Vai al contenuto
studiofrancescopozzi

SUPERBONUS, BONUS FACCIATE E ALTRI_GUIDE

Superbonus 110%: l’AdE pubblica la nuova guida di Febbraio 2021,

aggiornata alla Legge di Bilancio

l’Agenzia delle Entrate ha pubblicato la guida aggiornata a febbraio 2021, quindi comprensiva delle ultime novità introdotte dalla Legge di Bilancio.

Ecco una breve sintesi delle maggiori novità:

 

La proroga 

Innanzitutto, la proroga del superbonus 110% fino al 30 giugno 2022 per la generalità dei contribuenti. Tuttavia per alcune tipologie di soggetti i tempi sono diversi:

  • per gli istituti autonomi case popolari (IACP) spetta anche per le spese sostenute dal 1° gennaio 2022 al 31 dicembre 2022;
  • sempre per gli IACP, per gli interventi per i quali a tale data siano stati effettuati lavori per almeno il 60% dell’intervento complessivo, anche per le spese sostenute entro il 30 giugno 2023;
  • per i lavori in condomini o in edifici di unico proprietario o comproprietari (massimo 4 unità immobiliari), se al 30 giugno 2022 sono effettuati lavori per almeno il 60% dell’intervento complessivo, la scadenza è prorogata al 31 dicembre 2022.

 

L’ ampliamento della portata delle misure

La detrazione per gli interventi antisismici è elevata al 110% per le spese sostenute dal 1° luglio 2020 al 30 giugno 2022. Per le spese sostenute nell’anno 2022, la detrazione è ripartita in quattro quote annuali di pari importo.

Se il credito corrispondente alla detrazione spettante è ceduto a un’impresa di assicurazione e contestualmente viene stipulata una polizza che copre il rischio di eventi calamitosi, la detrazione spettante per i premi assicurativi versati è elevata al 90%.

I limiti di spesa sono i seguenti:

In particolare, i limiti delle spese ammesse all’ecobonus e al sisma bonus sostenute entro il 30 giugno 2022 sono aumentati del 50% per gli interventi di ricostruzione riguardanti i fabbricati danneggiati dal sisma nei comuni di cui agli elenchi allegati:

  • al decreto legge n. 189/2016 (convertito, con modificazioni, dalla legge n. 229/2016);
  • di cui al decreto legge n. 39/2009 (convertito, con modificazioni, dalla legge n. 77/2009);
  • nei comuni interessati da tutti gli eventi sismici verificatisi dopo l’anno 2008 dove sia stato dichiarato lo stato di emergenza. In tal caso, le detrazioni sono alternative al contributo per la ricostruzione e si calcolano su tutte le spese necessarie al ripristino dei fabbricati danneggiati, comprese le case diverse dall’abitazione principale, con esclusione degli immobili destinati alle attività produttive.

Nei comuni dei territori colpiti da eventi sismici verificatisi a partire dal 1° aprile 2009 dove sia stato dichiarato lo stato di emergenza, il sismabonus spetta per l’importo eccedente il contributo previsto per la ricostruzione.

 

Abbattimento delle barriere architettoniche

Tra le novità più rilevanti c’è anche l’apertura dell’agevolazione al 110% anche per le spese sostenute a partire dal 1° gennaio 2021, per gli interventi previsti dall’articolo 16-bis, comma 1, lettera e) del DPR 917/1986, eseguiti congiuntamente a interventi di isolamento termico delle superfici opache o di sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale esistenti (cd. interventi trainanti).

Trattasi, in particolare, degli interventi finalizzati alla eliminazione delle barriere architettoniche, aventi ad oggetto ascensori e montacarichi, alla realizzazione di ogni strumento che, attraverso la comunicazione, la robotica e ogni altro mezzo di tecnologia più avanzata, sia adatto a favorire la mobilità interna ed esterna all’abitazione per le persone portatrici di handicap in situazione di gravità.
Tuttavia, per il bonus ascensori 110%, non è per ora possibile scegliere lo sconto in fattura o la cessione del credito.

 

Guida Ade_Agg.05.02.2021.pdf

  • Mi piace 2
  • Grazie 1

sul pdf del bonus facciate aggiornato a febbraio  2020   del post precedente al mio    dice :

 

La detrazione è riconosciuta nella misura del 90% delle spese documentate, sostenute
nell’anno  2020  o, per i soggetti con periodo d’imposta non coincidente con l’anno
solare, nel periodo d’imposta in corso alla data del 31 dicembre 2020.
La detrazione va ripartita in  10 quote annuali  costanti e di pari importo nell’anno di
sostenimento delle spese e in quelli successivi.

A differenza di altri benefici sulla casa, non è consentito cedere il credito né richiedere
lo sconto in fattura al fornitore che esegue gli interventi.

 

chiedo agli esperti se ancora tutt'oggi la cessione del credito non viene concessa oppure se questa opzione è stata aggiornata in seguito , grazie

Da maggio 2020 quasi tutti i bonus fiscali sono cedibili, compreso il bonus facciate.

Restano fuori:

  • bonus mobili
  • bonus verde
  • bonus costruzione/acquisto garage
Modificato da condo77
  • Grazie 1
condo77 dice:

Da maggio 2020 quasi tutti i bonus fiscali sono cedibili, compreso il bonus facciate.

Restano fuori:

  • bonus mobili
  • bonus verde
  • bonus costruzione/acquisto garage

grazie Condo 😊esiste in pdf l'aggiornamento  di maggio ?

Modificato da nervino100
nervino100 dice:

grazie Condo 😊esiste in pdf l'aggiornamento  di maggio ?

La guida al bonus facciate di febbraio 2020 è la versione più aggiornata.

Per la cessione del credito puoi fare riferimento p.e. alla Circolare 24/E :

https://www.agenziaentrate.gov.it/portale/documents/20143/2624559/Circolare+n.+24+del+8+agosto+2020.pdf/53b2ee8b-88bc-09c0-c95f-0bb6dbd16c77

 

7.2 Interventi per i quali è possibile optare per la cessione o lo sconto
L’opzione può essere esercitata relativamente alle detrazioni spettanti per le spese per gli interventi di:

  • - recupero del patrimonio edilizio di cui all'articolo 16-bis, comma 1, lettere a) e b), del TUIR. Si tratta, in particolare, degli interventi di manutenzione straordinaria, di restauro e risanamento conservativo e di ristrutturazione edilizia effettuati sulle singole unità immobiliari nonché dei precedenti interventi e di quelli di manutenzione ordinaria effettuati sulle parti comuni degli edifici;
  • - efficienza energetica indicati nell'articolo 14 del decreto legge n. 63 del 2013 quali, ad esempio, gli interventi di sostituzione degli impianti di riscaldamento o delle finestre comprensive di infissi, gli interventi sulle strutture o sull’involucro degli edifici, e quelli finalizzati congiuntamente anche alla riduzione del rischio sismico (ecobonus), nonché gli interventi di efficienza energetica che danno diritto al Superbonus;
  • - adozione di misure antisismiche di cui all'articolo 16 del medesimo decreto legge n. 63 del 2013 (sismabonus), compresi quelli che danno diritto al Superbonus. L’opzione può essere esercitata anche con riferimento alla detrazione spettante per l’acquisto delle “case antisismiche” (comma 1-septies);
  • - recupero o restauro della facciata degli edifici esistenti, ivi inclusi quelli di sola pulitura o tinteggiatura esterna, per i quali spetta il cd. bonus facciate introdotto dalla legge di Bilancio 2020 (cfr. articolo 1, comma 219 e 220, della legge 27 dicembre 2019, n. 160);
  • - installazione di impianti fotovoltaici indicati nell'articolo 16-bis, comma 1, lettera h) del TUIR, compresi quelli che danno diritto al Superbonus;
  • - installazione di colonnine per la ricarica dei veicoli elettrici di cui all'articolo 16-ter del citato decreto-legge n. 63 del 2013, compresi quelli che danno diritto al Superbonus.
Modificato da condo77
  • Grazie 1

Io vivo nel Lazio, e sono proprietario di una casa in Abruzzo ed un’altra in Calabria sono entrambe diroccate e qualora vi siano i presupposti, vorrei ristrutturarle. Mi è possibile invocare il sismabonus per entrambe, oppure ci sono limitazioni?

bruto dice:

Io vivo nel Lazio, e sono proprietario di una casa in Abruzzo ed un’altra in Calabria sono entrambe diroccate e qualora vi siano i presupposti, vorrei ristrutturarle. Mi è possibile invocare il sismabonus per entrambe, oppure ci sono limitazioni?

l'unica limitazione è che siano in zona sismica 1, 2 o 3 (non 4)

condo77 dice:

Da maggio 2020 quasi tutti i bonus fiscali sono cedibili, compreso il bonus facciate.

Restano fuori:

  • bonus mobili
  • bonus verde
  • bonus costruzione/acquisto garage

E abbattimento barriere architettoniche non associato al superbonus 110%.

davidino1978 dice:

E abbattimento barriere architettoniche non associato al superbonus 110%.

👍

condo77 dice:

l'unica limitazione è che siano in zona sismica 1, 2 o 3 (non 4)

Per il sismabonus nel 2022 e 2023 quali sono norme in bozza di finanziaraia: si continua con il 110 o si ritorna al 70/75/80 a seconda del salto di classe?

biker57 dice:

Per il sismabonus nel 2022 e 2023 quali sono norme in bozza di finanziaraia: si continua con il 110 o si ritorna al 70/75/80 a seconda del salto di classe?

si continua con il 110%, scadenze differenziate a seconda della tipologia di edificio (unifamiliare, plurifamiliare, condominio)

Scusate un dubbio. Secondo voi la ristrutturazione di un portone può far parte del bonus facciata 90%? Io l avrei messa al 50% come ristrutturazione ma un condomino dice che potrebbe rientrare nel 90%

Fatemi sapere grazie mille

AmmPT dice:

Scusate un dubbio. Secondo voi la ristrutturazione di un portone può far parte del bonus facciata 90%? Io l avrei messa al 50% come ristrutturazione ma un condomino dice che potrebbe rientrare nel 90%

Fatemi sapere grazie mille

No, infissi, portoni....esclusi.

 

  • Grazie 1

Buona Natale a tutti,

un paio di domande relative al bonus facciate in un condominio minimo:

 

1 Davanzali: dando per scontato che siano incentivabili vorremmo, nei garage personali di un condomino sostituirli, mi sarebbe molto comodo, per semplicità, includerli nelle parti in comune, ma leggendo su questo forum mi è venuto il dubbio che siano da intendersi parti private. Sullo stabile a breve faremo il cappotto e la sostituzione dei davanzali è finalizzata a questo. Cappotto nelle parti riscaldate con incentivo 110, nelle parti non riscaldate (garage) visibili da strada pubblica con il bonus facciate.

Parti in comune o private?

 

2 Abbaini: dando per scontato che siano incentivabili vorremmo ripitturarli esternamente, mi sarebbe molto comodo per semplicità includerli nelle parti in comune, ma leggendo su questo forum mi è venuto il dubbio che siano da intendersi parti private. Il solaio sottostante è privato di un condomino.  

Parti in comune o private?

biker57 dice:

Parti in comune o private?

Se il regolamento condomìniale contrattuale non dice nulla, se i davanzali non rappresentano un particolare ornamento, sono privati.

 

biker57 dice:

2 Abbaini: dando per scontato che siano incentivabili vorremmo ripitturarli esternamente, mi sarebbe molto comodo per semplicità includerli nelle parti in comune, ma leggendo su questo forum mi è venuto il dubbio che siano da intendersi parti private. Il solaio sottostante è privato di un condomino.  

Parti in comune o private?

Sempre se il regolamento non dice nulla, se l'abbaino è stato installato dal condòmino proprietario del solaio sottostante è di sua proprietà.

Sera a tutti,non so se la sezione adatta per la mia domanda ma ci provo:abbiamo fatto il bonus facciata e fin qui tutto ok.i lavori iniziati e tutto,la mia domanda e questa:posso mettere nel 730 la mia quota che ho versato per i lavori bonus facciata!!!io so di no,perche gia e risulta che una detrazione ma alcuni condomini dicono che si puo fare!!!mi date delucidazione??

Per i lavori sulle parti comuni porti in detrazione quanto comunicato dall'amministratore (ovvero la tua quota della spesa complessiva versata dal condominio tramite bonifico parlante all'impresa), non quanto versato da te al condominio (che sono spese condominiali e non sono detraibili).

debigi dice:

Sera a tutti,non so se la sezione adatta per la mia domanda ma ci provo:abbiamo fatto il bonus facciata e fin qui tutto ok.i lavori iniziati e tutto,la mia domanda e questa:posso mettere nel 730 la mia quota che ho versato per i lavori bonus facciata!!!io so di no,perche gia e risulta che una detrazione ma alcuni condomini dicono che si puo fare!!!mi date delucidazione??

Se l'impresa si ha fatto lo sconto in fattura, non avete nulla da detrarre.

Buongiorno sig mi spiegate un po meglio(scusate la mia ignoranza)cerco di essere piu chiaro:

approvato bonus facciata lavori iniziati e prima dell inizio lavoro versato alla ditta l anticipo del 10% dei lavori tramite bonifico( il bonifico l ha fatto il condomino ).

ovviamente ogni condomino ha versato la sua quota del 10%dell importo complessivo (895.000 euro e noi abbiamo pagato con tabella millesimale su 89.500 10%)e l amministratore ci ho rilasciato una ricevuta condominiale dell importo che abbiamo versato.

esempio mio 89.500con millesimi 17,50 ho pagato 1566,25.

adesso questa bolletta da 1566,25 la potrei mettere nel 730?e se si:basta portarla al fiscalista o l amministratore mi deve rilasciare un documento (a parte la ricevuta che ho per aver pagato)

grazie mille e come ho detto so che non si puo mettere nel 730.

debigi dice:

Buongiorno sig mi spiegate un po meglio(scusate la mia ignoranza)cerco di essere piu chiaro:

approvato bonus facciata lavori iniziati e prima dell inizio lavoro versato alla ditta l anticipo del 10% dei lavori tramite bonifico( il bonifico l ha fatto il condomino ).

ovviamente ogni condomino ha versato la sua quota del 10%dell importo complessivo (895.000 euro e noi abbiamo pagato con tabella millesimale su 89.500 10%)e l amministratore ci ho rilasciato una ricevuta condominiale dell importo che abbiamo versato.

esempio mio 89.500con millesimi 17,50 ho pagato 1566,25.

adesso questa bolletta da 1566,25 la potrei mettere nel 730?e se si:basta portarla al fiscalista o l amministratore mi deve rilasciare un documento (a parte la ricevuta che ho per aver pagato)

grazie mille e come ho detto so che non si puo mettere nel 730.

Come già da te intuito e come confermato da Daniela, il 10% resta completamente a vostro carico e non può essere portato in detrazione nel 730.

Il beneficio fiscale del 90% è già stato riconosciuto dalla ditta mediante sconto in fattura, altro non avete diritto.

Grazie mille per il vostro aiuto.vi auguro una buona giornata

Salve volevo chiedere informazioni sul Bonus facciate, innanzitutto il credito va ceduto prima o alla fine dei lavori? In pratica ciò che mi preoccupa siccome non ero d'accordo a fare questi lavori perché ritengo che il nostro condominio non ha i requisiti per beneficiarne o almeno non per tutte le facciate, comunque mi ero opposto e quando mi chiesero un'autocertificazione con cose riguardanti l'immobile io non ho firmato, adesso sono andati avanti i lavori, mi chiedevo se la mancanza di questa autocertificazione possa farmi perdere il beneficio del bonus? il mio timore è che solo io potrei trovarmi a pagare l'intera quota.

ricky981 dice:

Salve volevo chiedere informazioni sul Bonus facciate, innanzitutto il credito va ceduto prima o alla fine dei lavori? In pratica ciò che mi preoccupa siccome non ero d'accordo a fare questi lavori perché ritengo che il nostro condominio non ha i requisiti per beneficiarne o almeno non per tutte le facciate, comunque mi ero opposto e quando mi chiesero un'autocertificazione con cose riguardanti l'immobile io non ho firmato, adesso sono andati avanti i lavori, mi chiedevo se la mancanza di questa autocertificazione possa farmi perdere il beneficio del bonus? il mio timore è che solo io potrei trovarmi a pagare l'intera quota.

Bisognerebbe sapere cosa hai autocertificato.

Se non hai dato il consenso alla cessione del credito, ovviamente dovrai pagare la quota per intero.

×