Vai al contenuto
simopre

Grida e corse per casa

Buonasera a tutti .

leggendo qua e là per il forum , mi rendo conto di non essere solo però non è di conforto visto che sembra non si possa fare nulla .

 

trasferiti il 23 luglio , palazzina di 8 interni ( quindi senza amministratore) io scelsi l ultimo piano illudendomi che sarei stato meglio a livello di rumori .

 

per niente! Ho i vicini confinanti con una sola parete che ci hanno fatto esaurire . 
sono 7 persone tra cui due bambini .

 

beh, sono dei trogloditi pazzeschi ! Pensano di poter fare quello che vogliono in casa propria incuranti di chi li circonda .

i bambini sembrano indemoniati ! Corrono o meglio “ tallonano” velocemente per tutta casa mentre gridano come addannati e i genitori li lasciano stare.

Gli  adulti stessi trascinano mobili quali sedie ,tavoli e divani a ogni ora .

gridano anziché parlare tra di loro ! Per non parlare nei week end quando vengono i loro parenti! Karaoke, altri ragazzini urlanti e noi a sopportare i TUMTUMTUM ripetitivi delle corse .

ci abbiamo parlato noi e il mio locatore almeno per fargli rispettare gli orari di riposo . La risposta ?

” Sono ragazzini non posso legare i miei figli”  da questa frase abbiamo capito che avremmo continuato a soffrire .

 

possibile che non ci sia via d’uscita ?

trasferirmi a distanza di 5 mesi è impossibile .

 

scusate lo sfogo ma stiamo già assumendo tranquillanti almeno per cercare di dormire un po’ visto che lavoro molto .

 

grazie 

ah, senza amministratore

quindi il punto 2 e' da cestinare

andartene o comunque continuare con i tranquillanti/sonniferi che a detta di un neurologo non sono il massimo se presi con una certa continuità

Va beh! la solita storia da manuale: vicini maleducati più che mai.

Lasciamo perdere gli infanti, prima bisogna concentrarsi sui genitori, il resto verrà da se. Consiglio di saltare a pié pari le buone maniere: tanto ci avete già parlato e avete già visto che non ci sarà collaborazione nè ora nè mai (neanche tra 40 anni - fidati è così).

Quindi che si fa, pur cercando di rimanere nel legale? hai detto che questa gente urla facendo sapere i fatti propri al resto del mondo, quindi saprai dell'alluce valgo di zia Concetta, della ricetta della nonna per fare il sugo, o dell'automobile che l'altro giorno ha deciso di piantarli in asso... Quindi quando li vedrai sul pianerottolo o fuori per la strada molto candidamente chiederai: "come stà l'alluce valgo di zia Concetta", "non ho sentito, mi rispiegheresti come faceva il sugo tua nonna", "anche a me l'auto mi ha lasciato a piedi, a te cosa ti ha detto il tuo meccanico?".

Comunque su queste cose l'amministratore ha pochi poteri, ciò nonostate se vuoi restare in quella casa in pianta stabile ti suggerisco di fare pressioni affinché venga messo; non tanto per un discorso di quiete pubblica o rispetto delle regole quanto per un fatto di manutenzioni ordinarie\straordinarie che senza un'amministratore sono (tendenzialmente) più difficili da far digerire ai vari condomini.

Purtroppo non capisco quello che dicono . Sono filippini .

non c’è amministratore e mi pare di capire che poco avrebbe potuto fare .

traslocare costa e trovare un appartamento non è facile .

che brutta situazione 

I bambini crescono...  e immagino che di notte dormano, quindi dovresti riuscire a riposare.

 

Purtroppo i bambini sono rumorosi, chi piu' chi meno, ma sono così. Non camminano, tallonano sempre...puoi riperterglielo all'infinito ma saranno sempre lì a tallonare.

Serve pazienza e sperare che crescano in fretta.

 

Se hanno un'età già un po' piu' grandicella, sui 10 anni, prova a regalargli un playstation. Vedi che non corrono piu'.

simopre dice:

Tutela zero !

eh ma a ben guardare...cosa vorresti fargli?  i bimbi tanto così restano.   E' come dire a un neonato di non piangere di notte.

 

Sono rumori a cui non vi è gran rimedio, sicuramente un po' di buon senso dei genitori sarebbe auspicabile , ma comunque dove ci sono due tre bambini c'è sempre rumore

 

Buongiorno,

io mi trovo in una situazione molto simile.

In genere, il primo passo da compiere è quello di chiedere un intervento dell'amministratore, ma non è il suo caso. Il successivo è rivolgersi all'autorità giudiziaria: un bell'esposto ai carabinieri per disturbo della quiete pubblica, nelle ore del silenzio che sono stabilite per legge  dalle 22.00 alle 8.00 e dalle 14.00 alle 16.00.

In questo caso i carabinieri (o anche la polizia) dovranno convocare i vicini molesti e far loro un monito, nel caso questi ultimi non dovessero recepire, si può procedere con una vera e propria denuncia e richiesta di risarcimento danni. In questa ultima ipotesi, Il tutto sarebbe bene fosse accompagnato da un certificato medico rilasciato preferibilmente da uno psicologo della ASL di zona, comprovante lo stress accumulato a causa di questa situazione.

Modificato da Francesca_61968
  • Grazie 1
Francesca_61968 dice:

Buongiorno,

io mi trovo in una situazione molto simile.

In genere, il primo passo da compiere è quello di chiedere un intervento dell'amministratore, ma non è il suo caso. Il successivo è rivolgersi all'autorità giudiziaria: un bell'esposto ai carabinieri per disturbo della quiete pubblica, nelle ore del silenzio che sono stabilite per legge  dalle 21.00 alle 8.00 e dalle 14.00 alle 16.00.

In questo caso i carabinieri (o anche la polizia) dovranno convocare i vicini molesti e far loro un monito, nel caso questi ultimi non dovessero recepire, si può procedere con una vera e propria denuncia e richiesta di risarcimento danni. In questa ultima ipotesi, Il tutto sarebbe bene fosse accompagnato da un certificato medico rilasciato preferibilmente da uno psicologo della ASL di zona, comprovante lo stress accumulato a causa di questa situazione.

I rumori percepiti solo da un vicino NON sono disturbo della quiete pubblica e quindi i carabinieri nulla fanno.

E' una questione civilistica e non penale.

 

Il reato di disturbo della quiete pubblica si integra quando il rumore è di fastidio a una indefinita moltitudine di persone.

Un bimbo che gioca a bilie sulla mia testa, non è disturbo della quiete pubblica ma solo mio. Quindi non è previsto come reato.

 

L'esposto è inutile.  

 

Rivolgersi ad un giudice civile per dire che i bambini tallonano è vederselo rigettare, pagare il proprio avvocato e il loro.

O si hanno piu' motivi, meglio fondati, o non vedo grandi soluzioni

  • Mi piace 2

 

Nel caso di disturbo della quiete pubblica  verso un singolo individuo, il caso è regolato dal codice civile. Nel caso di disturbo che coinvolge un gruppo di persone, invece, il reato  può essere punito penalmente.

Aggiungo quanto appena trovato:

"La Corte di Cassazione ha stabilito che si può parlare di rumore molesto quando questo supera la soglia di tollerabilità, ovvero il livello medio del rumore supera i 3,5 decibel. In tal caso il vicino a buon diritto può giustamente lamentarsi anche se. la definizione stessa di “rumore molesto”, lascia ampio margine di azione al giudice che valuta caso per caso. In base a quanto stabilito nell’articolo 659 comma 1 del codice penale, può essere condannato “chiunque rechi disturbo al riposo altrui e alle occupazioni del condominio”.

 

Modificato da Francesca_61968
  • Grazie 1
SisterOfNight dice:

I bambini crescono...  e immagino che di notte dormano, quindi dovresti riuscire a riposare.

 

Purtroppo i bambini sono rumorosi, chi piu' chi meno, ma sono così. Non camminano, tallonano sempre...puoi riperterglielo all'infinito ma saranno sempre lì a tallonare.

Serve pazienza e sperare che crescano in fretta.

 

Se hanno un'età già un po' piu' grandicella, sui 10 anni, prova a regalargli un playstation. Vedi che non corrono piu'.

eh ma a ben guardare...cosa vorresti fargli?  i bimbi tanto così restano.   E' come dire a un neonato di non piangere di notte.

 

Sono rumori a cui non vi è gran rimedio, sicuramente un po' di buon senso dei genitori sarebbe auspicabile , ma comunque dove ci sono due tre bambini c'è sempre rumore

 

Ah l’educazione non si può impartire a un ragazzino ?

ah , quindi perché la notte mi fanno dormire 6 ore , tutto a posto se durante il giorno fanno tanto baccano  da non ascoltare una tv o una conversazione telefonica?

I figli non li ho fatti io e di conseguenza stanco dentro un condomino , pretenderei rispetto e buon senso .

SisterOfNight dice:

I rumori percepiti solo da un vicino NON sono disturbo della quiete pubblica e quindi i carabinieri nulla fanno.

E' una questione civilistica e non penale.

 

Il reato di disturbo della quiete pubblica si integra quando il rumore è di fastidio a una indefinita moltitudine di persone.

Un bimbo che gioca a bilie sulla mia testa, non è disturbo della quiete pubblica ma solo mio. Quindi non è previsto come reato.

 

L'esposto è inutile.  

 

Rivolgersi ad un giudice civile per dire che i bambini tallonano è vederselo rigettare, pagare il proprio avvocato e il loro.

O si hanno piu' motivi, meglio fondati, o non vedo grandi soluzioni

 Sa , stanno ledendo la mia salute psichica , non sottovaluterei il fatto davanti a uh giudice di pace 

Francesca_61968 dice:

 

Nel caso di disturbo della quiete pubblica  verso un singolo individuo, il caso è regolato dal codice civile. Nel caso di disturbo che coinvolge un gruppo di persone, invece, il reato  può essere punito penalmente.

Aggiungo quanto appena trovato:

"La Corte di Cassazione ha stabilito che si può parlare di rumore molesto quando questo supera la soglia di tollerabilità, ovvero il livello medio del rumore supera i 3,5 decibel. In tal caso il vicino a buon diritto può giustamente lamentarsi anche se. la definizione stessa di “rumore molesto”, lascia ampio margine di azione al giudice che valuta caso per caso. In base a quanto stabilito nell’articolo 659 comma 1 del codice penale, può essere condannato “chiunque rechi disturbo al riposo altrui e alle occupazioni del condominio”.

 

Grazie  per l’aiuto obbiettivo e comprensivo .

la frase “ sono bambini” è diventata davvero oltraggiosa 

  • Mi piace 3
Francesca_61968 dice:

 

Nel caso di disturbo della quiete pubblica  verso un singolo individuo, il caso è regolato dal codice civile. Nel caso di disturbo che coinvolge un gruppo di persone, invece, il reato  può essere punito penalmente.

Aggiungo quanto appena trovato:

"La Corte di Cassazione ha stabilito che si può parlare di rumore molesto quando questo supera la soglia di tollerabilità, ovvero il livello medio del rumore supera i 3,5 decibel. In tal caso il vicino a buon diritto può giustamente lamentarsi anche se. la definizione stessa di “rumore molesto”, lascia ampio margine di azione al giudice che valuta caso per caso. In base a quanto stabilito nell’articolo 659 comma 1 del codice penale, può essere condannato “chiunque rechi disturbo al riposo altrui e alle occupazioni del condominio”.

 

Interessante. Vediamo cosa ne dice @SisterOfNight , di professione avvocato 🙂

 

Modificato da Joy76

I maleducati crescono sì, ma se sono maleducati poco cambia: la scimmia di 13 anni sopra di me fa più casino di quando ne aveva 8, ed è tutto dire.

simopre dice:

Ah l’educazione non si può impartire a un ragazzino ?

ah , quindi perché la notte mi fanno dormire 6 ore , tutto a posto se durante il giorno fanno tanto baccano  da non ascoltare una tv o una conversazione telefonica?

I figli non li ho fatti io e di conseguenza stanco dentro un condomino , pretenderei rispetto e buon senso .

 Sa , stanno ledendo la mia salute psichica , non sottovaluterei il fatto davanti a uh giudice di pace 

Grazie  per l’aiuto obbiettivo e comprensivo .

la frase “ sono bambini” è diventata davvero oltraggiosa 

Sono d'accordo, i bambini devono essere educati al rispetto di tutti affinchè possano acquisire le basi del vivere civile.

  • Mi piace 1
  • Grazie 1
simopre dice:

Grazie  per l’aiuto obbiettivo e comprensivo

Faccio notare che SisterOfNight è avvocata, che interviene dando consigli GRATIS sul forum. Se ti fossi rivolta a un avvocato di tua fiducia avresti ottenuto le stesse conclusioni, pagandogli però una parcella.

Modificato da madly
  • Mi piace 2
madly dice:

Faccio notare che SisterOfNight è avvocata, che interviene dando consigli GRATIS sul forum. Se ti fossi rivolta a un avvocato di tua fiducia avresti ottenuto le stesse conclusioni, pagandogli però una parcella.

Ah quindi ora è lui che sbaglia ? Non mi sembra abbia chiesto consigli gratis specifici a un legale, ha solo espresso un suo disagio e gli hanno risposto  di  loro  sponte, e francamente queste risposte altezzose e dall'alto in basso fanno girare le balle non poco. Ora non si può nemmeno dormire in santa pace di notte in casa propria perchè ci sono bambini maleducati e allo stato brado ? So bene che davanti a un giudice quando ci sono bambini di mezzo è una causa persa, perchè questo nostro paese  è ancora largamente pervaso dal concetto della famiglia sacra a ogni costo e i bambini altrettanto, ma di sicuro qui ci sono lesioni alla salute psichica e fisica dell'individuo.

  • Grazie 1
madly dice:

Faccio notare che SisterOfNight è avvocata, che interviene dando consigli GRATIS sul forum. Se ti fossi rivolta a un avvocato di tua fiducia avresti ottenuto le stesse conclusioni, pagandogli però una parcella.

E quindi ?

Non posso esprimere la mia opinione ? Non posso dire che è uno schifo la mancanza di tutela e la cattiva educazione ?

pagando la parcella … commento di cattivo gusto 

  • Mi piace 2
simopre dice:

E quindi ?

Non posso esprimere la mia opinione ? Non posso dire che è uno schifo la mancanza di tutela e la cattiva educazione ?

pagando la parcella … commento di cattivo gusto 

Calma, altrimenti si travisano i significati degli interventi.

 

E' ovvio che puoi esprimere la tua opinione, semplicemente Madly ti faceva notare che hai molto apprezzato l'intervento di un utente non al pari dell'intervento di un legale che senz'altro ha piu' possibilità di dirti come "vanno le cose". E' chiaro che si apprezzi chi esprima un opinione solidale, ma purtroppo la realtà spesso è altra. E farti notare che hai avuto un parere legale gratis, non è cattivo gusto, ma l'esortazione a considerare meglio cio' che ti è stato detto, dal legale; parrebbe che l'opinione di Sister non abbia avuto la necessaria considerazione. Tutto qui.

E' altrettanto chiaro che tutti potremmo sbagliare, ma non è il caso di offendersi subito. 🙂

  • Grazie 2
Danielabi dice:

Calma, altrimenti si travisano i significati degli interventi.

 

E' ovvio che puoi esprimere la tua opinione, semplicemente Madly ti faceva notare che hai molto apprezzato l'intervento di un utente non al pari dell'intervento di un legale che senz'altro ha piu' possibilità di dirti come "vanno le cose". E' chiaro che si apprezzi chi esprima un opinione solidale, ma purtroppo la realtà spesso è altra. E farti notare che hai avuto un parere legale gratis, non è cattivo gusto, ma l'esortazione a considerare meglio cio' che ti è stato detto, dal legale; parrebbe che l'opinione di Sister non abbia avuto la necessaria considerazione. Tutto qui.

E' altrettanto chiaro che tutti potremmo sbagliare, ma non è il caso di offendersi subito. 🙂

Mi scusi dove ha visto l offesa da parte mia ? “ commento di cattivo gusto “ non è un offesa ma una constatazione.

sottolineare che un legale abbia dispensato informazioni senza farsi pagare da me si , è di cattivo gusto .

Anche il legale in questione ha espresso opinione personale  sui bambini e se permette lo faccio anche io .

sopratutto perché non siamo in in aula di tribunale e liquidare “ so bambini “ non gli fanno niente è irrilevante dato che potrei esibire documentazione medica attestante il grave stato emotivo in cui verso a causa di queste faccenda.

ma ribadisco che , per carità ! Non è in aula di tribunale e non avrei mai chiesto alla signora di assistermi .

sono opinioni 

  • Mi piace 1
simopre dice:

Mi scusi dove ha visto l offesa da parte mia ? “ commento di cattivo gusto “ non è un offesa ma una constatazione.

sottolineare che un legale abbia dispensato informazioni senza farsi pagare da me si , è di cattivo gusto .

Anche il legale in questione ha espresso opinione personale  sui bambini e se permette lo faccio anche io .

sopratutto perché non siamo in in aula di tribunale e liquidare “ so bambini “ non gli fanno niente è irrilevante dato che potrei esibire documentazione medica attestante il grave stato emotivo in cui verso a causa di queste faccenda.

ma ribadisco che , per carità ! Non è in aula di tribunale e non avrei mai chiesto alla signora di assistermi .

sono opinioni 

Ciao,la documentazione medica che puoi esibire riguarda il tuo stato di salute diagnosticato da un medico ma il nesso tra il tuo esaurimento nervoso ed il vociare dei vicini sarà difficilissimo da dimostrare .

Se qualcuno si è sentito offeso da quello che ho detto mi scuso, non era mia intenzione. Comunque, per chi non la conoscesse, esiste una situazione patologica chiamata con un acronimo ADHD (si trova facilmente la descrizione su internet). Non auguro a nessuno di avere un figlio con questa patologia, sono ventidue anni che ci convivo e forse per questo tendo, istintivamente, a solidarizzare con i ragazzetti vivaci.

Cierre2021 dice:

Ciao,la documentazione medica che puoi esibire riguarda il tuo stato di salute diagnosticato da un medico ma il nesso tra il tuo esaurimento nervoso ed il vociare dei vicini sarà difficilissimo da dimostrare .

Mi permetto di dissentire.

Se Simopre si rivolgesse alla propria Asl di appartenenza chiedendo un supporto psicologico, verrebbe preso in carico dal CIM che gli assegnerebbe uno psicologo di sostegno. Durante gli incontri, se Simopre  dichiarasse che le motivazioni che ritiene abbiano causato il forte stato di stress siano dovute principalmente al fatto che non riesce più a dormire e che siano intervenuti forti stati d'ansia legati ai continui ed improvvisi rumori provenienti dall'appartamento dei vicini,  lo psicologo, in caso di diatriba legale, sarebbe tenuto a rilasciare un certificato attestante tali motivazioni.

E' chiaro che prima di fare un esposto Simopre dovrebbe fare il passaggio per lo psicologo della ASL e, solo in un secondo tempo, intraprendere un percorso legale.

simopre dice:

Mi scusi dove ha visto l offesa da parte mia ? “ commento di cattivo gusto “ non è un offesa ma una constatazione

Ho scritto che tu ti sei sentita offesa.

Evidentemente mi sono sbagliata, in ogni caso, mi sembra che i tuoi toni siano un po' "tirati", capisco che la tua situazione sia esasperante, ma nel forum meglio comunicare con tranquillità, altrimenti non ci si capisce. Grazie.

Cierre2021 dice:

Ciao,la documentazione medica che puoi esibire riguarda il tuo stato di salute diagnosticato da un medico ma il nesso tra il tuo esaurimento nervoso ed il vociare dei vicini sarà difficilissimo da dimostrare .

 Non ne sarei così sicuro .

×