Vai al contenuto
alelozzi

COMUNICAZIONE SPESE DETRAIBILI 2023

Buonasera, iniziare ad inserire dati su questa versione non definitiva, non è tempo perso, vero? :)

stupad83 dice:

Buonasera, iniziare ad inserire dati su questa versione non definitiva, non è tempo perso, vero? 🙂

Gli scorsi anni non lo è stato.

Senz'altro attendi la definitiva per inviare.

 

(p.s. oggi ho dato un'occhiata alla pagina nel sito AdE, non ho visto che sia una versione non definitiva, ma ho guardato velocemente.....)

Sorry....ho letto ora che non è definitivo...è pure evidenziato!! 😱

Salve, e grazie di aver avviato il thd.

Si sa già qual è la scadenza del 2024. Sulle pagine collegate al link segnalato riporta ancora quello dello scorso anno: 16/3/2023.

Grazie sempre ai moderatori per le puntuali risposte.

A.

Le scadenze sono quelle rituali:
1) invio ad AdE entro il 16 marzo per dipendenti e lavori occasionali

2) invio ad AdE entro il 31 ottobre per tutte le altre CU

3) invio ai percettori entro il 16 marzo (i lavoratori autonomi generalmente non sono così fiscali da volere la CU entro tale data, ma avrebbero ragione ad esigerla)

Danielabi dice:

Le scadenze sono quelle rituali:
1) invio ad AdE entro il 16 marzo per dipendenti e lavori occasionali

2) invio ad AdE entro il 31 ottobre per tutte le altre CU

3) invio ai percettori entro il 16 marzo (i lavoratori autonomi generalmente non sono così fiscali da volere la CU entro tale data, ma avrebbero ragione ad esigerla)

Io mi riferivo all'argomento del thd.... quindi le dichiarazioni per le detrazioni fiscali. 😊

Modificato da andrewr
andrewr dice:

Io mi riferivo all'argomento del thd.... quindi le dichiarazioni per le detrazioni fiscali. 😊

😄  ad una certa dovrei smettere.....

Il termine è il 16 marzo.

Vabbe', ora hai tutte le scadenze possibili 😃

  • Haha 1

Buongiorno, a me viene sempre scartato come documento non riconosciuto. Anche a voi?

 

angce1971 dice:

Buongiorno, a me viene sempre scartato come documento non riconosciuto. Anche a voi?

 

Risolto: Attenzione: Il software pubblicato è in versione non definitiva, in attesa della pubblicazione del Provvedimento e delle specifiche tecniche allegate. I file generati non potranno essere inviati telematicamente fino a comunicazione pubblicata con Avviso sul sito dei Servizi telematici

angce1971 dice:

Il software pubblicato è in versione non definitiva,

Si, infatti, come indicato piu' sopra. 🙂
Non andate di fretta! C'è tempo...esattamente un mese.

Apro le danze😁: Come ogni volta, prima di inviare il file ad AdE, chiedo conferma ai proprietari quale beneficiario indicare tra proprietari e usufruttuari. La domanda è: per gli appartamenti in cui sono presenti entrambe le figure e il bonifico (al conodminio) l'ha fatto il proprietario, può l'usufruttuario (es. il figlio) detrarre, o si deve per forza indicare il soggetto che ha effettuato il bonifico?

 

Io sarei per la possibilità di indicare chi si vuole tra gli aventi titolo idoneo, ma alcuni commercialisti sono tassativi sull'indicare il CF del "bonificante". Ma si sa i commercialisti non se ne intendono...😂 (si scherza ovviamente). A me non pare che Ade sia così tassativa comunque, visto che il bonifico parlante lo fa l'amministratore, non il singolo. Attendo vs. conferme/smentite.

ZIOMARIO dice:

La domanda è: per gli appartamenti in cui sono presenti entrambe le figure e il bonifico (al conodminio) l'ha fatto il proprietario, può l'usufruttuario (es. il figlio) detrarre, o si deve per forza indicare il soggetto che ha effettuato il bonifico?

Punto primo: non sei tenuto a verificare chi abbia effettuato il pagamento.
Punto secondo: non sei tenuto a stabilire chi debba detrarre, lo stabilisce il contribuente.
Punto terzo: quando ci sono piu' possibili beneficiari, chiedi a loro (e fatti scrivere chi sia il vincitore della lotteria! 😉)

Punto quarto: solitamente gli interventi "straordinari" sono a carico del nudo proprietario, ma puo' essere che ci sia un accordo per cui tutti i costi, straordinari e ordinari, li accolla l'usufruttuario
Punto quinto: in sintesi, fatti dire chi devi indicare come beneficiario della detrazione, punto 😃

 

ZIOMARIO dice:

alcuni commercialisti sono tassativi sull'indicare il CF del "bonificante"

E hanno ragione, perchè conditio sine qua non è che si sostenga il costo. E' vero che è il bonifico dell'amministratore che determina il momento in cui sorge la detrazione, ma è altrettanto vero che il costo, nel vero senso della parola, lo sostiene il condòmino.

Come dicevo sopra: non sta a te verificare chi abbia bonificato, sta a te chiedere al contribuente cosa intende fare. Se sceglie lui, tu non sbagli. 🙂

  • Mi piace 1

Ok grazie Dany molto esaustiva, ma sono ancora confuso. Il caso classico che avevo in testa è: padre proprietario, figlio usufruttuario. A me (amministratore) mi ha inviato il bonifico della quota di competenza dei lavori di manutenzione ordinaria, il padre.

 

La domanda è: posso indicare il CF del figlio (usufruttuario), o devo indicare tassativamente il CF del proprietario (padre) come sostiene il commercialista?

 

Ovviamente vorrei mettere il figlio in quanto così mi aveva chiesto il condòmino, non per mia iniziativa ☺️

 

ZIOMARIO dice:

A me (amministratore) mi ha inviato il bonifico della quota di competenza dei lavori di manutenzione ordinaria, il padre.

Questa parte la dovresti sorvolare, come non esistente: non ti compete. 🙂

Ma non mi ascolta mai nessuno, tutti a verificare chi ha fatto il bonifico (capisco, poi sono botte con i condòmini)

Se indichi i dati del proprietario, non sbagli mai, perchè, tipicamente, la detrazione compete al proprietario.

Nel tuo caso, poi, i soldi li ha messi il padre, quindi ha diritto il padre.

Se il condòmino ti ha indicato altro, per non arrivare a futuri insulti, fagli presente il "problema": si consulterà lui con il suo commercialista e ti dirà cosa inserire. Fai cio' che vuole il condòmino, ma fattelo scrivere!

  • Mi piace 1
Danielabi dice:

1. Nel tuo caso, poi, i soldi li ha messi il padre, quindi ha diritto il padre...

2. ...Fai cio' che vuole il condòmino, ma fattelo scrivere!

Ora Danny non mi ci mandare🙈, ma se la legge dice che ha diritto a detrarre chi ha pagato (come desumo dalla tua affermazione al punto 1.) non dovrei nemmeno chiedere niente al condòmino per sapere quale CF indicare. Prendo il nome di chi ha pagato e metto quello. E se faccio diversamente, anche su indicazione dei proprietari, in pratica non sto agendo correttamente. 

 

Quindi la vera domanda è: ma davvero sempre e comunque ha diritto a detrarre solo colui che invia il bonifico al condominio? O l'avente diritto è uno, a loro scelta, tra i titolari di un diritto reale? Qui mi sembrava di aver capito così, ma forse interpreto male https://www.agenziaentrate.gov.it/portale/it/web/guest/schede/agevolazioni/detrristredil36/achispetta-detrristredil36#:~:text=Pertanto%2C sono legittimati a fruire,l'inquilino o il comodatario

 

L'art. 16bis del Tuir indica che siano detraibili dal reddito gli importi sostenuti per....

Quindi, il soggetto che ha diritto è sempre chi paga, MA....

i soggetti sono limitati: proprietario, titolare di diritto reale, coniuge, famigliare convivente......

Fra questi soggetti, detrae chi paga, sempre.

E quando il c/c è cointestato?

Puo' detrarre uno o l'altro o entrambi.

E' vero che in presenza del pagamento di un soggetto che rientra fra gli aventi diritto non dovresti porti domande: indichi lui, e buonanotte al secchio.

MA  per mera esperienza, i contribuenti spesso si basano sul fatto che i controlli sono quasi inesistenti, quindi puntano a farla franca.

Se indichi il proprietario pagante, senz'altro fai cosa buona e giusta. Ti consiglio comunque di avvisare il condòmino che la pensa diversamente, giusto giusto per non dover litigare in futuro.

  • Mi piace 1

Scusate ma qualcuno di Voi ha avuto problemi ad installarlo? a me non mi si apre in alcun modo...

xunmondomigliore dice:

Scusate ma qualcuno di Voi ha avuto problemi ad installarlo? a me non mi si apre in alcun modo...

Hai provato ad aprire l'icona che avevi lo scorso anno? Dovrebbe essersi aggiornata con la versione attuale che hai scaricato

xunmondomigliore dice:

Scusate ma qualcuno di Voi ha avuto problemi ad installarlo? a me non mi si apre in alcun modo...

E' un applicazione in Java, quindi devi avere la Java vm installata, altrimenti non parte. Controlla se hai Java altrimenti installalo.

Danielabi dice:

Hai provato ad aprire l'icona che avevi lo scorso anno? Dovrebbe essersi aggiornata con la versione attuale che hai scaricato

nessuna icona dello scorso anno...questo è un altro computer e non ho avuto bisogno di fare tali comunicazioni dal 2019

ZIOMARIO dice:

E' un applicazione in Java, quindi devi avere la Java vm installata, altrimenti non parte. Controlla se hai Java altrimenti installalo.

Ho installata java 8 up date 401 (64bit)

xunmondomigliore dice:

Ho installata java 8 up date 401 (64bit)

bene, allora c'è un disallineamento fra Java e il software....

spero che arrivino gli esperti, io detesto Java e non saprei darti una mano...😊

Buonasera, ma con il decreto che ha tirato fuori la Meloni il 17/02/2023, non sono più possibili le cessioni del credito. Quindi se prima il marito cedeva alla moglie il suo credito e viceversa, ora non è più possibile, corretto?

ruben dice:

Buonasera, ma con il decreto che ha tirato fuori la Meloni il 17/02/2023, non sono più possibili le cessioni del credito. Quindi se prima il marito cedeva alla moglie il suo credito e viceversa, ora non è più possibile, corretto?

Dipende: per chi ha un credito derivante da interventi con Cilas presentata entro novembre 2022, delibera assembleare che dispone l'avvio dei lavori è ancora possibile la cessione e/o sconto in fattura. La prima cessione è libera, pertanto è ancora possibile (solo per i detti lavori) cedere al coniuge.

Se non c'è cilas presentata entro....delibera....cessione e sconto non sono piu' possibili, neppure verso banca.

  • Mi piace 1

Domando se il campo "Progressivo Edificio" sia corretto che sia Zero. Peraltro non mi pare modificabile e l'help in linea non chiarisce più di tanto. Va bene così nel caso di un solo condominio fatto da 9 unità immobiliari?

 

Immagine 1.jpg

ZIOMARIO dice:

Domando se il campo "Progressivo Edificio" sia corretto che sia Zero. Peraltro non mi pare modificabile e l'help in linea non chiarisce più di tanto. Va bene così nel caso di un solo condominio fatto da 9 unità immobiliari?

 

Immagine 1.jpg

Si, certamente.

Il campo è da valorizzare in caso di supercondominio.

  • Mi piace 1
Danielabi dice:

Dipende: per chi ha un credito derivante da interventi con Cilas presentata entro novembre 2022, delibera assembleare che dispone l'avvio dei lavori è ancora possibile la cessione e/o sconto in fattura. La prima cessione è libera, pertanto è ancora possibile (solo per i detti lavori) cedere al coniuge.

Se non c'è cilas presentata entro....delibera....cessione e sconto non sono piu' possibili, neppure verso banca.

Quindi io che ho interventi senza cilas, delibere e via dicendo, ma solo detrazioni per spese ristrutturazione (50%) non c'è più cessione. Almeno ci siamo liberati della CIR

  • Mi piace 1
×