Condominio Web: Il condominio, gli Immobili e le locazioni
105476 utenti
Registrati
Il portale N.1 sul Condominio
Balaustre dei balconi. La spesa per gli elementi decorativi come deve essere ripartita?
Problema condominiale? Inviaci un quesito

Balaustre dei balconi. La spesa per gli elementi decorativi come deve essere ripartita?

Parti esterne dei balconi e funzione estetica estesa all'intero edificio.

Avv. Maurizio Tarantino  

La vicenda. Tizia con atto di citazione impugnava dinanzi al Tribunale di Bologna la delibera adottata dall'assemblea del Condominio. L'attrice affermava che tale delibera era illegittima nella parte in cui aveva disposto la ripartizione della spesa in base ai millesimi di proprietà anche per le parti dei balconi visibili dall'esterno, in quanto detti balconi, come previsto anche dall'art. 7 del regolamento condominiale, appartenevano per l'intero ai proprietari dei piani ai quali accedevano. In primo grado, il tribunale adito rigettava l'impugnazione.

In secondo grado, la Corte di Appello di Bologna rigettava il gravame; in particolare, la Corte bolognese osservava che il riferimento contenuto nell'art. 7 del regolamento del condominio alla "manutenzione delle finestre e balaustre dei balconi", posta a carico dei rispettivi proprietari, doveva intendersi effettuato nei limiti della descrizione della proprietà comune, che, all'art. 2, contemplava, tra l'altro, tutte le parti costitutive dell'edificio e i suoi accessori, richiamando, in ogni caso, le previsioni dell'art. 1117 c.c.

In considerazione, poi, della tutela che l'art. 4 dello stesso regolamento accordava all'estetica ed alla simmetria esterna dell'edificio, una corretta interpretazione sistematica del citato art. 7, secondo il giudice del gravame, induceva a ritenere che tale norma non poteva riferirsi alle parti esterne dei balconi, le quali, acquistando rilievo sotto il profilo estetico-funzionale nei riguardi della facciata, erano da considerarsi comuni.

Ad avviso della Corte di Appello, pertanto, svolgendo le parti esterne dei balconi, oggetto di delibera, una funzione estetica estesa all'intero edificio, del quale accrescevano il pregio, ed essendo, quindi, parti comuni dello stesso ai sensi dell'art. 1117 c.c., la spesa per la relativa riparazione doveva ricadere a carico di tutti i condomini in misura proporzionale al valore della proprietà di ciascuno. Avverso questa pronuncia, la condomina ha proposto ricorso per cassazione.

=> Dizionario delle spese in condominio--> Oltre 100 schede pratiche per una veloce consultazione

Il ragionamento della Corte di Cassazione. Nella vicenda in esame si controverte in materia di balconi aggettanti, i quali, non assolvendo ad alcuna funzione di sostegno/copertura, costituiscono un mero prolungamento della corrispondente unità immobiliare.

Detto ciò, ai fini della risoluzione del problema in oggetto, secondo gli ermellini occorre verificare se l'intervento manutentivo abbia interessato la struttura portante, di proprietà esclusiva dal titolare dell'appartamento, o il rivestimento che, se ha una funzione estetica, costituisce bene comune di tutti i condomini.

 Continua [...]

Per continuare a leggere la notizia gratuitamente clicca qui...

Sentenza inedita
Scarica Corte di Cassazione n. 5014 del 2 marzo 2018

Cerca: balaustre balconi ripartizioni spese

Commenta la notizia, interagisci...

    in evidenza

Dello stesso argomento


Balconi, come ripartire le spese

Balconi, come ripartire le spese. Lo spunto per affrontare l'argomento e fare, quindi, il punto della situazione in merito alla ripartizione delle spese di manutenzione dei balconi che, per la loro peculiarità,