Vai al contenuto
marodda

Obbligo passaggio al mercato libero energia

Partecipa al forum, invia un quesito

Danielabi dice:

Ti ringrazio per la risposta.

...se si tratta di una sorta di "refuso" del nuovo gestore, amen; se si tratta di "qualcosa" che mette il condomìnio in situazione svantaggiata, mi scoccia assai...

E giustamente. Non ho esperienza della precedente asta (per le piccole imprese, non i condomini) ma mi par proprio che abbiano preso di sana pianta da quella. Per curiosità chi è il beccamorto che ha mandato una cosa del genere?

Ti stavo scrivendo anche in risposta ad altro post. Tra poco t'arriva anche quello.

Danielabi dice:

Mi è arrivata la prima letterina di passaggio da SEN ad altro fornitore...

Il problema è che la letterina che è arrivata al condomìnio lo pone non nelle tutele graduali, ma nel servizio di salvaguardia...

Devo correre a cercare qualche fornitore nel mercato libero, ammesso che si possa uscire dalla salvaguardia in modo flessibile?
San @TGuido56 mi sai dire qualcosa a tal proposito?

Sarei curioso di leggere bene cos'hanno scritto.
Va detto che il peccato originale è di ARERA che ha un unico "Testo integrato...per...erogazione.. servizi.. vendita.. energia.. di ultima istanza" che comprende: maggior tutela (SEN), tutele graduali (STG), e salvaguardia. https://www.arera.it/allegati/docs/22/208-22tiv.pdf Classico papocchio all'italiana per disorientare gli utenti; assurdo mix di legalese e tecnichese.
Non mi meraviglierei che la lettera del nuovo fornitore sia "subdolamente confezionata" per far credere fischi per fiaschi. Un bieco stratagemma. 

 

Per tagliare la testa al toro manderei una PEC al fornitore per chiedere come e quando applicherà STG a seguito della cessazione del regime di maggior tutela. In questa non accennerei nemmeno né metterei in dubbio che non lo faccia. È un loro dovere, punto e basta.
Vediamo che rispondono (o non rispondono). Dopodiché, se non sortisce alcun effetto, prima li si minaccia di denuncia ad AGCM per pratica commerciale scorretta, e poi lo si fa davvero. In genere le multone di AGCM sono belle salate. E non guardano in faccia a nessuno. Mettiamo un po' di paura al venditore, facendogli credere di dare la storia in pasto alla stampa.
Certo è una scocciatura compilare il modulo AGCM. Mai sai che bella soddisfazione. 

 

Correre a cercare un fornitore nel mercato libero? Uscire dalla salvaguardia in modo flessibile?
Sinceramente ARERA non fa chiarezza (e quando ma lo fa?) neanche per STG. Ci si può rientrare nuovamente? L'unica cosa assodata è che "nell'interregno" tutela-STG, ossia tra gennaio e marzo 2023, non si poteva rientrare in tutela. A buon senso direi per questioni tecniche di passaggio di staffetta tra SEN e fornitore STG. Ma dopo? Se queste basi non vengono esplicitate come si può aver fiducia nelle istituzioni? L'info-rubbish che c'è su Internet dice che non si può rientrare, ma senza che vengano mai citati documenti ufficiali a supporto. 

TGuido56 dice:

Per curiosità chi è il beccamorto che ha mandato una cosa del genere?

A2A (uno dei tre del servizio di salvaguardia)

 

TGuido56 dice:

Non mi meraviglierei che la lettera del nuovo fornitore sia "subdolamente confezionata" per far credere fischi per fiaschi

Piu' tardi la posto....ora non ho tempo 🙂 (grazie)

 

nervino100 dice:

Dany se ho capito bene entro il primo aprile potevi fare la scelta del mercato libero e non l'hai fatta .... vero ?  comunque anche se ti arrivera' la prima bolletta dal gestore del servizio di salvaguardia dopo puoi sempre revocare e fare la tua nuova scelta

Si, vero....fiduciosa di finire in STG e in attesa che si "calmino le acque"

 

Danielabi dice:

Mi è arrivata la prima letterina di passaggio da SEN ad altro fornitore...

Più sopra Alberto segnalava l'Allegato C alla delibera 208/2022/R/eel di ARERA https://www.arera.it/allegati/docs/22/208-22allc.pdf È la comunicazione obbligatoria che doveva essere inclusa nelle bollette pre-passaggio a STG, e che avverte appunto (e anche assicura) del passaggio automatico in STG. Era arrivata? 

 

TGuido56 dice:

Più sopra Alberto segnalava l'Allegato C alla delibera 208/2022/R/eel di ARERA https://www.arera.it/allegati/docs/22/208-22allc.pdf È la comunicazione obbligatoria che doveva essere inclusa nelle bollette pre-passaggio a STG, e che avverte appunto (e anche assicura) del passaggio automatico in STG. Era arrivata? 

 

Quell'informativa credo sia arrivata a tutti con le fatture SEN di metà 2022 e ci fu anche una discussione in cui se ne parlava. A me quella informativa arrivò unitamente alla fattura SEN di luglio/agosto 2022. Eccola qua:

 

informativa.JPG.60e406339906b9930674270647e93626.JPG

TGuido56 dice:

Più sopra Alberto segnalava l'Allegato C alla delibera 208/2022/R/eel di ARERA https://www.arera.it/allegati/docs/22/208-22allc.pdf

Trattasi della versione precedente ...

Quella successiva ...

Allegato C aggiornato con delibera 586/2022/R/eel

www.arera.it/allegati/docs/22/208-22allc_ti.pdf

 

Seguono differenze evidenti

PRIMA / DOPO

La informiamo che, dal 1° gennaio 2023 ...

La informiamo che, dal 1° aprile 2023 ...

 

PRIMA / DOPO

Può verificare al seguente indirizzo, a partire da ottobre 2022 ...

Può verificare al seguente indirizzo, a partire dal 16 dicembre 2022,

qual è il venditore assegnatario del STG della Sua zona

 

Sul parametro Ω (OMEGA)

www.arera.it/it/docs/20/297-20.htm

pubblicata sul sito www.arera.it in data 29 luglio 2020

Consultazione 28 luglio 2020
297/2020/R/eel

Servizio di salvaguardia dell’energia elettrica:

Orientamenti per la revisione delle procedure concorsuali

per l’assegnazione del servizio e della regolazione del medesimo

 

INTERVALLI ...

www.youtube.com/watch?v=QxCeHLTfN1k

www.youtube.com/watch?v=6IKwiV4dioQ

Aggiornamento. TIV docet! https://www.arera.it/allegati/docs/22/208-22tiv.pdf
TITOLO 4 SERVIZIO DI SALVAGUARDIA
Articolo 47
47.2 I clienti aventi diritto alla salvaguardia comprendono... i clienti... diversi dai clienti... al comma 8.2,... 33.2 e... 40.2.
SEZIONE 2 CONDIZIONI DI EROGAZIONE DEL SERVIZIO A TUTELE GRADUALI PER LE MICROIMPRESE
Articolo 40
40.2 I clienti aventi diritto al servizio a tutele graduali comprendono:
b) i clienti finali... al comma 2.3 lettere b) o c), purché... con potenza... inferiore... a 15 kW e... non... titolari di... contratto... di mercato libero.
Articolo 2
2.3 c) punti di prelievo in bassa tensione:
ii. per gli usi diversi da quelli di cui alle lettere a), e b) del presente comma e al precedente punto i); [ossia]
a) ...clienti... domestici
b) ...illuminazione pubblica...
i. ...pompe di calore... ricariche veicoli elettrici...

 

In termini comprensibili: l'elettricità condominiale (che non è né domestica né pompe di calore né ricarica auto elettrica) se non è già passata al mercato libero ha diritto (40.2) alla tutela graduale e pertanto è esclusa (47.2) dalla salvaguardia.

Alberto.Cannaò dice:

Trattasi della versione precedente ...

Quella successiva ...

Allegato C aggiornato con delibera 586/2022/R/eel

www.arera.it/allegati/docs/22/208-22allc_ti.pdf

 

Seguono differenze evidenti

PRIMA / DOPO

La informiamo che, dal 1° gennaio 2023 ...

La informiamo che, dal 1° aprile 2023 ...

 

PRIMA / DOPO

Può verificare al seguente indirizzo, a partire da ottobre 2022 ...

Può verificare al seguente indirizzo, a partire dal 16 dicembre 2022,

qual è il venditore assegnatario del STG della Sua zona

 

Sul parametro Ω (OMEGA)

www.arera.it/it/docs/20/297-20.htm

pubblicata sul sito www.arera.it in data 29 luglio 2020

Consultazione 28 luglio 2020
297/2020/R/eel

Servizio di salvaguardia dell’energia elettrica:

Orientamenti per la revisione delle procedure concorsuali

per l’assegnazione del servizio e della regolazione del medesimo

 

INTERVALLI ...

www.youtube.com/watch?v=QxCeHLTfN1k

www.youtube.com/watch?v=6IKwiV4dioQ

Era solo per rinforzare il diritto al passaggio automatico in STG e non alla salvaguardia, come sembra succeda a Daniela.

Ma poi mi sono risposto da solo. Anzi di più perché il TIV dice chiaro (art. 47.2) che chi ha diritto a STG non può essere schiaffato in salvaguardia. 

TGuido56 dice:

Era arrivata?

Si.

 

TGuido56 dice:

In termini comprensibili: l'elettricità condominiale (che non è né domestica né pompe di calore né ricarica auto elettrica) se non è già passata al mercato libero ha diritto (40.2) alla tutela graduale e pertanto è esclusa (47.2) dalla salvaguardia.

Ecco, bon.....quindi devo andare all'assalto di A2A. Domani Pec!!!
Scusami, ma non riesco ad ottenere un'immagine chiara della lettera che mi è arrivata, se riesco la posto.

In ogni caso questo è l'incipit della lettera:

La informiamo che A2A Energia spa a seguito della procedura concorsuale pubblica di cui alla legge 3 agosto 2007 n. 125/07, è stata individuata quale esercente il servizio di salvaguardia per la fornitura di energia elettrica nei territori di Lombardia per il periodo 1 gennaio 2023 - 31 dicembre 2024. Pertanto a far data dal 01/04/2023, il suo punto di fornitura sarà servito da A2A Energia spa nel servizio di salvaguardia.

Danielabi dice:

Si.

 

Ecco, bon.....quindi devo andare all'assalto di A2A. Domani Pec!!!

Aggiungo alcuni altri importanti elementi, per maggior comprensione.
Leggo: "A2A Energia spa... è stata individuata quale esercente il servizio di salvaguardia per la... Lombardia". Male!!
Il passaggio automatico in STG doveva avvenire con Sorgenia (non A2A) perché è Sorgenia che ha vinto l'asta su Milano (comune e provincia), Mantova, Bergamo, Brescia, Como, Cremona, Lecco, Lodi... Vedere https://www.acquirenteunico.it/sites/default/files/documenti/Pubblicazione esiti STGMI.pdf
Quindi la letterina doveva arrivare da Sorgenia, non da A2A. A2A non può fornire STG in Lombardia, semplicemente perché non è abilitata a farlo. Bel pasticcio.

 

Al contrario sulla pagina https://business.a2aenergia.eu/salvaguardia leggo che A2A è sì abilitata a fornire servizio di salvaguardia in Lombardia, ma che si applica a "... imprese e enti pubblici... [con] fornitura in media o alta tensione oppure... in bassa tensione con oltre 50 dipendenti o con un fatturato annuo superiore a 10 milioni di euro".
Quindi la salvaguardia copre tutt'altra utenza, non condomini o microimprese.

 

Allora la "mossa giusta" è sì avvisare A2A, ma segnalando che:
- la vostra utenza NON è impresa né ente pubblico soggetto a salvaguardia, ma piuttosto microimpresa-condominio soggetto a STG
- A2A non è abilitata a fornire STG in Lombardia
- A2A è quindi obbligata a "passare" la vostra utenza a Sorgenia
- A2A va diffidata dall'aprire contratto e emettere bollette sulla vostra utenza
È giusto farlo, perché se si parte col piede sbagliato son capaci poi di spedire bolletta (in salvaguardia) e chiederne il pagamento. PEC A2A: a2a.energia@pec.a2a.eu

 

Forse va fatta la contromossa opposta con Sorgenia, comunicandogli gli estremi dell'utenza (POD, intestatario, indirizzo) perché l'acquisiscano in STG. PEC Sorgenia: sorgenia@legalmail.it

Non telefonerei a Sorgenia perché, seppur gentilissimi, t'intortano o comunque è capace che fan quel che vogliono.

Non telefonerei nemmeno allo sportello per il consumatore di ARERA: si sta in coda con la musichetta per un bel po', poi ti passano a un altro interno, e poi... non ne sanno una mezza.

 

Per i condomini non mi risulta che, pre-attivazione STG, andasse compilata e rimandata nessuna autodichiarazione. L'autodichiarazione era obbligatoria nella tornata precedente di STG del 2021 (quella per le piccole imprese) per poter appunto discernere tra piccole e micro imprese in base a potenza elettrica, numero dipendenti e fatturato.
Ora, visto che le piccole imprese erano già state messe fuori gioco, rimanevano in maggior tutela solo gli "altri usi" (tra cui condomìni) e gli "usi domestici" (famiglie). Ma al fornitore non serve nessun elemento aggiuntivo per discernere tra gli uni e gli altri.

 

Non capisco proprio come possa essere successo un errore simile. In altri paesi europei si guardan bene dal chiudere la fornitura elettrica a tariffe statali e fanno bene. Mi trattengo dall'aggiungere cattiverie.
 

  • Mi piace 1
TGuido56 dice:

Il passaggio automatico in STG doveva avvenire con Sorgenia (non A2A)

Mi fa piacere "sentirtelo" scrivere, perchè anch'io ero convinta che sarebbe stato Sorgenia il nuovo gestore, così avevo letto nel sito Arera

 

TGuido56 dice:

Non capisco proprio come possa essere successo un errore simile

🤔 la mia proverbiale sfiga?

 

TGuido56 dice:

Mi trattengo dall'aggiungere cattiverie.

Ecco, siamo in due!

 

Ti tingrazio tantissimo per le informazioni e le indicazioni per A2A e Sorgenia, mi metto subito all'opera. 🙂

Vediamo che succede....se succede.

IL15 marzo ho fatto il passaggio della mia casa di abitazione dal s.e.n  a  poste energia .Stamane sono entrato con il mio account sul sito del servizio nazionale elettrico e trovo fornitura cessata , nell'ultima fattura il consumo di gennaio e febbraio è stato pagato , ho fatto il passaggio a poste energia  il 15 marzo ancora in fase di attivazione , sara attiva il primo giorno di maggio .

 

DOMANDA :

 

1- a quale gestore paghero' il consumo marzo - aprile ? forse al s.e.n ? ma come sara' possibile se non trovo piu la mia fornitura  ?

 

2 - quale gestore mi rimborsera' il deposito cauzionale che ho pagato tanti anni fa' al S E N ?

 

Leonardo quando avevi fatto il passaggio della tua casa come ti hanno risolto questi provlemi ?

Modificato da nervino100
nervino100 dice:

IL15 marzo ho fatto il passaggio della mia casa di abitazione dal s.e.n  a  poste energia .Stamane sono entrato con il mio account sul sito del servizio nazionale elettrico e trovo fornitura cessata , nell'ultima fattura il consumo di gennaio e febbraio è stato pagato  il 15 marzo ho fatto il passaggio a poste energia ancora in fase di attivazione , sara attiva il primo giorno di maggio .

 

DOMANDA :

 

1- a quale gestore paghero' il consumo marzo - aprile ? forse al s.e.n ? ma come sara' possibile se non trovo piu la mia fornitura  ?

 

2 - quale gestore mi rimborsera' il deposito cauzionale che ho pagato tanti anni fa' al S E N ?

 

Leonardo quando avevi fatto il passaggio della tua casa come ti hanno risolto questi provlemi ?

Stai tranquillo che pur avendo cessato la tua fornitura, come tu stesso hai evidenziato, puoi accedere anche ora per visualizzare e scaricare tutte le fatture SEN, immettendo il tuo codice cliente.

Se il passaggio avverrà il 1 maggio SEN ti emetterà una fattura a conguaglio verso la metà di maggio e ti scalerà tutti i depositi cauzionali e ti calcolerà anche gli interessi.

Con SEN non perdi niente e non è come con i fornitori del mercato libero che spesso ti fanno pagare due volte lo stesso consumo.

A me, tra depositi cauzionali ed interessi rimborsati, SEN ha riempito due pagine in fattura. Ecco uno stralcio:

 

deposito.JPG.f77d246da3d8bd4cd690ccbf0408e397.JPG

 

 

  • Grazie 1
Leonardo53 dice:

Stai tranquillo che pur avendo cessato la tua fornitura, come tu stesso hai evidenziato, puoi accedere anche ora per visualizzare e scaricare tutte le fatture SEN, immettendo il tuo codice cliente.

Se il passaggio avverrà il 1 maggio SEN ti emetterà una fattura a conguaglio verso la metà di maggio e ti scalerà tutti i depositi cauzionali e ti calcolerà anche gli interessi.

Con SEN non perdi niente e non è come con i fornitori del mercato libero che spesso ti fanno pagare due volte lo stesso consumo.

A me, tra depositi cauzionali ed interessi rimborsati, SEN ha riempito due pagine in fattura. Ecco uno stralcio:

 

 

 

 

Grazie Leo👍

Quindi paghero' al SEN

 

Stamane sono entrato immettendo il mio codice cliente e ho visualizzato tutte le fatture , ma riiusciro' a vedere anche l'ultima fattura del consumo di marzo aprile ?  Tu la vedevi oppure hai aspettato la fattura cartacea ?

 

nervino100 dice:

Grazie Leo

Quindi paghero' al SEN

 

Stamane sono entrato immettendo il mio codice cliente e ho visualizzato tutte le fatture , ma riiusciro' a vedere anche l'ultima fattura del consumo di marzo aprile ?  Tu la vedevi oppure hai aspettato la fattura cartacea ?

 

Io la vedevo e la vedo ancora. Nonostante sia passato al mercato libero dal 1 gennaio ho ancora l'accesso a SEN per visualizzare le fatture di loro competenza

  • Grazie 1
Leonardo53 dice:

Io la vedevo e la vedo ancora. Nonostante sia passato al mercato libero dal 1 gennaio ho ancora l'accesso a SEN per visualizzare le fatture di loro competenza

OK allora la vedro' anchio e saro' puntuale a pagarla con la carta postepay senza aspettare il cartaceo BUONA SERATA LEO

nervino100 dice:

OK allora la vedro' anchio e saro' puntuale a pagarla con la carta postepay senza aspettare il cartaceo BUONA SERATA LEO

Buona serata anche a te

Leonardo53 dice:

A me, tra depositi cauzionali ed interessi rimborsati, SEN ha riempito due pagine in fattura. Ecco uno stralcio: 

Sono stati precisi nel calcolare gli importi per i diversi tassi d'interesse legale

https://www.commercialistatelematico.com/interessi-legali

 

Nel mio caso non riportati

Potevo calcolarli in autonomia

Come per rimborso su fattura Gas per studio professionale

con errati calcoli degli di interessi di mora

su importi iniziali inventati

 

Enel Energia - Mercato libero dell'energia

TIPO BOLLETTA SINTETICA
CHIUSURA CONTRATTO O CESSAZIONE

 

Data attivazione fornitura 05/08/2021

(misteriosamente modificato da altra bolletta 01/09/2022)

Denominazione offerta Senza Orari Luce
Scadenza condizioni economiche 31/08/2023
Scadenza contratto Contratto a tempo indeterminato
Tipologia cliente Altri usi

 

Data richiesta disattivazione 06/03/2023

 

DETTAGLIO FISCALE
Totale spesa (A) 16,67 €
Spesa (V7*) 16,67 €
Altre partite non soggette IVA (B) -28,88 €
Deposito cauzionale contrattuale (VW*) -28,18 €
Interessi su deposito cauzionale (VA*) -0,70 €
Totale imposte e IVA (C) 4,56 €
Accisa sull'energia elettrica (entro 200000) su kWh 58 a 0,012500 €/kWh (V7*) 0,73 €
IVA 22% su imponibile di euro 17,40 3,83 €
Fuori campo IVA -28,88 euro
Totale Bolletta -7,65 €

 

Dettagli (qui omessi) riportati sull'ultima pagina della bolletta

nervino100 dice:

IL15 marzo ho fatto il passaggio della mia casa di abitazione dal s.e.n  a  poste energia .Stamane sono entrato con il mio account sul sito del servizio nazionale elettrico e trovo fornitura cessata...

Non ne so granché di questi dettagli. Credo poi che Leonardo abbia già detto quasi tutto.
Alcune informazioni si trovano su https://www.arera.it/atlante/it/gas/capitolo_1/paragrafo_1/domanda_6.htm
La tempistica mi pare giusta. Dipende anche dalla rinuncia o no al diritto ai 15 giorni di ripensamento. In tal caso si fa prima.
Va considerato che le bollette SEN storicamente non usano i mesi solari (dal 1º all'ultimo di ogni mese) ma periodi "sbilenchi". Invece tutti i contratti moderni si allineano al calendario.
Altra stranezza SEN è che le quote fisse sono anticipate di 1 mese: nella bolletta di (circa) gennaio-febbraio risulteranno caricate le quote fisse di febbraio e marzo.
Come sempre sembra tutto architettato per complicare ciò che potrebbe essere semplice.

 

A buon senso il contratto SEN appare cessato perché nell'interregno tra vecchio e nuovo contratto vengono bloccate altre azioni (ad es. cambio potenza, voltura...) che manderebbero in tilt il sistema. In realtà finché non c'è il passaggio di testimone (letture del contatore) tra SEN e Poste, tutto resta ancora in carico al SEN pure se il contratto sembra cessato. Il diritto alla continuità della fornitura elettrica è prioritario su tutto. Ergo non può esistere un periodo per quanto breve senza contratto.
L'ultima bolletta SEN... sarà un delirio: capire se il contratto è stato chiuso economicamente nel giusto è al di là della comprensione umana. Succede anche che la "bolletta postuma" SEN con conguagli e ricalcoli arrivi a distanza di (parecchi) mesi.

 

Per il calcolo e verifica correttezza degli importi ordinari (ossia dovuti ai normali consumi, non i termini extra di chiusura contratto) con SEN avevo usato in passato il sito gratuito e senza necessità di registrazione https://calcolobolletta.irienergy.eu Credo che funzioni ancora e venga aggiornato con tutte le tariffe attuali e pregresse. Ossia si può controllare l'esattezza anche delle bollette vecchie. Non so chi abbia fatto questo strumento. Meriterebbe una medaglia.

 

Il deposito cauzionale, se il pagamento avveniva con addebito bancario (RID), doveva già essere stato rimborsato in passato e in tal caso non figurerà in chiusura. Se no è il SEN che lo deve restituire. Poste chiederà o no un nuovo deposito in relazione alla modalità di pagamento. Se è con addebito autometico non devono chiedere niente. Però... molti fanno i furbi e ti permettono di inserire le coordinate bancarie solo a contratto avviato. Così si tengono in cassa, almeno per qualche mese, dei soldi in più. 
 

  • Grazie 1
TGuido56 dice:

Per il calcolo e verifica correttezza degli importi ordinari (ossia dovuti ai normali consumi, non i termini extra di chiusura contratto) con SEN avevo usato in passato il sito gratuito e senza necessità di registrazione https://calcolobolletta.irienergy.eu Credo che funzioni ancora e venga aggiornato con tutte le tariffe attuali e pregresse. Ossia si può controllare l'esattezza anche delle bollette vecchie. Non so chi abbia fatto questo strumento. Meriterebbe una medaglia.

A me risulta calcolatore non funzionante ...

... per generare il file PDF (?) gira all'infinito

Guida PDF non aggiornata ...

Video Youtube non aggiornati ...

Alberto.Cannaò dice:

A me risulta calcolatore non funzionante ...

Spiacente che non ti funzioni.
A me va su un iMac anteguerra (anno 2007) e su uno più moderno (2017). Per scrupolo ho provato con browser Firefox 110 (2023), Firefox 52 (2017), un Chrome vecchiotto (v. 103 del 2022), Safari varie versioni. Funziona sempre. Non ho provato con Edge né Explorer.

 

Posto quil'ultima bolletta vera SEN, sbianchettata sui soli dati sensibili https://files.catbox.moe/8ki44s.pdf importo 146,00 € 
La stessa bolletta calcolata col tool IRIEnergy https://files.catbox.moe/yhbvg2.pdf importo 146,01 €

 

Se ti accontenti di un tool più rudimentale: https://tutela.neocities.org/Bolletta
Risultati su https://tutela.neocities.org/Dettaglio?r=n&m=0&p=3&eb=263&f=27&t=20230106-20230305&bi=2&b=2 Importo 147,11 € a cui va poi sottratto a mano lo sconto bolletta elettronica 2 × 0,50 × (1+IVA) = 1,10 €. Importo finale 146,01 €

Tre software - quello di SEN e gli altri due - coincidenti a ±1 centesimo. Cose mai viste!

Danielabi dice:

Si.

 

Ecco, bon.....quindi devo andare all'assalto di A2A. Domani Pec!!!

Veh, m'è venuto di chiamare lo sportello per il consumatore di ARERA per esporgli la tua questione. La telefonata da me registrata la posto qui dato che chi m'ha risposto non lo fa a titolo personale ma come "pubblico ufficiale" rappresentante dell'Autorità. Non si contravviene alla privacy.

https://files.catbox.moe/etyak8.m4a Buon ascolto

TGuido56 dice:


Altra stranezza SEN è che le quote fisse sono anticipate di 1 mese: nella bolletta di (circa) gennaio-febbraio risulteranno caricate le quote fisse di febbraio e marzo.

 

 

 

grazie

quindi quando mi arriva l'ultima fattura devo pagare solo 1 quota fissa e cioe quella di aprile ?

1.PNG

Modificato da nervino100
TGuido56 dice:

Se ti accontenti di un tool più rudimentale: https://tutela.neocities.org/Bolletta

Confronto da paura con plenitude (ENI) - mercato libero

SEN in maggior tutela = € 220,23

     ENI mercato libero = €   64,39

 

in realtà occorre aggiungere

- acconti bollette precedenti = (25,47 + 10% IVA) = € 28,02 (approssimato)

- sconti espliciti e meno espliciti =  (8,29 + 10% IVA) = € 9,12 (approssimato)

 

consumo - 240 kWh

periodo - 01/11/2022 - 31/01/2023

potenza impegnata - 3 kW

Fascia F1   - 108

Fascia F2   -   98

Fascia F3   - 126

Fascia F23 - 224

 

SEN in maggior tutela = € 220,23

     ENI mercato libero = € 101,53 (meno 118,70)

Consumo Luce SEN.pdf

 

Consumo annuo dal 01/02/2022 al 31/01/2023

- 1.102 kWh
Fascia F1: 318 kWh
lun-ven h08-19
Fascia F2: 361 kWh
lun-ven h07-08 h19-23
sab h07-23

Fascia F3: 423 kWh
lun-sab h00-07 h23-24

dom h00-24


Spesa Energetica
Spesa energetica della presente bolletta: 64,39 €
Spesa energetica annua: 338,78 €
Somma della spesa energetica riferita alle bollette
emesse dal 08/02/2022 al 07/02/2023

Modificato da Alberto.Cannaò

Partecipa al forum, invia un quesito

×