Condominio Web: Il condominio, gli Immobili e le locazioni
98987 utenti
Registrati
Il portale N.1 sul Condominio
Che cosa fare per diventare agente immobiliare?
Problema condominiale? Inviaci un quesito

Che cosa fare per diventare agente immobiliare?

Ecco le cose da sapere per diventare agente immobiliare.

Avv. Alessandro Gallucci  

Che cosa deve fare una persona che vuole intraprendere l'attività di agente immobiliare?

La risposta è articolata in ragione del fatto che esistono una serie di adempimenti preliminari, che riguardando l'abilitazione all'esercizio dell'attività e successivamente la regolarizzazione amministrativa della posizione personale per iniziarla.

Elenchiamo nel dettaglio le norme di riferimento e poi esponiamo sinteticamente gli step da seguire:

  • Legge n. 29 del 1989 che contiene la disciplina generale disciplinante la figura dell'agente di affari in mediazione;
  • Decreto ministeriale n. 300 del 1990 di attuazione della predetta legge contenente disciplina in materia di esami per l'abilitazione all'esercizio dell'attività;
  • Decreto ministeriale n. 452 del 1990 di attuazione della predetta legge contenente disciplina sulla figura e l'attività degli agenti di affari in mediazione;
  • Decreto ministeriale 26 ottobre 2011 riguardante Modalita' di iscrizione nel registro delle imprese e nel REA, dei soggetti esercitanti l'attivita' di mediatore disciplinata dalla legge 3 febbraio 1989, n. 39, in attuazione degli articoli 73 e 80 del decreto legislativo 26 marzo 2010, n. 59

Come si evince da quest'ultimo decreto citato, le prescrizioni anche legislative riguardanti la figura dell'agente di affari in mediazione non sono ferme al 1989 ma, al contrario, ha subito robuste modifiche tese a specificare i requisiti di accesso, le incompatibilità e – almeno nelle intenzioni del legislatore – semplificare l'inizio dell'attività.

A questo punto occorre una specificazione: sebbene corra automatico il riferimento agli agenti immobiliari, la legge consente l'iscrizione presso l'ufficio delle imprese, tanto quanto agente immobiliare, tanto quanto agente con mandato a titolo oneroso.

Quest'ultima figura è rappresentata da quegli agenti che agiscono per conto (ed eventualmente in nome) di una parte.

Superando apposito esame è altresì possibile abilitarsi all'esercizio di agente in servizi merceologici.

E veniamo quindi ai requisiti per l'iscrizione. Chi intende esercitare tale attività deve:

a) essere maggiorenne;

b) avere conseguito almeno il diploma di scuola secondaria di secondo grado;

c) avere seguito uno specifico (dev'essere autorizzato) corso propedeutico all'esame tenuto presso le Camere di Commercio e superare questo esame (l'esame consta per gli agenti immobiliari di due prove scritte ed una prova orale);

d) non essere incappato in particolari condanne penali (Es. delitti contro la pubblica amministrazione, la fede pubblica, ecc., si veda legge n. 39 del 1989);

e) non versare nelle cause di incompatibilità previste dalle legge (si veda legge n. 39/89, in sintesi si tratta di altre attività professionali/imprenditoriale e di dipendenza da società/enti/persone che non svolgono attività di agente immobiliare).

La legge prevede anche una possibilità di iscrizione attualmente non attiva, ossia quella di un periodo di pratica e la frequenza di un corso. Per gli extracomunitari è necessaria la residenza regolare in Italia.

Rappresenta altresì condizione necessaria una volta superato l'esame e prima degli adempimenti amministrativi la stipula di una polizza assicurativa per la copertura della responsabilità civile professionale (cfr. legge n. 39/1989).

Una volta che una persona è in possesso di tutti questi requisiti, potrà presentare presso la Camera di commercio della provincia ove ha (avrà) sede l'attività la così detta Scia (segnalazione certificata di inizio attività) che consente di iniziare ad esercitare dalla data della sua presentazione (Salvo le successive verifiche) e che dà diritto al rilascio del patentino quale agente immobiliare.

L'attività può essere esercitata sia in forma personale, sia in forma societaria ed anche alle dipendenze di altre persone/società.

L'esercizio dell'attività in spregio a queste regole comporta l'irrogazione di sanzioni amministrative e penali (superate le tre sanzioni mediazioni non consentite) oltre a non consentire di percepire la provvigione.

=> Mediatore immobiliare, breve focus sul diritto alla provvigione

=> Agente immobiliare imbroglione? Allora nessuna provvigione

Cerca: diventare agente immobiliare

Commenta la notizia, interagisci...

    in evidenza

Dello stesso argomento