Condominio Web: Il portale N.1 sul condominio
117584 utenti
Registrati
Il portale N.1 sul Condominio
Il regolamento obbliga il condomino che vuole diventare termoautonomo a pagare la contabilizzazione
Inviaci un quesito

Il regolamento obbliga il condomino che vuole diventare termoautonomo a pagare la contabilizzazione

Vuoi diventare termoautonomo? Devi pagare la contabilizzazione, il regolamento te lo obbliga.

Avv. Maurizio Tarantino  

La delibera adottata dall'assemblea prevede soltanto di verificare se il distacco chiesto dal singolo condomino sia a norma di legge.

Deve ritenersi che il regolamento contrattuale, mentre non può consentire la rinuncia all'uso dell'impianto centralizzato di riscaldamento laddove sia mirato all'esonero dall'obbligo del contributo per le spese di conservazione e manutenzione, ben può invece vietare la rinuncia all'uso, ovvero il distacco dall'impianto, non essendo tale divieto in contrasto con la disciplina legale dell'uso della cosa comune”.

Questo è il principio di diritto espresso dal Tribunale di Roma con la sentenza n. 9889 del 16 maggio 2016 in merito al distacco dal riscaldamento centralizzato.

I fatti di causa. Tizio citava il condominio in quanto l'impianto centralizzato del riscaldamento non garantiva un regolare funzionamento. A tal proposito precisava di aver manifestato, con racc. A/R, la propria volontà di distaccarsi dall'impianto e che l'assemblea, successivamente, aveva deliberato di procedere alle verifiche nel rispetto della vigente normativa.

Quindi, l'attore, una volta distaccato dall'impianto, non aveva consentito ai tecnici di installare le valvole di contabilizzazione di calore. Le successive delibere, non riconoscevano l'avvenuto distacco e quindi conteggiavano le spese per il riscaldamento e dei contabilizzatori del calore.

Premesso ciò, l'attore chiedeva al Giudice adito l'accertamento della legittimità del distacco e l'annullamento della delibera impugnata. Costituendosi in giudizio, il condominio contestava in toto le pretese dell'attore.

Il distacco dall'impianto centralizzato. Secondo un precedente orientamento giurisprudenziale, si reputava ammissibile il distacco quando la rinuncia era prevista in un regolamento di condominio di tipo contrattuale; quando era autorizzato dai condomini all'unanimità; quando l'interessato dava prova che dal distacco derivi una effettiva e proporzionale riduzione delle spese d'esercizio e non si verifichi più alcuno squilibrio per l'impianto centralizzato (Cass. 6294/1984).

 Continua [...]

Per continuare a leggere la notizia gratuitamente clicca qui...

Scarica Tribunale di Roma n. 9889 del 16 maggio 2016

Cerca: pagamento contabilizzazione distacco impianto

Commenta la notizia, interagisci...
Annulla

    in evidenza

Dello stesso argomento