Vai al contenuto
Dirocca

Pulizie faidate

Nascosto

ciao a tutti, vi espongo i fatti :

in una precedente assemblea condominiale si è deliberato all'unanimità, di abbandonare l'impresa esterna e di fare da sè le pulizie almeno per qualche tempo.

In sostanza ognuno dovrebbe pulire il proprio pianerottolo e, più o meno a turno, senza grosso impegno, pulire l'atrio condominiale.

 

Tutto fila alla perfezione, l'edificio nel complesso è pulitissimo, l'ingresso e sempre lindo, pulito da volontari, ma c'è un piano particolarmente trascurato, dove nessuno degli abitanti dei tre appartamenti che vi si affacciano ha mai passato neppure la scopa.

Per 5 mesi altri condomini si sono offerti volontari e il pianerottolo incriminato viene comunque tenuto in condizioni sufficientemente decorose dagli altri abitanti... ma vorrei sapere da voi se è obbligatorio tenerlo pulito.

 

intendo dire: tenuto conto che l'unanimità ha votato contro l'impresa esterna, se gli abitanti del piano X se ne infischiano dell'igiene e nessuno si lamenta della sporcizia del piano X l'amministratore è comunque tenuto a garantire che quel pianerottolo sia pulito?

 

ci sono tanti volontari, ma i signori del piano X approfittano di questo fatto.

 

Posso lasciare il pianerottolo sporco e dire ai volontari di non preoccuparsene più di tanto?

 

un'altra domanda:

 

i residenti possono pulire da sè le scale occasionalmente (senza turni fissi ognuno a sua discrezione) senza che queso venga considerato "lavoro"?

 

se qualcuno dovesse farsi male l'amministratore è responsabile in qualche maniera come se si trattasse di un "lavoratore in nero"?

 

per intenderci: un condomino che cade mentre passa un cencio per dare una pulita al pianerottolo è uguale a un condomino che cade mentre transita nel pianerottolo semplicemente per entrare in casa propria? oppure per il fatto che sta svolgendo un'opera a favore del condominio (anche se volontaria e gratuita) deve essere assicurato?

 

vi ringrazio in anticipo :-)

Modificato Da - Dirocca il 05 Nov 2009 alle ore 00:12:43

 

Modificato Da - Dirocca il 05 Nov 2009 alle ore 00:13:36

Nascosto

Ogni condomino può pulire come e quando vuole le parti comuni, ma nessuno può essere obbligato a farlo perchè è contro la Costituzione (art. 23)imporre prestazioni personali o patrimoniali.

Se volete potete lasciare sporco il pianerottolo in questione e l'amministratore non ha nessun dovere di garantire la pulizia perchè deve garantire solo la sicurezza.

Se i condòmini puliscono gratuitamente non è considerato lavoro, così come non è lavoro lavare il pavimento del proprio appartamento.

Non credo che il condòmino debba essere assicurato, ma per questo argomento meglio attendere una risposta di qualche fiscalista. Nel caso non dovessero risponderti ti consiglio di aprire un altro post nella sezione FISCO - 770 - QUADRO AC - F24 - AGENZIA ENTRATE

Nascosto

Cominciate a pensare di ritornare all'impresa di pulizia.

Prima o poi anche qualche altro condomino cesserà il lavoro con il ragionamento molto semplice " perchè io mi sbatto a pulire e tizio o caio non fanno niente o pulisconto male??"

Una curiosità : pulisconto anche i conduttori degli appartamenti???

Saluti.

Tiber

Nascosto

grazie-

Per Leonardo: sì, so bene che non posso obbligare nessuno a pulire, nè a mettere una quota aggiuntiva in sostituzionbe del lavoro fisico. Infatti prima di iniziare ho spiegato bene a tutti che si trattava di "volontariato" a beneficio di tutti, anche degli scansafatiche, a cui niente e mai avremmo potuto recriminare.

 

X Tiber

siamo tutti proprietari, quasi tutte donne, tutte stufe di spendere soldi inutilmente e di cambiare imprese di pulizie che puliscono tutto lo stabile (6 piani) con un solo secchio d'acqua.

 

Per adesso siamo 15 persone, la maggior parte delle quali considera il pianerottolo come un biglietto da visita del proprio appartamento. Dunque felicissime di avere finalmente il condominio pulito. Non tutte, ma almeno un paio di noi siamo disposte a dare una passata anche al piano X, dove abitano le altre 3.

 

Nessuno ha mai fatto il discorso che hai scritto tu...e non ne hanno motivo, se non vogliono pulire nessuno le costringe.

Quando mi sono resa conto che certi pianerottoli venivano puliti 4/5 volte a settimana, ho chiesto a queste volenterose, se anzichè pulire sul pulito, fossero disposte a dare una pulita al piano x. Molte hanno detto di no, ma quelle disponibili riescono a tenere il decoro senza ammazzarsi di fatica.

 

a volte è un problema di orgoglio e di puntiglio, non di reale fatica.

Modificato Da - Dirocca il 05 Nov 2009 09:39:54

×