Vai al contenuto
annam. B.

Stalking atti persecutori da anni

Vivo da circa 8 anni da sola da quando è deceduta mia madre. Ho 53 anni e vivo in questo alloggio case popolari da 51 anni assieme ai miei genitori e fratelli e sorelle. Poi tutti si sono sposati tranne io che rimasi in casa con mia madre poiché venne a mancare mio padre. Dal 2007 è ritornato ad abitare sotto al mio appartamento il figlio della signora che abitava nel piano sotto al mio. Ho scritto che la signora abitasse poiché per loro procedure e dinamiche chiusero la signora in casa di cura e il figlio e la sua compagna si infiltrarono nell'appartamento sottostante al mio. Questo signore ha abitato lì da ragazzo. poi dopo più di 30 anni è ritornato per beghe famigliari con la sua ex moglie. Già da ragazzo ha sempre presentato di esser sempre autorevole lui e il padre e ad intimidirci per ogni cosa. avevamo il terrore di questa famiglia. All'inizio lui e la compagna si sono mostrati come amici. come a voler entrare in casa mia a tutti costi con qualsiasi banalità. ma prontamente ho sempre avvisato i miei famigliari. Non ho mai fatto entrare in casa mia.  Negli anni tra il 2007 e il 2009 mia madre si aggravò di salute e si allettò per 3 anni. Continua assistenza notte e giorno. per ogni cosa anche il semplice tirare scarico wc, aprire rubinetto o alzare con manovella il letto antidecubito era sorta di ogni scusa per fermarmi dall'inquilino sotto il mio appartamento per qualsiasi lamentela. Con buona educazione ho sempre evitato discussioni sia da parte mia che da parte dei miei famigliari per il quiete vivere. Nel 2009 venne a mancare mia madre e appena poco dopo iniziarono tutte le cose che ancora vivo da anni in questo condominio. Subito mi vennero a dire di andare via di lì poiché ero sola, di andare a vivere vicino a miei fratelli. di dirmi di aver timore la sera se ritornassi a casa al buio sola nelle scale. Nell'anno 2012 verso novembre, di notte sentii gridare nelle scale e mi affacciai e vidi i due inquilini sotto casa mia inveire contro una signora del primo piano, una signora di 80 anni. io appena vidi questo gridai che se non avessero smesso di aggredire la signora avrei chiamato i carabinieri. Da allora iniziò il mio calvario, di tutto e di più da dispetti alla mia macchina di ruote bucate, a freni della macchina tagliati. A subire furto in casa. a ricevere denunce su rumori che io non faccio, ma tutti il condominio fanno e io che da anni mi ritrovo in tribunale penale per rumori molesti che io non faccio, denunce fatte sempre da questi due inquilini di sotto il mio appartamento. Denunce penali dell'art. 659 di cui ho sempre provato non colpevolezza e assoluzione in pieno con anche testimoni del condominio. Negli anni ho sporto anche io querele verso i due signori abitano sotto il mio appartamento di ingiurie e minacce. Di cui la querela per ingiurie non è più punibile e venne archiviata. Mentre quella per minacce è ancora in corso dal giudice di pace.  Ancora continuano a far ricorso e chiedono loro risarcimento di danno subito, quando io da anni non vivo più sto male per tutto questo. sono caduta in depressione e ho handicap di invalidità in corso di aggravamento con problemi seri di salute. ho fatto video nel condominio per far vedere cosa fanno tutti nel condominio, dove a loro viene concesso tutto. Mentre per me non esiste diritto di nulla. Dopo ennesima lettera del loro ricorso sempre sull'art, 659 in cui non accettano la mia ultima assoluzione in pieno con testimoni. Ho fatto querela per atti persecutori esibendo tramite il mio avvocato. il mio stato di salute e tutto il resto in tribunale.  Morale di tutto? il giudice ha ritenuto giusto archiviare il caso a distanza di nemmeno 7 giorni della consegna della mia querela in tribunale per atti persecutori. Come a scrivere anche che i signori del piano di sotto erano legittimati a farmi querela per rumori. IO ho problemi seri di salute gravi, grazie anche al loro non lasciarmi vivere in pace. Dovrei far ricorso per l'archiviazione. mi chiedo solo una cosa, vivere da sole. tra cui lavoro e sono fuori casa tutto il giorno, ora poiché in malattia mi tocca stare in casa. e non vi dico cosa subisco. Poiché io vivo al piano di sopra sono la carnefice e loro le vittime? Essere donne sole con handicap significa subire sempre?

buongiorno, difficile dare consigli su come muoversi ma l'unico che mi passa per la mente è chiedere a ATER il trasferimento in un altro appartamento, altro condominio, in modo da allontanarsi da questo calvario.

  • Mi piace 1
nikiniki dice:

buongiorno, difficile dare consigli su come muoversi ma l'unico che mi passa per la mente è chiedere a ATER il trasferimento in un altro appartamento, altro condominio, in modo da allontanarsi da questo calvario.

grazie del consiglio. In futuro lo farò sicuramente ma vorrei anche i miei diritti negati fin adesso. grazie ciao

 

Mi dispiace per questa situazione incresciosa che stai vivendo. Vorrei veramente proporti una soluzione ma purtroppo tutto ciò che potevi fare già lo hai fatto. Ti rimane però qualcosa che, forse, per questioni economiche non hai potuto prendere in considerazione ma che potrebbe risolvere definitivamente i tuoi problemi, ed è quella di andartene da quella casa.

Esmeralda dice:

Mi dispiace per questa situazione incresciosa che stai vivendo. Vorrei veramente proporti una soluzione ma purtroppo tutto ciò che potevi fare già lo hai fatto. Ti rimane però qualcosa che, forse, per questioni economiche non hai potuto prendere in considerazione ma che potrebbe risolvere definitivamente i tuoi problemi, ed è quella di andartene da quella casa.

grazie del pensiero, come già scritto lo farò in futuro sicuramente, ma prima vorrei un po' dei miei diritti mancati.grazie

annam. B. dice:

grazie del consiglio. In futuro lo farò sicuramente ma vorrei anche i miei diritti negati fin adesso. grazie ciao

 

Purtroppo la tua è una situazione di difficile risoluzione. I diritti, anche se a volte vengono calpestati, non sempre si possono far valere, la prova sono tutte le azioni giudiziarie che sono già state messe in atto senza risultato. Se puoi andartene da quella casa il più in fretta possibile sarebbe la soluzione più rapida e definitiva.

  • Mi piace 1
Esmeralda dice:

Purtroppo la tua è una situazione di difficile risoluzione. I diritti, anche se a volte vengono calpestati, non sempre si possono far valere, la prova sono tutte le azioni giudiziarie che sono già state messe in atto senza risultato. Se puoi andartene da quella casa il più in fretta possibile sarebbe la soluzione più rapida e definitiva.

grazie, ma non trovo giusto che dove per anni ho vissuto la mia infanzia, la mia adolescenza e l'essere adulti, sia lo scempio di gente a defraudare i miei ricordi e farmi andar via e rendere felici loro della mia sofferenza. come è possibile che non vi sia una legge per questo? Che non ci siano diritti per tutelare donne da sole. Ho dimenticato di scrivere che hanno fatto questo anche alla signora di 80 anni morta a breve tempo d'infarto dovuto a stress

 

 

Modificato da annam. B.
annam. B. dice:

grazie, ma non trovo giusto che dove per anni ho vissuto la mia infanzia, la mia adolescenza e l'essere adulti, sia lo scempio di gente a defraudare i miei ricordi e farmi andar via e rendere felici loro della mia sofferenza. come è possibile che non vi sia una legge per questo? Che non ci siano diritti per tutelare donne da sole. Ho dimenticato di scrivere che hanno fatto questo anche alla signora di 80 anni morta a breve tempo d'infarto dovuto a stress

 

 

Certo che non è giusto, ma non lo è neanche che io cerchi di darti delle speranze illusorie. Vorrei davvero poterti suggerire una soluzione realistica e soddisfacente ma onestamente non ne ho. Se qualcun altro è in grado di indicarti una soluzione adeguata ben venga.

Che gente c'è a questo mondo.. 

 

Le soluzioni sono:

1 - L'opzione classica, la fuga.

2 - L'opzione legale, l'avvocato.

3 - L'opzione vietnamita: non è detto che chi sembra più "forte" lo sia effettivamente. Evidentemente la prima ti dà dolore, la seconda non ha funzionato.. non ti rimane che la terza.

 

Io sono sempre una gran pacera, ma questo finché si tratta di tollerare, per quanto bislacche, le abitudini altrui, assai poco nel tollerare la follia altrui.

Cioè se mi infastidisci nel farti i fatti tuoi è un conto, se mi infastidisci perché vuoi è un altro.

 

I soggetti come il tuo vicino, ad esempio, se la prendono in maniera evidente con chi percepiscono come debole. L'anziana del piano di sotto e la signora del piano di sopra, persone che reputano "deboli", donne sole.

 

E se tu non fossi più così debole?

Io, tanto per cominciare, prenderei in considerazione l'idea di adottare un cane, bello piazzato. Scoprirai che diventerà estremamente protettivo nei tuoi confronti (come diventano sempre i cani quando vivono con un padrone solitario) e sicuramente sarà un gran bel deterrente quando i due Signori Rambo vorranno entrarti in casa o insultarti.

Adottare un cane adulto, oltretutto, ti permette di conoscerne fin da subito il carattere, saltare la fase "mordicchio mobili, piscio in terra" e fare un bellissimo gesto di altruismo, visto che per ovvie ragioni tutti prediligono i cuccioli.

 

https://www.annuncianimali.it/annunci/cani-taglia-grande/roma-rm/in-regalo

 

Nella tua città ne trovi tantissimi, abbandonati da soggetti probabilmente non molto diversi dai tuoi educatissimi vicini. Gente di emme, per intenderci.

 

In secondo luogo, basta mostrarti intimorita. Di che hai paura? Che ti picchi?
Sarebbe quasi un sollievo, almeno lo potresti allontanare!

 

Se davvero ci tieni così tanto alla tua casa, non hai più nulla davvero da perdere. Ed è sempre il momento delle rivoluzioni. 

 

Un abbraccio forte, tienici aggiornati!

  • Mi piace 2

Anche a me hanno fatto stalking condominiale e gli stalker sono pensionati -inveendo anche contro la cagna che vive con me- e l'unica soluzione è trasferirsi perché i comportamenti molesti e persecutori vengono giustificati quindi la soluzione è andare via ma c'è l aspetto economico che rallenta il trasferimento. 

Cristina Ciccarelli dice:

Anche a me hanno fatto stalking condominiale e gli stalker sono pensionati -inveendo anche contro la cagna che vive con me- e l'unica soluzione è trasferirsi perché i comportamenti molesti e persecutori vengono giustificati quindi la soluzione è andare via ma c'è l aspetto economico che rallenta il trasferimento. 

Puoi darmi maggiori informazioni al riguardo? In che senso dici che "i comportamenti molesti e persecutori vengono giustificati"? Sei andata a processo? Te l'hanno detto le forze dell'ordine? Vorrei capire perché anche io sto subendo da anni e, nonostante le numerose denunce, hanno aperto un fascicolo per soli atti molesti. Tra l'altro io non riesco neanche ad andarmene perché dovrei vendere e uno dei miei stalker occupa abusivamente la mia lavanderia come abitazione! 

mi sembra uno sfogo piu' che altro, senza però nessuna chiara richiesta.

Primo sei già seguita da un legale. Nessuno di noi  ne puo' sapere piu' di questi, che ha seguito le vicende giudiziarie.  Ha letto le motivazioni delle archiviazioni e delle assoluzioni ecc.

Capisco lo sfogo, ma le domande che fai le dovresti porre al tuo legale.

  • Mi piace 1
annam. B. dice:

grazie, ma non trovo giusto che dove per anni ho vissuto la mia infanzia, la mia adolescenza e l'essere adulti, sia lo scempio di gente a defraudare i miei ricordi e farmi andar via e rendere felici loro della mia sofferenza. come è possibile che non vi sia una legge per questo? Che non ci siano diritti per tutelare donne da sole. Ho dimenticato di scrivere che hanno fatto questo anche alla signora di 80 anni morta a breve tempo d'infarto dovuto a stress

 

 

Proprio per non rovinare ancora di più i ricordi che hai vai via... I tuoi diritti sono stati calpestati hai fatto di tutto per far valere i tuoi diritti non ci sei riuscita ma è solo perché viviamo in questa società.. Quindi non focalizzati su una questione di diritti vai via trasferisci e Ater che ne sappia non lascia case sfitte verranno altri...e ti verrà il magone ma poi la tua tranquillità il tuo rinascere non ha prezzo... Ma sai che se gli arrivano dei litigiosi.. Sai che bufere... E tu sarai fuori da tutto questo... Impagabile... La volpe perde il pelo ma non il vizio. 

×