Condominio Web: Il portale N.1 sul condominio
113313 utenti
Registrati
Il portale N.1 sul Condominio
Autoconsumo collettivo in condominio: al via lo studio di casi sperimentali. Aperte le candidature
Problema condominiale? Inviaci un quesito

Autoconsumo collettivo in condominio: al via lo studio di casi sperimentali. Aperte le candidature

Autoconsumo collettivo in condominio: disponibile un bando per selezionare otto condomini

Ing. Marco Pezzaglia 

RSE, Ricerca del settore energetico Spa, società di ricerca del settore energetico del gruppo GSE, intende avviare uno studio relativamente a casi sperimentali di autoconsumo collettivo in condominio.

I condomìni interessati possono candidarsi. Ai fini dell'ammissibilità allo studio il soggetto proponente deve indicare, alla data di presentazione della manifestazione di interesse, gli specifici edifici o condominii presso cui intende realizzare il o i progetti pilota, riportandone:

  1. la numerosità e tipologia delle utenze comuni e private coinvolte, la relativa potenza impegnata ed una stima del corrispondente consumo medio annuo;
  2. una stima della potenza e della producibilità degli impianti di generazione esistenti o considerati per l'installazione nell'edificio o condominio, e ritenuti installabili entro il 2020.

Inoltre:

  • Il numero di utenze private coinvolte nel progetto pilota deve essere pari o superiore a dieci.
  • I POD relativi alle utenze comuni e private coinvolte devono essere dotati di meter 2G, in grado di effettuare misure con granularità di 15 minuti.

    Analoga granularità temporale dei dati deve essere prevista per la misura della produzione degli impianti di generazione.

  • I meter delle utenze private devono essere installati in un unico locale centralizzato.
  • In caso di condominio, il soggetto proponente deve produrre una lettera di supporto alla realizzazione del progetto pilota da parte dell'amministratore di condominio e dei consiglieri o un verbale dell'assemblea di condominio che esprima una posizione favorevole all'avvio del progetto.

    In caso di edificio in cui le utenze non siano associate in condominio, il soggetto proponente deve produrre una lettera di supporto alla realizzazione del progetto pilota da parte dei titolari delle utenze coinvolte

  • Il proponente dichiara che avrà disponibilità e garantirà a RSE l'accesso ai dati di misura rilevati dai meter delle utenze comuni e private e degli impianti di generazione.

Le manifestazioni di interesse devono essere inviate a RSE entro il 31 gennaio 2020 e saranno selezionati 8 progetti. Il bando è scaricabile al seguente link.

http://www.rse-web.it/notizie/RSE-cerca-partner-per-studi-sull-rsquoautoconsumo-collettivo.page

Importante osservare che l'ammissione in oggetto riguarda unicamente lo studio che RSE intende effettuare per fini istituzionali; partecipare al bando e non essere selezionati non comporta l'impossibilità a realizzare un progetto di autoconsumo collettivo.

Per maggiori informazioni ed approfondimenti sull'autoconsumo collettivo, su come organizzare un progetto di autoconsumo collettivo e per assistenza alla presentazione del bando contatta info@gpenergia.biz

Cerca: autoconsumo collettivo bando

Commenta la notizia, interagisci...

    in evidenza

Dello stesso argomento