Condominio Web: Il condominio, gli Immobili e le locazioni
107463 utenti
Registrati
Il portale N.1 sul Condominio
L'amministratore condannato per appropriazione indebita risponde dei danni morali al condominio
Problema condominiale? Inviaci un quesito

L'amministratore condannato per appropriazione indebita risponde dei danni morali al condominio

L'amministratore condannato per appropriazione indebita è tenuto al risarcimento del danno morale

Avv. Giuseppe Nuzzo  

L'amministratore condannato per appropriazione indebita, per aver distratto denaro dal conto del condominio, oltre a dover restituire gli importi illegittimamente prelevati, è altresì tenuto al risarcimento del danno non patrimoniale ex art. 2059 c.c., sub specie di danno morale, quantificato in via equitativa dal giudice.

Così ha disposto il Tribunale di Roma con sentenza n. 17222/2016, pubblicata il 19 settembre 2016. Il giudice della capitale ricorda che la risarcibilità del danno morale, in caso di fatto illecito costituente reato (art. 185 c.p.), deve essere riconosciuto anche con riguardo ai reati contro il patrimonio, come, appunto, il reato di appropriazione indebita.

=> Ecco cosa succede all'amministratore che si appropria dei soldi dei condomini. Si parla di oltre 180.000 €...

Scatta dunque il risarcimento anche del danno non patrimoniale per l'ex amministratore riconosciuto colpevole in sede penale di aver distratto illegittimamente somme del conto corrente condominiale, senza autorizzazione e senza restituirle.

Nel caso di specie, il Condominio aveva denunciato l'ex amministratrice per aver sottratto denaro dal conto corrente condominiale. Il procedimento penale si era concluso con la condanna della professionista per il reato di appropriazione indebita.

Il condominio aveva poi agito anche in sede civile, per la conferma del sequestro e la restituzione delle somme sottratte, la restituzione della documentazione contabile del condominio e chiedendo altresì il risarcimento del danno non patrimoniale ai sensi dell'art. 2059 c.c.

=> Condannato per appropriazione indebita l'amministratore che versa il denaro dei condomini sul proprio conto.

 Continua [...]

Per continuare a leggere la notizia gratuitamente clicca qui...

Scarica Tribunale di Roma, n. 17222 del 19 settembre 2016

Cerca: indebita appropriazione amministratore

Commenta la notizia, interagisci...
Biagio
Biagio sabato 17 dicembre 2016 alle ore 08:35

Buon giorno,bene questo rigore,ma la domanda può essere: " in assenza di vedute diverse fra condomini di voler o non voler procedere, può il Singolo condomino far valere nelle sedi opportune i suoi diritti ?

    in evidenza

Dello stesso argomento