Vai al contenuto
sadsadsad

Vicini che non ti lasciano vivere

Ciao a tutti,

premetto che ne ho lette molte sui rumori molesti, quello che sto per scrivere mi serve sia per sfogo che per ricevere un consiglio..se mi vorrete aiutare.

 

Sono alcuni anni che vivo una vita tremenda a causa delle mura strasottili di casa mia, dove anche un rutto può trasformarsi in un boato.

 

Ho dei vicini che se andassero a vivere in campagna, sarebbero capaci di spaccare le noci anche agli uccellini che cinguettano.. in pratica, la loro camera da letto confina con il mio salotto e anche tutto il mio corridoio confina col loro, dove ho anche la cucina ed il bagno. Purtroppo li si sente parlare, ascoltare la radio, il bimbo nato da alcuni mesi che piange è come se lo avessi fatto io, perchè praticamente è come vivere con loro. Ma non mi lamento molto di questo, la cosa preoccupante è che hanno poco più di 30 anni e sono anni che vanno a dormire alle ore 22:00 spaccato il minuto. Io credevo che fosse perchè lavoravano presto alla mattina(che poi ho scoperto che non è così perchè lui forse lavora ed esce alle 9 per tornare alle 12 mentre lei è a casa da anni a fare nulla), allora, siccome anni fa si erano lamentati di me che ahimè parlavo con amici fino alle 23:00 (ci tengo a precisare parlare e NON urlare e nemmeno spesso), ho deciso drasticamente di non ricevere più visite e se le ricevo di limitarle fino alle 21:00. Ciò non è bastato, anzi, si sono permessi di dirmi che loro dormono nel pomeriggio dalle 14:00 alle 16:00 e che mi hanno sentita parlare in quelle ore e gli dava fastidio. Sono rimasta allibita. oltre a pretendere il silenzio dopo le 22:00, pretendono il silenzio anche in quegli orari, dove però io quando non sono in ufficio sono a casa a lavorare e il mio parlare sono telefonate di lavoro dove non posso sussurrare al telefono, ho provato a mettermi in cucina ma mi sentono lo stesso.. ora non è per dire, ma credo siamo arrivati ad un punto di non ritorno perchè essere così a quell'età mi sembra abominevole, soglia di tolleranza pari a zero. Stanno ad ascoltare quello che io e il mio compagno ci diciamo, citando quello che diciamo quando litighiamo, si mettono dietro lo spioncino per vedere chi sale e scende e chi fa rumore con ascensore o che. Mi hanno anche accusata di sentire odore di fumo (io fumo in casa mia in soggiorno che purtroppo quando esce dalla finestra va sul balcone e da lì è un attimo entrare nella loro finestra che dista 1 metro dalla mia), a questo punto non ho capito se posso fumare in casa mia o no che siano sigarette, canne, bong, kalumè, narghilè e quant'altro!??? Mi sto preoccupando per qualsiasi cosa, mi sento spiata, sento frasi "a tutto c'è un limite"..ma io non ho fatto nulla.. Poi il tutto è nato dal fatto che loro in questi anni hanno alzato il volume della voce e si sono messi a fare rumore sempre più, fino ad arrivare ad una sera dove hanno fatto festa fino all'1 di notte con chiacchere di amici ma a volume alto, così sono corsa a spaccargli le scatole perchè se pretendi il silenzio devi garantirlo per primo tu. Aiuto..

Oltre al fumare volevo chiedervi se tirare giù la tapparella all'1 o 2 o 3 di notte è vietato? Perchè si sono lamentati anche di quello che è un istante di rumore e poi non la chiudiamo violentemente, ma si sente, si sentono anche le tapparelle dei piani di sotto o a lato...

Grazie

Se ti sentono così bene, fai una bella telefonata ad una amica dicendole "Ho provato ad andare loro incontro per anni, ma se pretendono che mi adatti al loro stile di vita da zombie infastidendomi ancora inizierò a fare finta che non esistano."

E se continuano fallo davvero. Quando vengono dì che in casa tua puoi parlare e fumare a tutte le ore. Che è la verità.

 

Nessun giudice ti condannerà perché parli in casa tua alle 23, né perché ti accendi una cicca in salotto. Ammesso e non concesso che una coppia dove uno lavora 3 ore, l'altra nemmeno (ed è probabilmente questo il loro maggior problema: tempo libero in eccesso) ed ha un bambino in fasce abbia i soldi per rivolgersi ad un avvocato.

No, tirare giù la tapparella non è un illecito.

La questione mi pare rasentare lo stalking condominiale, sul quale ti puoi documentare in rete.

 

Da ora in avanti li inviterei a mettere per iscritto tutte le lamentele ed a firmarlo. Anche se continuassero a lamentarsi a parole, presenterei un esposto alla PS, ai sensi dell'art. 1 del TULPS. Se li convocano forse capiranno che si stanno allargando.

Situazione alquanto spiacevole e ahimè frequente. Se tra vicini non ci si tollera è davvero difficile vivere in condominio. L'unica cosa che posso provare a consigliarti di fare è usare le buone maniere per tentare di risolvere il problema, magari davanti ad un caffè. Se ciò non dovesse servire, un'ultimo disperato tentativo potrebbe essere quello di intervenire sulle pareti di confine con un isolamento acustico. L'intervento non azzererà il problema ma lo ridurrà di parecchio. Lo scontro toglie serenità e se uno non è sereno perlomeno a casa propria, allora la vita diventa proprio uno schifo

a me è capitato anni fa di avere dei vicini al piano di sotto che non tolleravano nessun tipo di rumore. Mio figlio era ancora molto piccolo e giocava in casa, loro si lamentavano con i miei suoceri che facevano un testone a mio marito che a sua volta non sapeva come controbattere. il bambino giocava con la palla di gommapiuma ed in casa gli mettevo le pantofole......

in ogni caso facevano attenzione a limitare il più possibile rumori che in qualche modo potessero infastidirli ma ti assicuro che non è servito a nulla e sai perchè? ...... E' finita che mi sentivano camminare in casa con i tacchi quando eravamo tutti fuori.... Sì.... loro erano "fuori".

Adesso che abito in un altro condominio, sono passata dalla padella alla brace.... quello del piano di sotto dice che da casa mia scende acqua all'interno delle pareti , sente rumori assolutamente inventati, al minimo rumore lo sento brontolare, conta le volte che mi sente salire e scendere le scale, ecc. ecc.

Mi sono stufata, per non infastidirli sollevavo persino tutto ciò che è dotato di rotelle in quanto pesante da trasportare, spaccandomi la schiena.... Da qualche giorno svolgo le mie attività di casalinga pensionata senza preoccuparmi di loro, ho deciso che se si azzardano a dirmi mezza parola li mando a quel paese.

Fai così anche tu, vivi la tua vita tra le mura domestiche serenamente e manda i tuoi vicini a quel paese se ti tormentano con lamentele assurde.

Purtroppo le pareti nei condomini sono sottili e si sente tutto ma consoliamoci, conosco persone che abitano in villette singole ma sono controllate a vista dai vicini, si appostano persino dietre la siepe divisoria per ascoltare quello che si dicono in giardino. Il vicino di casa di mia sorella che abita in una villetta si nasconde dietro le piante e fa dei rumori per fare abbaiare il cane e poi si lamentano perchè il cane abbaia. Che dobbiamo fare....? Alla fantasia malata di persone vuote ed ignoranti non c'è limite.

Sono d'accordo per l'isolamento acustico, per la tazza di caffè un pò meno.... io gliela rovescerei addosso......

purtroppo quando esce dalla finestra va sul balcone e da lì è un attimo entrare nella loro finestra che dista 1 metro dalla mia

 

il problema è proprio questo: le vostre abitazioni sono troppo ravvicinate, per cui quelli che sarebbero normali rumori di vita quotidiana possono risultare intollerabili per chi sta dall' altra parte, perchè può avere abitudini diverse dalle tue e per loro è come se ti avessero dentro casa. La soluzione sarebbe di venirsi incontro reciprocamente: tu facendo un pò meno rumore e usando qualche accortezza per non far sentire tutte le tue conversazioni, pur vivendo la tua normale esistenza dentro casa, e loro cercando di essere un filino più tolleranti quando "scappa" qualche rumore involontario. Ma è chiaro che entrambi ( tu e loro ) dovrete adeguarvi a chi vi sta a fianco perchè in appartamenti così ravvicinati è l' unica via d' uscita per rendere la convivenza sopportabile.

Grazie per la vostra comprensione, infatti abbiamo provato a parlare civilmente, ma c'è da dire che ci troviamo davanti un muro che è difficile da abbattere. Abbiamo anche proposto di insonorizzare, anche se casa nostra è piccola e insonorizzando diventerebbe ancora di più un buco ma possiamo comunque provarci se insonorizzano anche loro.. alchè questa frase non gli è piaciuta perchè hanno detto che anche casa loro è piccola (è praticamente quasi il doppio della mia) e che non hanno soldi.. insomma ci hanno fatto intendere che per insorizzare va bene, ma se lo facciamo noi.... io intanto sto cercando un'altra casa, anche se infatti nei commenti ho letto di chi è finito in situazioni peggiori trasferendosi.. ma non ho altre soluzioni.Poi capisco se girassimo coi tacchi, ma nemmeno quelli, usiamo pantofole, non mettiamo il volume della tv a 60 ma al massimo al 10(fino alle 22 ovviamente), non invitiamo gente, ormai non parlo quasi più per non far sentire gli affari miei.

Avrei una questione delicata da chiedere (non so nemmeno se posso chiederla qui)ma se in casa(e ripeto, in casa no balcone o altri luoghi aperti tenendo anche le finestre praticamente socchiuse) qualcuno fumasse delle canne.. potrebbero fare qualcosa? Perchè so che la questione è particolare però non trovo abbastanza informazioni a riguardo.

Non entro nel merito personale e in nessuna forma di giudizio, essendo io contraria all'uso di queste sostanze, ma credo di poterti dire che se ne fai un uso personale e da sola in casa tua nessuno può contestarti nulla, a parte l'eventuale odore del "fumo" ma credo assimilabile a quello della sigaretta. Se invece è "un'attività" di gruppo i tuoi vicini possono chiamare le forze dell'ordine (GDF) e far fare delle verifiche.

Avrei una questione delicata da chiedere (non so nemmeno se posso chiederla qui)ma se in casa(e ripeto, in casa no balcone o altri luoghi aperti tenendo anche le finestre praticamente socchiuse) qualcuno fumasse delle canne.. potrebbero fare qualcosa? Perchè so che la questione è particolare però non trovo abbastanza informazioni a riguardo.

LOL

 

Provate a concordare di applicare dall'una e dall'altra parte del muro di confine una guaina di gomma e lana di roccia preaccoppiata a cartongesso avendo cura che la guaina in gomma risvolti fin sotto il cartongesso sul pavimento e non sia solo in verticale.

Ridurrete di molto la percezione dei rumori reciproci. Li sentirete come un po' più distanti.

 

Spesa 600/1000 euro a famiglia a seconda se fai da te oppure no.

×