Condominio Web: Il condominio, gli Immobili e le locazioni
100498 utenti
Registrati
Il portale N.1 sul Condominio
Il vespaio nel condominio
Problema condominiale? Inviaci un quesito

Il vespaio nel condominio

Breve focus sul vespaio

Avv. Maurizio Tarantino  

Il regime condominiale del vespaio dipende dalla collocazione del medesimo in quanto nello specifico, è destinato all'aerazione o coibentazione del fabbricato. Pertanto salvo che nel regolamento contrattuale, nel rogito o nei titoli di acquisto sia specificata la proprietà del vespaio, eventuali spese per la sua costruzione e manutenzione sono da ripartire tra tutti i condomini, in proporzione ai millesimi di proprietà.

Definizione. Una delle questioni più controverse, è l'inclusione o meno nell'ambito dei beni comuni dei c.d. "vespai". Si definisce vespaio quel manufatto, normalmente consistente in un riempimento calcareo, a nido d'ape, dello spazio esistente tra le fondamenta di un edificio e i piani terranei.

=> Il regime condominiale del vespaio.

È una componente del piano di calpestio del piano terra (a cui si appoggia), compresa nella nozione di pavimento in senso etimologico con finalità di salvaguardare la struttura da possibili infiltrazioni di acqua e dall'eventuale umidità di risalita.

Tale struttura, avente uno spessore di solito di circa 25-30 cm, è ben distinta dalle fondazioni ed è al servizio dell'unità immobiliare del piano terreno cui inerisce (Cassazione n. 6357/93).

Il problema della qualificazione giuridica: i diversi orientamenti della giurisprudenza. Il problema della qualifica del vespaio quale bene comune ovvero di proprietà del titolare dell'appartamento posto al piano terra, in mancanza di titoli d'acquisto specifici, assume rilevanza, soprattutto qualora esso risulti danneggiato o addirittura vada rifatto ex novo, costringendo, pertanto, il condominio ad affrontare notevoli spese per le opere di manutenzione o per la sua realizzazione.

Per lungo tempo la giurisprudenza ha sostenuto che i vespai non rientravano nell'ambito dei beni comuni ex art. 1117 c.c., bensì costituivano manufatti ben distinti dalle fondazioni e al servizio esclusivo dell'unità immobiliare al piano terreno e poggiante sul suolo comune (Cass. n. 8119/2004; n. 6357/1993).

 Continua [...]

Per continuare a leggere la notizia gratuitamente clicca qui...

Cerca: vespaio proprietà infiltrazioni

Commenta la notizia, interagisci...

    in evidenza

Dello stesso argomento