Vai al contenuto
enrico dimitri

Recupero spese azione di danno temuto.

Nel condominio dove ho casa un condomino lamenta forti ed evidenti infiltrazioni sul soffitto e sulla carta da parati da un lastrico solare ad uso esclusivo,le cui spese andrebbero(per regolamento contrattuale) divise 1/3 per il proprietario esclusivo e per 2/3 tra tutti quanti i condomini compreso il proprietario stesso del lastrico.

Ma nonostante l'evidenza del danno e l'urgenza dell'intervento,il proprietario del lastrico non solo non vuole fare il lavoro ma neanche far accedere l'amministratore e il tecnico del condominio sulla sua proprietà per il sopraluogo per cui l'amministratore ha proposto il procedimento d'urgenza e azione di danno temuto che pero' so che sono molto costose.

Mi chiedo:dal momento che c'è l'evidenza del contesto di colpa,si può da subito impostare anche l'azione per il recupero delle spese legali tecniche e processuali? Sarebbe davvero ingiusto che il condominio tutto e il danneggiato in particolare debbano essere gravati in modo così ingiusto. So da solo che ogni volta si chiede giudizialmente un provvedimento d'urgenza le spese sono sempre molto,molto elevate.

Grazie.

grazie Mario ma il mio problema è un altro.

D'accordo l'azione di danno temuto ma è il costo il problema.

esiste un istituto del cpc che è la distrazione delle spese,cioè chiedere al giudice che il soccombente paghi direttamente le spese appunto legali e processuali. Io infatti avevo proposto di dare un acconto a un avvocato,avviare il procedimento e poi vista l'evidenza della colpa chiedere che sia il soccombente a pagare tutto,ma trovo forti ostacoli.

su questo avrei voluto un confronto sul forum.

Ciao e grazie ancora.

×