Vai al contenuto
ales1

Muro di confine - oppure devono fare un muro piu' alto (cm?

Buona sera sig.ri.

Abito in una villetta mia privata con una recinzione . Hanno costruito accanto a me una serie di villette a schiera sottoforma di cooperativa edilizia. Questi sig.ri una mattina di circa sei mesi fa', senza nessun preavviso, in un lato confinante a me, hanno demolito la mia recinzione fatta con pali e rete metallica alta 2 mt, per costruire un muro di altezza 1 mt con sopra una ringhiera di un altro metro. A parte il disaggio che mi hanno creato e la non sicurezza che non hanno rispettato durante i lavori , lasciando tutto aperto( io ci vivo con mio marito , 2 bimbe, gattini e cani) . Questi ad oggi hanno fatto solo il muro senza mettere la ringhiera. Quindi chiunque puo' entrare, anche i cani randagi che gia' sono entrati e mi hanno ucciso una gatta e hanno mangiato la sua cucciolata .

Praticamente ho saputo che hanno discussioni tra loro per mettere la ringhiera. La metteranno solo in una parte del loro atrio condominiale. L'altra parte vogliono che la metta la proprietaria della prima villetta accanto alla mia proprieta' , in quanto , questa si sta facendo all'interno dell'atrio un cancello suo privato , che potra' accedere solo lei nell'altra parte dell'atrio ,attaccata a me. Cosi' facendo decade pure il condomino ( quindi anche la distanza dal confine doveva essere un altra. Vorrei una conferma pure per questo argomento) .

Al mio sollecito per mettermi in sicurezza , anche provvisoria, mi hanno risposto malamente e mi hanno pure rinfacciato, nonostante nessuna mai me lo abbia chiesto, che dovevo intervenire alle spese del muro, anche se io avevo una mia recinzione che hanno demolito senza mia autorizzazione.

Vorrei sapere , oltre la distanza della prima villetta dal confine , s'e' a norma il muro di un metro con 1 mt di ringhiera trasparente, oppure devono fare un muro piu' alto (cm?) per far si' che non vedano dentro la mia proprieta'.

E s'e' vero che dovrei intervenire alle spese . E in quale percentuale , considerato che loro sono 11 proprietari. Considerato che la sig.ra della prima villetta si sta facendo un cancello suo privato, credo che sia stata autorizzata dagli altri soci della coop.

Naturalmente ad oggi mi sono messa intanto in sicurezza a mie spese con una rete metallica provvisoria. Pero' voglio agire legalmente al piu' presto .

Indicatemi per favore quali sono i miei diritti e doveri.

Attendo con ansia un vs riscontro.

Cordiali saluti

ciao

 

cerco di risponderti sommariamente, leggendo tra le righe della tua esposizione, ma sarebbe meglio sentissi un geometra in zona che, con documentazione alla mano, è senz'altro in grado di aiutarti.

 

Comunque è necessario chiarire:

1) la tua recinzione era sul confine ed era di tua esclusiva proprietà?

2) Il muretto che hanno costruito è all'interno del loro confine o è a cavallo dello stesso ( es. muretto 20 cm - 10 da te e 10 da loro) ?

3) la proprietaria ( o assegnataria) della villetta con te confinante è proprietaria esclusiva anche del terreno sino al tuo confine, o questo è di proprietà di tutta la cooperativa ?

4) quanto tempo è passato da quando hanno demolito la tua recinzione ( più di un anno ?).

 

A seconda delle tue risposte ci si muove in modo diverso a tua tutela, ne essendo possibile qui esaminare le varie possibilità .

Per quanto sembra la tua villetta privata e' tale e proprietà assestane, ossia non facente parte di quelle cooperative. Per la tua recinzione asportata si dovrebbe stabilire se era in comune ossia insistente sulla linea di confine oppure se era installata sono sulla tua proprietà. Analogo discorso vale per il muro, esso viene eretto sulla mezzeria oppure tutto sulla loro proprietà ela relativa ripartizione dei costi dipende anche da questo . Resta comunque il fatto che dovevi essere informata

Ciao a tutti,

la recinzione era mia e sulla mia proprieta' ed e' stata tolta da circa sei mesi. Loro hanno costruito il muro sulla loro proprieta'. Il terreno confinante a me dovrebbe essere della cooperativa, ancora non hanno fatto gli atti .

A proposito della distanza dal confine della casa, ho saputo che se l'atrio e' condominiale , bastano 5 mt dal confine e ci puo' stare il muro di un mt con ringiera sopra, invece se l'atrio e' privato ci devono essere 7,5 mt dal confine , e posso pretendere il muro alto almeno mt 2,3o affinche' non veda dentro la mia proprieta'. Loro hanno costruito la prima villetta a 6mt dal confine. Quindi c'e' da capire come sara' quest'atrio privato o condominiale. Proprio a giorni ,la propietaria della prima villetta si chiudera' l'atrio a me confinante con un cancello ed a sue spese. Gia' hanno fatto le fondazioni. Me lo confermate?

ciao

 

se la recinzione era tua e sul tuo, hai tutti i motivi per obbligarli al ripristino e al risarcimento del danno.

 

Non ho capito cosa in intendi per atrio e la correlazione atrio e altezza della recinzione, specie poi dove sta scritto che tu possa pretendere l'altezza del moro alto almeno 2.30.

Dovresti fare un po' di chiarezza.

ciao,

per atrio intendo il terreno/parcheggio di loro proprieta'. L'altezza minima per garantire la privacy ,mi dicono deve essere mt2.30. in ogni caso la mia urgenza e che chiudano in qualsiasi modo la mia proprieta'. Capisci bene che un muro di un mt non mi da' sicurezza, immaginiamoci privacy. Prima che agisco legalmente voglio essere sicura di quello che mi spetta, visto che loro non chiedono mai.

 

- - - Aggiornato - - -

 

atrio = Oggi terreno attorno le villette a schiera. Domani credo lo adibiranno in parte a parcheggi e altra parte a giardino

Tralasciando gli aspetti di distanze ed altro che riferisci, che anche per me non è molto chiaro.

 

I punti sono:

- che hanno eretto un muro tutto sulla loro proprietà ..... e questo lo possono e lo potevano fare.

- il muro è alto 1.00 m con sovrastante ringhiera.

 

Le murature aventi carattere di recinzione con altezze inferiori a 3.00 metri, non devono rispettare le distanze. Salvo che sugli strumenti urbanistici locali sia indicato diversamente.

Sugli stessi possono essere indicate anche le caratteristiche che le mura di recinzione devono avere.

Poi credo che per quanto concerne la tua sicurezza sia più sicuro un muro solido con sovrastante ringhiera che una semplice recinzione!

 

Quello che non potevano fare era togliere, con la forza, la tua recinzione

Il problema e' che ad oggi non hanno fatto la ringhiera, ed a quanto pare non la vuole fare la cooperativa perche' vogliono che la faccia l'assegnataria della prima villetta a me confinante. (questa sono sicura che mi verra' a cercare per dividere la spesa). Io invece ,visto come si sono mostrati, vorrei citarli per fare con la massima urgenza o la ringhiera o il muro piu' alto.

Nell'ipotesi il puro che hanno fatto ricada in parte sulla mia proprieta' , da vedere bene col mio geometra, cambierebbe qualcosa?

ciao ales1

 

per prima cosa, ho capito cosa intendi per atrio, termine che si attaglia alla tua situazione, salvo una stiracchiatura molto molto decisa.

 

Passando alla tua recinzione, hai già avuto in precedenza risposte e quindi hai tutti i mezzi per attivarti.

 

Arrivando alla richiesta se il muro fosse a cavallo del confine, la cosa è molto diversa, in quanto potresti chiederne l'arretramento entro i loro confini (facendoti rifare la tua recinzione preesistente) o concordare che tale muretto è anche di tua comproprietà, definendo quindi l'altezza della ringhiera e magari anche la compartecipazione alla realizzazione della stessa.

 

Per le altezze Marcanto ti ha già risposto ma visto che hai interpellato un geometra per la verica della ubicazione della mura di recinzione, lui, de visu,e a conoscenza dei regolamenti edilizi della tua zona, può risponderti.

 

L'obbligo che tu pensi di avere che loro debbano fare la mura di recinzione alta almeno 2.30 per garantire la tua riservatezza, non esiste salvo un qualcosa di pattuito. Se i regolmenti te lo consentono, potresti tu provvedere con siepe o mura di recinzione, naturalmente rispettando la distanza delle ceppaie dal confine in base al tipo di siepe e altezza.

Buongiorno a tutti

Si tratta di una casa molto antica in campagna suddivisa tra due fiigli i rispettivi locali sono stati da circa 50 anni separati da un muretto di circa mt 1.20.Adesso il vicino senza chiedere e senza presumo alcuna autorizzazione di punto in bianco ha addossato al muretto comune,nella sua proprietà un muro di circa due metri,chiudendomi l'aria,la luce e la vista della comproprietà.

Su questo terrazzino risulta costruita una tettoia in legno di circa tre metri in entrambi le proprietà.

L'avv mi ha detto che non poteva chiudermi aria e luce l'architetto mi ha detto che non poteva modificare lo stato dei luoghi.Io ho letto che nelle zone sismiche non si possono fare muretti in aderenza.

Dovevano ritirarsi tre metri?

grata per qualunque chiarimento

×