Vai al contenuto
lizzy76

Assemblea maggioranza per rifacimento tetto

Salve a tutti, chiedo delucidazioni a voi. A breve avremo assemblea di condominio per deliberare sul rifacimento tetto (costo di circa 50.000). Il condominio è di sole 6 unità e le funzioni di amministratore sono svolte da una condomina; inoltre i millesimi sono così suddivisi:

- Piano Terra: app.to 1, 1 proprietaria (145,83 millesimi)

app.to 2, 2 proprietari (145,83 millesimi)

- Piano 1°: app.to 3, 3 proprietari (166,67 millesimi)

app.to 4, 1 proprietaria (66, 67 millesimi)

- Piano 2°: app.to 5, 1 proprietaria e amministratrice (187,50 millesimi)

app.to 6, 2 proprietari (187,50 millesimi)

 

L' idea del rifacimento tetto parte dai proprietari degli app.ti all'ultimo piano perché a loro detta è necessario rifarlo completamente (quando invece si potrebbe per ora sistemare, non avendo gravi problemi); ora le situazioni economiche/finanziare di ogni nucleo familiare (a parte ovviamente i signori dell'ultimo piano) non sono rosee.

App.to 1, madre single che lavora, ma con figlia a carico e mutuo per altri 10 anni

App.to 2, famiglia monoreddito con 2 figli minori e mutuo per altri 10 anni

App.to 3, inquilino con pensione di invalidità, i 3 proprietari suoi cognati non si vedono da anni!, no affitto/mutuo

App.to 4, famiglia di 3 persone che vive con la pensione minima della proprietaria, no affitto/mutuo

App.to 5, vedova pensionata senza figli, no affitto/mutuo

App.to 6, famiglia con due redditi con figli, no affitto/mutuo

 

Ora, stante questa la situazione e le continue insistenze da parte dei proprietari dell'ultimo piano volevo capire in sede di assemblea che si terrà in seconda convocazione come "funzionano" le maggioranze e i millesimi. In breve, i proprietari degli app.ti 5 e 6 che possibilità avranno di vedere approvato il verbale per il rifacimento tetto? Ci vuole sia la maggioranza dei proprietari e della proprietà in millesimi per una approvazione di lavori straordinari? Se ci rifiutassimo entrambi gli app.ti del piano terra e l'app.to 4 saremmo in diritto di "bloccare" l'approvazione?

 

Spero di non essermi dilungata troppo, ma preferivo dare una situazione chiara il più possibile.

 

Grazie!

Salve a tutti, chiedo delucidazioni a voi. A breve avremo assemblea di condominio per deliberare sul rifacimento tetto (costo di circa 50.000). Il condominio è di sole 6 unità e le funzioni di amministratore sono svolte da una condomina; inoltre i millesimi sono così suddivisi:

- Piano Terra: app.to 1, 1 proprietaria (145,83 millesimi)

app.to 2, 2 proprietari (145,83 millesimi)

- Piano 1°: app.to 3, 3 proprietari (166,67 millesimi)

app.to 4, 1 proprietaria (66, 67 millesimi)

- Piano 2°: app.to 5, 1 proprietaria e amministratrice (187,50 millesimi)

app.to 6, 2 proprietari (187,50 millesimi)

 

L' idea del rifacimento tetto parte dai proprietari degli app.ti all'ultimo piano perché a loro detta è necessario rifarlo completamente (quando invece si potrebbe per ora sistemare, non avendo gravi problemi); ora le situazioni economiche/finanziare di ogni nucleo familiare (a parte ovviamente i signori dell'ultimo piano) non sono rosee.

App.to 1, madre single che lavora, ma con figlia a carico e mutuo per altri 10 anni

App.to 2, famiglia monoreddito con 2 figli minori e mutuo per altri 10 anni

App.to 3, inquilino con pensione di invalidità, i 3 proprietari suoi cognati non si vedono da anni!, no affitto/mutuo

App.to 4, famiglia di 3 persone che vive con la pensione minima della proprietaria, no affitto/mutuo

App.to 5, vedova pensionata senza figli, no affitto/mutuo

App.to 6, famiglia con due redditi con figli, no affitto/mutuo

 

Ora, stante questa la situazione e le continue insistenze da parte dei proprietari dell'ultimo piano volevo capire in sede di assemblea che si terrà in seconda convocazione come "funzionano" le maggioranze e i millesimi. In breve, i proprietari degli app.ti 5 e 6 che possibilità avranno di vedere approvato il verbale per il rifacimento tetto? Ci vuole sia la maggioranza dei proprietari e della proprietà in millesimi per una approvazione di lavori straordinari? Se ci rifiutassimo entrambi gli app.ti del piano terra e l'app.to 4 saremmo in diritto di "bloccare" l'approvazione?

 

Spero di non essermi dilungata troppo, ma preferivo dare una situazione chiara il più possibile.

 

Grazie!

Per approvare il rifacimento del tetto in 2° convocazione (ed anche in 1°), visto che si tratta di spesa notevole si deve ottenere una maggioranza di almeno la metà del valore dello stabile (500 mlm) e la maggioranza delle teste presenti in assemblea, perciò i due condomini dell'ultimo piano assieme non potranno ottenere questo quorum (187,50 + 187,50 mlm = 375 mlm) ma dovranno trovare altri condomini favorevoli.

Grazie! Come pensavo quindi...altra domanda (approfitto😉)...mettendo caso che si raggiunga la maggioranza, i condomini/proprietari che si oppongono e che non hanno la possibilità finanziaria di affrontare una spesa così elevata, a cosa vanno incontro? Decreto ingiuntivo e rischio di messa all'asta dell'abitazione? Sarebbe una gran bella carognata creare gravi problemi ai propri vicini (o no?)...fare l'amministratore dovrebbe essere anche questione di morale...

Grazie! Come pensavo quindi...altra domanda (approfitto😉)...mettendo caso che si raggiunga la maggioranza, i condomini/proprietari che si oppongono e che non hanno la possibilità finanziaria di affrontare una spesa così elevata, a cosa vanno incontro? Decreto ingiuntivo e rischio di messa all'asta dell'abitazione? Sarebbe una gran bella carognata creare gravi problemi ai propri vicini (o no?)...fare l'amministratore dovrebbe essere anche questione di morale...
Se l'assemblea raggiunge il quorum, purtroppo per i contrari, la delibera sarà valida e bisognerà pagare, o si andrà in contro a Decreto Ingiuntivo sino ad eventuale pignoramento.

L’art. 1135 cc in questi frangenti dispone che l’assemblea provveda ...

 

alle opere di manutenzione straordinaria e alle innovazioni, costituendo obbligatoriamente un fondo speciale di importo pari all’ammontare dei lavori; se i lavori devono essere eseguiti in base ad un contratto che ne prevede il pagamento graduale in funzione del loro progressivo stato di avanzamento, il fondo può essere costituito in relazione ai singoli pagamenti dovuti.

 

Ciò significa che fino a che il fondo non è stato “riempito” l’intervento non può cominciare. Si tratta di uno strumento che l’assemblea e l’amministratore, in base all’urgenza, potrebbero usare per dilatare i tempi di versamento delle quote in modo da agevolare i condòmini più in difficoltà. Quel che conta è l’obiettivo da raggiungere per il bene del comdominio. Se è indispensabile un intervento urgente si potrebbe pianificare di mettere una “pezza” provvisoria per avere il tempo di costituire il fondo.

×