Vai al contenuto
mazzol

Assicurazione ... rimborso per sinistro

magari qualche esperto in assicurazioni mi dà una spiegazione su una richiesta che ritengo assurda.

.

parcheggiata la vettura al mio ritorno trovo un foglietto con delle scuse ed un recapito ... nel far manovra un furgone mi ha danneggiato ...

.

un danno abbastanza irrilevante stante la vetustà e la presenza di altri inconvenienti nella mia vettura

.

ma per l'insistenza di figlia e di mia moglie faccio fare un preventivo della riperazione ... che invio alla controparte.

.

passa del tempo e l'assicurazione dell'investitore mi chiama per chiedermi notizie della mia assicurazione.

.

poi nulla ... per mesi ...

.

alla fine scopro che la mia compagnia (un disastro .... un fenomeno burocratico assurdo)

dovrebbe provvedere al pagamento ma non lo fà perchè dovrebbe ricevere una mia denunzia di sinistro ... (altra assurda burocrazia che porta solo a far crescere i costi del rimborso).

.

ora mi chiedo .... il "piccolo" decreto Bersani che "pare" preveda il pagamento dipenda dall'assicurazione del danneggiato ...

tiene conto che il danneggiato potrebbe anche essere privo di assicurazione

 

o che

 

semplicemente non voglia in alcun modo avere ancora a che fare con la sua compagnia di assicurazione

(che gli ha fatto perdere quasi due ore per un rinnovo dove ha dovuto porre circa 40 firme? .... alla prossima scadenza .... non avrò più questa assurda compagnia .... mi rivolgerò esclusivamente ad una che opera via internet ma per il momento ... ormai ho pagato)

.

questo decretino vieta forse di poter pretendere il pagamento del danno subito direttamente dal danneggiante ....

si rivolga poi lui alla sua assicurazione per il rimborso?

.

nel caso ....cosa devo fare ... va' bene rivolgermi al giudice di pace con costi irrisori?.

Quindi tu non hai avvertito la tua assicurazione dell'accaduto, contravvenendo al contratto che hai firmato proprio con la tua assicurazione.

Una legge non può tenere conto che il danneggiato sia privo dell'assicurazione, in quanto l'assicurazione per gli autoveicoli è obbligatoria.

Anche in un'assicurazione via internet ti arriva a casa il plico di roba che devi firmare e rispedire indietro... e se non gli arriva non ti può coprire... e anche con questa hai un tempo massimo entro il quale avvertirla del danno subito/cagionato.

Non puoi pretendere il pagamento direttamente dal danneggiante, per il semplice fatto che costui si è rivolto alla sua assicurazione che lo sta seguendo. Cioè, tu puoi, anche tramite tribunale, ma lui chiamerà sempre in causa la sua assicurazione, per cui c'è un iter da seguire.

Direi che alla fine, hai fatto un errore all'inizio: non avvisare la tua assicurazione dell'incidente avvenuto: molto probabilmente ti avrebbe rimborsato subito, pagando direttamente la sistemazione del danno e poi si sarebbe rivalsa lei sull'assicurazione del danneggiante. Ora non puoi che aspettare il risarcimento dalla controparte ed eventualmente fare poi ricorso al giudice se non ti sta bene.

grazie .... nel parlare di mancanza di assicurazione cercavo un qualche esempio ... e forse non ho centrato l'esempio ...

diciamo che il mezzo potrebbe aver danneggiato una bicicletta o un passeggino per bambini lasciato sulla pubblica via ... o sul marciapiede ..... insomma un mezzo 'lecitamente' privo di alcun rapporto assicurativo.

.

ringrazio per l'avvertimento ... anche con le assicurazioni via internet arriva il plico ..... sto diventando insofferente ... alla burocrazia

per fortuna sto organizzandomi a spostare la residenza in Svizzera dove .... pare bastino due firme e non 40 per una assicurazione.

 

ps. .... la mia assicurazione pare abbia preso in considerazione le mie lamentele e si stia impegnando ad abbassare la parte burocratica ...

ora mi chiede di compilare il modulo ... fotografarlo ... e spedire via mail la foto .... così ... è accettabile.

alla fine .... una risposta mi è arrivata ...

ed ho scritto al liquidatore della controparte così:

 

"......il sinistro di cui in oggetto ha creato più problemi e litigi di quanto meriti

alla fine stamane mi è arrivata la risposta:

 

"Con sentenza interpretativa di rigetto n. 180 del 2009, la Corte costituzionale ha chiarito che la procedura del Risarcimento Diretto è facoltativa, nel senso che il danneggiato può scegliere di sua sponte se richiedere il risarcimento alla propria Compagnia oppure al responsabile civile e all'assicurazione di quest'ultimo."

 

(http://www.altalex.com/index.php?idnot=65387#_Toc372812114)

 

E qui finalmente si chiude il diverbio che da mesi mi contrappone ai burocrati che intendono far passare per legge quella che è e che resta prassi.

 

La prego pertanto di procedere con la liquidazione del danno con assegno ........"

.

Al momento l'assegno non si è visto ..... ma arriverà (.....spero ....)

grazie .... nel parlare di mancanza di assicurazione cercavo un qualche esempio ... e forse non ho centrato l'esempio ...

diciamo che il mezzo potrebbe aver danneggiato una bicicletta o un passeggino per bambini lasciato sulla pubblica via ... o sul marciapiede ..... insomma un mezzo 'lecitamente' privo di alcun rapporto assicurativo.

.

ringrazio per l'avvertimento ... anche con le assicurazioni via internet arriva il plico ..... sto diventando insofferente ... alla burocrazia

per fortuna sto organizzandomi a spostare la residenza in Svizzera dove .... pare bastino due firme e non 40 per una assicurazione.

 

ps. .... la mia assicurazione pare abbia preso in considerazione le mie lamentele e si stia impegnando ad abbassare la parte burocratica ...

ora mi chiede di compilare il modulo ... fotografarlo ... e spedire via mail la foto .... così ... è accettabile.

in settembre la mia compagnia. .... ignobilmente ..... ha rinnovato la sua vocazione burocratica ....

dopo averli mandati a quel paese .... mi sono rivolto al giudice di pace ..... ed ai politici che hanno fatto la legge ....

.......

alla fine qualcosa è ritornato ...

×