Vai al contenuto
jrc74

Causa condomino contro Condominio

Salve,

 

volevo se possibile un vostro parere su questa pronuncia del Tribunale.

Premetto.

 

parte attrice: C.C.

 

parte convenuta: (M.M), cioè io

 

terzo: Condominio

Io M.M sono proprietaria del lastrico solare ad uso esclusivo posto all'ultimo piano del Condominio, il quale una sera dopo abbondanti pioggie si riempie d'acqua e allaga l'alloggio sottostante. L'allagato mi fa causa e io faccio causa al condominio. Entrambi attribuiscono a me la responsabilità dell'accaduto e chiedono che io debba pagare completamente il danno oltre tutte le spese di causa.

 

Come si evince dalla sentenza riportata più sotto il Tribunale condanna il Condominio (per non aver realizzato tutte le opere di manutenzione straordinaria necessarie per far defluire le acque in caso di emergenza.)

 

L'Assemblea dopo la sentenza ha deliberato che io debba pagare 1/3 del danno (secondo l'art. 1126), le spese del CTU e del CTP del Condominio.

Naturalmente ho impugnato la delibera e avviato una nuova causa contro il Condominio, anche dopo aver tentato una conciliazione dove proponevo di pagare in millesimi il danno. Il Condominio in assemblea ha categoricamente rifiutato la mia ultima proposta conciliativa.

 

Mi chiedo, come stabilisce una recente sentenza (sentenza 18/06/2014 n° 13885) gli interessi vengono a scindersi di fronte ad una causa anche se faccio parte del condominio, vero?Quindi secondo me le spese di causa comprese CTU e CTP del condominio vanno attribuite al Condominio stesso, me escluso.

 

Un'altra sentenza (n. 13526 del 13/06/2014) si orienta così; la ripartizione del danno da lastrico solare è 1/3 da ricondurre al proprietario se è dovuto a vetustà, mentre in millesimi se il danno è attribuile al condominio.

A me sembra assurdo, chi può darmi una sua idea obbiettiva?

Il Tribunale, definitivamente pronunciando così dispone:

 

condanna il Condominio al risarcimento del danno in favore di C.C., liquidato in € xxxxx ecc..

 

assolve M.M. dalle domande proposte nei suoi confronti;

 

condanna altresì la parte soccombente a rimborsare alla parte attrice le spese di lite, che si

 

liquidano in € yyy eccc....

 

Dichiara compensate per il resto le spese processuali.

 

Pone definitivamente a carico del Condominio soccombente le spese di CTU.

 

Non può essere disposta la rifusione delle spese di CTP, essendo stata prodotta la sola fattura

 

unitamente alla comparsa conclusionale.

grazie 1000 per le eventuali risposte...

La sentenza ha giustamente escluso la tua esclusiva colpa, cioè non devi pagare TUTTO il danno ma SOLTANTO la parte che ti compete in quanto partecipante al condominio come proprietario esclusivo del lastrico, viene condannato il condominio, quindi anche te: quali sono i tuoi dubbi?

Ciao,

 

grazie per la risposta innanzitutto...la giurisprudenza non sembra lineare su questioni di questo tipo basta vedere le sentenze in Cassazione che ho citato...Cioè devo pagare il danno per millesimi o per 1/3? seconda questione...essendo in contrapposizione con il condominio, come recita la sentenza spese compensate..,allora ognuno si paga le proprie ma comprese o non comprese quelle relative a CTU e CTP del condominio?

 

Il condominio nell'ultima assemblea ha deliberato che devo pagare 1/3 del danno, la mia quota di CTU e CTP...ma se siamo in causa in questo caso non faccio parte della compagine condominiale...c'è qualcosa che non torna...

grazie ancora

Se il danno fosse stato provocato da una proprietà condominiale sarebbe stato giusto che fosse stato pagato per millesimi, se fosse stato provocato da una proprietà esclusiva pagava per intero la proprietaria, se viceversa è una copertura di proprietà esclusiva il danno viene pagato secondo legge 1/3 e 2/3. Diversa questione per le spese di causa in cui si applicano, a mio avviso, i millesimi di proprietà: metà della spesa il condominio e metà spesa chi ha fatto la causa. Se ti dicono di pagare 1/3 di tutte le spese processuali in un certo senso ti fanno un favore (sempre mia opinione personale, chiarisco) se, viceversa ti vogliono attribuire anche un terzo di quanto dovuto dal condominio (sulla tua causa) allora non va bene ed hai fatto bene ad opporti ("Dichiara compensate per il resto le spese processuali")

Ma le sentenze che ho citato attribuiscono in maniera diversa sia la ripartizione delle spese legali, che dei danni causati. Chiedevo conferma se queste (sentenze in Cassazione) potevano essere lecite nel mio caso...

 

grazie

Le sentenze non sono legge, esse vanno interpretate caso per caso e sono i giudici che decidono in merito, la legge non è "matematica" cioè "univoca" nel senso più assoluto e si basa sulla discrezionalità del giudice di turno, vi possono essere tante sentenze, anche di cassazione, che asseriscono un determinato concetto ma non è detto che un giudice possa decidere un giorno di prendere una decisione diametralmente opposta, come ci insegnarono illustri avvocati quando andavamo a scuola di condominio, nella legge NULLA è certo, MAI!

Ma le sentenze che ho citato attribuiscono in maniera diversa sia la ripartizione delle spese legali, che dei danni causati. Chiedevo conferma se queste (sentenze in Cassazione) potevano essere lecite nel mio caso...

 

grazie

ok ma in linea di massima sono sempre un orientamento per il giudice come è successo per la sentenza che mi ha visto in causa. infatti, il giudice per pronunciarsi si è rifatto esclusivamente ad altre sentenze di cassazione...

ok ma in linea di massima sono sempre un orientamento per il giudice come è successo per la sentenza che mi ha visto in causa. infatti, il giudice per pronunciarsi si è rifatto esclusivamente ad altre sentenze di cassazione...
Quindi vedi anche tu che ci sono sentenze che affermano quanto ha deciso il Giudice, a conferma di quello che ha detto Alfonso Polizzi, in Tribunale nulla è dato per scontato.

Forse se trovavi un altro Giudice, avrebbe deciso con il criterio della sentenza che hai citato.

Se questa è una sentenza di 1° grado puoi ricorrere in Appello e se era d'Appello puoi ricorrere in Cassazione, sempre se a te conviene.

Posso farti una domanda che in parte esula dalla tua problematica? Quanto tempo è passato per queste sentenze?

 

Grazie.

io sono stato assolto completamente in I° grado ed è stato condannato il condominio. Il Condominio non può più appellarsi in quanto sono scaduti i termini di legge per farlo. Dalla sentenza sono passati 6 mesi. Il giudice nel sentenziare non ha chiarito per bene le riparizioni delle spese e del danno e per questo che l'assemblea ci ha marciato sopra e ha deliberato secondo me a mio sfavore le ripartizioni delle spese e del danno. Ho impugnato la delibera (previa conciliazione fallita!) e quindi sono di nuovo in causa con il Condominio per chiarire una volta per tutte la ripartizioni della prima sentenza

io sono stato assolto completamente in I° grado ed è stato condannato il condominio. Il Condominio non può più appellarsi in quanto sono scaduti i termini di legge per farlo. Dalla sentenza sono passati 6 mesi. Il giudice nel sentenziare non ha chiarito per bene le riparizioni delle spese e del danno e per questo che l'assemblea ci ha marciato sopra e ha deliberato secondo me a mio sfavore le ripartizioni delle spese e del danno. Ho impugnato la delibera (previa conciliazione fallita!) e quindi sono di nuovo in causa con il Condominio per chiarire una volta per tutte la ripartizioni della prima sentenza
Che vuoi che ti dico, ti auguro di trovare un Giudice che la pensi con il criterio della sentenza che hai postato.
×