Vai al contenuto
Granato

Voler installare una grata in una finestra scale ...

Salve a tutti,

 

da condomino, avrei necessità di installare per sicurezza una grata in una delle finestre del vano scala.

Posso farlo a mie spese? Devo passare per l assemblea? Come mi consigliate di procedere?

Grazie mille

ciao

 

la finestra del vano scale è comune, quindi a qualcuno quella grata potrebbe non piacere. Quindi è opportuno tu passi per l'assemblea. Proponendo a tue spese avrai maggiori adesioni.....

Vado lievemente controcorrente pur condividendo l’approccio di proporre la cosa in assemblea per tentare di farla approvare come spesa comune per la sicurezza del fabbricato. Ritengo infatti che non passando l’approvazione, tu possa farlo senza chiedere altro, perchè ti è concesso dall’art. 1102 cc.

 

Sulla questione del decoro, ammesso che qualcuno possa portarti in giudizio per questo, deciderà un giudice (e prima ancora un mediatore), il quale però sarà costretto a considerare le motivazioni che ti hanno portato a decidere di sostenere l’intervento, e cioè la sicurezza, che penso abbia un valore più importante in questo caso ... ma naturalmente l’ultima parila spetta al giudice.

 

Ovviamente verifica innanzitutto se esiste una norma del RdC che disponga qualche divieto in proposito.

Se la finestra, come hai detto, è nel vano scale, è una parte comune e quindi vale il 1102 cc. Se fosse stata privata, a patto che il RdC non vietasse la modifica, avresti potuto installare la grata in quanto proprietario. In entrambi i casi sei "soggetto" a eventuali rimostranze per pregiudizio del decoro, ma vale quanto detto nel mio post precedente.

ciao

 

l'applicazione dell'art. 1102 cod, civ. a mio giudizio è scorretta e non applicabile, in quanto l'applicazione della grata di fatto lede dei diritti reali di godimento dei condomini e non è un semplice uso della parte comune. I diritti lesi sono la servitù compressa di veduta, in quanto la grata di fatto impedisce tale uso a tutti, trasformando la finestra in una semplice luce.

E qui si potrebbe aprire una discussione infinita ... benchè sia effettivamente una cosa alla quale non avevo pensato. Aria e luce non sarebbero compromessi, ma l'affaccio senz'altro potrebbe essere limitato, ma a che altezza si trova quella finestra? Consente l'affaccio? Bisognerebbe avere contezza dei luoghi, però sì, potrebbe anche essere come dici.

È una finestra dell'ultimo piano un po bassa quindi scomoda per affacciarsi...

Penso sia meglio dire in assemblea che uno lo fa a proprie spese e via...

È una finestra dell'ultimo piano un po bassa quindi scomoda per affacciarsi...

Penso sia meglio dire in assemblea che uno lo fa a proprie spese e via...

Se l'assemblea non crea problemi ok ma qualche condòmino potrebbe obbiettare che quella finestra "un po' bassa" è un'ottima via di fuga in caso d'incendio e che l'autoscala dei vigili del fuoco può evacuare i condòmini proprio da lì.

 

Il miglior uso di uno non può limitare il miglior uso degli altri e non si può pretendere di mettere in sicurezza la proprietà privata blindando la proprietà comune.

Il condòmino può mettere una porta blindata e vetri blindati e grate a tutte le proprie finestre e balconi se non si sente sicuro.

×