Condominio Web: Il portale N.1 sul condominio
105481 utenti
Registrati
Il portale N.1 sul Condominio
Entro quanto tempo l'amministratore uscente deve consegnare i documenti al suo successore?
Problema condominiale? Inviaci un quesito

Entro quanto tempo l'amministratore uscente deve consegnare i documenti al suo successore?

La consegna dei documenti condominiali da parte dell'amministratore uscente

Avv. Alessandro Gallucci 

Buongiorno amici di Condominioweb, sono un vostro assiduo lettore e mi complimento per la precisione e la completezza degli aggiornamenti che pubblicate.

Vorrei farvi una domanda: sono amministratore da poco tempo. Circa tre mesi fa ho assunto l'incarico di amministrare un condominio.

Con il verbale di nomina mi sono presentato al precedente amministratore, il quale, all'apparenza gentilissimo, mi ha subito consegnato registri dei verbali, anagrafe condominiale, regolamento e tabelle.

Il resto (registro contabilità, pezze d'appoggio, documenti degli impianti, ecc.), mi disse, me lo avrebbe inviato al massimo una settimana dopo. Da quella promessa sono passati circa due mesi ed ancora non ho visto nulla.

Questa situazione, come potrete immaginare, sta creando non pochi problemi per la gestione del condominio. Con l'aiuto di alcuni condomini ho ricostruito, molto parzialmente, la contabilità, ma per ascensore ed altri impianti sto facendo non poca fatica.

Pare poi ci sia un'azione legale ma nessuno ricorda il nome dell'avvocato che segue la pratica e lui, per ora, non s'è fatto sentire. Forse non sa nemmeno che c'è un nuovo amministratore

Allora vi domando: esiste un termine entro il quale l'amministratore di condominio uscente deve consegnarmi i documenti?

Grazie ancora per il vostro lavoro.

Questa la domanda che ci giunge da un amministratore nostro lettore: avremmo potuto omettere i complimenti, ma siccome riceverli fa sempre piacere, c'è parso un peccato non condividerli con chi ci legge.

Partiamo dall'unico dato certo che ci viene fornito dal codice civile. L'art. 1129, ottavo comma, recita:

Alla cessazione dell'incarico l'amministratore è tenuto alla consegna di tutta la documentazione in suo possesso afferente al condominio e ai singoli condomini e ad eseguire le attività urgenti al fine di evitare pregiudizi agli interessi comuni senza diritto ad ulteriori compensi.

La certezza, quindi, è che la legge prevede espressamente la consegna dei documenti: il momento è fissato alla cessazione dell'incarico. Certo, se in quel momento non è stato nominato nessuno, è evidente, risulta difficile consegnare le carte ad un successore, a meno che non si voglia ammettere che le carte debbano essere consegnate ad uno dei condomini; si tratta di un'ipotesi remota, a che titolo, infatti, Tizio piuttosto che Caio dovrebbero accettare?

Ciò non toglie tuttavia, che la consegna dei documenti, in questo caso, sarebbe dovuta avvenire nel momento in cui l'amministratore revocato è venuto a conoscenza del nominativo del suo successore.

La mancanza di un termine perentorio non può trasformare l'interregno in un periodo di lunga incertezza, ma deve servire solamente per organizzare tutto il carteggio.

Il fatto che vi sia stato un passaggio di consegne parziale, omettendo la consegna della documentazione contabile non lascia presagire nulla di buono. Il nostro lettore, il giovane amministratore, ha il dovere (nonché ogni interesse) ad ottenere quanto prima la restante parte del carteggio.

Per farlo sarà bene che invii (personalmente o già in questa fase per il tramite di un legale) una diffida al precedente amministratore.

Nel perdurare dell'inadempimento, la soluzione unica può essere solamente la via giudiziaria.

Da non perdere: E' punibile per appropriazione indebita la mancata restituzione della documentazione da parte dell'amministratore uscente

Cerca: documenti uscente amministratore

Commenta la notizia, interagisci...
G Nives Brighenti
G Nives Brighenti giovedì 29 ottobre 2015 alle ore 21:43

Buonasera, nell'ultima assemblea abbiamo nominato un nuovo amministratore. L'amministratore uscente, non ha inviato il verbale a noi condomini, ma ha comunicato al nuovo Amministratore, via e-mail, un "sunto del verbale" asserendo che è copia conforme all'originale e richiedendo, oltre alla lettera di accettazione, documenti quali attestato corso ANACI, ass. RC. E' regolare tutto ciò? Non deve presentarli a noi condomini? Come comportarci per avere una copia del verbale? Visto che ignora le nostre richieste allungando così il passaggio di consegne? Grazie.

Luigi
Luigi giovedì 03 dicembre 2015 alle ore 18:37

non è compito dell'amministratore uscente chiedere documenti,attestazioni di sorta.è semmai compito dei condòmini chiederli prima della nomina,non ha senso chiederli dopo!!a nomina fatta..
se l'assemblea è interrotta,è obbligo dell'uscente recapitare il verbale di nuova nomina,se l'assemblea invece prosegue con il nuovo è fatto obbligo a questi diramare il verbale anche all'uscente per ragioni procedurali e d'archivio. un mio caso ultimo,venerdì sera nomina nuovo amministratore, proseguo dell'assemblea con il nuovo -al solo scopo di risparmiare la fatica di riconvocazione -(dopo 2 andate a vuoto!!!!) il martedì mattina tutta la documentazione patrimoniale pronta con contabilità dell'ultimo esercizio e preventivo pure a disposizione x ritiro -dopo1sett.!-.dopo 5 settimane ancora non avuta copia del verbale -come a nessun condomino recapitata copia-,volture non ancora fatte, cambio della firma in c/c bancario condominiale nessuna....

Claudia C
Claudia C sabato 14 maggio 2016 alle ore 15:51

Buongiorno,
In data 18/4/16 abbiamo revocato il manato al vecchio amministratore.
Ad oggi, nonostante i solleciti del nuovo amministratore, il vecchio non ha consegnato il verbale originale di nomina e neppure la documentazione afferente al nostro condominio.
Cosa dobbiamo fare? Il vecchio amministratore ha ancora la possibilità di agire sul ns. conto corrente bancario, come possiamo ottenere l'originale del verbale?
Grazie, saluti.

Federico P
Federico P venerdì 25 novembre 2016 alle ore 18:32

Luigi, scrivere che l'amministratore uscente è obbligato a recapitare il verbale è una panzana colossale. Il compito di redigere il verbale è del segretario e del presidente, l'amministratore ha il solo obbligo di consegnare il libro verbali al successore. Su internet scrivono tutti a casaccio senza avere la minima idea di quello che dicono...e si atteggiano pure a professori! Non c'è mai obbligo di spedire il verbale!!

Pietro
Pietro mercoledì 26 aprile 2017 alle ore 17:43

Dove deve avvenire la consegna della documentazione ?
Abbiamo cambiato amministratore in una casa di vacanza e il nuovo amministratore pretende che la consegna avvenga nel luogo ove e' situato lo stesso. Il vecchio amministratore pretende che venga invece a prendere la documentazione nel suo ufficio situato a 100 km di distanza . Chi ha ragione?

Biagio.
Biagio. lunedì 08 maggio 2017 alle ore 10:21

Buongiorno, questo è un altro articolo che andrebbe modificato, il legislatore avrebbe dovuto mettere i paletti con regole precise stabilendo e indicando senza proroghe i tempi necessari. Ci si augura qualche miglioramento al fine che non ci siano fraintendimenti e varie interpretazioni che lasciano molti dubbi.

Luciano Arnaboldi
Luciano Arnaboldi giovedì 18 ottobre 2018 alle ore 10:32

vano a muro per allacciamento utenze telefoniche: la chiave per aprire lo sportello di metallo era da sempre a disposizione degli utenti(>30 anni).Ora nessuno la trova più. Per consentire una nuova utenza,ho sostituito il cilindro e regalato una nuova chiave ad ognuno: corretto ?

    in evidenza

Dello stesso argomento