Vai al contenuto
Demona84

Cane molesto, padrone imbecille

Buongiorno,

sono nuova del forum.

 

Ho letto diverse discussioni in merito a cani molesti e relativi padroni incapaci di gestirli.

 

Da 3 anni abito in un condominio relativamente tranquillo, non ci sono mai rumori molesti, a parte qualche schiamazzo ogni tanto, ma poca roba.

 

Il mio unico e grande problema è il cane del vicino. Un pastore tedesco che abbaia incessantemente di giorno e di notte quando il padrone non è in casa.

 

Non solo, ogni volta che rientro in casa e cerco di uscire in giardino, appena apro le persiane, il cane comincia a dar fuori di matto abbaiando a più non posso. abbaia anche se starnutisco in casa o se sposto le sedie.

 

Non riesco a godermi il mio piccolo giardino d'estate perchè appena esco il cane dà fuori di matto, e tenendo le finestre aperte causa caldo asfissiante, la sento abbaiare sempre sempre sempre ... ad ogni mio movimento.

 

il cane viene custodito in un recinto abbastanza grande, adiacente alla mia proprietà, sarà lontano un metro, un metro e mezzo più o meno.

 

per evitare che il cane mi vedesse attraverso la recinzione, ho costruito un'enorme fioriera, mettendomi io stessa in gabbia e sperando di risolvere, invece no ...

 

Ho spesso avuto discussioni per questo cane con il padrone, l'ho supplicato di spostare il recinto, ma non c'è stato niente da fare. il cane viene accompagnato fuori un paio di volte al giorno per i bisogni, ma evidentemente non è sufficiente a farlo sfogare.

 

anche io possiedo un cane, che è relegato in casa tutto il giorno, perchè è impensabile farlo uscire con quella pazza che abbaia costantemente.

 

un giorno dalla disperazione ho lanciato una patata nel recinto, sperando che il cane ci giocasse (il mio lo fa), non l'avessi mai fatto, ho causato una polemica infinita. Capisco il gesto completamente sbagliato, ma io sono disperata, non posso vivere.

 

ho anche litigato con l'inquilina che abita sopra l'appartamento del cane pazzo, la quale mi ha dato dell'ignorante, poichè uscivo nel mio giardino causando gli strilli del pastore tedesco.

 

ditemi voi, cosa posso fare? non posso uscire in cortile, non posso stendere in cortile, non posso spostare le sedie, non posso starnutire, non posso tossire, non posso parlare, non posso far uscire il mio cane, non posso dormire la notte, non posso stare nel letto a riposare nel weekend, non posso nemmeno guardare un film con un volume decente perchè devo coprire gli urli del cane..

 

non posso nemmeno cambiare casa, mi mantengo da sola e in questo appartamento ho investito i miei pochi risparmi.

 

aiutatemi, sono disperata.

Oltre alle famose "vie legali" ti posso consigliare di prenderti un tranquillante un giorno, mettere musica in cuffia, fare la tua vita e fare abbaiare il cane finchè vuole. Dopo qualche giorno di abbaiare continuo qualcosa succede. Il cane si stanca? Protestano anche i vicini? Il padrone si decide a fare qualcosa?

Normalmente i cani che abbaiano di continuo vogliono segnalare qualche problema, tra cui ansia da abbandono, mancanza di spazi e tempi per sfogarsi, ecc. Tutte cose risolvibili se solo il padrone si facesse aiutare da un esperto. Qualche centinaio di euro spesi per godersi il cane 15 anni e per farlo vivere bene.

Ma se non li vuole spendere ci puoi fare poco, se non ricordo male la giurisprudenza, qualche possibilità di citare il proprietario in giudizio ce l'ha solo se è dimostrabile che il cane reca disturbo a una moltitudine di persone (che non sono 2-3 condomini, ma molti davvero).

Insomma, anche in questo caso devi risolvere facendo leva sui rapporti con le persone...

Insomma.. Devo fare scorta di valium e maalox. Perché in ogni caso la cosa non si risolverà mai. Ottime prospettive di vita davvero.

Hai mai pensato a farti amico il cane?

Non tirandogli dietro le patate...

Evidentemente ti vede come un estraneo da segnalare e tenere fuori dal suo territorio.

Dalle parti dove abito c'era un capannone con a guardia un pastore tedesco, solo anche quello per gran parte delle 24h, che ogni volta che passavo di lì cominciava già da lontano ad abbaiare appena percepiva rumori e appena arrivavo "in vista" sembrava volesse saltar fuori per staccarmi la testa a morsi.

Bava alla bocca se mi azzardavo ad avvicinarmi al cancello attraverso il quale metteva fuori giusto 42 denti.

 

Un giorno giro l'angolo e me lo trovo di fronte fuori dal recinto che perlustra la strada, col padrone a poca distanza senza guinzaglio.

Dopo i primi 5 secondi di panico finisco col fermarmi a fare 2 chiacchiere con il padrone mentre il cane mi annusa silenzioso e finisco pure col fargli due carezze.

Basta, da quella volta appena vedeva che ero io la bocca la apriva solo per metter fuori la lingua, si metteva a scodinzolare e pretendeva la sua razione di coccole, solo per avere visto che interagivo con il suo padrone!

 

Prova a farti vedere dal cane mentre parli con il padrone (magari non mentre vi mandate...) senza recinzioni in mezzo, fatti presentare al cane, cerca di entrarci in confidenza.😂

Buongiorno Sig.ra Demona84, purtroppo anch'io vivo la sua stessa situazione. Un cane viene custodito durante il giorno dal vicino, il quale lo tiene in casa d'estate e d'inverno. Il cane quando esce nel cortiletto si fa sentire...anche per una mezz'ora. Nelle riunioni condominiali è già stato fatto presente il problema ma si è risolto con liti. Per esperienza ho provato in modo molto dolce, e filmato e registrato!!!, a chiedere di richiamare il cane. Il risultato è stato "non rompere i cogl...oni." In questo vedo che oggi i cani hanno più diritti degli esseri umani. Io non ho la possibilità di intervenire sul cane; ho solo la possibilità di uscire di casa mia fare un giro e tornare quando il cane ha smesso. Le consiglio: o la via medico terapeutica per Lei, cioè calmanti, o le vie legali, cioè far scrivere una lettera da un avvocato in modo che il padrone del cane sia obbligato a rispondere entro 15 giorni con analoga lettera di avvocato. Richiami il fatto che il cane abbaia perchè non posto sotto le dovute attenzioni=segregazione o cose simili. Sono 150 € ma li paga anche il padrone del cane. Se la capisce così bene. Altrimenti c'è il giudice di pace. Mi raccomando: non tocchi il cane altrimenti è LEI ad addossarsi qualsiasi colpa.

cicciopasticcio dice:

Normalmente i cani che abbaiano di continuo vogliono segnalare qualche problema, tra cui ansia da abbandono, mancanza di spazi e tempi per sfogarsi, ecc. Tutte cose risolvibili se solo il padrone si facesse aiutare da un esperto. Qualche centinaio di euro spesi per godersi il cane 15 anni e per farlo vivere bene.

Ma se non li vuole spendere ci puoi fare poco, se non ricordo male la giurisprudenza, qualche possibilità di citare il proprietario in giudizio ce l'ha solo se è dimostrabile che il cane reca disturbo a una moltitudine di persone (che non sono 2-3 condomini, ma molti davvero).

Insomma, anche in questo caso devi risolvere facendo leva sui rapporti con le persone...

Purtroppo è vero. Alcuni padroni vogliono la custodia del cane per loro compagnia ma non capiscono che anche il cane ha delle esigenze. Per esempio quella di essere portato a fare una sgambata. La legislazione quando parla che un cane deve dare disturbo a molte persone è ridicola. Una moltitudine cosa significa? 10, 100, 1000 o un numero indefinito...Per quanto riguarda i rapporti personali...Liti in assemblea condominiale o essere mandati a quel paese in modo brutale. 

Ospite
Questa discussione è chiusa.
×