Vai al contenuto
garant44

Pulizie delle scale amministratore non eroga servizio

 Dove , a quale autorità posso segnalare ( per es.  ASL  o  chi altro ? )   la predurante mancanza di erogazione del servizio  di pulizie delle scale che dal oltre 10 anni non va erogato dagli amministratori,  tuttavia ogni tanto nelle riunioni in ODG va inserita la voce  < Pulizie delle scale>.  Anch in ultima assemblea  lo è stato fatto , e hanno deliberato : " I condomini sono chiamati e presentare i preventivi " . Ma  è la situazione che si ripete per anni. I preventivi  si non presentano e il servizio non parte. Questi pagliacciate sono ormai una consueta presa in giro a me, che sono unica che abito nello stabile  perchè gli altri non sono ne residenti ne sono mai abitati, quindi per l 'urgenza e inderogabilità io provvedo personalemne ad effetuare pulizie quando la situazione di  anti-igiene  raggiune uno stato insopportabile.  Sono stanca a provvedere personalemnte, perché so che non sarò mai remunerata, ne autorizzata formalemnte fare le  pulizie,  qualora chiedesse all'amminiustratore. NB: Il condominio è piccolo solo 3 piani  di due  mini appartamenti per piano, unica scala.  Appartamenti sono adebiti alle recezione turistica tipo case vacanze frequentate  solo nei week end  in determinati periodi dell'anno. Ma i turisti spocano parecchio,  a volte  molto.

In realtà è  su questo  che contano gli altri  condomini  ossia  avere  scale pulite a gratis, " botte piena e  moglie ubriaca " e  io,  stanca a continuare segnalare all'amministrarore lo stato di indecenza e chiedere a mandare almeno una ditta per un  intervento  almeno di pulizie straordiarie,  pagabile con un aucher, voglio contattare  le autorità per segnalare e  concretizzare la situazione. Perchè erogare  i servizi rientra negli obblighi di legge  e  per indaempimento  l'amministratore è patibile la revoca giudizaria.  Delle gravi irregolarità ne  ha collezionato anche tante altre  

Modificato da garant44

Ma l’assemblea ha mai deliberato di affidare la pulizia delle scale ad un impresa ? 

 

 

 

 

garant44 dice:

Anch in ultima assemblea  lo è stato fatto , e hanno deliberato : " I condomini sono chiamati e presentare i preventivi " . Ma  è la situazione che si ripete per anni.

Ma tu hai mai presentato il preventivo di una ditta? Lo hai mai fatto mettere a verbale?

Ad ogni modo, se il condominio non vuole deliberare di appaltare le pulizie, puoi far intervenire la ASL ma credo che non otterrai un gran che se le scale sono solo sporche ma non ci sono rischi per la salute.

 

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

        

Il lemma “ignoranti”, da ignorare, si coniuga spesso e volentieri con un elevato “Titolo di Studio”.

Molti sanno leggere ma hanno difficoltà, inconsapevole, a capire ciò che leggono.

(Prof. Achille Andò)

  • Mi piace 1

Rispondo al Peppe 64:

L'assemblea  ha deiberato affidare le pulizie delle scale all'impresa e di presentare preventivi, senza specificare se in prossima assemblea annuale,  o convocare una riunione a tema, per scegliere uno tra loro . 

Io, personalemnte e  immediatamente dopola riunione entro 10 gg ho presentato il mio preventivo della ditta che tra l'altro ha già lavorato in nostro condominio molti anni fa e conosce lo stabile.  E il preventivo era stato trasmesso via PEC dalla stessa ditta con tanto di allegato del DURVI. Lo stesso titolare che gestisce numerosi condomini  in zona mi ha assicurato che l'amministratore non necessita di attendere molto tempo e no devev convocare la riunione per valutare i preventivi  se entro un mese i condomini non sono attivati per presentare i preventivi e può far partire i lavori anche subito, vista urgenza e inderogabiità della situazione, adottando un preventivo che ha ricevuto o in mancanza di alcun preventivo mandare una ditta a sua scelta di quelli che conosce personalmente.. 

 

Rispondo a Leonardo: quale pericolo reale per la salute possa essere la polvere che anche se tanta, a creare le palle di lana della sporcizia negli angoli delle scaline, o  impronte  delle scarpe  con risidue di terra all'ingresso possa esporre i condomini al rischio della salute? O barattoli di birra o bicchieri di carta con  canucci di plastica abbandonati sui davanzali delle finestre o le cicche delle sigarette buttati per le scale o spenti nei vasi delle piante? Nessuna. Ma che vuol dire : se no c'è pericolo immediato reale non deve adoperarsi  in linea di norma di legge ? 

Proprio tu Leonardo, mi pare,  in una discussione simile,  di un signore che si lamentava di mancata pulizie delle scale di un condominio di  sua seconda casa al mare, dove non  si erogava il servizio perché  i condomini non lo  volevano  tutto l'hanno ma solo nei mesi  estivi, perchè l' inverno il condominio non era molto frequentato.. Tu suggerivi  segnalare al ASL la situazione. La domanda : Ma se segnalare all'ASL in quale departimento :inquinamento dell' ambiente,  altro?   Tu,  dove in caso,  faresti? 

Modificato da garant44
garant44 dice:

Tu,  dove in caso,  faresti?

Io andrei alla ASL, all'ufficio igiene e chiederei a loro cosa fare, portando con me anche una documentazione fotografica e/o un breve filmato che puoi registrare sullo smartphone.

 

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

        

Il lemma “ignoranti”, da ignorare, si coniuga spesso e volentieri con un elevato “Titolo di Studio”.

Molti sanno leggere ma hanno difficoltà, inconsapevole, a capire ciò che leggono.  (Prof. Achille Andò)

 

 

Mi sembra di capire che l’assemblea non ha mai affidato la pulizia delle scale a una specifica ditta , quindi l’amministratore non ha nessuna colpa .

 

 

 

 

Modificato da peppe64
garant44 dice:

Leonardo,ti ringrazio, proverò andare e deposito materiale fotografico e una istanza. 

Dipartimento di igiene dell'Asl   per eliminare la sporcizia (mozziconi di sigarette, polvere, reesidui di colazioni o di bivacco) ?  Non credo sia di loro competenza, ma tentare non nuoce.  Per convincere chi fa attività di B&B nello stabile circa la necessita di servizi di pulizia, basta non pulire autonomamente  gli spazi comuni nei periodi   in cui  arrivano i clienti paganti, magari è una maniera di convincimento a fare un assemblea per deliberare sul tema

Modificato da SPL House
peppe64 dice:

Mi sembra di capire che l’assemblea non ha mai affidato la pulizia delle scale a una specifica ditta , quindi l’amministratore non ha nessuna colpa .

 

 

 

 

Concordo, non hanno deliberato l'incarico ma solo di ricercare preventivi.

Considerato che Garant è in guerra con gli altri condomini e sono finiti diverse volte in tribunale giustamente l'amministratore segue la legge ed in assenza di delibera di scelta della ditta non appalta un bel niente prendendosi poi lui la responsabilità.

Il titolare della ditta presentata da Garant poi dice una inesattezza se afferma che l'amministratore può scegliere di sua iniziativa quale contratto firmare.

SPL House dice:

Dipartimento di igiene dell'Asl   per eliminare la sporcizia (mozziconi di sigarette, polvere, reesidui di colazioni o di bivacco) ?  Non credo sia di loro competenza, ma tentare non nuoce.  Per convincere chi fa attività di B&B nello stabile circa la necessita di servizi di pulizia, basta non pulire autonomamente  gli spazi comuni nei periodi   in cui  arrivano i clienti paganti, magari è una maniera di convincimento a fare un assemblea per deliberare sul tema

Forse meglio direttamente al SISP( che comunque e’ una struttura del dipartimento d’igiene) dell’Asl ( Usl ,USSL etc)nella fattispecie UIP locale 

 

 

sisp servizio igiene e sanità pubblica

 

uip ufficio igiene pubblica 

Modificato da peppe64

Leonardo, ti ringrazio, proverò  andare all'ASL  deposito materiale fotografico e una una segnalazione, un istanzaufficio protocollo e poi dova va, va.  Io di fatto Davidino sa che sono in guerra con il Condominio e  come molti  sanno, dai vatri post che negi anni avevo posto a discussione,   che i condomini  tengono un  atteggiamento  "furbo"  in speranza che prima o poi prendo lo straccio in mano io, e pulisco.  Così " risparmiano ",  considerando che tutta questa gente è talmente facoltosa da far scifo.. 

La stessa storia era con le ristrutturazioni delle scale, 1945773248_Marinafotoscaleingresso20123.jpg.54bc5110c13e26fc999bf8d9d9017d56.jpg deliberato dal 1998 e mai effettuato, rimandando  le stesse pretese di valutare preventivi  dall'assemblea ad altra, visto che  il capitolato di 27 mila euro di un ingeniere non andava bene, ma neanche di 5.000 presentato da me non andava bene, affinchè mi autorizzavano verbalemente tramite avvocato da loro incaricato di  organizzare lavori purché fosse  < in nero> ,  per " riparmiare ", che avrebbero trovato una formula di compenssazione,  tipo risacimento, o un altro  escomutage,  poi non hanno pagato.   Il solito atteggiamento che conosco.  Quindi volevo finalemnte fare un qualcosa per interompere questo parazzitismo 

 

A Davidino 1978 : Ma tornando all'argomentoin contesto della responsabilità dell'amministratore o della  legalità: E ' vero che senza la decisione assembleare l'amministratore non poterbbe appaltare una ditta di sua scelta senza la preventiva approvazione dell'assemblea, ma il titolare intendeva dar atto di affifìdare  lavori in un contesto di situazione d' urgenza, avendo pure ricevuto il mio preventivo,  tra l'altro è stato accordato in assemblea che ci sarà adottato un periodo di prova di un mese per capire la  efficienza della eventuale ditta. Abbaiamo avuto le esperienze negative di due ditte che erano appaltati in passato, molti anni fa  che semplicemente non si presentavano a lavorare dopo il primo mese  lo spettevano proprio in totem. Sapevano che il controllo era inesistente, tuttavia venivano pagate  dall'amministratore  regolarmnte che  ovviamente connivente  di queste  comportamenti,  sicuramente riceveva delle mazzette,   e quindi non faceva nulla per annullare  gli incarichi fradualenti .

Ma faccio banale paragone:  la tua casa non viene pulita dalla tua compagna - un giorno, una settimana, un mese, ma dopo  un anno, più anni, dieci anni, che fai?  O prendi in mano lo straccio tu, oppure senza chiedere il  suo consenso alla moglie, porti un pulitore e gli fai fare il lavoro, pagando.  L'amministratore dovebbe fare lo stesso in questa situazione che è emergenza. Tanto,  si sa il costo medio per un appalto di pulizie settimanali di tre piani e 3 piccoli pianorottoli, piccoli  androne,  un euro di più un euro di meno. sono questi i costi. 

infatti hanno inserito  in OdG questa voce <pulizie delle scale perché  i gestori degli appartamenti che sono affittati come case vacanze si lamentavano  che pagando le sese condominiali non ricevevano nessun servizio.  In situazioni di emergenza  anche loro  provedono attraverso loro pulitori che vengono a sistemare gli alloggi  di pulire  il  pezzo d'ingresso davanti la porta nel loro pianerotolo e non oltre.  

Qui solo a titolo esemplicativo allego le foto di porzioni delle scale che ho ristrutturati interamente dopo vent'anni che erano abbanonati .   Infatti vorrei abbattere intera opera e riportare allo stato precedente utilizzando sverniciatore  termico, asportando i miei materiali  che mi hanno costato molto essendo smalti particolari  di primissima  scelta e applicate a multistrati  perché mi costa meno di fare causa, che non so neanche se vinco. Che mi consigliate? 

Foto Scale scalini.docx

Marina foto scale ingresso 2012 2.jpg

Marina foto scale ingresso 2012 4.jpg

Condominio Foto 2  Muro Ingresso Cofronto vecchio  2012 e Nuovo 2013.jpg

Condominio Tre scalini Muro Dopo 1.jpg

Assicurazione Foto Scale ingresso dove è avvnuto incidente.docx

Muro e pezzo di scala tra  3° e 2° piano.jpg

2 °piano int 3 e 4 20160227_204045.jpg

Nulla ti vieta di fare la stessa cosa del tuo esempio ( marito che chiama pulitore e che paga) 

 

 

chiami ditta di pulizia e la paghi .

Peppe 64,  Non esageriamo per favore. Anche perché se per assurdo farei una cosa simile potrei essere diffidata dall'amministratore stesso che è obbligato a tutelare il condominio e potrei essere citata per  eventuali danni,  non so qualli ma al momento opportuno li inventano.  

ciao

personalmente io non vedo il percorso ASL che porti a risultati.

Una diffida all'amministratore per la mancata erogazione del servizio, visto che è lui il custode del bene condominiale, con una richiesta di risarcimento danni in caso di mancato adempimento immediato, vista l'urgenza, ribadendo che i preventivi come richiesto dall'assemblea sono in sue mani.

Dalle foto  sembra  bi sia stato un 'intervento di manutenzione sulle scale: carteggio di pareti e zoccolino, pulizia del pavimento (forse anche stuccatura ove necessario) tinteggio e ripristino dello zoccolino con colore testa di moro come l'esistente. Presumo approvati in assemblea ed affidati a …  Se qualcuno non ha versato le rate è altro problema. Comunque la manutenzione delle cose comuni è dell'amministratore. suo compito portare perlomeno la problematica un assemblea per la discussione 

Modificato da SPL House
SPL House dice:

Dalle foto  sembra  bi sia stato un 'intervento di manutenzione sulle scale: carteggio di pareti e zoccolino, pulizia del pavimento (forse anche stuccatura ove necessario) tinteggio e ripristino dello zoccolino con colore testa di moro come l'esistente. Presumo approvati in assemblea ed affidati a …  Se qualcuno non ha versato le rate è altro problema. Comunque la manutenzione delle cose comuni è dell'amministratore. suo compito portare perlomeno la problematica un assemblea per la discussione 

Ciao

Le foto evidenziano la effettiva necessità di intervenire quanto prima e su quello si tratta di un argomento da porre all'ordine del giorno ma la pulizia dovrebbe essere fatta In ogni caso

Le foto  mostrano più parti di  rampanti, alcuni con zoccolino quasi inesistente altri sembra ritoccato.  cosi lo stesso per i pianerottoli.  La pulizia certamente è ripartita come da tabella scale se esiste o altra convenzione se concordata  

camillo50 dice:

Ciao

Le foto evidenziano la effettiva necessità di intervenire quanto prima e su quello si tratta di un argomento da porre all'ordine del giorno ma la pulizia dovrebbe essere fatta In ogni caso

Considerata la storia di cause continue personalmente comprendo assolutamente l'amministratore che in assenza di delibera nonostante la voce fosse all'ordine del giorno non si prende la responsabilità personalmente di incaricare una ditta delle pulizie. Sicuro che gli toccherebbe pagarla lui alla fine.

  • Mi piace 1

Non posso allegare  le foto dell'intero lavoro  che ho fatto ll' interno dello stabile  solo 32 mb sono permessi. e  allego solo alcuni foto  sull'argomento. Lo stato delle scale  lo era già al l 1998 considerato grave ( ultimo intervento era circa negli anni sessanta...quindi  era stato deliberato  l' intervento delle ristrutturazioni, perizie, consulenza e  capitolato  da un ingegnere edile, professionista serio, che abbiamo fatto all'epoca. Ma è solo per farvi capire che tipo di condomini e amministratori abbiamo e l'  atteggiamento  adottato verso qualsiasi tipo di lavoro da eseguire nello stabile.. 

Ad ogni riunione  anno per anni era sempre la stessa storia, nessuno portavo i preventivi,  solo io.  In realtà volevano a tutti costi fare il lavoro  in <nero>, quindi i preventivi scritte dalle ditte non li neanche prendevano in considerazione, non si verbalizza nulla in merito, in attesa che tutti danno il consenso ad affidare l'  appalto ad un operaio straniero irregolare,  conoscente di uno dei condomini amico dell'amministratore, che girava per le scale raccogliendo consensia  fare la colletta per i lavori in <nero>-

  Io  certamente diffidavo per anni questo attegiamento. Ma cosa vuoi se gli altri sono d'accordo e amministratore  è indampiente, pur di non perdere la nomina - pronnto ad   accontentare i condomini per ogni irregoalrità per farli  <risparmiare> .  

Ho nuovamente presentato il mio preventivo inviandolo all'amministratore, in mancanza della delibera  e affissandolo  in atrio per p/c dei condomoni,  chiedendo  loro riunirsi per decidere su  l' assemblea per concorrere al mio preventivo-  ( Non consoscevo  tutti gli indirizzi perché nessuno  è residente e l

'amministratore non ha dato accesso  al registro dell'Anagrafe condominiale . Gli ho chiesto alla fine tramite Tribunale, ma il giudice ha rigattato la domanda, considerando che no dare accesso al Registro di A.C.  NON è una grave irregolarità, consiglandomi aspettare la convocazione dell'assemblea, o riunirsi neanche tra noi condomini,  risultato :  Condannata alle spese!  Ho scritto all'amministratore tramite un legale che se non provedeva a riunire condomini e determinare le quote tra i condomini del preventivo,  avrei dato impulso all'inizio dei lavori con la ditta che avevo indicato nel preventivo, causa  improrogabilità dei lavori per lo stato di grave anti igiene,  umidità capiliare che devorava i muri, distacco degli  intonaci, muffe e mancata manutenzione generale etc,. Nessuna risposta . Ma nessuna contestazione  o diffida di non fare1700293477_2pianoint3e420160227_204045.thumb.jpg.d82d03b484a24a06840d415767b94b18.jpg764273389_PRIMOPIANOscaladalPianoterra.thumb.jpg.e1967c90c18c3fc0517f1b8c7f583e23.jpg

Ma l' assemblea non fu più convocata  ne prima dei lavori ne dopo e nessuno voleva ed era lo stallo totale. .

E per tre anni sucessivi  le assemblee non sono state più convocati.  Alla fine  ho anticipo le spese alla ditta  un acconto  e la ditta ha inizato a lavorare.  Ho fermato i lavori a metà pretendendo la riunione, ma mi hanno mandato loro avvocato  che sempre a voce mi è venuto a comunicare che in questo condominio le fatture non ne vogliono, ma se  porto a termine i lavori mi  avrebbero rimborsato  le spese,  e lui avrebbe trovato il modo come fare.

Nulla. Erano  solo le chiaccheire  per raggirarmi e io mi sono fidata. Quindi la domanda è:

Omai sono stufa a continuare fare cause  alla gente che pur di < risparmiare > ossia  pur di non pagare,  preferisce piuttosto far deteriorare lo stabile.

Posso abbatere il lavoro riportando allo stato iniziale, avvisando altima volta  che in caso l'asemblea non delibera di rimborsarmi, visto che nessuno ha contesttato  i lavori , ne amministratorem ne condomini, intendo asportare i miei materiali e impedire che possono contnuare  godere  dei frutti del mio lavoro contenti di farmi raggirare.

Ponevo la domanda che : o  mi  riconsocono il lavoro,  ( ma so che non lo vogliono fare che  ha già confermato  il nuovo amministratore,  ) o  io rimuovo interamente il lavoro asportando con sverniciatore termico tutta la vernice , smalti e stucchi, apro le crepe,  e riporto le mura allo stato precedente, perché peggio di come erano ridotte le scale nessun intervento li possa dannegiare di più.Ovviamente loro mi denunciarebbero per danneggiamento.  .  ma se avviso prima che causa mi possono fare?  NB: sono 4 piani e le foto  riportono solo di un 10 % di tutti lavori    

2° piano porta int 3. B&B 20160227_204151.jpg

20160227_204723.jpg

La scala tra PRIMO e SECONDO PIANO.jpg

2° piano 20160227_204522.jpg

Modificato da garant44

a Paola 90 ; si ho fatto tutto a mie spese. Forse mi manca qualche rottella nella testa ... ma certamente non mi sono svegliata una mattina e mi   sono detta: Non ho niente da fare, vado a pitturare le scale- 

Certamente mi hanno chiesto di farlo,  l'avvocato incaricato dall'amministratore e mandatario dell'assemblea. Purtroppo solo a parole,  anche se il mio legale ha insistito di fare la proposta per iscritto ma non hanno voluto fare per lo stesso problema  del regime di <nero> che volevano assoluttamente mantenere,   e gli avvocati tra di  loro si sono messi d'accordo.  Uno ha promesso, l'altro si è fidato. Poi quello del Condominio ha  tradito il mio.  Una truffa in poche parole, un raggiro ignobile,   e nient'altro. Ora  i condomini direbbero : non abbiamo mai chiestodi  fare nulla.  Vale  il solito principio degli antichi  : "verba volant  scripta manent". Mai più farò  nulla se non è scritto.  

Modificato da garant44

Garant purtroppo in condominio ci sono delle regole e muovendoti di tua iniziativa (purtroppo se ci sono condomini che non vogliono spendere non puoi obbligarli) e sicuramente ci rimetterai le spese fatte. Fra l'altro non puoi "danneggiare" la scala sistemata perché non ti pagano il lavoro, una vernice non è asportabile e ripristinabile quella sotto. Se lo farai ti beccherai una denuncia e probabilmente una condanna.

Come riguardo alle pulizie non è un problema di amministratore inadempiente ma di amministratore che esegue quanto espresso o non espresso dai condomini. Fra l'altro è un loro diritto scegliere a maggioranza di non fare i lavori, finchè non ci sono problemi di sicurezza non ci sono scappatoie.

  • Davidino, se hai visto  il mio post di risposta a Paola 90- da li comprendi che non mi sono mossa per mia iniziativa, ma mi è stato chiesto di fare;  Inoltre lo stato disastroso era già 20 anni fa la prima delibera  di effettuare  lavori delle scale risale al 1998!  Dopo  dopo aver commissionato la perizia ad un ingegnere edile  che ha anche  sviluppato piano di lavori, capitolato e preventivo ! Ma  il preventivo era stato  considerato costoso e la valutazione dei preventivi degli altri condomini  si tramandava dall'assemblea all'altra,   ma nessuno ha  mai portato un  solo preventivo, solo io, come il solito. .  E ad ogni assemblea dopo la solita  discussione sempre sullo stesso argomento, - di affidare lavori in < nero > ad un operaio arabo,  si rimandava di anno in anno la  decisione perché si voleva ottenere una totale unanimità  per raccogliere in modo informale la colletta di soldi, che io non li davo.
  • Nel frattempo era stata fatta un altra perizia di valutazione rischi  dal nuovo amministratore in 2008   e nuovamente  è stata ribadita l'urgenza di alcuni interventi, una relazione di 20 pagine, foto di rischi imminenti allegati. E pur nuovamente è stato deliberato l'intervento di risanamento edilizio - nulla hanno  deliberato in merito di inizio lavori.
  • Così siamo arrivati al 2013 - dopo 165 anni di chiacchiere la situazione è precipitata ancora in peggio perché è stato venduto un appartamento  all'ultimo piano,  pensi che no  non avendo lo stabile  l'ascensore, gli operai trascinavano calcinacci, materiale di risulta, cementi, vernici e macchinari,  e hanno spaccato non uno dei scalini,  e hanno riempito intero ambiente condominiale di polveri sottili,  perché hanno fatto gli  interventi di raschiamento a getto di sabbia dei soffitti di travi di legno a cassettoni. Mia figlia è allergica al polvere, io ho  avuto attacchi di asma,   Pensi che non vi  erano estremi di urgenza e si doveva aspettare che un pezzo di intonaco si stacca e cade sulla testa, avendo anche il tetto sopra l'androne danneggiato da anni e che quando  piove  si  allaga  l'atrio  dell'ingresso tutto sotto. E le scie d'acqua scendono sui muri  e li fanno lentamente  marcire ...  Ora non capisco perché non posso asportare la mia vernice, i miei smalti  e miei stucchi,  riaprire le crepe  e far tornare l'ambiente allo stato precedente,  se  i  condomini non vogliono accettare il lavoro.  Ci sono lettere di un legale che preavvisano che in caso di inerzia avrei fatto partire i lavori diventati ormai inderogabili.  
Modificato da garant44
×