Condominio Web: Il condominio, gli Immobili e le locazioni
105476 utenti
Registrati
Il portale N.1 sul Condominio
È possibile il distacco dall'impianto centralizzato di riscaldamento esistente ma non funzionante?
Problema condominiale? Inviaci un quesito

È possibile il distacco dall'impianto centralizzato di riscaldamento esistente ma non funzionante?

Impianto centralizzato non funzionante a causa di morosità pregresse. È legittimo il distacco?

Avv. Leonarda Colucci  

Legittimo il distacco del condomino dall'impianto centralizzato se non compromette il funzionamento e non ha determinato alcun aggravio di spesa per gli altri condomini. Infine le situazioni soggettive non possono essere pregiudicate da una delibera di una giunta regionale: occorre sempre dare una lettura costituzionalmente garantita alle disposizioni legislative. (Tribunale di Torino sentenza del 10 aprile 2017 n° 1944)

=> Distacco dall'impianto di riscaldamento, le considerazioni sul risparmio energetico.

=> Ecco quando la delibera sul distacco dall'impianto centralizzato è da considerarsi nulla

Il caso. Un condomino impugna alcune delibere assunte dall'assemblea che pongono a suo carico le spese per il consumo dell'impianto di riscaldamento centralizzato, chiedendo di essere escluso dalle spese di manutenzione, funzionamento e consumo di tale impianto avendo optato per l'installazione, nel suo appartamento, di una caldaia autonoma.

=> Prime applicazioni giurisprudenziali della Riforma in tema di distacco dall'impianto di riscaldamento centralizzato.

A tal fine precisa di aver acquistato il suo appartamento nel 2010, che il condominio era dotato di un impianto centralizzato non funzionante a causa delle ingenti morosità pregresse, e che essendo affetto da una patologia reumatica particolarmente grave, era stato costretto a richiedere il distacco dall'impianto centralizzato informando l'assemblea, ed ad installare nel suo appartamento un impianto autonomo di riscaldamento.

Il condominio si oppone alle richieste del condòmino puntualizzando che lo stesso aveva informato l'assemblea della decisione di procedere all'installazione di un impianto autonomo di riscaldamento nel suo appartamento, ma non era mai stato autorizzato al distacco, e, pertanto, doveva concorrere a tutte le spese dell'impianto comune.

 Continua [...]

Per continuare a leggere la notizia gratuitamente clicca qui...

Scarica Tribunale di Torino del 10 aprile 2017 n° 1944

Cerca: impianto centralizzato distacco

Commenta la notizia, interagisci...

    in evidenza

Dello stesso argomento