Condominio Web: Il portale N.1 sul condominio
114213 utenti
Registrati
chiudi
Inviaci un quesito

All'unanimità i condòmini possono approvare tabelle con valori non proporzionali e non corrispondenti alla consistenza dei singoli immobili

Le tabelle contrattuali, qualificabili come "negozi di accertamento", per loro natura sono modificabili solo all'unanimità
Avv. Giuseppe Nuzzo Avv. Giuseppe Donato Nuzzo - Foro di Lecce 

Il fatto. L'assemblea condominiale proponeva alla proprietaria di un appartamento sito all'ultimo piano del fabbricato condominiale di accettare una variazione in aumento della propria caratura millesimale, sul presupposto che, "dal progetto di costruzione", risultava un aumento superiore ad 1/5 della superficie originaria.

La proprietaria confutava quanto asserito dall'assemblea mediante consulenza di parte e rifiutava la proposta.

Ciò nonostante, l'assemblea deliberava, all'unanimità dei soli presenti, la revisione delle tabelle millesimale. La condomina impugnava quindi la delibera, chiedendone l'annullamento.

Domanda che è stata accolta dal Tribunale di Roma con la sentenza n. 4355 del 26 febbraio 2019.

Come si possono modificare le tabelle millesimali?

La revisione delle tabelle millesimali di natura contrattuale è possibile anche senza unanimità

Secondo il giudice, infatti, le risultanza di fatto emergenti sia dalla consulenza redatta dal CTU, sia da quella del consulente di parte, consentono di escludere la sussistenza, nel caso in esame, dei presupposti per la revisione delle tabelle millesimali richiesti dall'articolo 69 delle disposizioni attuative del codice civile.

Tale disposizione, modificata nel 2012, afferma che la revisione delle tabelle millesimali è possibile non per qualsiasi ipotesi di variazione, ma richiede una variazione superiore ad 1/5. Variazione non accertata nel caso di specie.

Approvazione a maggioranza delle tabelle millesimali

Non solo. La tabella in questione ha natura contrattuale e, pertanto, modificabile soltanto all'unanimità, cioè con il consenso di tutti i partecipanti al condominio. Anche per tale motivazione, secondo il giudice, deve intendersi preclusa la revisione delle tabelle.

 Continua [...]

Per continuare a leggere la notizia gratuitamente clicca qui...

Sentenza inedita
Scarica Tribunale di Roma n. 4355 del 26 febbraio 2019

Commenta la notizia, interagisci...
Piero
Piero 09-04-2019 15:51:10

la sentenza non si riesce a scaricare, purtroppo.
Saluti.

rispondi
Annulla

  1. in evidenza

Dello stesso argomento