Vai al contenuto
Condominio Web: Il condominio, gli Immobili e le locazioni
Datch

Pilastri condominiale

Buon giorno,mi sono appena iscritto e vorrei farvi una domanda semplice che a molti ho fatto trovando risposte contrastanti.Il mio vicino di casa il quale abita sotto di me ha comprato l'appartamento a fianco il suo,allargandosi insomma, nel fare i lavori di ristrutturazione ha ben pensato di tirare via tutto il muro di divisoria o di confine come dir si voglia di spessore 30 cm. per una lunghezza di 3 m. Trovando nel suo interno un pilastro condominiale.Il genio da quello che sò ha fatto tutto a regola d'arte ,comune concessione edilizia,ingegnere con relativa statica ma si è dimenticato di fare una assemblea straordinaria per avvertire sia noi condomini e sia all amministratore del lavoro di abbattimento di un pilastro.Adesso vi chiedo .....io come condomino posso fare causa ???????So che i pilastri muri portanti e travi sono parti comuni.Cosa posso fare????Grazie della vs. Cortese attenzione

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

ciao

 

ma se ha fatto tutto regolare, avrebbe dovuto avvertire l'amministratore che deve vigilare sul bene comune. Gli hai segnalato qualcosa ? Chiedigli di verificare ? Poi, eventualmente, a bocce ferme, potrai valutare il da farsi.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Si glie l ho detto io all amministratore il quale dopo accertamenti al comune e all ufficio pilastri....mi ha detto sue testuali parole ....è tutto in regola cosa che per me non lo è affatto.Adesso ho intenzione di fare un assemblea straordinaria con all ordine del giorno.....appunto che il sig. Talis de talis ha toccato parti comuni così almeno abbiamo qualcosa di scritto.Dato che so che si ha 5 anni per valersi sul lavoro che ha fatto...prima che vada tutto a remengo.Però volevo sapere da voi se posso buttarmi in questa bolgia burocratica.....o è tempo perso ....????voglio che il sig. Talis rimetta il pilastro so che in comune quando gli danno la concessione edilizia c è la frase ...salvo diritti di terzi....

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Se la rimozione del pilastro ha compromesso la staticità dell'edificio non poteva farlo ma se questo non è successo ( tu stesso scrivi che ha fatto tutto a regola d'arte tramite la collaborazione di un ingegnere )e l'edificio nel suo complesso non ha subito danni, non vedo il problema.

Tu scrivi:

"si è dimenticato di fare una assemblea straordinaria per avvertire sia noi condomini e sia all amministratore" ebbene non era suo compito richiedere ( fare no sicuramente) un'assemblea ma doveva solo avvisare l'amministratore al quale è demandato il compito di riferirne all'assemblea.

Articolo 1122 Opere su parti di proprietà o uso individuale

“Nell'unità immobiliare di sua proprietà ovvero nelle parti normalmente destinate all'uso comune, che siano state attribuite in proprietà esclusiva o destinate all'uso individuale, il condomino non può eseguire opere che rechino danno alle parti comuni ovvero determinino pregiudizio alla stabilità, alla sicurezza o al decoro architettonico dell'edificio. In ogni caso è data preventiva notizia all'amministratore che ne riferisce all'assemblea”.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Allora diciamo che ha causato una crepa di 0;5 millimetri lungo tutto il muro a fianco il mio appartamento,sfortuna vuole che il condomino non gli ha fatto causa.Io un giorno sono andato per fargli le foto ma non me le ha fatte scattare.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Cosa intendi per "muro a fianco il mio appartamento"? Se non ti ha fatto fare la foto è perché per farla devi accedere alla sua proprietà privata?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Allora io abito al piano di sopra e quella a fianco a me sul muro confinante insomma ha avuto una crepa lungo tutto il perimetro verticale la mia vicina non mi ha fatto fare le foto io sul mio muro non ho avuto niente

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Da quello che ho potuto capire quello che ha una crepa è una tramezza tra il tuo appartamento e quello a fianco; se è così tale muro non è portante e quindi mi chiedo: se nel tuo appartamento è tutto a posto e la tua vicina non ha problemi cosa c'entri tu? e cosa c'entra il pilastro condominiale?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Nell'unità immobiliare di sua proprietà ovvero nelle parti normalmente destinate all'uso comune, che siano state attribuite in proprietà esclusiva o destinate all'uso individuale, il condomino non può eseguire opere che rechino danno alle parti comuni ovvero determinino pregiudizio alla stabilità, alla sicurezza o al decoro architettonico dell'edificio. In ogni caso è data preventiva notizia all'amministratore che ne riferisce all'assemblea”.

 

Appunto è quello che ha fatto ha tirato via un pilastro condominiale in verticale perché ha tirato via una tramezza che divideva i due locali....è nella tramezza ha trovato uno o due pilastri verticali ,siccome capitava in mezzo alla stanza ha pensato bene di mettere una putrella a soffitto eliminando appunto il pilastro.Adesso vi chiedo è normale che burocraticamente ha fatto tutto a regola cioè ...comune concessione edilizia e di un ingegnere che ha fatto la statica....ma NON ha chiesto niente al condominio e non ha avvertito L amministratore posso io rivalermi o è tempo perso?????.Spero di essere stato chiaro.Grazie mille

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Nell'unità immobiliare di sua proprietà ovvero nelle parti normalmente destinate all'uso comune, che siano state attribuite in proprietà esclusiva o destinate all'uso individuale, il condomino non può eseguire opere che rechino danno alle parti comuni ovvero determinino pregiudizio alla stabilità, alla sicurezza o al decoro architettonico dell'edificio. In ogni caso è data preventiva notizia all'amministratore che ne riferisce all'assemblea”.

 

Appunto è quello che ha fatto ha tirato via un pilastro condominiale in verticale perché ha tirato via una tramezza che divideva i due locali....è nella tramezza ha trovato uno o due pilastri verticali ,siccome capitava in mezzo alla stanza ha pensato bene di mettere una putrella a soffitto eliminando appunto il pilastro.Adesso vi chiedo è normale che burocraticamente ha fatto tutto a regola cioè ...comune concessione edilizia e di un ingegnere che ha fatto la statica....ma NON ha chiesto niente al condominio e non ha avvertito L amministratore posso io rivalermi o è tempo perso?????.Spero di essere stato chiaro.Grazie mille

Prima di accusare e preoccuparti magari inutilmente, fai un accesso agli atti in comune e verifica quanto dovuto.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Non è detto che il progetto presentato al comune menzioni il pilastro e soprattutto la sua demolizione...... a proposito i pilastri non vanno MAI demoliti.

Poi cosa significa: cosa si intende con statica ?

 

E del punto di vista statico cosa ha prodotto ???

Poi in comune non esigono "uffici pilastri"....

 

A mio avviso quando è stato fatto e' estremamente grave ai fini della sicurezza strutturale dell'edificio condominiale

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Non è detto che il prof presentato al comune menzioni il pilastro e soprattutto la sua demolizione...... a proposito i pilastri non vanno MAI demoliti. Poi cosa significa: cosa si intende con statica ? E del punto di vista statico cosa hai prodotto ???

Menzionerà ben qualcosa delle opere a maggior ragione se " strutturali" e se insufficiente giustificherà un approfondimento.

A mio giudizio, si deve imparare prima ad informarsi e poi ad agire opportunamente sulla base delle informazioni acquisite.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Certo meglio "prima ad informarsi e poi ad agire". Ma in tutto questo episodio e dato anche la sua complessità lascerei indagare e verificare un tecnico, incaricato per lo scopo. Interessati dovrebbero essere tutti i condo'mini ....perché è in gioco la sicurezza di tutto l'edificio.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Certo meglio "prima ad informarsi e poi ad agire". Ma in tutto questo episodio e dato anche la sua complessità lascerei indagare e verificare un tecnico, incaricato per lo scopo. Interessati dovrebbero essere tutti i condo'mini ....perché è in gioco la sicurezza di tutto l'edificio.

Veniamo al lato pratico ed anche professionale:

 

- secondo te se davvero la sicurezza è in pericolo perderesti tempo su un forum o anche se da solo non saresti già volato in comune a verificare il verificabile?

 

- secondo te un tuo collega firma qualcosa di abusivo e certifica una staticità che non è garantita?

 

Per esperienza spesso si "pensa" che qualcosa non sia stato fatto a regolare d'arte, si "presuppone" che non si siano rispettate le condizioni di sicurezza, mai si verifica prima di supporre.

Ecco perchè suggerisco prima di ogni cosa di fare un accesso agli atti, estrarre le copie necessarie w solo poi consultare un tecnico, agire interpellando chi si ritiene opportuno, anche l'intera compagine condominiale se necessario.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

- secondo te se davvero la sicurezza è in pericolo perderesti tempo su un forum o anche se da solo non saresti già volato in comune a verificare il verificabile?

Dipende dalle percezioni che si hanno, la sicurezza o la non sicurezza puo essere un qualcosa di latente.

Al momento le strutture "sopportano" il peso proprio, ma basta un non nulla per cambiare la situazione.

Poi ci si stupisce che con sisma di magnitudo 3 crollano gli edifici !!!

 

- secondo te un tuo collega firma qualcosa di abusivo e certifica una staticità che non è garantita?

per questo chiedevo

Poi cosa significa: cosa si intende con statica ?

 

E del punto di vista statico cosa ha prodotto ???

Poi in merito al collega: trovo estremamente singolare che un tecnico ingegnere abbia prima avvallato la demolizione di un pilastro di telaio strutturale, per poi dimostrarne la fattibilità (SEMPRE che tale dimostrazione esista) in termini di sicurezza sismo-statica dell’edificio

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Poi in merito al collega: trovo estremamente singolare che un tecnico ingegnere abbia prima avvallato la demolizione di un pilastro di telaio strutturale, per poi dimostrarne la fattibilità (SEMPRE che tale dimostrazione esista) in termini di sicurezza sismo-statica dell’edificio

Appunto...........

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Ossia con il tuo "Appunto", convieni con me :

"trovo estremamente singolare che un tecnico ingegnere abbia prima avvallato la demolizione di un pilastro di telaio strutturale, per poi dimostrarne la fattibilità (SEMPRE che tale dimostrazione esista) in termini di sicurezza sismo-statica dell’edificio"

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Io non sto dicendo se ha fatto tutto a regola d arte L ingenere....anzi ha cannato dato che si sono verificate delle crepe al piano di sopra ma voglio sapere solo se io condomino riesco se vado giù al comune a rifarglielo mettere come era prima.Daltronde il comune si para le ciappet......con la scritta ...salvo diritti di terzi.Ma L art 1117 c.c è 1122 a cosa servono???????

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Nei post precedenti ti e' stato chiesto cosa intendi per statica e quali documenti sono stati prodotti per essa.

 

Poi si puoi chiedere che sia messo come era prima, ma in questo il comune non vi entra ma dovete essere voi del condominio a mettere in essere azioni tali affinché ciò si attui.

 

Spesso qui ci lamentiamo spesso dei consensi condominiali chiesti dal comune ai fini del consenso comunale, se questo fosse avvenuto anche questa volta sarebbe stato benedetto dal condominio.

Ma questo dipende anche da come la pratica edilizia e' stata impostata......fin quando non mi si dice il contrario io dico che nella pratica non si fa cenno ad un pilastro da demolire.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Infatti nella concessione edilizia rilasciata dal comune non vi è scritta della demolizione di un pilastro ho letto due volte la sua concessione e non vi è nessuna voce

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Come si voleva dimostrare!!!!

 

Ma allora perché all'inizio scrivi

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Per la demolizione di pilastri o altre strutture portanti mi sembra di ricordare che serve il consenso o non so come si chiama del Genio Civile, è così ?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

be io direi meglio il Genio Militare perchè sono autorizzati a mettere le bombe ..... cosi le demolizioni riescono meglio !!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Ok,ieri sono andato in comune a vedere se c é bisogno dell assemblea condominiale e del consenso di tutti i condomini per l abbattimento del pilastro.Uno dell ufficio ha detto che in casa sua può fare quello che vuole non era costretto a chiedere al condominio.Boh non so che dire,poi ho fatto vedere a un mio amico ingegnere statico il lavoro e i calcoli eseguiti dal l'altro ingegnere e mi ha detto che ha usato materiali sottodimensionati tipo ferro hb160.Che secondo lui è piccolo per sostenere altri due piani sopra più il tetto.Non sò più che fare,vorrei intraprendere le vie legali che mi consigliate???Vorrei far fare una relazione dal mio amico ingegnere,far vedere questa relazione ai condomini con una assemblea straordinaria o ordinaria (ottobre2017).Far capire insomma che L inquilino sotto di me non ha fatto dei lavori diciamo.....a regola d arte e che si parla di sicurezza dello stabile.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

ciao Datch

 

secondo me ti imbarchi in una azione dagli esiti quasi del tutto negativi, salvo che non venga data importanza sostanziale a qualche formalità accessoria.

 

I calcoli ci sono, visto che affermi che il tuo ingegnere considera sottodimensionati quelli dell'altro collega. Qui entriamo in un ginepraio. Non esiste una regola matematica per la teoria del ferro, ma un calcolo teorico con verifica della portata dove si arriva a risultati univoci, specie se poi il tuo amico, usa il metodo "melius abundare quan deficere".

 

Quindi, o è contestata la determinazione del primo, o il parere del secondo, deve le linee di demarcazione sei due sistemi di calcolo sono abbastanza prossimi.

 

Lasciata perdere la questione staticità, rimane l'uso delle parti comuni regolato dall'art. 1102 cod. civ., dove a te la contestazione rimarrebbe solo per il mancato preavviso e per l'estetica modificata., peccati veniali. La risposta del tecnico comunale, anche non del tutto precisa in materia condominiale, dovrebbe comunque rincuorarti.

 

Se fosse poi vero il tuo assunto, perchè aspettare sino ad ottobre ?

Nel frattempo vivi con il dente sollevato ?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
×