipo C secondo la norma UNI EN 14501."
...

rispondi
CANNAO ALBERTO
CANNAO ALBERTO 12-09-2021 19:11:04

@Contenitore21
Una precisazione perché la domanda posta può sembrare "ambigua"
ecobonus = sostituzione tapparella e contestuale sostituzione del serramento (finestra e telaio)
ristrutturazione edilizia (manutenzione straordinaria) = sostituzione della sola tapparella, oppure tapparella e serramento

rispondi
Contenitore21
Contenitore21 13-09-2021 08:22:48

@CANNAO ALBERTO: quindi se voglio sostiuire solo le tapparelle e non gli infissi rientro solo nella ristrutturazione o manutenzione straordinaria con detrazuine al 50%: ho capito bene? Grazie

rispondi
CANNAO ALBERTO
CANNAO ALBERTO 13-09-2021 12:35:48

@Contenitore21
Capito bene...
Ecobonus e Superbonus richiedono l'esecuzione di interventi per il "risparmio energetico".
Superbonus richiede di "dimostrare" che tali interventi consentiranno il "salto" di 2 "classi energetiche".
La sostituzione dei serramenti (vetro e telai), in rari casi (dipende da vari "fattori") consentiranno il richiesto "salto".
Comunque sarà necessario l'esecuzione di un "intervento trainante" per il superbonus 110%, in alternativa solo ecobonus 50%.
La sostituzione delle sole "tapparelle" consentirà un "ridotto risparmio energetico".
La "coibentazione" dei "cassettoni" , quando presenti, potrà "incidere" maggiormente sul risparmio.
La coibentazione del cassonetto
https://www.blogbisacchi.it/coibentare-cassonetto/
Come isolarlo?
https://diemmeinfissi.com/coibentazione-cassonetto-avvolgibili-come-isolare/

L'aria passa anche attraverso la fessura per la "cinghia" di avvolgimento.
Eliminare spiffero aria da cinghia tapparella
http://lo-scienziato.blogspot.com/2013/11/eliminare-spiffero-aria-da-cinghia.html

Sismabonus richiede interventi "strutturali" sugli edifici, non "riguardano" il "risparmio energetico".
Bonus facciate richiede interventi sugli "involucri" esterni (le facciate, ma anche alcuni "elementi" posti "sopra").
In merito a "chiusure oscuranti" ed infissi è stato proposto di inserirli tra le spese detraibili nel "bonus facciate", ma non è stata accettata dal legislatore.
"Bonus facciate: ok alla sostituzione delle tende da sole in facciata"
https://www.guidafinestra.it/bonus-facciate-tende-da-sole/
In questo caso per "motivi tecnici" in conseguenza del "cappotto"
Circolare n° 2 del 14/02/2020
https://www.agenziaentrate.gov.it/portale/documents/20143/2338359/Circolare+n.+2+del+14+febbraio+2020.pdf/cee7f814-8750-9d6d-05ca-46d485c6470f

(ri)Controllando la guida "ufficiale" dell'Agenzia delle Entrate ("aggiornata" al 30/07/2021), non risultano negli elenchi gli interventi più sopra indicati.
https://www.agenziaentrate.gov.it/portale/documents/20143/233439/Guida_Bonus_Facciate+20210730.pdf/b6adbc6b-b57e-0fb8-7d90-99f18e14bd2e

Pertanto rimane "applicare" la guida per le "ristrutturazioni edilizie"
https://www.agenziaentrate.gov.it/portale/schede/agevolazioni/detrristredil36/schinfodetrristredil36

Purtroppo la guida "ufficiale" risale alla "preistoria" (23/07/2019), quindi mancano gli "aggiornamenti" normativi.
Guida "non ufficiale" ("aggiornata" al 07/01/2021)
https://www.edilportale.com/documenti/guide/Guida%20al%20bonus%20ristrutturazioni.pdf

Colgo l'occasione per segnalare che questo "spazio" è stato "progettato" per consentire "commenti" all'articolo.
Spazi migliori per porre domande sono i vari "forum" sparsi nella rete internet.
Rimanendo "in casa" suggerisco
Condominioweb Forum
https://www.condominioweb.com/forum/

rispondi
Fabio
Fabio 01-10-2021 23:37:51

Buona sera, avrei un domanda in merito alle condizioni per cui il singolo condomino perda la possibilita di accesso al bonus, per quanto concerne le opere relative alla sua unità abitativa, quindi infissi,porte blindate,pompe di calore..etc etc. Nel mio condominio di circa 80 unita immobiliari, è stato condotto un studio di fattibilita da un tecnico preposto, che ha stabilito che tutte le parti comuni sono leggittime rispetto ai titoli abitativi concessi in origine. A questo punto rimane il problema dei singoli condomini che presentano delle irregolarità che non possono accedere al bonus per quanto riguarda gli interventi TRAINATI sulle singole unità. Nel mio caso, ho acquistato l'appartamento nel 2017, con regolare mutuo e ho fatto dei lavori che non hanno modificato la planimetria, per cui non ho avuto esigenza di DOCFA. L'appartamento presentava già una veranda sulla quale è stato fatto un art.20, per cui regolarmente registrata che risulta oltretutto nell'attuale planimetria.
Per cui io da questo punto di vista dovrei poter usufruire del bonus previsto per gli infissi e altri interventi trainati. Il mio dubbio riguarda il fatto, che sempre da vecchio proprietario ho ereditato la presenza di una cucina componibile(quindi smontabile) nella veranda. Questo costituisce un problema per il quale rischio di perdere il bonus o alla fine è come se mettessi un mobile alla stregua di una cassettiera o altro?vero che c'è un attacco acqua con lavandino, ma se non erro le pile sono concesse, cosi come lo sono dei fornelli, purche ci sia l'opportuna prese d'aria(e io ne ho due).

Grazie in anticipo, Cordiali saluti.

rispondi
CANNAO' ALBERTO
CANNAO' ALBERTO 02-10-2021 13:21:14

@Fabio
Per "sanare" eventuali opere edilizie interne "abusive", è possibile fare riferimento anche a questo articolo:
https://www.lavoripubblici.it/news/Superbonus-110-e-opere-interne-gli-abusi-dentro-l-unita-immobiliare-bloccano-la-detrazione-fiscale-25443

Nel caso concreto è stato scritto la non necessità / obbligo di presentare "denuncia di variazione catastale". Presumo "esenzione" anche per causale "ristrutturazione"
https://www.agenziaentrate.gov.it/portale/documents/20143/3153084/Vademecum_DOCFA_aggiornamento_mar2020.pdf/13e53cca-0833-b60a-aa9f-344e56e235ab

Sempre per il caso concreto risulta accertata la regolarità edilizia anche per la veranda, di cui è stato scritto art. 20, ma non il riferimento normativo.
Nazionale o regionale?
Se nazionale forse art. 20 DPR 380/2001
"Procedimento per il rilascio del permesso di costruire"
https://www.normattiva.it/uri-res/N2Ls?urn:nir:presidente.repubblica:decreto:2001-06-06;380~art2bis

Per il caso concreto il "requisito" di accesso al superbonus 110% è di natura "fiscale" ma anche "tecnico".
Superbonus 110% infissi: il caso delle verande vetrate
https://www.fisconews24.com/superbonus-110-infissi-focus-sugli-adempimenti-richiesti/

"Si può godere del Superbonus 110% in relazione alla sostituzione delle vetrate di una veranda? Sì, purché tali infissi delimitino un volume riscaldato. Ciò significa che, se si intende sostituire i serramenti di una veranda, all’interno di quest’ultima deve essere presente l’impianto di riscaldamento, ad esempio un calorifero, un fan coil, un sistema radiante a pavimento oppure una pompa di calore o altro. Questa è l’interpretazione degli operatori, mancando una risposta ufficiale dell’Agenzia delle Entrate."

In realtà la "questione" non è solo come appare scritto nell'articolo.
Dipende da "natura" costruttiva del "volume" della veranda: si può o non si può considerare parte dell'intero edificio, di cui occore produrre APE "convenzionale" pre e post interventi, ed infine APE "tradizionale" della singola unità immobiliare oggetto di "interventi trainati"?
Chiedere parere ad un "certificatore energetico" per la parte relativa alle "prestazioni energetiche".
Chiedere parere ad un "commercialista" per la parte sui "requisiti fiscali".

La "cucina componibile" non rappresenta un "problema", semmai potrebbe essere "collegata" al "bonus acquisti mobili e grandi elettrodomestici"
https://www.agenziaentrate.gov.it/portale/Schede/Agevolazioni/DetrRistrEdil36/Bonus+mobili+DetrRistrEdil36/

rispondi
Gilda
Gilda 28-11-2021 11:32:48

Salve , abito in un condominio con verande chiuse, definite serre,senza riscaldamento , su tutti i balconi, a norma poiché costruite dal costruttore. Nella mia serra io ho messo lavatrice e non voglio che questo spazio sia coinvolto nei lavori del 110%. È possibile escludere questo spazio dai lavori per il cappotto, o è parte comune?

rispondi
CANNAO ALBERTO
CANNAO ALBERTO 28-11-2021 16:54:02

La veranda è per sua "natura" chiusa, come da definizione Intesa Stato - Regioni in materia di adozione del regolamento edilizio tipo:

"42 - Veranda" "Locale o spazio coperto avente le caratteristiche di loggiato, balcone, terrazza o portico, chiuso sui lati da superfici vetrate o con elementi trasparenti e impermeabili, parzialmente o
totalmente apribili."

https://www.gazzettaufficiale.it/do/atto/serie_generale/caricaPdf?cdimg=16A0800300200010110001&dgu=2016-11-16&art.dataPubblicazioneGazzetta=2016-11-16&art.codiceRedazionale=16A08003&art.num=1&art.tiposerie=SG

La veranda è un locale aggiunto al proprio appartamento, quindi è "proprietà privata".
Sulla stessa saranno possibili "interventi trainati", ben "distinti" dagli "interventi traina(n)ti" sulle "parti comuni".
La veranda è un aumento di volume, oltre l'aumento di superficie del proprio appartamento.
Se non riscaldata è una "superficie disperdente", per cui andrebbe "isolata" dal punto di vista termico.
Se già isolata occorre valutare la convenienza "economica" ed i "vantaggi" sulla possibilità di intervenire a migliorare la "prestazione energetica" delle superfici vetrate e quant'altro possibile eseguire.

Per l'isolamento termico, il "cappotto", dovrà chiedere a chi proporrà l'intervento, perché ci sono varie tipologie di verande.
Nonostante la definizione di cui sopra, esistono anche verande con vetrate che poggiano sopra parapetti con muratura.
Occorre verificare che tali parapetti sono o non sono parte "integrante" della facciata, per cui alcuni interventi sugli stessi potrebbero essere di "competenza" del Condominio, quindi "parti comuni".
Anche nella veranda con "pareti" interamente vetrate esiste il "cielino", come per il balcone, ovvero la parte sottostante al piano calpestabile, ovvero il "soffitto" di ciò che sta sotto la stessa veranda.

Verificare la ripartizione spese dei balconi, "simili" alle verande, dai cui distinguere la "proprietà privata" da quella "condominiale".
https://www.laleggepertutti.it/277127_ripartizione-spese-balconi

Per "completezza" "segnalo" il seguente articolo.
"Superbonus, le vetrate non valgono come pareti"
https://www.ilsole24ore.com/art/superbonus-vetrate-non-valgono-come-pareti-ADJ2o0z

rispondi
Annulla

  1. in evidenza

Dello stesso argomento