Vai al contenuto
Condominio Web: Il condominio, gli Immobili e le locazioni
chiara78

Sfratto per morosità & imposta di registro

Salve vorrei porvi un quesito:e'possibile richiedere uno sfratto per morosita' con un contratto regolarmente registrato ma con con imposta di registro dell'anno in corso non pagata(in virtu'dei canoni insoluti del conduttore)?E,nel caso fosse necessario va presentata copia del versamento(insieme alla registrazione del contratto)all'udienza di convalida?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Ciao, certo che è possibile!

Paghi con una certa sanzione, adesso non ricordo quanto sia, porti la copia dell'avvenuto pagamento al tuo avvocato ed, egli, procederà come è giusto che sia al regolare sfratto per morosità.

Sarebbe la fine del mondo se non fosse possibile.

Già è lungo e dispendioso cacciar via di casa uno che non paga (cosa assurda perché io questa azione la chiamo con una sola parola FURTO) se poi fosse anche ritenuto impossibile fare uno sfratto per morosità per non aver pagato la tassa di registro sarebbe il Paese delle follie....

La paghi con il ravvedimento.

Ciao

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Mi sembrava di aver capito che in caso di sfratto per morosita'si poteva essere esentati dal pagamento dell'imposta di registro dell'anno corrispondente alle morosita'...ma credo di aver inteso male.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Tranquilla... il mancato pagamento dell'imposta di registro dell'annualità non inficia un'eventuale ricorso al tribunale, anche perchè prima o poi ti arriva il pagamento a mezzo cartella esattoriale, con tanto di sanzioni e interessi.... l'importante è che il contratto sia regolarmente registrato....

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Mi sembrava di aver capito che in caso di sfratto per morosita'si poteva essere esentati dal pagamento dell'imposta di registro dell'anno corrispondente alle morosita'...ma credo di aver inteso male.

Purtroppo da un punto di vista strettamente tecnico l'imposta di registro va pagata. Ovvero, come indicato nello specifico dall'Art. 23, comma 1 del Tuir (modificato dalla Legge 431/98): i canoni di locazione per immobili ad uso abitativo, maturati e non percepiti, non concorrono alla formazione del reddito imponibile ai fini IRPEF solo dal momento della conclusione del procedimento giurisdizionale di convalida di sfratto per morosità. Quindi se la sua causa di sfratto non è ancora giunta a questa fase, dovrai al momento versare le relative imposte sul reddito (anche se non lo ha ricevuto regolarmente) e pagare la tassa di registro. In ogni caso, per le imposte versate sui canoni non percepiti, qualora la mancata percezione sia accertata dal giudice nell'ambito del procedimento civile di convalida di sfratto per morosità, ti verrà riconosciuto un credito d'imposta di pari ammontare.

 

- - - Aggiornato - - -

 

Tranquilla... il mancato pagamento dell'imposta di registro dell'annualità non inficia un'eventuale ricorso al tribunale, anche perchè prima o poi ti arriva il pagamento a mezzo cartella esattoriale, con tanto di sanzioni e interessi.... l'importante è che il contratto sia regolarmente registrato....

Ciao, che prima o poi ti arrivi tutto è ovvio e più che mai sicuro però, quando si sta in fase di sfratto è meglio avere tutte le cartuccelle a posto proprio per evitare intoppi, fino alla convalida di sfratto ci mancherebbe perchè se non hai quella sentenza in mano, per il fisco è ancora tutto in piedi.

Purtroppo è così, oltre al danno pure la beffa, finchè non metteranno mani a queste assurdità in Italia un proprietario di una casa se decide di affittarla, vivrà sempre sui carboni ardenti....

Ciao

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
×