Vai al contenuto
David79

Pluviale acque meteoritiche in comune tra 2 scale: possibile richiesta di indipendenza

Salve, a tutti intanto per iniziare. Sono nuovo del Forum !!

 

Pongo il mio primo quesito:

Ho recentemente acquistato un appartamento di un edificio (SCALA A) con un balcone a livello di circa 50 mq che fa da copertura ad altri appartamenti sottostanti di una scala confinante (SCALA B). La mia scala (scala A) è di 7 piani e il balcone a livello si trova al piano 7° mentre la scala confinante (Scala B). Sul balcone a livello di mia proprietà è posizionata un'unica apertura a grigliato che conduce al pluviale posizionato verticalmente ed interamente (non è un discendente esterno visibile dunque) per lo scolo delle acque meteoritiche.

Il mio balcone (appartamento SCALA A) risulta delimitato perimetralmente da un muretto sia verso i 2 lati esterni che su un terzo lato il lato che funge nel contempo da divisorio verso il lastrico solare di copertura della scala B. Ora la cosa strana è questa: lo scolo delle acque meteoritiche della scala B (lastrico solare di copertura + torrino vano scala) avviene per mezzo di un foro praticato in basso su questo muro che conduce verso il grigliato del mio balcone xché la scala B non ha altri pluviali di proprietà: praticamente se io chiudessi il foro sul muro la l'acqua proveniente dal lastrico solare della scala B e quella del suo torrino vano scala rimarrebbero in copertura.

Il risultato di questa servitù perenne gentilmente realizzata dal costruttore dell'epoca fa si che quando piove molto il livello delle acque sul mio balcone si alza notevolmente xchè il grigliato e il pluviale sottostante risulta insufficiente per smaltire le acque del totale dei terrazzi, anche perché le pendenze del lastrico solare della scala B sono state giustamente realizzate verso il grigliato del mio balcone. Il risultato è dunque che in caso di forte pioggia io io ritrovo a dover smaltire le acque mie e della scala confinante che non ha un proprio sistema di smaltimento delle acque, assurdo.

Chiaramente non posso chiudere il foro che mette in comunicazione il mio balcone con il lastrico confinante per non allagare l'inquilino del piano sottostante della scala B ma la mia proposta sarebbe quella di imporre alla scala B di realizzare un grigliato sul proprio lastrico solare (scala B) da collegare con una braga sotto pavimento al pluviale della mia scala (scala A), essendo il discendente comunque unico ed interno. In questo modo potrei poi chiudere il foro e separarmi dal lastrico confinante garantendo il loro smaltimento delle acque e rimanendo più al sicuro dalle acque in caso di pioggia (mi ritroverei così a smaltire solo i miei 50 mq senza preoccuparmi degli altri 150 mq circa (lastrico solare + torrino vano scala B).

Vi chiedo:

E' possibile imporre al condominio scala B di fare tali lavori? Ricordo che la scala B non ha nessun pluviale di proprietà ma sfrutta solo il nostro tramite il passaggio sul mio balcone.

 

Sono io allo stato attuale il responsabile di eventuali allagamenti agli appartamenti sottostanti della Scala B ? Può capitare che il mio grigliato si ostruisca in inverno per foglie, ecc.. Il vicino (della scala B) che sotto al mio balcone ha le camere da letto si è subito raccomandato con me di tenere pulito il mio grigliato per evitare che l'acqua ristagni sul lastrico della sua scala e gli possa creare problemi di infiltrazione sotto...roba da pazzi.

 

In questo caso i costi dei lavori spettano interamente alla scala B? Voglio dire solo loro che non hanno un pluviale di proprietà?

 

Grazie in anticipo a chi vorrà darmi un parere. Scusate se mi sono dilungato ma è stato difficile spigare la situazione a parole.

David

David79 dice:

Salve, a tutti intanto per iniziare. Sono nuovo del Forum !!

 

Pongo il mio primo quesito:

Ho recentemente acquistato un appartamento di un edificio (SCALA A) con un balcone a livello di circa 50 mq che fa da copertura ad altri appartamenti sottostanti di una scala confinante (SCALA B). La mia scala (scala A) è di 7 piani e il balcone a livello si trova al piano 7° mentre la scala confinante (Scala B). Sul balcone a livello di mia proprietà è posizionata un'unica apertura a grigliato che conduce al pluviale posizionato verticalmente ed interamente (non è un discendente esterno visibile dunque) per lo scolo delle acque meteoritiche.

Il mio balcone (appartamento SCALA A) risulta delimitato perimetralmente da un muretto sia verso i 2 lati esterni che su un terzo lato il lato che funge nel contempo da divisorio verso il lastrico solare di copertura della scala B. Ora la cosa strana è questa: lo scolo delle acque meteoritiche della scala B (lastrico solare di copertura + torrino vano scala) avviene per mezzo di un foro praticato in basso su questo muro che conduce verso il grigliato del mio balcone xché la scala B non ha altri pluviali di proprietà: praticamente se io chiudessi il foro sul muro la l'acqua proveniente dal lastrico solare della scala B e quella del suo torrino vano scala rimarrebbero in copertura.

Il risultato di questa servitù perenne gentilmente realizzata dal costruttore dell'epoca fa si che quando piove molto il livello delle acque sul mio balcone si alza notevolmente xchè il grigliato e il pluviale sottostante risulta insufficiente per smaltire le acque del totale dei terrazzi, anche perché le pendenze del lastrico solare della scala B sono state giustamente realizzate verso il grigliato del mio balcone. Il risultato è dunque che in caso di forte pioggia io io ritrovo a dover smaltire le acque mie e della scala confinante che non ha un proprio sistema di smaltimento delle acque, assurdo.

Chiaramente non posso chiudere il foro che mette in comunicazione il mio balcone con il lastrico confinante per non allagare l'inquilino del piano sottostante della scala B ma la mia proposta sarebbe quella di imporre alla scala B di realizzare un grigliato sul proprio lastrico solare (scala B) da collegare con una braga sotto pavimento al pluviale della mia scala (scala A), essendo il discendente comunque unico ed interno. In questo modo potrei poi chiudere il foro e separarmi dal lastrico confinante garantendo il loro smaltimento delle acque e rimanendo più al sicuro dalle acque in caso di pioggia (mi ritroverei così a smaltire solo i miei 50 mq senza preoccuparmi degli altri 150 mq circa (lastrico solare + torrino vano scala B).

Vi chiedo:

E' possibile imporre al condominio scala B di fare tali lavori? Ricordo che la scala B non ha nessun pluviale di proprietà ma sfrutta solo il nostro tramite il passaggio sul mio balcone.

 

Sono io allo stato attuale il responsabile di eventuali allagamenti agli appartamenti sottostanti della Scala B ? Può capitare che il mio grigliato si ostruisca in inverno per foglie, ecc.. Il vicino (della scala B) che sotto al mio balcone ha le camere da letto si è subito raccomandato con me di tenere pulito il mio grigliato per evitare che l'acqua ristagni sul lastrico della sua scala e gli possa creare problemi di infiltrazione sotto...roba da pazzi.

 

In questo caso i costi dei lavori spettano interamente alla scala B? Voglio dire solo loro che non hanno un pluviale di proprietà?

 

Grazie in anticipo a chi vorrà darmi un parere. Scusate se mi sono dilungato ma è stato difficile spigare la situazione a parole.

David

Scusate ma volevo capire se il mio quesito è troppo lungo o di difficile soluzione vista la mancanza di risposte

Grazie

 

Senz'altro l'esposizione molto lunga non aiuta, il tuo quesito di fatto è: posso imporre alla scala confinante la realizzazione di un pluviale di modo che le acque meteoriche del loro lastrico non convoglino tutte sul mio balcone?

 

Imporre no, esporre la questione in assemblea senz'altro si. Peraltro siete un solo condomìnio?

 

Spero che altri utenti diano risposte piu' esaustive.

Danielabi dice:

 

Imporre no, esporre la questione in assemblea senz'altro si. Peraltro siete un solo condomìnio?

No siamo 2 condomini: il mio balcone fa parte del primo. Il secondo condominio convoglia le acque nel nostro (mio balcone) visto che loro non hanno discendenti.

 

La servitu' non puoi, come sai, sopprimerla, salvo che tu non lo faccia a tue spese.

Quindi, come detto, puoi solo avanzare una proposta nell'assemblea del tuo condomìnio, il rappresentante la riporterà nell'assemblea del supercondomìnio.

Puoi solo sperare che accolgano la richiesta.

Danielabi dice:

Quindi, come detto, puoi solo avanzare una proposta nell'assemblea del tuo condomìnio, il rappresentante la riporterà nell'assemblea del supercondomìnio.

Puoi solo sperare che accolgano la richiesta.

Ma scusami in caso di mancato accoglimento, se il mio grigliato non dovesse funzionare (si intasa di foglie mentre io sono in vacanza ad esempio) e loro hanno delle infiltrazioni chi risponde dei danni causati al loro condominio?

 

E se l'acqua sul mio balcone si alza al punto da entrarmi dentro casa dalla finestra (cosa già quasi successa) chi mi paga i danni?

 

Un discendente da 10cm di diametro è già a malapena sufficiente per i miei 50 mq figuriamoci se è in grado di smaltire le acque di oltre 150mq!

 

Tra l'altro la scala confinante nasce senza pluviali: dico come può essere possibile che una terrazza mal progettata pregiudichi la mia vivibilità scusate senza che io possa fare nulla per difendermi??

Lo dico xchè il vicino sotto stante mi ha già minacciato che in caso di danni lui chiederà a me il risarcimento: INCREDIBILE!!!

David79 dice:

Salve, a tutti intanto per iniziare. Sono nuovo del Forum !!

 

Pongo il mio primo quesito:

Ho recentemente acquistato un appartamento di un edificio (SCALA A) con un balcone a livello di circa 50 mq che fa da copertura ad altri appartamenti sottostanti di una scala confinante (SCALA B). La mia scala (scala A) è di 7 piani e il balcone a livello si trova al piano 7° mentre la scala confinante (Scala B). Sul balcone a livello di mia proprietà è posizionata un'unica apertura a grigliato che conduce al pluviale posizionato verticalmente ed interamente (non è un discendente esterno visibile dunque) per lo scolo delle acque meteoritiche.

Il mio balcone (appartamento SCALA A) risulta delimitato perimetralmente da un muretto sia verso i 2 lati esterni che su un terzo lato il lato che funge nel contempo da divisorio verso il lastrico solare di copertura della scala B. Ora la cosa strana è questa: lo scolo delle acque meteoritiche della scala B (lastrico solare di copertura + torrino vano scala) avviene per mezzo di un foro praticato in basso su questo muro che conduce verso il grigliato del mio balcone xché la scala B non ha altri pluviali di proprietà: praticamente se io chiudessi il foro sul muro la l'acqua proveniente dal lastrico solare della scala B e quella del suo torrino vano scala rimarrebbero in copertura.

Il risultato di questa servitù perenne gentilmente realizzata dal costruttore dell'epoca fa si che quando piove molto il livello delle acque sul mio balcone si alza notevolmente xchè il grigliato e il pluviale sottostante risulta insufficiente per smaltire le acque del totale dei terrazzi, anche perché le pendenze del lastrico solare della scala B sono state giustamente realizzate verso il grigliato del mio balcone. Il risultato è dunque che in caso di forte pioggia io io ritrovo a dover smaltire le acque mie e della scala confinante che non ha un proprio sistema di smaltimento delle acque, assurdo.

Chiaramente non posso chiudere il foro che mette in comunicazione il mio balcone con il lastrico confinante per non allagare l'inquilino del piano sottostante della scala B ma la mia proposta sarebbe quella di imporre alla scala B di realizzare un grigliato sul proprio lastrico solare (scala B) da collegare con una braga sotto pavimento al pluviale della mia scala (scala A), essendo il discendente comunque unico ed interno. In questo modo potrei poi chiudere il foro e separarmi dal lastrico confinante garantendo il loro smaltimento delle acque e rimanendo più al sicuro dalle acque in caso di pioggia (mi ritroverei così a smaltire solo i miei 50 mq senza preoccuparmi degli altri 150 mq circa (lastrico solare + torrino vano scala B).

Vi chiedo:

E' possibile imporre al condominio scala B di fare tali lavori? Ricordo che la scala B non ha nessun pluviale di proprietà ma sfrutta solo il nostro tramite il passaggio sul mio balcone.

 

Sono io allo stato attuale il responsabile di eventuali allagamenti agli appartamenti sottostanti della Scala B ? Può capitare che il mio grigliato si ostruisca in inverno per foglie, ecc.. Il vicino (della scala B) che sotto al mio balcone ha le camere da letto si è subito raccomandato con me di tenere pulito il mio grigliato per evitare che l'acqua ristagni sul lastrico della sua scala e gli possa creare problemi di infiltrazione sotto...roba da pazzi.

 

In questo caso i costi dei lavori spettano interamente alla scala B? Voglio dire solo loro che non hanno un pluviale di proprietà?

 

Grazie in anticipo a chi vorrà darmi un parere. Scusate se mi sono dilungato ma è stato difficile spigare la situazione a parole.

David

Che sussista una in favore del condominio adiacente il tuo condominio è un dato certo.

Il pluviale, la cui griglia di immissione delle acque è presente nella tua terrazza (a livello) in proprietà esclusiva, è bene comune ai sensi dell’art. 1117 del c.c. e consente il deflusso vero il basso delle acque meteoriche raccolte sia dalla tua terrazza , sia dal lastrico solare del condominio attiguo all’edificio condominiale.

 

La soluzione da te proposta di inserire una braga in modo da far defluire direttamente nel pluviale le acque raccolte dal lastrico solare, a mio avviso , se da un lato ti consente di chiudere il foro di passaggio delle acque dal lastrico alla tua terrazza, non risolve l’eventuale allagamento di entrambe le superfici coperte poiché la sezione della tubazione risulta insufficiente per smaltire il volume di acqua che è identico, sebbene proveniente da due direzioni differenti.

 

Responsabili degli eventuali danni (anche quelli che tu potresti subire) sono il condominio per gli obblighi derivanti dalla conservazione del bene comune (pluviale) ed dal provvedere alle manutenzioni, e il proprietario esclusivo, che ne è il  custode.

In altri termini , esclusa la tua responsabilità a causa del mancato controllo e della pulizia della piletta di scarico, eventuali danni sono a carico del condominio per non aver provveduto ad adeguare alle proprie esigenze e a quelle del condominio attiguo l’impianto adibito al deflusso delle acque meteoriche.

Pertanto, devi proporre eventuali soluzioni migliorative all’assemblea dei condomini  e non al condominio attiguo che eventualmente parteciperà alla spesa necessaria.

G.Ago dice:

La soluzione da te proposta di inserire una braga in modo da far defluire direttamente nel pluviale le acque raccolte dal lastrico solare, a mio avviso , se da un lato ti consente di chiudere il foro di passaggio delle acque dal lastrico alla tua terrazza, non risolve l’eventuale allagamento di entrambe le superfici coperte poiché la sezione della tubazione risulta insufficiente per smaltire il volume di acqua che è identico, sebbene proveniente da due direzioni differenti.

Si ma in questo modo i 2 allagamenti sono separati e quindi io dovrò contenere solo i miei 50 mq gli altri mq di acqua si allargano sul lastrico dell'altra scala.

 

Altra soluzione sarebbe quella di imporre al condominio della scala vicina l'installazione di un proprio discendente anche esterno a questo punto: non riesco a capire come le conseguenze della cattiva progettazione iniziale ricadano solo sul singolo e in questo caso sul sottoscritto. Il lastrico solare che butta le acque dal sottoscritto è copertura del fabbricato dell'altra scala: troppo facile scaricare i problemi di manutenzione sul proprietario e sull'altra scala non trovi?

David79 dice:

Si ma in questo modo i 2 allagamenti sono separati e quindi io dovrò contenere solo i miei 50 mq gli altri mq di acqua si allargano sul lastrico dell'altra scala.

 

Altra soluzione sarebbe quella di imporre al condominio della scala vicina l'installazione di un proprio discendente anche esterno a questo punto: non riesco a capire come le conseguenze della cattiva progettazione iniziale ricadano solo sul singolo e in questo caso sul sottoscritto. Il lastrico solare che butta le acque dal sottoscritto è copertura del fabbricato dell'altra scala: troppo facile scaricare i problemi di manutenzione sul proprietario e sull'altra scala non trovi?

Non consideri che sul tuo condominio sussiste una servitù stabilita dal costruttore e che la responsabilità di eventuali danni a terzi ricade sul condominio e che tu ne sei eventualmente corresponsabile.

Il tuo condominio non può imporre un discendente esterno ai vicini ma proporne la realizzazione previa delibera assembleare adottata con le maggioranze di legge.

Alla fine è stata gentilmente accettata la proposta di installazione di un secondo discendente separato esterno. A me è stato chiesto di contribuire alla spesa per il 50% del 1/3 di competenza del condomino che ha il lastrico privo di discendente in uso esclusivo. Il condominio senza discendente ha invece contribuito per i 2/3 restanti suddividendoli secondo tabella condominiale.

Mi è sembrata una mediazione corretta. Che ne pensate?   

×