Vai al contenuto
tonivuolo

Ripartizione consumi acqua - come vengono ripartiti i consumi?

Buongiorno a tutti,

a distanza di tempo mi reinserisco sull'argomento perchè ho portato in assemblea la richiesta di richiedere l'obbligatorietà dell'installazione dei contatori individuali, ma l'amministratore l'ha respinta specificando che nel regolamento di condominio (del 1926 !!) era indicato che i condomini avevano la facoltà di mettere i contatori.

A parte chiedermi se nel 26 esistessero già i contatori individuali, chiedo: è possibile che in caso di obbligo per legge il regolamento di condomio possa prevalere?

Grazie in anticipo

Antonio

Infatti sarebbero obbligatori, ma in molti condominii non si delibera in merito;

 

--> https://www.condominioweb.com/contatore-acqua-nel-condominio.204

Buongiorno a tutti,

a distanza di tempo mi reinserisco sull'argomento perchè ho portato in assemblea la richiesta di richiedere l'obbligatorietà dell'installazione dei contatori individuali, ma l'amministratore l'ha respinta specificando che nel regolamento di condominio (del 1926 !!) era indicato che i condomini avevano la facoltà di mettere i contatori.

A parte chiedermi se nel 26 esistessero già i contatori individuali, chiedo: è possibile che in caso di obbligo per legge il regolamento di condomio possa prevalere?

Grazie in anticipo

Antonio

regolamento o meno lui non puó ripartire le spese uguali per tutti se esistono i sistemi ( contatori) per avere una corretta ripartizione

Mi scuso, ma non mi sono fatto capire. Il problema è che, chi non ha il contatore (inquilini i cui proprietari non hanno più di tanto interesse a spendere per l'installazione) pagano circa 5 volte tanto quelli che lo hanno fatto installare.

Ora la mia richiesta era di rendere i contatori obbligatori, come da legge citata in precedenza, in modo tale che tutti pagassero per i consumi reali, ma mi è stato opposto che il regolamento (ribadisco, del 26) non consentiva l'obbligo in virtù della clausola di facoltatività presente

Ha dato per buone le parole dell'amministratore che sosteneva che di fronte al regolamento non era possibile fare nulla se non cambiare il regolamento.

Il probelma è che la legge prevede che anche un solo condomino possa richiedere al giudice l'obbligo di installazione qualora l'assemblea non concordi, ma quello che non so è se il regolamento prevale sulla legge in questo caso

ok quindi cè chi ha il contatore e presumo paghi in base al dato da esso rilevato

 

e chi non ce l’ha e paga a forfait ( diciamo cosi)

 

in questo caso ( se ho esposto bene il problema) non c’entra nulla l’amm.ore perchè i contatori sono privati e personali.. lui riceve esempio 1000 euro di acqua e a tizio e caio che hanno il contatore imputerà la quota in base alla lettura, a sempronio che non lo ha ( è come se lo avesse rotto) imputa un valore xy che nessuno puó opinare

 

se questo accade solo agli inquilini, essi devono autonomanente e privatamente chiedere al padrone di casa di far installare il contatore

ok quindi cè chi ha il contatore e presumo paghi in base al dato da esso rilevato

 

e chi non ce l’ha e paga a forfait ( diciamo cosi)

 

in questo caso ( se ho esposto bene il problema) non c’entra nulla l’amm.ore perchè i contatori sono privati e personali.. lui riceve esempio 1000 euro di acqua e a tizio e caio che hanno il contatore imputerà la quota in base alla lettura, a sempronio che non lo ha ( è come se lo avesse rotto) imputa un valore xy che nessuno puó opinare

 

se questo accade solo agli inquilini, essi devono autonomanente e privatamente chiedere al padrone di casa di far installare il contatore

 

E allora non vale la legge:

 

La legge n° 36 del 5 Gennaio 1994 è stata abrogata e superata con D.L. n° 152 del 3 Aprile 2006 dove si rafforza quanto detto, allargando tale obbligo anche alle attività produttive e terziarie. Da non perdere;: Dal 2014 "rivoluzione acqua".

 

Niente distacco ai morosi. Ogni condomino può, dunque, far imporre, a tutti gli altri condomini,l'istallazione dei medesimi, se non amichevolmente, in assemblea, anche a mezzo di ordinanza del Giudice di Pace competente nella materia.

 

Fonte /contatore-acqua-nel-condominio.204#ixzz5DaOycWGbhttps://www.condominioweb.com/contatore-acqua-nel-condominio.204#ixzz5DaOycWGb

https://www.condominioweb.com

Purtroppo sono dati di fatto. I condomini credono sempre all'amministratore credendolo il saputello del condominio. Questo succede perché per loro conta solo la presenza e aver pagato le bollette. Ma di fronte a situazioni di scelta si arrendono dando per scontato l'ultima parola al mandatario. Finché questo mal costume non svanisce perderemo sempre. Queste sono le capacità!

Purtroppo sono dati di fatto. I condomini credono sempre all'amministratore credendolo il saputello del condominio. Questo succede perché per loro conta solo la presenza e aver pagato le bollette. Ma di fronte a situazioni di scelta si arrendono dando per scontato l'ultima parola al mandatario. Finché questo mal costume non svanisce perderemo sempre. Queste sono le capacità!

Ma a parte credere e non credere, è possibile sapere se una norma di legge non può essere violata con un semplice regolamento di condominio? Almeno in materia di ripartizione di consumi di acqua? (immagino che ad esempio, l'obbligatorietà delle valvole sui radiatori, non possa essere disattesa con il regolamento di condominio...

Ma a parte credere e non credere, è possibile sapere se una norma di legge non può essere violata con un semplice regolamento di condominio? Almeno in materia di ripartizione di consumi di acqua? (immagino che ad esempio, l'obbligatorietà delle valvole sui radiatori, non possa essere disattesa con il regolamento di condominio...

In materia di riparto spese per l'acqua si applicano il 1° comma art. 1123 ed il 2° comma art. 1123.

Chi ha il contatore individuale paga in proporzione ai propri consumi (2° comma).

Chi non ha il contatore individuale paga per millesimi di proprietà (1° comma).

 

Esempio:

Se in un condominio di 10 condòmini solo in 7 hanno il contatore individuale ed arriva una fattura dell'ente di mille euro ed sette con contatore individuale hanno consumato in totale 600 euro, i 400 euro di differenza li pagheranno i condòmini che non hanno il contatore, per millesimi di proprietà.

 

Per gli inquilini ne rispondono i proprietari, anche se i proprietari sono assenti.

Se l'inquilino non paga si chiede la spesa al suo proprietario e se questi non paga, gli si fa decreto ingiuntivo (al proprietario) fino a pignorare l'appartamento e mandarlo all'asta.

 

Ma tu sei un inquilino senza contatore o un proprietario con il contatore?

Se sei un inquilino senza contatore, ti fanno pagare di più ed il tuo proprietario non vuol mettere il contatore, chiama un idraulico e fattelo montare tu. Un contatore costa 15/20 euro più il montaggio.

 

Art. 1123 c.c.

1° COMMA

Le spese necessarie per la conservazione e per il godimento delle parti comuni dell’edificio, per la prestazione dei servizi nell’interesse comune e per le innovazioni deliberate dalla maggioranza sono sostenute dai condomini in misura proporzionale al valore della proprietà di ciascuno, salvo diversa convenzione.

2° COMMASe si tratta di cose destinate a servire i condomini in misura diversa, le spese sono ripartite in proporzione dell’uso che ciascuno può farne...

In materia di riparto spese per l'acqua si applicano il 1° comma art. 1123 ed il 2° comma art. 1123.

Chi ha il contatore individuale paga in proporzione ai propri consumi (2° comma).

Chi non ha il contatore individuale paga per millesimi di proprietà (1° comma).

 

Esempio:

Se in un condominio di 10 condòmini solo in 7 hanno il contatore individuale ed arriva una fattura dell'ente di mille euro ed sette con contatore individuale hanno consumato in totale 600 euro, i 400 euro di differenza li pagheranno i condòmini che non hanno il contatore, per millesimi di proprietà.

 

Per gli inquilini ne rispondono i proprietari, anche se i proprietari sono assenti.

Se l'inquilino non paga si chiede la spesa al suo proprietario e se questi non paga, gli si fa decreto ingiuntivo (al proprietario) fino a pignorare l'appartamento e mandarlo all'asta.

 

Ma tu sei un inquilino senza contatore o un proprietario con il contatore?

Se sei un inquilino senza contatore, ti fanno pagare di più ed il tuo proprietario non vuol mettere il contatore, chiama un idraulico e fattelo montare tu. Un contatore costa 15/20 euro più il montaggio.

 

Art. 1123 c.c.

1° COMMA

Le spese necessarie per la conservazione e per il godimento delle parti comuni dell’edificio, per la prestazione dei servizi nell’interesse comune e per le innovazioni deliberate dalla maggioranza sono sostenute dai condomini in misura proporzionale al valore della proprietà di ciascuno, salvo diversa convenzione.

2° COMMASe si tratta di cose destinate a servire i condomini in misura diversa, le spese sono ripartite in proporzione dell’uso che ciascuno può farne...

 

Tutto OK. Grazie.

Ma il mio problema è un altro.

1. Se è o non è obbligatorio installare i contatori individuali: legge

E allora non vale la legge:

 

La legge n° 36 del 5 Gennaio 1994 è stata abrogata e superata con D.L. n° 152 del 3 Aprile 2006 dove si rafforza quanto detto, allargando tale obbligo anche alle attività produttive e terziarie. Da non perdere;: Dal 2014 "rivoluzione acqua".

 

Niente distacco ai morosi. Ogni condomino può, dunque, far imporre, a tutti gli altri condomini,l'istallazione dei medesimi, se non amichevolmente, in assemblea, anche a mezzo di ordinanza del Giudice di Pace competente nella materia.

 

Fonte /contato...#ixzz5DaOycWGbhttps://www.condominioweb.com/contato...#ixzz5DaOycWGb

https://www.condominioweb.com

 

2. Se il regolamento di condominio può consentire di non rispettare la norma di legge

 

Grazie

2. Se il regolamento di condominio può consentire di non rispettare la norma di legge

Sia il rispetto del regolamento di condominio, sia il rispetto delle Leggi, lo si fa valere in Tribunale.

Io ti ho solo indicato il riparto delle spese con e senza contatore individuale.

Grazie ancora per la pazienza,

come citato da CONDOMINIO WEB per la legge 36, il condomino può andare dal giudice di pace, ma prima di farlo mi piacerebbe sapere che cosa prevale: la legge o il regolamento di condominio?

Grazie

Grazie ancora per la pazienza,

come citato da CONDOMINIO WEB per la legge 36, il condomino può andare dal giudice di pace, ma prima di farlo mi piacerebbe sapere che cosa prevale: la legge o il regolamento di condominio?

Grazie

Il regolamento di condominio prevale sul codice civile solo se è contrattuale (registrato alla Conservatoria dei registri) e solo sugli articoli non inderogabili e su Leggi imperative.

Il regolamento di condominio prevale sul codice civile solo se è contrattuale (registrato alla Conservatoria dei registri) e solo sugli articoli non inderogabili e su Leggi imperative.

Grazie molte.

Nel nostro caso il regolamento è registrato.

Ora si tratta di capire se la contabilizzazione individuale dei consumi di acqua NON INDEROGABILE o IMPERATIVA.

Grazie ancora

Buongiorno,

qualcuno può ancora dirmi qualcosa sulla prevalenza del regolamento di condominio (del 1926) regolarmente registrato alla Conservatoria, rispetto alla norma di legge n. 152 del 2006 per l'obbligo di installazione dei contatori individuali di appartamento per l'acqua?

Grazie

×