Condominio Web: Il condominio, gli Immobili e le locazioni
95881 utenti
Registrati
Il portale N.1 sul Condominio
La veranda abusiva che crea un pericolo per il territorio tutelato deve essere sottoposta a sequestro
Problema condominiale? Inviaci un quesito

La veranda abusiva che crea un pericolo per il territorio tutelato deve essere sottoposta a sequestro

Ecco perchè la veranda abusiva che crea un pericolo deve essere sequestrata

Ivan Meo  

La presenza di una veranda abusiva integra il requisito dell'attualità del pericolo, indipendentemente dal fatto che la costruzione sia o meno ultimata.

Requisiti tecnici. Anche se il codice civile vigente non contiene una disciplina specifica in materia di verande, sul un piano tecnico-giuridico è possibile qualificare la veranda come un manufatto costruttivo che determina una modifica esterna del territorio, suscettibile di rilievo urbanistico, ma privo di individualità propria, in quanto destinato ad integrare il restante edificio.

Per le sua intrinseche caratteristiche strutturali e funzionali può essere considerata come un nuovo locale autonomamente utilizzabile e difetta normalmente del carattere di precarietà, trattandosi di opera destinata non a sopperire ad esigenze temporanee con la successiva rimozione, ma a durare nel tempo, ampliando così il godimento dell'immobile (Cassazione, n.24086/2008).

La realizzazione di una veranda determina l'aumento della superficie utile di un appartamento e la modifica della sagoma dell'edificio, ne discende che il suddetto intervento richieda il previo rilascio della concessione di costruzione (Cons. Stato, sez. V, 8 aprile 1999, n. 394; Cons. Stato, 22 luglio 1992, n. 675).

La necessaria concessione edilizia per la costruzione. La Cassazione, con la recente la decisione del 13 aprile 2015, n. 15193, prendendo spunto dai precedenti arresti giurisprudenziali, rileva che nel caso di specie il manufatto abusivo veniva realizzato all'interno di un parco paesaggistico di particolare interesse pubblico, con la conseguenza che la chiusura permanente del balcone, creando un volume verandato, è opera destinata ad incidere negativamente sul paesaggio.

Il presupposto del reato. Il reato paesaggistico, ritenuto concordemente quale reato di pericolo, "si perfeziona quando viene messa in pericolo l'integrità paesaggistico- ambientale, ritenuta esistente quando l'agente abbia fatto un uso del bene diverso da quello cui esso è destinato od abbia posto in essere interventi idonei anche solo astrattamente a mettere in pericolo tale bene" (Cass. pen., sez. 3, sent.22 gennaio 2010, n. 2903).

In altre decisioni è stato affermato "che il pericolo può dirsi sussistente solo quando si sia realizzata una modificazione apprezzabile dell'assetto ambientale, e quindi un'incidenza in senso fisico ed estetico, rilevante anche sotto il profilo temporale, sulle caratteristiche del luogo sottoposto alla speciale tutela ambientale" (Cass. pen., sez. 3,sent. 11 maggio 2006 n. 16036).

L'effettivo danno paesaggistico. Nel caso di specie, la veranda utilizzata come ripostiglio integra gli estremi di un reato ambientale, perché vi è un concreto pericolo e l'offesa al territorio che la normativa paesaggistica mira a tutelare.

Quindi, secondo la costante giurisprudenza, il sequestro preventivo per reati paesaggistici, si verifica quanto vi è la mera esistenza di una struttura abusiva che integra il requisito dell'attualità del pericolo, indipendentemente dal fatto che la costruzione sia o meno ultimata, perché il rischio di offesa al territorio e all'equilibrio ambientale perdura in connessione con l'utilizzazione della costruzione ultimata e ciò a prescindere dall'effettivo danno al paesaggio e all'incremento del carico urbanistico.

Sulla stessa fattispecie lo stesso ente giudicate, con sentenza. 8 novembre 2013, n. 45181, aveva condannato l'imputato ricorrente per avere " realizzato due verande e nicchie per alloggiamento di elettrodomestici con sistemazione di pertinenze esterne in assenza di autorizzazione paesaggistica in zona vincolata e dichiarata di notevole interesse pubblico".

(Costruire una veranda senza il permesso dei condomini)

Scarica Corte di Cassazione, sez. IV Penale, 13 aprile 2015, n. 15193

Cerca: veranda abusiva pericolosa

Commenta la notizia, interagisci...

    in evidenza

Dello stesso argomento