Condominio Web: Il condominio, gli Immobili e le locazioni
100541 utenti
Registrati
Il portale N.1 sul Condominio
Bonus fiscale in edilizia. Ecco tutte le novità che aspettano.
Problema condominiale? Inviaci un quesito

Bonus fiscale in edilizia. Ecco tutte le novità che aspettano.

Proroga al 31 dicembre 2015 del bonus del 65% per la riqualificazione energetica degli immobil

Angelo Pesce  

La commissione Bilancio della Camera ha votato alcuni emendamenti presentati dalla commissione Ambiente che prevedono l'allargamento del bonus fiscale del 65% previsto per l'efficientamento energetico degli edifici, anche alla messa in sicurezza antisismica e alle schermature solari.

I bonus previsti. L'intento principale è quello di prorogare al 31 dicembre 2015 del bonus del 65% per la riqualificazione energetica degli immobili, della detrazione fiscale del 50% per le ristrutturazioni edilizie e per l'acquisto di mobili ed elettrodomestici ad alta efficienza .

Con questi emendamenti, dunque, il bonus fiscale sarà applicato anche a tutti quegli interventi di messa in sicurezza antisismica per tutto il 2015: questi sgravi saranno applicati indifferentemente su tutto il territorio nazionale senza diversificazioni rivenienti dal grado di pericolosità sismica legata alle varie zone geograficamente più a rischio (dalla zona 1 alla zona 3); in particolare, ricordiamo che la suddivisione indica:

Zona 1 - la zona più pericolosa, dove possono verificarsi forti terremoti.

Zona 2 - nei Comuni inseriti in questa zona possono verificarsi terremoti abbastanza forti.

Zona 3 – i Comuni inseriti in questa zona possono essere soggetti a scuotimenti modesti.

Zona 4 - la zona meno pericolosa.

Il prolungamento di un anno è certamente una misura molto importante che guarda sia alla sicurezza della popolazione (con interventi sulle strutture), che al comparto dell'edilizia tutta, promuovendo interventi di riqualificazione del patrimonio edilizio esistente, di innalzamento dei livelli qualitativi dell'abitare, dell'efficientamento energetico e del risparmio.

Relativamente agli interventi di antisismica, certamente molto più complessi delle semplici ristrutturazioni, prevedono tempistiche prolungate: si parte dalla determinazione della Classificazione Sismica del fabbricato allo stato attuale (valutazione di sicurezza statica, vulnerabilità sismica, campagna di prove sui materiali, relazioni geologiche, progettazione degli interventi), nonché la realizzazione degli interventi necessari che dovranno riguardare le parti strutturali degli edifici o complessi di edifici collegati strutturalmente (e comprendere quindi interi edifici), per giungere poi alla nuova Classificazione Sismica a seguito degli interventi effettuati.

In ragione di ciò, sono giunte critiche da parte di UNICMI (Unione Nazionale delle Industrie delle Costruzioni Metalliche, dell'Involucro e dei Serramenti) e ISI (Ingegneria Sismica Italiana) che sottolineano la necessità di tempi più lunghi per questa tipologia di interventi ed esplicite richieste dunque a prolungare il bonus fiscale per almeno un triennio e consentirne la piena operatività.

Amianto. Il Presidente della Commissione Ambiente della Camera Ermete Realacci, ha annunciato tempi brevissimi per l'approvazione degli emendamenti citati e aggiunto che il bonus del 65% sarà proposto anche per gli interventi di bonifica dall'amianto. Inoltre, come già presentato con l'emendamento 8.37, saranno previste detrazioni anche per l'acquisto e la posa in opera delle schermature solari.

Schermatura solare. Da segnalare che sulla base della definizione dettata dal decreto legge 311/06, una schermatura solare, è un sistema che “applicato all'esterno di una superficie vetrata trasparente, permette una modulazione variabile e controllata dei parametrici energetici e ottico luminosi in risposta alle sollecitazioni solari”.

In sintesi, si tratta di un sistema dinamico in grado di regolare e adeguare le radiazioni solari incidenti sulle aperture trasparenti o sulle vetrate dell'edificio al fine di migliorare il confort abitativo e ridurre il consumo energetico.

Il principio base del loro funzionamento consiste nell'evitare il surriscaldamento degli ambienti interni causato dalla radiazione solare diretta (prevalentemente nel periodo estivo), senza precludere il passaggio della luce naturale durante il periodo invernale.

Cerca: bonus interventi fiscale

Commenta la notizia, interagisci...

    in evidenza

Dello stesso argomento