Vai al contenuto
pmontinari

Diritto alle provvigioni degli amministratori di condominio

Buongiorno, Signore/i.

Vorrei sapere se, oltre l'importo stabilito per i lavori,all'amministratore sia dovuta una provvigione e per quale percentuale. La legge stabilisce qualcosa per le provvigioni? Se sì, qual'è la legge ? 

Inoltre Vi chiedo se il riconoscimento provvigionale di tipo variabile, sia conflittuale con la natura dell'incarico dato che la provvigione potrebbe indurre l'amministratore ad incoraggiare l'aumento del valore dei lavori.

Vi ringrazio per la disponibilità!

Vi saluto con sincerità. 

Dott. Pietro Montinari

commercialista e revisore dei conti

L'amministratore ha diritto ad una percentuale sull'importo dei lavori SOLO se tale clausola sia prevista nella sua offerta di mandato e sia stata accettata dall'assemblea.

Non sono previste altre "voci di compenso" men che meno provvigioni... e poi, su che cosa?

 

 gli spetta se previsto nel preventivo presentato al momento della sua nomina, altrimenti non ha diritto a nulla.  

pmontinari dice:

Vi chiedo se il riconoscimento provvigionale di tipo variabile, sia conflittuale con la natura dell'incarico dato che la provvigione potrebbe indurre l'amministratore ad incoraggiare l'aumento del valore dei lavori.

Non si tratta di provvigione ma di compenso in percentuale che, come già detto da chi mi ha preceduto, viene concordato con i condòmini.

Non c'è alcun rischio di indurre l'amministratore ad alcunche perchè anche la spesa per i lavori straordinari ed i vari preventivi proposti dall'impresa possono essere proposti anche dai condòmini ed infine è sempre l'assemblea che sceglie il preventivo lavori da approvare.

Grazie anzitutto per le Vostre risposte. In ogni caso, la legge c'è che condizioni la concessione del compenso sui lavori all'approvazione da parte dell'assemblea del mandato di amministratore ? Saluto e ringrazio ancora

 

Fatta la Legge, si trova l'inganno. Come? Anche se non chiederebbe nulla , ma lascia il tempo che vuole anche se trovo esatto i commenti precedenti se inclusi nel suo preventivo, gli "extra", li trova ugualmente ,come? Un gioco da ragazzi. Con tutte le ditte che operano a vario titolo dall'impresa di pulizie al muratore, elettricista ecc... con un giro di parole e senza spiegare che l'assemblea ha scelto le varie ditte, si fanno (ma non tutti...) lasciare una piccola "mancietta" che si aggira sul 10% , comportamento molto scorretto... Mentre i condomini sono convinti al 100% che la pratica sia corretta senza sapere delle varie normative. Ma a noi condomini, poco importa le varie ditte possono fare ciò che credono più opportuno l'importante e che non si lamentano... o che non avanzano dei soldi. Questi soggetti che avanzano certe pretese devono essere segnalati nell'immediatezza oltre che all'assemblea ma sopratutto alle Autorità Competenti. Basta avere il coraggio. Se vogliono fare un regalo lo devono fare ai vari condominii che vi lavorano. Occhio titolari di ditte non abbiate timore, in casi del genere fatevi invitare in assemblea confidatevi con qualche condomino ligio.

biagio64 dice:

Fatta la Legge, si trova l'inganno. Come? Anche se non chiederebbe nulla , ma lascia il tempo che vuole anche se trovo esatto i commenti precedenti se inclusi nel suo preventivo, gli "extra", li trova ugualmente ,come? Un gioco da ragazzi. Con tutte le ditte che operano a vario titolo dall'impresa di pulizie al muratore, elettricista ecc... con un giro di parole e senza spiegare che l'assemblea ha scelto le varie ditte, si fanno (ma non tutti...) lasciare una piccola "mancietta" che si aggira sul 10% , comportamento molto scorretto... Mentre i condomini sono convinti al 100% che la pratica sia corretta senza sapere delle varie normative. Ma a noi condomini, poco importa le varie ditte possono fare ciò che credono più opportuno l'importante e che non si lamentano... o che non avanzano dei soldi. Questi soggetti che avanzano certe pretese devono essere segnalati nell'immediatezza oltre che all'assemblea ma sopratutto alle Autorità Competenti. Basta avere il coraggio. Se vogliono fare un regalo lo devono fare ai vari condominii che vi lavorano. Occhio titolari di ditte non abbiate timore, in casi del genere fatevi invitare in assemblea confidatevi con qualche condomino ligio. 

Biagio stai generalizzando e come spesso succede quando si generalizza ci scappa una buona parte di stupidaggine.

  • Mi piace 3
pmontinari dice:

Grazie anzitutto per le Vostre risposte. In ogni caso, la legge c'è che condizioni la concessione del compenso sui lavori all'approvazione da parte dell'assemblea del mandato di amministratore ? Saluto e ringrazio ancora

 

E’ tutto demandato alla libera contrattazione tra le parti ovvero il candidato amministratore  presenta un suo preventivo il condominio libero di accettare o meno .

davidino1978 dice:

Biagio stai generalizzando e come spesso succede quando si generalizza ci scappa una buona parte di stupidaggine.

Ciao, meno male che è solo una buona parte! Altrimenti non sarei credibile.

ma scusa montinari:

sei commercialista,e non vieni da solo a capo di una questione così basilare.

è tutto contrattuale!

quello che decide l'assemblea l'amministratore prende,in % sull'imponibile cioè sulla quota lavori al netto dell'iva.

più semplice di così.

 

×