Vai al contenuto
meral1

Richiesta documentazione condominiale

Ogni contributo dato a questa discussione è prezioso e va in un senso unico: la comunicazione è fondamentale e la fame di informazioni da parte di condomini (probabilmente) sempre più preparati o che desiderano approfondire è in continua crescita.

Poiché la principale contestazione che sento sugli amministratori è che non rispondono, sono poco reperibili, non fanno assemblee da lungo tempo..., è chiarissimo che va curato maggiormente il rapporto.

Aprirsi a tutti gli strumenti di comunicazione rimanendo al passo coi tempi (in questo, riconosco, io difetto) può richiedere uno sforzo, ma probabilmente può condurre al miglioramento delle relazioni e dello scambio di informazioni, nonché (e non è poco) ad azzerare la necessità che l'amministratore si dedichi a predisporre la documentazione richiesta da chi ne voglia prendere visione.

Sintesi: non importa come, ma ogni amministratore curi massimamente il contatto umano e la disponibilità della documentazione.

Ogni contributo dato a questa discussione è prezioso e va in un senso unico: la comunicazione è fondamentale e la fame di informazioni da parte di condomini (probabilmente) sempre più preparati o che desiderano approfondire è in continua crescita.

Esattamente.

Leggi questa discussione, attenzionando soprattutto quanto scrive "prociotta" (Sabrina Procicchiani), storica affiliata a SINTEG, nel post n. 18:

--link_rimosso--

 

“in Sinteg cerchiamo di "ragionare fuori dagli schemi già battuti" ce lo insegniamo fra di noi, quindi è assolutamente normale che facciamo altrettanto al di fuori di Sinteg, quindi con voi su condominio web.

non sò voi, ma se a me qualcosa piace, voglio comunicarlo !”

 

Quella discussione era incentrata proprio sull’uso di nuove tecnologie (nel caso specifico una app) alle quali poteva accedere una platea limitata di affiliati SINTEG.

 

Ora ci sono tecnologie gratuite che possono essere usate senza alcun tipo di affiliazione ed, a mio avviso, condominio web, così come SINTEG, ma ad una platea ben più ampia (composta di amministratori ed amministrati) e soprattutto gratuitamente, offre la possibilità di “insegnarci” (condividere) le nostre esperienze.

 

Build-m (alias SINTEG), in quella stessa discussione del 2011 di cui al link di sopra scriveva:

“presto i condomini saranno abituati a non pagare l'amministratore ..... e non solo.....

IL mercato acquisisce come punto di riferimento quel che meglio risponde alle esigenze del cliente. Presto i riferimenti cambieranno...”

Il progetto di affiliarsi in modo da offrire ai condòmini addirittura l’amministratore gratuito e servizi a prezzi stracciati, così come avviene con le compagnie di volo low – cost che offrono anche voli gratis, in Italia purtroppo non è decollato, anzi, paragonando i costi dei miei fornitori senza convenzione e quelli che altri offrono con convenzione (nella mia città a volte gli stessi), mi fanno pensare che qualche volta… chi fa da se fa per tre, perchè il fornitore sconta direttamente al condominio ciò che deve riconoscere a chi ha stipulato la convenzione.

(Provare a presentarsi in un ristorante GROUPON e chiedere lo stesso prezzo senza dover acquistare il coupon on line)

Hai ragione tu, il mercato sta cambiando, il livello di cultura media si sta innalzando, siamo tutti connessi e basta un click per ricevere un’informazione.

Le “esigenze del cliente” stanno mutando per cui l’amministratore deve essere sempre più professionale, disponibile e trasparente. L’uso di tecnologia adeguata amplifica queste tre qualità.

Sono perfettamente d'accordo nel mettere a disposizione le nuove tecnologie, però nel condominio non ci dovrebbero essere differenze tra chi ha la possibilità di essere messo al corrente o consultato con "whatsapp" e chi non lo ha, e nei condominii dove ci sono molti anziani la percentuale aumenta notevolmente.

Sono perfettamente d'accordo nel mettere a disposizione le nuove tecnologie, però nel condominio non ci dovrebbero essere differenze tra chi ha la possibilità di essere messo al corrente con "whatsapp" e chi non lo ha, e nei condominii dove ci sono molti anziani la percentuale aumenta notevolmente.

Come già detto, non mi riferivo ad una possibilità "alternativa" ma ad una possibilità "aggiuntiva" (valore aggiunto) e, soprattutto, non mi riferivo solo a whatsapp ma a tutte le tecnologie disponibili in genere.

Anche il gestionale che usa l'amministratore per stampare uno stato patrimoniale in tempo reale è tecnologia, rispetto ai tempi in cui l'amministratore usava penna, inchiostro, calamaio e quaderno a quadretti.

 

A titolo esemplicativo, nel mio condominio c'è una vedova che non sa neanche cos'è un PC ma la figlia sposata e non residente, quando la va a trovare, si diverte a collegarsi dal proprio smartphone al sito della banca e grazie al "token" che la signora ha in casa, visualizza l'estratto conto bancario in tempo reale evitando di telefonarmi per chiedere un appuntamento al fine di visualizzare l'ultimo estratto conto.

Collegandosi con apposita password al sito condominiale, poi, può fare tutti i vari riscontri confrontandoli con registro di contabilità e giustificativi di spesa.

Il tutto a suo comodo, nei ritagli del suo tempo libero, senza dovermi chiedere un appuntamento che potrei fissargli anche nelle sue ore di lavoro (lavora dalle 07,00 alle 13,00 e dalle 16.00 alle 20,00), costringendola a chiudere la propria attività artigiana (parrucchiera) per qualche ora.

Come già detto, non mi riferivo ad una possibilità "alternativa" ma ad una possibilità "aggiuntiva" (valore aggiunto) e, soprattutto, non mi riferivo solo a whatsapp ma a tutte le tecnologie disponibili in genere.

Anche il gestionale che usa l'amministratore per stampare uno stato patrimoniale in tempo reale è tecnologia, rispetto ai tempi in cui l'amministratore usava penna, inchiostro, calamaio e quaderno a quadretti.

 

A titolo esemplicativo, nel mio condominio c'è una vedova che non sa neanche cos'è un PC ma la figlia sposata e non residente, quando la va a trovare, si diverte a collegarsi dal proprio smartphone al sito della banca e grazie al "token" che la signora ha in casa, visualizza l'estratto conto bancario in tempo reale evitando di telefonarmi per chiedere un appuntamento al fine di visualizzare l'ultimo estratto conto.

Collegandosi con apposita password al sito condominiale, poi, può fare tutti i vari riscontri confrontandoli con registro di contabilità e giustificativi di spesa.

Il tutto a suo comodo, nei ritagli del suo tempo libero, senza dovermi chiedere un appuntamento che potrei fissargli anche nelle sue ore di lavoro (lavora dalle 07,00 alle 13,00 e dalle 16.00 alle 20,00), costringendola a chiudere la propria attività artigiana (parrucchiera) per qualche ora.

Leonardo, come ti ho già detto non sono contro le nuove tecnologie, anzi aiutano e molto, però ed ad esempio se contatti i condomini per un parere o un sondaggio, non puoi escludere chi non è tecnologicamente avanti, non sarebbe corretto, ovvero anche chi non sta a passo con i tempi ha tutto il diritto di esprimere il proprio parere.
... se contatti i condomini per un parere o un sondaggio, non puoi escludere chi non è tecnologicamente avanti, non sarebbe corretto...

Ho dato l'impressione di voler escludere qualcuno?

E' un servizio in più che nulla toglie e non esclude i condòmini che non vogliono avvalersi di nuove tecnologie ma è un servizio che offre un servizio in più a chi vuole usarlo.

 

Per capirci, nel mio condominio, così come nel tuo, qualsiasi condòmino ha diritto di prendere appuntamento per visionare o chiedere copia di un estratto conto bancario, ma nel mio condominio, al contrario del tuo, chi vuole vedere l'estratto conto da casa senza dover chiedere nulla all'amministratore lo può fare perchè ogni condòmino ha la sua chiavetta per collegarsi alla banca.

E' meglio avere due opzioni o una sola?

Ho dato l'impressione di voler escludere qualcuno?

E' un servizio in più che nulla toglie e non esclude i condòmini che non vogliono avvalersi di nuove tecnologie ma è un servizio che offre un servizio in più a chi vuole usarlo.

 

Per capirci, nel mio condominio, così come nel tuo, qualsiasi condòmino ha diritto di prendere appuntamento per visionare o chiedere copia di un estratto conto bancario, ma nel mio condominio, al contrario del tuo, chi vuole vedere l'estratto conto da casa senza dover chiedere nulla all'amministratore lo può fare perchè ogni condòmino ha la sua chiavetta per collegarsi alla banca.

E' meglio avere due opzioni o una sola?

E se fai un sondaggio o chiedi un parere, come fai con i condomini che non hanno "whatsapp" e neppure il PC?
E se fai un sondaggio o chiedi un parere, come fai con i condomini che non hanno "whatsapp" e neppure il PC?

Vado a bussare porta a porta, ma solo a quelli dai quali non ho ricevuto risposta attraverso tecnologia alternativa al campanello 😉

×