Condominio Web: Il condominio, gli Immobili e le locazioni
110748 utenti
Registrati
Il portale N.1 sul Condominio
La manutenzione e sostituzione delle maioliche della piscina condominiale rientrano nel potere generale di spesa dell'amministratore di condominio?
Problema condominiale? Inviaci un quesito

La manutenzione e sostituzione delle maioliche della piscina condominiale rientrano nel potere generale di spesa dell'amministratore di condominio?

Una volta autorizzata la spesa dall'assemblea, anche se non è stata ratificata in sede di approvazione del consuntivo, il condominio è obbligato al pagamento della stessa?

Avv. Leonarda Colucci  

La vicenda. La società incaricata della manutenzione di una piscina condominiale cita in giudizio il Condominio chiedendo il pagamento di una serie di fatture inerenti la manutenzione, pulizia e fornitura di materiali ed impianti per il trattamento delle acque rivendicando un importo di oltre ventimila euro.

Il condominio, costituitosi, ha precisato che l'assemblea aveva deliberato il conferimento alla società attrice dell'incarico per la manutenzione e per l'assistenza salvataggio per un importo di cinquemila euro mensili osservando che l'amministratore non aveva mai comunicato all'assemblea la necessità di compiere ulteriori lavori, chiarendo che solo in seguito alla presentazione del conto consuntivo per l'anno 2012 l'organo deliberante era giunto a conoscenza della contabilizzazione di una spesa di oltre quarantamila euro relativa alla manutenzione della piscina.

=> Ripartizione tra i condomini del costo di manutenzione della piscina: qual è il criterio applicabile?

Il condominio, inoltre, ha chiarito che l'assemblea non ratificava il consuntivo limitandosi a riconoscere l'importo originariamente approvato per la manutenzione della piscina (pari a cinquemila euro) precisando che lo stesso era stato già corrisposto alla società.

A parere del condominio l'assemblea aveva approvato come importo complessivo di circa diciottomila euro necessario per la manutenzione, cura e pulizia della piscina, di conseguenza la restante parte doveva considerarsi a carico dell'amministratore che aveva palesemente esorbitato i suoi poteri.

=> I condomini possono decidere di deliberare l'installazione di una piscina negli spazi comuni?

Autorizzata la chiamata in causa, in qualità di terzo, dell'amministratore lo stesso ha precisato che il condominio aveva trascurato che egli era stato autorizzato dall'assemblea ad eseguire i lavori necessari per la manutenzione della piscina con ampio mandato e senza vincoli di spesa e che era stato necessario provvedere alla sostituzione delle maioliche per garantire la sicurezza e la pulizia dell'impianto.

 Continua [...]

Per continuare a leggere la notizia gratuitamente clicca qui...

Sentenza inedita
Scarica Tribunale di Roma, 21.8.2018 n. 16595

Cerca: manutenzione piscina ripartizione spese

Commenta la notizia, interagisci...

    in evidenza

Dello stesso argomento