Vai al contenuto
natalino

Decreto ingiuntivo senza delibera assembleare

Buon di, leggevo:

1. L'amministratore non può decidere autonomamente visto che l'articolo 1130 1° comma del c.c. è molto chiaro e così recita:

 

“ L'amministratore deve: 1) eseguire le deliberazioni dell'assemblea dei condomini e curare l'osservanza del regolamento di condominio”.

 

L'amministratore deve intervenire con urgenza solo in casi di imminente pericolo a persone o cose e poi riferirne alla prima assemblea utile, non mi sembra questo il caso. Doveva eseguire il deliberato assembleare e se riteneva che era “secondo lei” più conveniente la sostituzione convocarVi e chiedere a voi.

2. Se lei non paga, l'amministratore non può fare nulla, in quanto per procedere ai decreti ingiuntivi deve esserci la delibera assembleare di approvazione dei piani di riparto.

 

Tutto questo mi è successo e vi chiedo: se è annullabile con una nuova assemblea e con una nuova delibera, e partecipavi se approvata mentre viceversa no? natalino

E chi lo dice che l'amministratore deve chiedere l'autorizzazione assembleare per la richiesta del Decreto Ingiuntivo a carico di qualche condomino moroso?

 

Dacc Art. 63. Per la riscossione dei contributi in base allo stato di ripartizione approvato dall'assemblea, l'amministratore, senza bisogno di autorizzazione di questa, può ottenere un decreto di ingiunzione immediatamente esecutivo, nonostante opposizione, ...

Naturalmente per procedere deve esserci una delibera per effettuare il lavoro, non è che l'amministratore decida a copocchiam di effettuare lavori non urgenti

Buon di Tullio, d'accordo con te sulla richiesta D.I., penso però che intendesse come nella tua ultima risposta,

Preciso, che è avvenuta esclusivamente la spesa, avvenuta senza una delibera, raccomandata , informazione scritta o verbale, la spesa è un motore apri cancello e a riguardo non c'è nessun disabile che potrebbe per forza averne bisogno

Buon di Tullio, d'accordo con te sulla richiesta D.I., penso però che intendesse come nella tua ultima risposta,

Preciso, che è avvenuta esclusivamente la spesa, avvenuta senza una delibera, raccomandata , informazione scritta o verbale, la spesa è un motore apri cancello e a riguardo non c'è nessun disabile che potrebbe per forza averne bisogno

Fino a che non ci sarà una ratifica della spesa i condomini possono esimersi dal pagare se l'amministratore chiede del danaro per questa spesa, e se l'amministratore richiederà il D.I. si potrà fare opposizione.

Perciò la ratifica potrà essere eseguita in una qualsiasi assemblea, ordinaria o straordinaria? con il risultato di: quel che sarà sarà, ti ringrazio.

però...un giudice concede un decreto senza delibera di approvazione delle spese?

mi pare strano lo faccia

Anche a me sembra strano, ma non si sa mai
Perciò la ratifica potrà essere eseguita in una qualsiasi assemblea, ordinaria o straordinaria? con il risultato di: quel che sarà sarà, ti ringrazio.
Purtroppo è possibile che i condomini approvino ratificando la spesa già effettuata dall'amministratore.

... Preciso, che è avvenuta esclusivamente la spesa, avvenuta senza una delibera, raccomandata , informazione scritta o verbale, la spesa è un motore apri cancello e a riguardo non c'è nessun disabile che potrebbe per forza averne bisogno

Ma cosa stai contestando di preciso?

Contesti che l'amministratore ha fatto sostituire/riparare il motore del cancello?

Avresti preferito la convocazione di un'assemblea straordinaria con aggravio di costi per i condòmini dovuto a spese di raccomandate ed ulteriore compenso dell'amministratore, restando comunque con il cancello rotto almeno 30 giorni, oppure avresti preferito rimanere con il cancello rotto fino alla prossima assemblea straordinaria?

Potresti anche avere ragione se: guarda caso la situazione ha due facce, una la riparazione diciamo sui 200 300 euro, l'altra con una sostituzione totale dico a caso 800 (sono ottimista),scegliendo poi questa, per un motore che secondo la casa costruttice doveva fare dalle 50 - 70 operazioni orarie, mentre ne fa 20 di media giornalliere, anche se trascorsi 10 anni facendo la media ha lavorato appena il tempo della garanzia. Per il tempo di rimanere con il cancello rotto non ti so dire, come non ti so dire quante volte davanti alla porta del proprio box i proprietari hanno detto apriti sesamo per parcheggiare o uscire con il proprio mezzo, o quanto l'amministratore ha, almeno per un avviso su cosa scegliere. Devi sapere che tutt'ora proprio per sbaglio so che il motore è stato sostituito, ero convinto fosse stato riparato,secondo te quando lo dovrei sapere, solo ed esclusivamente dalle spese?

... so che il motore è stato sostituito, ero convinto fosse stato riparato,secondo te quando lo dovrei sapere, solo ed esclusivamente dalle spese?

Lo saprai sicuramente in sede di approvazione rendiconto, quando potrai chiedere tutte le delucidazioni e visionare il giustificativo di spesa.

Se è tuo interesse saperlo prima puoi chiedere delucidazioni all'amministratore.

Se ti è stata richiesta la spesa senza motivazione e senza approvazione dell'assemblea, come ti è già stato detto, puoi anche rifiutarti di pagare fino ad approvazione della spesa o, quanto meno, finchè non avrai avuto tutte le informazioni da te richieste.

 

Ma, come da titolo, hai ricevuto un decreto ingiuntivo per non aver pagato una spesa non deliberata?

Ho dei dubbi che possa esserti stato fatto un decreto ingiuntivo senza titolo ma se ciò è avvenuto impugna immediatamente il decreto ingiuntivo prima che scadano i termini.

Ho dei dubbi che possa esserti stato fatto un decreto ingiuntivo senza titolo ma se ciò è avvenuto impugna immediatamente il decreto ingiuntivo prima che scadano i termini.
Infatti anche io ho dei dubbi, ma ricordo tempo fa che se ne era parlato in questo forum, era una discussione a cui avevo partecipato, e la soluzione sta nell'effettuare l'opposizione entro i 40 giorni dalla notifica (oppure pagare e stare zitti)
Lo saprai sicuramente in sede di approvazione rendiconto, quando potrai chiedere tutte le delucidazioni e visionare il giustificativo di spesa.

Se è tuo interesse saperlo prima puoi chiedere delucidazioni all'amministratore.

Se ti è stata richiesta la spesa senza motivazione e senza approvazione dell'assemblea, come ti è già stato detto, puoi anche rifiutarti di pagare fino ad approvazione della spesa o, quanto meno, finchè non avrai avuto tutte le informazioni da te richieste.

 

Ma, come da titolo, hai ricevuto un decreto ingiuntivo per non aver pagato una spesa non deliberata?

Ho dei dubbi che possa esserti stato fatto un decreto ingiuntivo senza titolo ma se ciò è avvenuto impugna immediatamente il decreto ingiuntivo prima che scadano i termini.

Infatti, lo saprò al rendiconto, come può interessarmi ora e chiedere spiegazioni, se la cosa la so solo per sbaglio e potrebbe anche essere sbagliata. Non è il pagare la motivazione, ma perchè io e gli altri condomini non possiamo decidere tra una riparazione o una sostituzione, la mia richiesta non è stata fatta per non pagare visto poi che la mia decisione conterà come il 2 di picche, ma con una ratifica mettere sull' avviso la mia amministrazione che potrebbe succedere di accollarsi magari future spese non deliberate , mi interessa sapere se posso rischiare o se mi conviene pagare e basta, questo gioco è perso in partenza, non sarai solo tu Leonardo che si chiederà come hai fatto tu, cosa io voglio .

Il D.I., non lo avrò , anche perchè tutti acconsentiranno, mica si mettono davanti al cancello a dire abbra cadabra o apriti sesamo. vi ringrazio siete preziosi.

... Il D.I., non lo avrò , anche perchè tutti acconsentiranno...

Qualcosa mi sfugge.

Ma eri tu che volevi fare decreto ingiuntivo all'amministratore per aver fatto una spesa non autorizzata?

Scusa il ritardo, ti risparmio di tornare su alla mia richiesta

 

Buon di, leggevo:

 

2. Se lei non paga, l'amministratore non può fare nulla, in quanto per procedere ai decreti ingiuntivi deve esserci la delibera assembleare di approvazione dei piani di riparto.

Tutto questo mi è successo e vi chiedo: se è annullabile con una nuova assemblea e con una nuova delibera, e partecipavi se approvata mentre viceversa no? natalino

Io chiederò una ratifica e se l'amministratore vuole i miei soldi, dovrà concedermela, a parte il risultato che ho già esposto, il tutto servirà almeno come inizio a far capire al resto dei condomini abitanti su Marte che l'amministratore non sempre è un Buon Padre Di Famiglia anche lui può sbagliare.

nel caso in cui l'amministratore possa emettere un decreto ingiuntivo....esiste un termine?entro 6 mesi? e se dovesse farlo molto tempo dopo?

nel caso in cui l'amministratore possa emettere un decreto ingiuntivo....esiste un termine?entro 6 mesi? e se dovesse farlo molto tempo dopo?

Il decreto ingiuntivo può essere richiesto in qualsiasi momento, entro i termini di prescrizione del credito.

Per i crediti condominiali, se la prescrizione non è stata interrotta da una messa in mora, il termini di prescrizione è di 5 anni.

Una semplice lettera di messa in mora fa decorrere nuovamente i 5 anni dei termini.

 

L'obbligo dei 6 mesi entro la scadenza di esercizio è solo un obbligo dell'amministratore verso l'assemblea e non verso il moroso.

L'asssemblea, infatti, può anche dispensare l'amministratore dall'obbligo di fare decreto ingiuntivo entro i 6 mesi. Il termine di prescrizione rimane 5 anni.

Il decreto ingiuntivo può essere richiesto in qualsiasi momento, entro i termini di prescrizione del credito.

Per i crediti condominiali, se la prescrizione non è stata interrotta da una messa in mora, il termini di prescrizione è di 5 anni.

Una semplice lettera di messa in mora fa decorrere nuovamente i 5 anni dei termini.

 

L'obbligo dei 6 mesi entro la scadenza di esercizio è solo un obbligo dell'amministratore verso l'assemblea e non verso il moroso.

L'asssemblea, infatti, può anche dispensare l'amministratore dall'obbligo di fare decreto ingiuntivo entro i 6 mesi. Il termine di prescrizione rimane 5 anni.

capisco.....secondo te cosa accade se l'amministratore si decide a procedere alla riscossione dei credito coattivamente ( piu atto di precetto) solo dopo qualche anno e nel frattempo il moroso ha aumentato esponenzialmente il proprio debito nei confronti del condomino? preciso che si tratta di condomino di cui già all'inizio si sapeva che non avrebbe mai pagato per via di suoi grossi debiti pregressi con l'erario?(situazione ben nota all'amministratore)

Scusa il ritardo, ti risparmio di tornare su alla mia richiesta

 

Buon di, leggevo:

 

2. Se lei non paga, l'amministratore non può fare nulla, in quanto per procedere ai decreti ingiuntivi deve esserci la delibera assembleare di approvazione dei piani di riparto.

Tutto questo mi è successo e vi chiedo: se è annullabile con una nuova assemblea e con una nuova delibera, e partecipavi se approvata mentre viceversa no? natalino

Io chiederò una ratifica e se l'amministratore vuole i miei soldi, dovrà concedermela, a parte il risultato che ho già esposto, il tutto servirà almeno come inizio a far capire al resto dei condomini abitanti su Marte che l'amministratore non sempre è un Buon Padre Di Famiglia anche lui può sbagliare.

Se l'assemblea approva la spesa (e molto spesso ha senso sostituire il motore invece di riparare uno vecchio perché non sai mai prima quanto può venire a costare la riparazione e la differenza rischia di essere molto poca) non hai diritto a richiedere nessuna modifica o sconto.

Secondo me nessuno di voi e' mai comparso di fronte al gdp per un d.i. + precetto, ovviamente, ex 63.1 disp att cc. e sister e' stata fulminata lungo il tragitto dal rispetto istituzionale verso colleghi (con tutto il rispetto per sister).

Scusate, andate un giorno a casaccio presso il gdp a voi piu' vicino udienza opp a d.i e vedrete

- manca prova morosita'

- stato di ripartizione mai approvato

- il condominio non e' quasi mai creditore di alcunche'

- millemila altre meraviglie giuridiche.

Perche'?

Beh

- secondo i parafangari si iscrive telematicamente a ruolo gdp (sister please spiega)

- il gdp firma di tutto, portategli una cambiale in bianco

Faccio un secondo post perche' mi slogga se provo a farlo piu' lungo.

Questo forum e' frequentato da amministratori come si deve ma non crediate che gli altri si facciano scrupoli per arrabattare 300 €.

Chi ha parlato di 40 gg per opp a d.i. dimentica che il 63.1 prima parte prevede immediata formula esecutiva= al 31mo giorno dalla delibera viene depositato d.i. tempo 5 giorni firmato tempo 7 gg fe tempo 10 giorni (41 dalla delibera) partono d.i + precetto (quel che era 400 diviene 1200 o 1600).

Se paghi entro 10 gg da notifica precetto bene senno' all'11mo (52 da notifica delibera) partono i ppt.

Puoi fare opp a d.i. subito o pagare con riserva di ripetizione da far valere nell'opp a d.i ma in questo secondo caso i soldi li rivedi fra 5 anni senpre se il togato non ha problemi a casa (e' un essere umano pure lui).

Perdonate la mia intrusione, mi sono appena iscritta, come posso formare un nuovo forum? L'unico posto dove potevo scrivere qualcosa è intromettermi in una discussione già aperta. Grazie a chi potrà essermi di aiuto è mezz'ora che cerco il modo ma nulla....

Facciamo una prova?

Tullio puoi chiedere all'utente che ha aperto il thread chi ha eseguito i lavori e se il condominio ha anticipato le spese?

Facciamo una prova?

Tullio puoi chiedere all'utente che ha aperto il thread chi ha eseguito i lavori e se il condominio ha anticipato le spese?

L'hai appena fatto tu 🙂
×