Condominio Web: Il portale N.1 sul condominio
120768 utenti
Registrati
chiudi
Inviaci un quesito

Registrazione del regolamento di condominio presso l'agenzia delle entrate

Come registrare il regolamento di condominio all'agenzia delle entrate
Avv. Alessandro Gallucci Avv. Alessandro Gallucci 

Registrazione degli atti, a che serve?

La registrazione di un atto o di un documento è un'attività che può essere imposta dalla legge, quando per quel particolare atto è previsto l'assolvimento dell'imposta di registro, ovvero può essere scelta dall'interessato.

In tal caso si paga sempre l'imposta, ma lo scopo che s'intende realizzare è diverso.

Ai sensi dell'art. 2704, primo comma, c.c.

La data della scrittura privata della quale non è autenticata la sottoscrizione non è certa e computabile riguardo ai terzi, se non dal giorno in cui la scrittura è stata registrata o dal giorno della morte o della sopravvenuta impossibilità fisica di colui o di uno di coloro che l'hanno sottoscritta o dal giorno in cui il contenuto della scrittura è riprodotto in atti pubblici o, infine, dal giorno in cui si verifica un altro fatto che stabilisca in modo egualmente certo l'anteriorità della formazione del documento.

Registro un documento, dunque, anche e soprattutto per dargli data certa, avere sicurezza che almeno da quel giorno potesse dirsi esistente anche verso terzi non sottoscrittori.

Riguardo alla registrazione del regolamento di condominio ci è giunta questa domanda.

Registrazione del regolamento di condominio, il quesito

. Nel condominio in cui vivo, siamo dieci proprietari pur non essendo obbligatorio abbiamo deciso di adottare un regolamento condominiale.

Il regolamento l'abbiamo redatto noi prendendo spunti da modelli e formule reperite in rete e con qualche suggerimento dell'amministratore; adesso dobbiamo formalizzarne l'adozione. Si tratterà di un regolamento assembleare in quanto due condòmini si disinteressano della gestione dell'edificio (uno dei motivi per il quale abbiamo deciso di dotarcene).

Il trattamento dei dati personali nel condominio. Il Garante per la protezione dei dati personali fa il punto

Detto questo ci domandiamo: una volta deliberata l'adozione del regolamento condominiale, questo è soggetto ad imposta di registro, cioè dobbiamo portarlo presso l'agenzia delle entrate e pagare la relativa imposta?.

La domanda del nostro lettore trova risposta nel d.p.r. n. 131/86; a ben vedere il testo normativo appena citato non specifica esattamente alcunché in merito al regolamento condominiale, quindi la risposta che forniremo altra non sarà che una deduzione concernete la natura di quest'atto.

Del regolamento condominiale s'è sempre detto che "si configura, in relazione alla sua specifica funzione di costituire una sorta di statuto della collettività condominiale, come atto volto ad incidere con un complesso di norme giuridicamente vincolanti per tutti i componenti di detta collettività, su un rapporto plurisoggettivo concettualmente unico ed a porsi come fonte di obblighi e diritti non tanto per la collettività come tale, quanto, soprattutto, per i singoli condomini. (Cass. 29 novembre 1995 n. 12342).

Chiaramente se il regolamento ha natura contrattuale esso dovrà essere considerato alla stregua di un contratto.

Registrazione degli atti, le norme

In questo contesto, quindi, è utile ricordare che gli atti possono essere sottoposti a registrazione:

a) in termine fisso, ossia per il sol fatto di esistere;

b) in caso d'uso.

L'art. 6 del d.p.r. n. 131/86 specifica che . si ha caso d'uso quando un atto si deposita, per essere acquisito agli atti, presso le cancellerie giudiziarie nell'esplicazione di attività amministrative o presso le amministrazioni dello Stato o degli enti pubblici territoriali e i rispettivi organi di controllo, salvo che il deposito avvenga ai fini dell'adempimento di un'obbligazione delle suddette amministrazioni, enti o organi ovvero sia obbligatorio per legge o regolamento. .

In questo contesto, l'art. 22 del d.p.r. in esame specifica che l'enunciazione in provvedimenti dell'Autorità Giudiziaria di atti soggetti a registrazione in termine fisso ed in caso d'uso comportano il pagamento di imposta anche in relazione a questi atti.

Nel caso di omessa registrazione di atti soggetti a registrazione in termine fisso, oltre all'imposta per la loro enunciazione si applica anche la sanzione.

Registrazione del regolamento condominiale

Torniamo al regolamento condominiale: esso sia di natura contrattuale che assembleare è soggetto a registrazione solamente in caso d'uso allorquando non contenga prestazione a contenuto patrimoniale, mentre il regolamento contrattuale è soggetto a registrazione in termine fisso allorquando costituisca diritti reali di godimento o comunque contenga atti di natura dichiarativa.

Regolamento condominiale contrattuale e clausole regolamentari

L'enunciazione di un regolamento condominiale in atto dell'autorità giudiziaria potrebbe comportare (il condizionale è d'obbligo poiché non sono note le prassi operanti presso le agenzie delle entrate territorialmente competenti):

a) nel caso di registrazione in caso d'uso l'applicazione dell'imposta per l'enunciazione dell'atto;

b) nel caso di registrazione in termine fisso l'applicazione dell'imposta per l'enunciazione dell'atto e l'applicazione della sanzione se l'atto non è stato registrato.

Registrazione del regolamento condominiale, meglio che sia l'assemblea a deliberarlo

La registrazione del regolamento condominiale è un atto assolutamente volontario.

In buona sostanza, salvo casi particolari dunque, a meno che il regolamento non contenga disposizioni particolari rispetto alle quali sorge l'obbligo della registrazione, esso resta esente dall'attività in essere finalizzata all'assolvimento della così detta imposta di registro.

È chiaro allora che non si tratta di una spesa ordinaria, né dell'assolvimento di un obbligo fiscale, cui l'amministratore è tenuto ai sensi dell'art. 1130 n. 5 c.c.

La registrazione del regolamento condominiale dev'essere sotteso ad un particolare interesse dei condòmini.

Tale valutazione va fatta caso per caso e visto l'impegno di spesa è consigliabile che sia l'assemblea, in sede di approvazione del regolamento stesso, del preventivo annuale di gestione, ovvero in un'assemblea ad hoc a dare l'ok alla registrazione di quell'atto.

Illegittima la delibera che approva il regolamento assembleare in assenza del necessario quorum previsto dalla legge

Cerca: regolamento agenzia entrate

Commenta la notizia, interagisci...
Annulla

  1. in evidenza

Dello stesso argomento