Vai al contenuto
registrazioni23

Informazioni mutuo ed affitto

Salve a tutti, sono un ragazzo e vorrei un po' di informazioni perché ho un po' di confusione circa alcuni argomenti.

 

Ho acquistato casa a febbraio 2017, la stessa l'ho subito affittata (con regolare contratto d'affitto cedola secca 3+2). Questa risultata come prima casa, quindi ho tutte le varie agevolazioni, ma avendo la residenza dai miei genitori ho scoperto che dovrò pagarci l'IMU (tra l'altro sono anche in ritardo perché ho capito che si doveva pagare a giugno)

 

In quanto acquistata nel 2017, la dichiarazione dell'affitto e mutuo la dovrò fare nel 2018? e come faccio a detrarre le spese sia affitto che percepisco sia del mutuo che pago?

 

Io attualmente in mano ho solo il contratto d'affitto regolare fatto presso l'uppi, il contratto d'acquisto e di mutuo. Devo consegnarli a qualcuno per dichiarare qualcosa?

 

vi chiedo aiuto, o meglio tutta la prassi da rispettare perché sono completamente novello in materia.

 

P.S il mutuo l'ho iniziato a pagare da maggio 2017

La "prima casa" non si riferisce al fatto che tu abbia acquistato casa per la prima volta, ma al fatto che quell'immobile sia la tua RESIDENZA principale. Il fatto di avere la residenza dai tuoi, pone l'immobile nella condizione di seconda casa, con tutto ciò che comporta (IMU, sgravi fiscali, ecc.). Dal momento che l'hai appena acquistata, sei ancora in tempo a portarci la residenza, ma non vedo come questo possa convivere con il contratto di affitto che hai stipulato sullo stesso immobile. Ti conviene senz'altro chiedere il parere di un commercialista.

Meglio se vai da un commercialista, l'approssimazione sulle tasse costa cara.

Occhio che oltre l'IMU devi pagare anche la TASI (% tu - % il conduttore sulla base dell'aliquota determinata dalla delibera comunale).

 

Per il mutuo non credo si possano detrarre gli interessi se risulta seconda casa.

 

Per l'affitto paghi le tasse in cedolare secca (mi sembra che vada comunque dichiarato il possesso dell'immobile affittato nella dichiarazione annuale relativa al 2017, che quindi presenterai nel 2018) non so però esattamente quando devi pagare le tasse...quindi consiglio nuovamente il commercialista!

Ti chiederà l’AdE anche la differenza tra le agevolazioni di cui hai goduto perché hai dichiarato prima casa l’immobile che hai acquistato e quello che invece avresti dovuto pagare. Differenza che tra tassa non pagata, sanzione, interesse legale può arrivare a diverse migliaia di euro. A me tre anni fa era arrivata una cartella di quasi 25.000 euro per un mero errore di trascrizione di un notaio, avvenuto venti anni fa. Sono riuscito alla fine a dimostrare l’errore, ma quanta fatica e quanta diffidenza nei miei confronti da parte di chi aveva istruito la pratica!

Senti dal tuo notaio. Strano che non ti abbia avvisato che non avresti potuto affittare.

Non bisogna confondere i benefici prima casa all'acquisto e quelli legati al mutuo e all'IMU. I benefici all'acquisto si ottengono se si risiede, o si sposta entro 18 mesi, la residenza nello stesso comune dove viene acquistato l'immobile e se questo è il primo immobile posseduto in quel comune e se non si è mai goduto in precedenza dei benefici prima casa per nessun immobile in nessun comune, affittare l'immobile acquistato come prima casa non fa automaticamente decadere i benefici sull'acquisto, basta mantenere la residenza nel comune.

Per quanto riguarda la detraibilità del mutuo acceso per l'acquisto occorre che l'immobile acquistato acquistato sia utilizzato entro un anno come abitazione principale altrimenti si perde. Per l'IMU/TASI per tutto il tempo in cui l'immobile non è utilizzato come abitazione principale si paga l'IMU/TASi come seconda casa.

Non bisogna confondere i benefici prima casa all'acquisto e quelli legati al mutuo e all'IMU. I benefici all'acquisto si ottengono se si risiede, o si sposta entro 18 mesi, la residenza nello stesso comune dove viene acquistato l'immobile e se questo è il primo immobile posseduto in quel comune e se non si è mai goduto in precedenza dei benefici prima casa per nessun immobile in nessun comune, affittare l'immobile acquistato come prima casa non fa automaticamente decadere i benefici sull'acquisto, basta mantenere la residenza nel comune.

Per quanto riguarda la detraibilità del mutuo acceso per l'acquisto occorre che l'immobile acquistato acquistato sia utilizzato entro un anno come abitazione principale altrimenti si perde. Per l'IMU/TASI per tutto il tempo in cui l'immobile non è utilizzato come abitazione principale si paga l'IMU/TASi come seconda casa.

Io attualmente risiedo nella casa dei miei genitori che si trova nello stesso comune dove ho affittato casa. Penso di aver capito di non poter spostare la mia residenza presso la casa che ho affittato, in quanto gli inquilini ci hanno preso residenza. Mi chiedo: e se prendessi la residenza in una camera della casa affittata e il domicilio lo lasciassi presso la casa dei miei?

se sei nello stesso comune, i benefici prima casa li hai.

Spostare residenza in una stanza che hai affittato..è irregolare, soprattutto è non veritiero.

Non credo che il forum serva per bypassare la legge sulla residenza per pagare meno tasse. Scusa la schiettezza

Vuoi percepire affitto ma non pagare imu? 🤔

se sei nello stesso comune, i benefici prima casa li hai.

Spostare residenza in una stanza che hai affittato..è irregolare, soprattutto è non veritiero.

Non credo che il forum serva per bypassare la legge sulla residenza per pagare meno tasse. Scusa la schiettezza

Vuoi percepire affitto ma non pagare imu? 🤔

E se non per pagare meno tasse perché dovresti spostare la residenza in un posto dove non vivi?

×