Vai al contenuto
danimare

Piante in vano privato

Vivo in un piccolo condominio ed ho un pianerottolo/andito privato, che collega portone e cancello privati, separato dall'abitazione del vicino da una ringhiera comune. Inoltre, per accedere al mio portone, c'e' un terrazzino sopra lo spazio privato piastrellato del mio vicino.

 

Ho collocato delle piante in vasi nel mio spazio e nella riunione condominiale il mio vicino, in modo molto arrogante, mi ha attaccata poiche' i fiori sporgono nella ringhiera (parte comune) (ho due cespugli di oleandri) ed a lui danno fastidio le piante pensili, che scendono dal terrazzino, inoltre dice che con il vento gli arrivano le foglie, tanto che deve sempre pulire i tombini.

 

Premetto che lo stesso vicino stende in piena vista le mutande nel suo giardino, ha messo in piena vista una doccia ed una piscina gonfiabile sempre nel suo giardino, cose che, personalmente, in citta' giudico antiestetiche. Spesso, inoltre trovo mozziconi di sigaretta da me, continuamente.

 

Devo togliere le piante dal mio spazio ? Non vorrei far vincere l'arroganza e la prepotenza. Le piante sono tutte collocate in vasi, non nel terreno.

Grazie per l'aiuto

Potresti potare la pianta in modo che non sporga.. se gli dà fastidio potrebbe decidere di fartici qualche dispetto (ad esempio "annaffiarla" con qualcosa che la fa seccare), quindi fai i tuoi calcoli a seconda anche di quanto sei affezionato alla pianta.

 

So che è una cosa stupida, ma, per farti capire, mio nonno aveva in giardino un albero altissimo, che credo fosse lì da prima che costruissero, un fico. Essendo così alto ovviamente l'atterraggio dei frutti era completamente imprevedibile e la vicina è stata tutta la vita a raccogliere quei pochi fichi che cadevano nel suo giardino e lanciarli davanti all'ingresso di casa di mio nonno.

Vivo in un piccolo condominio ed ho un pianerottolo/andito privato, che collega portone e cancello privati, separato dall'abitazione del vicino da una ringhiera comune. Inoltre, per accedere al mio portone, c'e' un terrazzino sopra lo spazio privato piastrellato del mio vicino.

 

Ho collocato delle piante in vasi nel mio spazio e nella riunione condominiale il mio vicino, in modo molto arrogante, mi ha attaccata poiche' i fiori sporgono nella ringhiera (parte comune) (ho due cespugli di oleandri) ed a lui danno fastidio le piante pensili, che scendono dal terrazzino, inoltre dice che con il vento gli arrivano le foglie, tanto che deve sempre pulire i tombini.

 

Premetto che lo stesso vicino stende in piena vista le mutande nel suo giardino, ha messo in piena vista una doccia ed una piscina gonfiabile sempre nel suo giardino, cose che, personalmente, in citta' giudico antiestetiche. Spesso, inoltre trovo mozziconi di sigaretta da me, continuamente.

 

Devo togliere le piante dal mio spazio ? Non vorrei far vincere l'arroganza e la prepotenza. Le piante sono tutte collocate in vasi, non nel terreno.

Grazie per l'aiuto

concordo con delorme: togli tutti gli appigli a cui il vicino possa aggrapparsi per alimentare la sua polemica (rete, potatura, altro tipo di pianta, ...)

https://www.condominioweb.com/cadono-le-foglie-sul-tetto-del-vicino-nessun-risarcimento.11756

 

http://www.arai.it/grondaie-intasate-dalle-foglie-del-vicino-non-spetta-alcun-risarcimento/

Ho già deciso di tagliare le parti sporgenti, ma non credo che risolvero', poiché il tizio dice che comunque le mie foglie arrivano con il vento nel suo pianerottolo e lui odia le piante. Se, inoltre, vuol mettere una reyte, è assolutamente libero di farlo! Per altro, nella sua ottica, lui può stendere le sue mutande sul giardino in bella vista, poiché non ha l'asciugatrice! Vi chiedo, legalmente può avere qualche ragione? Io credo di no. Grazie!

Sulle foglie direi di no, fintanto che non è proprio una cosa eccessiva, ad esempio provocando un danno di qualche tipo (danno effettivo, non solo potenziale, come spiegato in questa sentenza:

https://www.condominioweb.com/cadono-le-foglie-sul-tetto-del-vicino-nessun-risarcimento.11756)

 

Tuttavia, se riesci a limitare la cosa per quieto vivere, è meglio. Perché del resto si rientra comunque nei rapporti di vicinato e comunque far cadere cose nel fondo altrui non è bello (forse, invocando qualche articolo del CC potrebbe anche fare causa, ma la vedo dura... ma appunto, meglio eliminare a monte).

 

Sulle mutande, invece, a meno di un regolamento condominiale o comunale che lo vieti (e quello comunale lo vorrei leggere 😂

No no, nel regolamento condominiale, che ho riletto, c'è chiaramente scritto di non stendere indumenti al di fuori del balcone o in parti esposte. Certo che uno non deve arrecare disagi, ma non credo che si possa vietare di avere piante nel proprio spazio, come ha dichiarato il vicino. Per quanto riguarda gli slip stesi, personalmente, invece, mi vergogno, perché i miei amici, quando passano, ci ridono sempre su'. Grazie della sentenza inviata!

Ok, allora se è scritto nel regolamento condominiale, fallo presente all'amministratore che lo richiamerà, se non smette, chiedi di mettere una discussione sulla cosa come punto della prossima assemblea, per il mantenimento del decoro condominiale (immagino sia quello il motivo di quella parte del regolamento).

Grazie mille dei consigli a tutti. Purtroppo i condomini, per risparmiare, non hanno voluto un amministratore, c'è un'facente funzioni' volontario, che è appunto lo stenditore di mutande avverso alle piante.

Vivo in un piccolo condominio ed ho un pianerottolo/andito privato, che collega portone e cancello privati, separato dall'abitazione del vicino da una ringhiera comune. Inoltre, per accedere al mio portone, c'e' un terrazzino sopra lo spazio privato piastrellato del mio vicino.

 

Ho collocato delle piante in vasi nel mio spazio e nella riunione condominiale il mio vicino, in modo molto arrogante, mi ha attaccata poiche' i fiori sporgono nella ringhiera (parte comune) (ho due cespugli di oleandri) ed a lui danno fastidio le piante pensili, che scendono dal terrazzino, inoltre dice che con il vento gli arrivano le foglie, tanto che deve sempre pulire i tombini.

 

Premetto che lo stesso vicino stende in piena vista le mutande nel suo giardino, ha messo in piena vista una doccia ed una piscina gonfiabile sempre nel suo giardino, cose che, personalmente, in citta' giudico antiestetiche. Spesso, inoltre trovo mozziconi di sigaretta da me, continuamente.

 

Devo togliere le piante dal mio spazio ? Non vorrei far vincere l'arroganza e la prepotenza. Le piante sono tutte collocate in vasi, non nel terreno.

Grazie per l'aiuto

Le cicche di sigarette contengono il DNA di chi le ha fumate, trovati due testimoni (ospiti) che vedono che sono sulla tua proprietà, le raccogli, le metti in un barattolo, lo sigili e lo denunci; pagherà la multa per aver gettato i mozziconi, la spesa del DNA se nega che sono sue e la soccombenza (spese di giudizio) risarcita in sentenza dal giudice.

Meglio ancora se riprendi tutto con una microcamera spia, tanto le cicche le butta sempre dalla stessa parte per farti dispetto.

×