Condominio Web: Il condominio, gli Immobili e le locazioni
108640 utenti
Registrati
Il portale N.1 sul Condominio
Ridimensionamento delle bocche di lupo: molestato il condominio nel possesso della facciata
Problema condominiale? Inviaci un quesito

Ridimensionamento delle bocche di lupo: molestato il condominio nel possesso della facciata

Il ridimensionamento di tali aperture, influendo sull'originaria armonia della facciata e sul decoro architettonico, può legittimare un'azione possessoria del condominio?

Avv. Leonarda Colucci  

La vicenda. Un condominio, con azione possessoria, agisce nei confronti di un condomino che aveva eseguito dei lavori sulle parti comuni dell'edificio. In particolare l'ente di gestione lamenta che il convenuto aveva provveduto a ridimensionare le c.d. bocche di lupo di tre finestre collocate al primo piano dello stabile e che tale operazione aveva irrimediabilmente compromesso il decoro architettonico dell'edificio.

In pratica il ridimensionamento delle originarie bocche di lupo, a parere del condominio, aveva compromesso l'areazione delle singole cantine nonché dei vani e dei corridoi collocati nel seminterrato dell'edificio.

=> Realizzazione illecita di un lucernario

La sentenza. La sentenza del Tribunale di Torino accoglie la domanda del condominio, soffermandosi in particolare, sulla tutela possessoria di cui può avvalersi il condominio quando si sia manifestato uno spoglio nel possesso del bene comune a fronte della compromissione del decoro architettonico dell'edificio. (Tribunale di Torino, III sez. civ., 5.3.2018, n.1096)

Per chiarire gli aspetti della vicenda è stata disposta una consulenza tecnica d'ufficio che ha accertato come nel caso di specie il ridimensionamento delle bocche di lupo sottostanti alle tre finestre della facciata dello stabile non ha ridotto la loro funzionalità e tale circostanza, pertanto, fa ritenere che non vi sia stata una molestia del possesso e cioè un comportamento da parte del convenuto idoneo a limitare l'utilizzo delle cantine correttamente areate da parte di condomini possessori.

Il Giudicante, condividendo quanto accertato dalla consulenza tecnica d'ufficio, dopo aver constatato che il ridimensionamento del bocche di lupo, nel caso di specie, non determina una molestia del possesso ha stabilito che l'azione di manutenzione promossa dal Condominio deve essere respinta.

A diverse conclusioni approda, invece, la sentenza quando analizza la seconda questione e cioè l'effetto che determina, sul decoro architettonico dell'edificio, il ridimensionamento di un elemento (bocca di lupo) collocato sulla facciata valutando se tale modifica possa compromettere l'esercizio del possesso.

Il provvedimento a tal riguardo evidenzia che "la modificazione della facciata comporta una molestia del possesso esercitato dal Condominio e per tale ragione ne deve essere ordinata la riduzione in pristino".

Proprio la sostituzione delle bocche di lupo, puntualizza il giudice piemontese, influendo negativamente sul suo decoro architettonico e sulle linee armoniche originarie determina una turbativa nel possesso della facciata in grado di legittimare il ricorso, da parte dei condominio, alla tutela possessoria.

A tal riguardo il provvedimento, infatti, evidenzia come il ridimensionamento delle bocche di lupo collocate al di sotto delle finestre poste sulla facciata di un fabbricato storico, comportando una menomazione dell'armonia e del decoro architettonico interferiscono sul godimento da parte del suo possessore tanto da giustificare il ricorso ad una tutela possessoria. (Cassazione Civile 28 febbraio 1995).

Orbene, nel caso di specie, puntualizza il tribunale di Torino il ridimensionamento delle bocche di lupo collocate sulla facciata ad opera di uno degli inquilini, avendo influito sul decoro architettonico compromettendo l'originaria armonia della facciata esterna rappresenta senza dubbio una molestia subita dal condominio nel possesso della facciata che, non potendo più godere dell' originaria armonia architettonica, è legittimato al ricorso alla tutela possessoria ed alla condanna del condòmino responsabile alla riduzione in pristino.

=> Gli spazi vuoti del solaio a chi appartengono?

Cerca: ridimensionamento delle bocche di lupo

Commenta la notizia, interagisci...

    in evidenza

Dello stesso argomento