Condominio Web: Il portale N.1 sul condominio
120805 utenti
Registrati
chiudi
Inviaci un quesito

Bonus facciate, l'Agenzia Entrate rilascia la nuova Guida

L'AdE riepiloga le principali caratteristiche del beneficio e ricorda che ad oggi la scadenza è fissata al 31 dicembre 2021.
Redazione Condominioweb Redazione 

Bonus facciate, ovvero una detrazione dall'imposta lorda (Irpef o Ires) ed è concessa quando si eseguono interventi finalizzati al recupero o restauro della facciata esterna degli edifici esistenti, anche strumentali. Sono inclusi anche gli interventi di sola pulitura o tinteggiatura esterna.

Questa la definizione del beneficio che riprendiamo dalla Guida al beneficio aggiornata e rilasciata dall'Agenzia delle Entrate il 30 luglio 2021.

La detrazione, è utile ricordarlo, è pari al 90% della spesa sostenuta, fruibile in dieci rate annuali di pari importo, senza alcun limite di spesa. Ricordiamo che del beneficio possono usufruire anche nel SRL.

Per intendersi: mente la detrazione del 50% è fruibile col limite massima di spesa di € 96.000,00 ad unità immobiliare (spendo 50.000,00 detraggo 25.000,00, spendo 100.000,00 detraggo 48.000,00, cioè il 50% del limite massimo), per il bonus facciate non ci sono limiti.

Bonus facciate e società a responsabilità limitata

La misura era stata indicata come il beneficio fiscale legato al comparto edilizio che avrebbe dovuto trainare quel settore nel 2020. Poi il Covid ed il sostanziale blocco delle attività produttive e subito dopo il superbonus l'hanno messo in secondo piano.

Eppure la maggiore facilità di fruizione rispetto al 110% ha fatto sì che in concreto la misura recuperasse interesse.

Dal febbraio 2020, data di rilascio della prima guida pratica ad oggi, varie sono state le indicazioni in materia date dall'Agenzia delle Entrate principalmente, se non esclusivamente, per il tramite di risposte ad interpello.

Bonus facciate, ok anche per quella secondaria, se visibile dall'esterno e i balconi

Tra gli interventi in un certo senso estensivi della misura rispetto a come disciplinata dalla legge n. 160/2019 (art. 1 commi 219-224) è utile rammentare, sulla scorta di quanto affermato dall'Agenzia delle Entrate nel 2020 e 2021, che la detrazione spetta:

- per tutti i lavori sull'involucro esterno dell'edificio visibile dalla strada pubblica. Non è necessario che si tratti della facciata principale, può essere anche quella secondaria, né che la facciata sia visibile in toto, bastando che dalla strada pubblica sia visibile anche solo una parte della facciata medesima;

- per i balconi. La Guida si limita al riferimento al manufatto, ma è noto che la stessa Agenzia ha specificato che negli interventi agevolati al 90% vanno annoverati anche gli interventi manutentivi del "sotto-balcone, del frontalino, della pavimentazione e verniciatura della ringhiera metallica" (Risp. AdE n. 185 del 12 giugno 2020).

Bonus facciate: per quali interventi?

Bonus facciate: scadenza cessione e sconto

L'Agenzia, nella Guida, ricorda che il bonus facciate, grazie alla proroga contenuta nella legge n. 178/2020, scadrà il 31 dicembre 2021 e che in ragione di quanto disposto dall'art. 121 d.l. n. 34/2020 anche in relazione ai costi per questo intervento è possibile usufruire della cessione del credito e/o dello sconto in fattura. Sono in molti, già da tempo, a domandarne la proroga.

È utile rammentare che le norme sul beneficio non contengono riferimento a specifici quorum deliberativi, sicché per la decisione in merito le disposizioni applicabili sono quelle codicistiche (art. 1136 c.c.) ovvero, ricorrendone i presupposti, le maggioranze semplificate di cui all'art. 26 l. 10/1991 riguardanti interventi di efficientamento energetico.

Bonus facciate, a chi spetta?

Guida Bonus Facciate-1

Cerca: bonus facciate beneficio guida agenzia entrate

Commenta la notizia, interagisci...
Calogero
Calogero 31-07-2021 09:39:00

Se in una palazzina ci sono le verande chiuse si può usufruire del bonus senza il bisogno di smontarle?

rispondi
Elio
Elio 27-08-2021 14:50:59

Se le verande sono frutto di regolari titoli abilitativi edilizi, non vedo il problema sia per la detrazione che cessione del credito, se sono abusive l’art. 49 del DPR 380/2001 parla chiaro.

“ Fatte salve le sanzioni di cui al presente titolo, gli interventi abusivi realizzati in assenza di titolo o in contrasto con lo stesso, ovvero sulla base di un titolo successivamente annullato, non beneficiano delle agevolazioni fiscali previste dalle norme vigenti, né di contributi o altre provvidenze dello Stato o di enti pubblici. Il contrasto deve riguardare violazioni di altezza, distacchi, cubatura o superficie coperta che eccedano per singola unità immobiliare il due per cento delle misure prescritte, ovvero il mancato rispetto delle destinazioni e degli allineamenti indicati nel programma di fabbricazione, nel piano regolatore generale e nei piani particolareggiati di esecuzione….”
Questo sopra riportato è il comma 1 art. 49.

rispondi
Calogero
Calogero 27-08-2021 14:53:49

Grazie per la risposta esaustiva

rispondi
Mauro
Mauro 23-09-2021 15:45:12

Salve sono residente in un ex iacp,ora area a/4 e qui la prima domanda, potremmo usufruire del bonus fino al dicembre 2022?
La mia abitazione è in uno stabile con n civico e c. F. Diverso da quello che in pratica è ATTACCATO, ovvero sull'ape, ritroviamo scritto fabbricato scala b, foglio 16 sub 16..abbiamo in comune, lo stesso tetto;che per giunta è stato anche diviso, così non possono e non possiamo invadere gli spazi. Possiamo usufruire dell'ecobonus 110%? Ovviamente con gli interventi trainanti.. Dobbiamo rifare il tetto, il cappotto termico.. In pratica lo stabile è così : un solo stabile, con n civici, 2 c. F. 2 ingressi separati, mura tra gli appartamenti ovviamente, solo il tetto, che ripeto è stato 'murato'.. Poiché ad una riunione ci dissero che siamo supercondominio..e quindi non potevamo fare il 110, ma il 90....ma se i criteri sono gli stessi, a mio avviso non potremmo manco fare il 90...chiedo scusa per i termini poco appropriati. Attendo una risposta, grazie

rispondi
Annulla

  1. in evidenza

Dello stesso argomento


Bonus facciate su lati non del tutto visibili

L'Agenzia delle Entrate ammette il bonus facciate sui lati dell'immobile anche se non del tutto visibili. L'Agenzia delle Entrate: sì al bonus facciate su lati dell'immobile non del tutto visibili.