Condominio Web: Il condominio, gli Immobili e le locazioni
105684 utenti
Registrati
Il portale N.1 sul Condominio
Portiere e ricezione delle raccomandate
Problema condominiale? Inviaci un quesito

Portiere e ricezione delle raccomandate

Il Portiere Può Ricevere Le Raccomandate Destinate Ai Condomini?

Avv. Alessandro Gallucci  

Il portiere di un edificio in condominio può ricevere, quale delegato, le comunicazioni postali, su tutte si pensi alle raccomandate, destinate ai singoli condòmini?

Sebbene siamo orientati a rispondere positivamente, molto dipende dal contratto in essere con il dipendente del condominio. Vediamo perché.

Partiamo dalla normativa che disciplina il servizio postale e che al riguardo, non pare contenere disposizioni contrarie.

Il riferimento normativo è rappresentato dalla delibera N. 385/13/CONS, adottata dall'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni (d'ora in poi anche Agcom), contenente “condizioni generali di servizio per l'espletamento del Servizio universale postale”.

Il Servizio Universale, specifica l'Agcom sul proprio sito istituzionale, si distinguono in:

a) servizi "riservati" (che sono affidati in via esclusiva a Poste Italiane);

b) servizi "non riservati" (che possono erogati anche da operatori postali alternativi specificamente autorizzati).

I servizi postali riservati riguardano sostanzialmente la notificazione degli atti giudiziari e delle contravvenzioni riguardanti il codice della strada (Fonte: Agcom https://www.agcom.it/servizio-universale-postale).

In questo contesto, l'Allegato A della succitata delibera (applicabile a tutti gli operatori del servizio postale universale non riservato) all'art. 27 specifica che:

Sono abilitati a ricevere gli invii postali presso il domicilio del destinatario anche i componenti del nucleo familiare, i conviventi ed i collaboratori familiari dello stesso e, se vi è servizio di portierato, il portiere.

Ciò dal punto di vista del vettore postale. In buona sostanza per l'operatore del settore il portiere è soggetto cui, potenzialmente, si può consegnare la corrispondenza.

Differente, si diceva, la posizione per il portiere e quindi per il condominio; tale differenza risiede proprio nel significato che attribuiamo alla parola “potenzialmente”. Vediamo perché.

=> Il portiere in condominio: ore di lavoro e compiti

In più di un contratto collettivo nazionale di lavoro per Portieri ed altri lavoratori addetti agli edifici urbani, si legge che la mansione del ritiro della corrispondenza, specie della corrispondenza straordinaria (così intesa è quella che necessità della firma del destinatario) non è una mansione automaticamente connessa a quella di portiere.

Insomma la guardiania non è automaticamente legata al ritiro ed allo smistamento della corrispondenza.

Ed allora?

In tali situazioni i casi sono due:

a) se il portiere è autorizzato (in alcuni contratti si legge con delega scritta del condomino) a ritirare la corrispondenza, il portalettere potrà consegnarla a lui, ai sensi dell'art. 27 succitato, come quale delegato del destinatario;

b) se il portiere non è autorizzato al ritiro, il portalettere dovrà inserire l'avviso di giacenza del plico nella cassetta postale del destinatario.

=> L'assunzione del portiere, la forma del contratto e competenza ad individuare la persona d'assumere

E se il portiere non è addetto a tale mansione, ma nei fatti ritira la corrispondenza? Al di là dell'eventuale maggiore retribuzione richiedibile per l'espletamento di questo compito, la comunicazione può dirsi correttamente consegnata, posto che il succitato art. 27 individua nel portiere (senza distinzione di mansioni) il soggetto deputato alla ricezione?

In linea di principio si, poiché il vettore postale non è obbligato a chiedere di vedere la delega del singolo condomino e quindi si ritiene debba valere quel generale principio di affidamento che regola questo genere di rapporti.

Da non perdere: Avviso di convocazione dell'assemblea in caso di assenza del condomino.

Cerca: portiere raccomandata

Commenta la notizia, interagisci...
Alberto
Alberto lunedì 15 gennaio 2018 alle ore 09:18

SALVE IL PORTIERE E TENUTO A RITIRARE POSTA ORDINARIA E RACCOMANDATE ANCHE SE AUTORIZZATO PER PERSONE RESIDENTI MA NON ABITANTI,SE SI SMARRISCE UNA CORRISPONDENZA FIRMATA CHE NE E'RESPONSABILE GRAZIE ALBERTO

Avv. Alessandro Gallucci
Avv. Alessandro Gallucci giovedì 25 gennaio 2018 alle ore 18:37

@Alberto: tra portiere e persona non residente è responsabile il portiere se lo smarrimento l'ha causato lui. Ma verso il mittente è responsabile il destinatario.

Robidolceamara
Robidolceamara sabato 19 maggio 2018 alle ore 18:02

il nostro condominio non ha il portiere ma la ditta delle pulizie è addetta al ritiro della posta. Con la nuova Legge che entrerà in funzione il prossimo 25 maggio, quali sono le prassi che i condomini devono seguire affinchè la corrispondenza sia validamente consegnata, quali quelle dell'amministratore ed infine la ditta delle pulizie deve nominare esplicitamente un Responsabile o tutti i dipendenti possono raccogliere e distribuire la corrispondenza nelle cassette? Grazie per la risposta.

    in evidenza

Dello stesso argomento