Condominio Web: Il condominio, gli Immobili e le locazioni
105684 utenti
Registrati
Il portale N.1 sul Condominio
Le decisioni contenute nella delibera assembleare rimangono efficaci anche se questa viene impugnata
Problema condominiale? Inviaci un quesito

Le decisioni contenute nella delibera assembleare rimangono efficaci anche se questa viene impugnata

Senza la sospensione della efficacia della delibera, il condomino deve pagare il decreto ingiuntivo

Avv. Samantha Mendicino  

Il rapporto tra il giudizio di impugnazione di delibera assembleare ed il giudizio di opposizione a decreto ingiuntivo

=> Decreto ingiuntivo: nel giudizio di opposizione non si può sindacare la validità della delibera che ha approvato il rendiconto

Senza la sospensione della efficacia della delibera, il condomino deve pagare il decreto ingiuntivo

L. 'opposizione del condomino al decreto ingiuntivo non può estendersi a questioni relative alla annullabilità e/o nullità della delibera condominiale di approvazione delle spese.

E con la recentissima sentenza n. 4895/2017 pubblicata il 4 maggio, il tribunale meneghino espone in una interessante rassegna la più nota giurisprudenza in materia di rapporto tra il giudizio di impugnazione di delibera condominiale ed il giudizio di opposizione a decreto ingiuntivo che, su di essa, si fonda.

=> Decreto ingiuntivo condominiale, nel giudizio di opposizione è inutile lamentarsi dell'illegittimità della delibera

Il caso di specie trattato dal tribunale di Milano, permette al magistrato di rammentare che l'efficacia delle delibere condominiali e la contribuzione alle spese comuni sono sottoposte ad una particolare disciplina, intesa a salvaguardare le esigenze di funzionalità del condominio.

 Continua [...]

Per continuare a leggere la notizia gratuitamente clicca qui...

Scarica Tribunale di Milano Sentenza 04/05/2017 n. 4895

Cerca: impugnazione di delibera decreto ingiuntivo

Commenta la notizia, interagisci...
Michele Cogotti
Michele Cogotti martedì 23 maggio 2017 alle ore 10:06

Il principio affermato dal Tribunale di Milano si scontra con quanto affermato dalla Cassazione (sentenza n. 305 del 2016), secondo cui la validità della delibera può essere sindacata dal giudice dell' opposizione a D.I. quando si è di fronte al vizio più grave della nullità.

Samantha
Samantha martedì 23 maggio 2017 alle ore 10:29

In realtà non è, a rigore, in contrasto. Infatti, tutto si gioca sui limiti della rilevabilitá, in sede monitora, della invalidità della delibera. Nel senso che (ed anche la Cassazione in più occasioni pare essersi contraddetta): poiché in sede monitoria il giudice deve valutare che esista quella delibera, sulla quale si fonda il d.i., va da sé che in caso di nullità quell'atto è come se non esistesse (anche se poi a livello concettuale, inesistenza e nullità sono differenti). Ne segue la declaratoria di conseguenziale nullità del d.i. Diciamo che, al di là di questi principi di diritto, ciò che è in gioco è spesso la economia processuale e la tutela della posizione sostanziale della parte.

Samantha
Samantha martedì 23 maggio 2017 alle ore 10:32

Posso dire di più: a seconda dello stato dei due giudizi (ad esempio se quello vertente sulla validità della delibera fosse in stato 'avanzato' o in definizione) il giudice potrebbe anche optare per la sospensione del giudizio di opposizione al d.i. in attesa dell'esito del primo... non mancano esempi in tal senso

    in evidenza

Dello stesso argomento