Vai al contenuto
euganeo

Tinteggiatura affidata a lavoratore autonomo. Niente POS e DURC?

Buongiorno a tutti. L'Assemblea ha deciso di affidare il lavoro di tinteggiatura di un palazzo di 8 u.i. a un lavoratore autonomo che tra l'altro ha la proprietà delle impalcature. Il lavoratore ovviamente è regolamente iscritto alla camera di commercio. Da quel che ho compreso non dovrei chiedergli il POS e il DURC ma chiedere solo che sia in regola col PIMUS e la RCT ( chiedendo anche i massimali ). Potete confortarmi su questo? Mi sorge inoltre un dubbio. Sono andato a vedermi quanto scrive su Internet per pubblicizzare la sua ditta. C'è scritto " Impresa individuale - individuali o non assimilabili o non iscritti al R.I. Qualcosa mi sfugge? Saluti

Quel tizio dovrebbe,poi, da solo montarsi l'impalcatura, tinteggiare da solo il palazzo e smontare l'impalcatura ?

Diciamo che, ottenuto l'appalto, subappalterà tutti gli interventi a ditte esterne.

Il tal caso, oltre a contrattualizzare tali circostanze, occorrerà verificare l' osservanza delle norme che regolano il rapporto tra committente e subappaltatori sia in ambito fiscale che tecnico ( Dls. 81/2008).

Per montare un ponteggio serve un'impresa formata da almeno due pontisti e un presposto che hanno fatto i relativi corsi: quindi il lavoratore autonomo non può montarsi e smontarsi da solo il ponteggio.

E poi perché non dovresti chiedergli il DURC?

...il lavoratore autonomo non può montarsi e smontarsi da solo il ponteggio...

Euganeo parla di impresa individuale e non di lavoratore autonomo, tanto è vero che dice che l'impresa è iscritta anche alla Camera di Commercio, quindi non è detto che non si avvalga di dipendenti, magari assunti a termine per l'occasione.

Lavoratore autonomo, impresa affidataria e impresa esecutrice sono definiti nel D.Lgs.81/08 nell'art.89. Nei cantieri non contano altre definizioni. Per cui non conta essere impresa individuale, artigiano o quant'altro: il lavoratore autonomo è persona fisica la cui attività professionale contribuisce alla realizzazione dell'opera senza vincolo di subordinazione. 3 lavoratori che lavorano insieme per montare un ponteggio, non possono essere tre lavoratori autonomi, anche se contabilmente sono tre artigiani: in cantiere saranno considerati un'impresa e come tali devono essere trattati.

Tra l'altro non credo esista la definizione di lavoratore autonomo alla Camera di Commercio: in visura camerale troverai sempre impresa individuale, il che non pregiudica assolutamente l'assumere personale o meno.

Quindi il lavoratore autonomo non può montarsi da solo il ponteggio: nel caso dovesse decidere di farlo dovrà assumersi a tempo almeno altri due operai (di più se servono per montare il ponteggio, se è grande, particolare, ecc.). Tutti e 3 dovranno fare i corsi specifici per pontisti e uno anche per preposto.

Lavoratore autonomo, impresa affidataria e impresa esecutrice sono definiti nel D.Lgs.81/08 nell'art.89. Nei cantieri non contano altre definizioni. Per cui non conta essere impresa individuale, artigiano o quant'altro: il lavoratore autonomo è persona fisica la cui attività professionale contribuisce alla realizzazione dell'opera senza vincolo di subordinazione. 3 lavoratori che lavorano insieme per montare un ponteggio, non possono essere tre lavoratori autonomi, anche se contabilmente sono tre artigiani: in cantiere saranno considerati un'impresa e come tali devono essere trattati.

Tra l'altro non credo esista la definizione di lavoratore autonomo alla Camera di Commercio: in visura camerale troverai sempre impresa individuale, il che non pregiudica assolutamente l'assumere personale o meno.

Quindi il lavoratore autonomo non può montarsi da solo il ponteggio: nel caso dovesse decidere di farlo dovrà assumersi a tempo almeno altri due operai (di più se servono per montare il ponteggio, se è grande, particolare, ecc.). Tutti e 3 dovranno fare i corsi specifici per pontisti e uno anche per preposto.

Euganeo parla di "lavoratore autonomo" iscritto alla camera di commercio (registro imprese).

Se non erro il lavoratore autonomo non deve essere iscritto alla Camera di Commercio.

Chi è iscritto al registro delle imprese è un "imprenditore".

Però non sono ferrato in materia e non prendo posizioni; vorrei solo capire se se si tratta di un vero lavoratore autonomo o di un imprenditore definito impropriamente lavoratore autonomo.

Leonardo, secondo me ti stai complicando la vita.

Il D.Lgs. 81/08 definisce il lavoratore autonomo e l'impresa (affidataria ed esecutrice). Queste definizioni non vanno interpretate, e a queste si atterrà un eventuale funzionario dell'ASL o della Direzione Provinciale del Lavoro in caso di controllo in cantiere.

Quindi in cantiere una ditta individuale senza dipendenti è un lavoratore autonomo: es. elettricista, idraulico, fabbro... se costoro si portano appresso un aiutante, diventano un'impresa, indipendentemente dal fatto che il loro aiutante sia lì pagato a partita iva, come dipendente o come di solito accade... a nero.

 

Poi sul fatto che un lavoratore autonomo possa essere anche impresa affidataria ci sarebbe altro da disquisire, in quanto un lavoratore autonomo non può rispettare l'art.97 del D.Lgs. 81/08...

Euganeo definisce la tipologia dei lavori ( " tinteggiatura" ) in misura vaga. Il D.lgs. 81/2008 stabilisce in maniera chiara quale documentazione occorre acquisire già nella fase dell'offerta. Potrebbero essere sufficienti il solo certificato di iscrizione alla CCIA ( non certo una semplice visura camerale ) ed il DURC, ma - in alri casi - occorre verificare che l'impresa abbia i requisiti tecnico/professionali ( autocertificazione a parte ) per svolgere lavori piu' complessi e di media/lunga durata.Non credo che come ditta individuale o lavoratore autonomo possa attrezzarsi nei tempi giusti.

Il lavoratore autonomo è un artigiano senza dipendenti. Anche se si portasse dietro un apprendista scatterebbe obbligo del POS.

Leonardo, secondo me ti stai complicando la vita.

Il D.Lgs. 81/08 definisce il lavoratore autonomo e l'impresa (affidataria ed esecutrice). Queste definizioni non vanno interpretate, e a queste si atterrà un eventuale funzionario dell'ASL o della Direzione Provinciale del Lavoro in caso di controllo in cantiere.

Quindi in cantiere una ditta individuale senza dipendenti è un lavoratore autonomo: es. elettricista, idraulico, fabbro... se costoro si portano appresso un aiutante, diventano un'impresa, indipendentemente dal fatto che il loro aiutante sia lì pagato a partita iva, come dipendente o come di solito accade... a nero.

 

Poi sul fatto che un lavoratore autonomo possa essere anche impresa affidataria ci sarebbe altro da disquisire, in quanto un lavoratore autonomo non può rispettare l'art.97 del D.Lgs. 81/08...

se una ditta individuale con dipendenti o senza, si porta appresso altre ditte individuali o meno, con dipendenti o meno, abbiamo un cantiere con due ditte, quindi obbligo di piano della sicurezza etc...

 

per i lavori edili, di qualsiasi entità il committente amministratore/condomino deve servirsi sempre e solo di ditte di cui ha verificato chiesto la documentazione indicata all'art. 90 del d.l. 81/2008 etc... quindi

cciaa

durc

autocertificazione sul possesso requisiti di idoneità tecnico professionale come da llegato xvii e sl contratto collettivo dipendenti

se una ditta individuale con dipendenti o senza, si porta appresso altre ditte individuali o meno, con dipendenti o meno, abbiamo un cantiere con due ditte, quindi obbligo di piano della sicurezza etc...

Io volevo dire un'altra cosa.

Ci può essere un'impresa individuale (che non è il lavoratore autonomo) senza dipendenti formata dal solo titolare d'impresa (l'imprenditore).

Se al momento in cui prende un appalto l'imprenditore assume degli operai a tempo determinato e li manda a lavorare avremo solo una ditta sul cantiere, quindi senza obbligo di piano di sicurezza.

riprendo la discussione... il pos serve o no alla fine? e il pimus?

 

sono nella stessa situazione... devo rifare il lastrico solare di un condomino e la ditta individuale mi ha detto che ha il certificato di iscrizione al camera di commercio

 

il pimus

 

ma che secondo lei non serve il pos

 

la ditta è di un unico lavoratore autonomo, che si monterà e smonterà il ponteggio con l'ausilio di un aiutante (presumo pagato a giornata)

×