Condominio Web: Il portale N.1 sul condominio
120768 utenti
Registrati
chiudi
Inviaci un quesito

A chi affidare il servizio di pulizia della scale condominiali per evitare d'incorrere in sanzioni?

Se l'assemblea di condominio decide di affidare ad un terzo il servizio di pulizia delle scale, l'impresa affidataria deve possedere determinati requisiti.
Avv. Alessandro Gallucci Avv. Alessandro Gallucci 

Se l'assemblea di un qualsiasi condominio decide di affidare ad un terzo il servizio di pulizia delle scale, l'impresa affidataria deve possedere determinati requisiti.

È bene tenere a mente quest'affermazione poiché molto spesso i condomini e gli amministratori ignorano che per eseguire delle pulizie o una disinfestazione (si pensi ad un'invasione di scarafaggi) non ci si può rivolgere "al primo che passa".

Servizio di pulizia scale condominiali, chi decide l'affidamento dell'incarico

Al riguardo bisogna distinguere tra affidamento una tantum o comunque avente carattere di saltuarietà dall'affidamento stabile mediante contratto di erogazione periodica del servizio.

Nella prima ipotesi, oltre alla competenza dell'assemblea, non v'è dubbio che lo stesso amministratore, ai sensi dell'art. 1130 n. 2, 3 e 4 c.c. possa ordinare il servizio in quanto egli deve garantire la normale erogazione dei servizi comuni e la conservazione delle parti comuni dell'edificio.

Diverso se s'intende affidare un contratto di appalto per la prestazione del servizio. In tal caso ed indipendentemente dalla forma scritta, specie se si tratta di contratto pluriennale è doveroso che sia l'assemblea a decidere.

Si badi: data la natura ordinaria del servizio di pulizia scale non è da escludersi che lo stesso amministratore d'ufficio, possa provvedere a contrattualizzare un'impresa per l'erogazione periodica della prestazione in esame.

In tal caso, secondo la giurisprudenza (Cass. n. 454/2007), questa scelta andrà valutata al termine dell'anno.

Ove sia l'assemblea ha decidere, trattandosi di spesa concernente l'ordinaria manutenzione, è sempre (tanto in prima quanto in seconda convocazione) sufficiente il voto favorevole della maggioranza dei presenti alla riunione e almeno un terzo del valore millesimale dell'edificio.

Come si diceva in principio, chiunque sia che compia la scelta, è bene che valuti a chi affidare l'incarico. Non tutti, infatti, possono svolgere il servizio di pulizia scale.

Vediamo allora che cosa dice la legge.

Servizio di pulizia scale condominiali, la legge sulle imprese di pulizia

Esiste una legge, il riferimento è la n. 82 del 1994, che regolamenta questo genere d'attività.

In particolare, l'art. 1, primo comma, legge n. 82/1994 stabilisce che:

"Le imprese che svolgono attività di pulizia, di disinfezione, di disinfestazione, di derattizzazione o di sanificazione, di seguito denominate "imprese di pulizia", sono iscritte nel registro delle ditte di cui al testo unico approvato con regio decreto 20 settembre 1934, n. 2011, e successive modificazioni, o nell'albo provinciale delle imprese artigiane di cui all'articolo 5 della legge 8 agosto 1985, n. 443, qualora presentino i requisiti previsti dalla presente legge".

Pulizia scale fatta dai condòmini, è possibile?

Il successivo secondo comma specifica che un decreto del Ministro dell'industria, del commercio e dell'artigianato, da emettersi entro novanta giorni dalla data di entrata in vigore della presente legge, avrebbe definito, agli effetti della presente legge: le attività di pulizia, di disinfezione, di disinfestazione, di derattizzazione e di sanificazione; i requisiti di capacità economico-finanziaria, tecnica ed organizzativa delle imprese che svolgono le tali attività; la misura del contributo per l'iscrizione nel registro delle ditte o nell'albo provinciale delle imprese artigiane di cui al comma 1, nonché le relative modalità di versamento; le fasce nelle quali devono essere classificate, nel registro delle ditte o nell'albo provinciale delle imprese artigiane, le imprese di pulizia, tenuto conto del volume d'affari al netto dell'IVA, ai fini della partecipazione, secondo la normativa comunitaria, alle procedure di affidamento dei servizi di cui alla presente legge.

Parafrasando un vecchio detto: è un lavoro sporco che non tutti possono fare.

Servizio di pulizia scale condominiali, i requisiti delle imprese e le sanzioni

Sebbene non sia stato rispettato il termine di novanta giorni, il decreto ministeriale di riferimento è il n. 274 del 7 luglio 1997 pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n.188 in data 13 agosto 1997.

Insomma per dirla in breve: le imprese di pulizia devono essere iscritte alla Camera di commercio. Se non lo sono l'esercizio dell'attività dev'essere considerato abusivo e di conseguenza l'imprenditore può essere soggetto a sanzioni.

Riparto spese di pulizia scale, le indicazioni della giurisprudenza e le perplessità sui principi espressi dai giudici

A dire il vero le sanzioni non sono comminate solo all'impresa ma anche al committente tant'è vero che il quarto comma dell'art. 6 l. n. 82/94, recita: "A chiunque stipuli contratti per lo svolgimento di attività di cui alla presente legge, o comunque si avvalga di tali attività a titolo oneroso, con imprese di pulizia non iscritte o cancellate dal registro delle ditte o dall'albo provinciale delle imprese artigiane, o la cui iscrizione sia stata sospesa, si applica la sanzione amministrativa del pagamento di una somma da lire un milione a lire due milioni.

Qualora tali contratti siano stipulati da imprese o enti pubblici, ai medesimi si applica la sanzione amministrativa del pagamento di una somma da lire dieci milioni a lire cinquanta milioni".

Servizio di pulizia scale condominiali, come verificare i requisiti prescritti dalla legge?

Prima di affidare un incarico, dunque, è doveroso controllare che sia tutto in regola.

In che modo?

È sufficiente farsi consegnare gli estremi dell'iscrizione alla Camera di commercio o, ancor più prudentemente, una visura camerale che attesti l'attualità dell'iscrizione al momento dell'affidamento dell'incarico.

Cerca: pulizia imprese affidare

Commenta la notizia, interagisci...
Rosy Vetrano
Rosy Vetrano 11-01-2021 00:25:36

Buonasera le volevo chiedere .puo un impresa di pulizie che in realtà e gestita solo di una persona sola lavorare in un condominio senza essere tutelata senza una copertura senza un assicurazione ?? Causa la loro stupidità sono scivolata dalle scale e ho avuto un danno .impresa non vuole risarcire il danno a chi posso rivolgermi per denunciare l'accaduto?

rispondi
Biagio
Biagio 26-01-2021 18:59:07

Se hai subito danni o ti sei fatta refertare dal P.S., potresti interpellare un legale o un'associazione di tutela che hanno anche loro i legali. Il fatto che si adopera una persona per le pulizie sarebbe un discorso di organizzazione della ditta diverso dall'infortunio. Faresti meglio fare alcune foto del luogo e portarle a persone qualificate come già detto precedentemente. Per gli interventi di cui sopra dipende dal contratto che l'amm.re ha stipulato con te, verificando se rientrano anche i zerbini. Il fatto che ti hanno trattata male è un segno di inciviltà. Potresti sentire anche tu un legale per una consulenza. Auguri.

rispondi
Monica Fierro
Monica Fierro 28-01-2021 20:51:31

ci puo parlare dei voucher x le pulizie di condominio,effettuate dai condomini. grazie

rispondi
Annulla

  1. in evidenza

Dello stesso argomento