Condominio Web: Il portale N.1 sul condominio
114270 utenti
Registrati
chiudi
Inviaci un quesito

Comprare un immobile: meglio Milano che Napoli

Investire nel mattone italiano: dove è meglio acquistare un immobile
Roberto Rais 

Se dovete acquistare un immobile, investendo risorse ingenti nel mattone italiano, è meglio preferire Milano a Napoli, Torino a Firenze, Bologna a Roma. A dircelo una recentissima ricerca condotta sul mercato immobiliare nazionale, in grado di offrire dei tassi di rendimento annuo lordo molto interessanti, a dispetto di una crisi che non sembra voler abbandonare il real estate tricolore.

Stando a quanto affermato da idealista.it in un suo recente focus sull'evoluzione degli investimenti nel mercato immobiliare nazionale (e relativa performance), vi sarebbero invero pochi dubbi: se volete investire in immobili, e non volete oltrepassare il confine, è meglio rivolgersi alle grandi metropoli del Nord e, in particolar modo, su Milano e Torino.

Complessivamente, infatti, è proprio nel capoluogo lombardo e in quello piemontese che si registrano i rendimenti annui lordi più significativi, con una percentuale pari a 4,4 punti percentuali, e un price-to-rent ratio pari a 23 e 22,7.

Scendendo lungo il crinale dello Stivale si incontrano performance lievemente inferiori, ma pur sempre in grado di garantire adeguata soddisfazione a chi ha deciso di confermare la propria fiducia sul "caro" mattone: a Firenze il rendimento annuo lordo è pari al 3,9 per cento, a Genova il 4 per cento, a Roma il 3,9 per cento.

Un pò più attardata Napoli, dove il rendimento è pari al 3,6 per cento, e dove - record negativo tra le principali aree urbane italiane - l'acquisto di un immobile da mettere a reddito impiegherebbe circa 28 anni per potersi ripagare (contro i 20,8 di Padova, o i 24,2 di Bologna).

Tornando a Milano, il capoluogo settentrionale riesce a tenere il passo delle principali metropoli continentali, riuscendo a imporsi in posizione migliore rispetto alle più blasonate Berlino e Madrid, che invece si devono "accontentare" di una performance positiva per 4,1 e 4,2 punti percentuali.

L'investimento immobiliare milanese diviene inoltre più conveniente di quanto sia possibile prevedere a Londra, Atene o Parigi, collocandosi invece alle spalle del 4,9 per cento di Bruxelles e del 5,1 per cento di Amsterdam.

Prestazione più deludente per il celebre principato di Monaco, dove il tasso annuo di rendimento lordo è pari all'1,6 per cento, e dove un investimento in immobile, da mettere a reddito, si ripaga in ben 61 anni.

Commenta la notizia, interagisci...
Annulla

  1. in evidenza

Dello stesso argomento


Gli immobili sono il vero patrimonio degli italiani

Gli immobili sono il vero patrimonio degli italiani. A conferma della storica propensione degli italiani nell’investire nel mattone, sono giunti gli ultimi dati dell’Agenzia del Territorio che, in collaborazione