Vai al contenuto
to.bia

Violazione regolamento condominio

Salve a tutti,

ho un quesito da proporre:

se un condomino viola il regolamento condominiale è passibile di sanzione da parte del condominio?

In caso affermativo come si procede e a quanto ammonta la sanzione?

Grazie

to.bia

Con la riforma della riforma, l'applicazione della sanzione deve essere decisa dall'assemblea con il quorum dell'art. 1136 II° comma;la sanzione parte da 200 Euro e può arrivare a 800 in caso di recidiva.

La riforma della riforma, la quale prevede che la sanzione prevista dal regolamento deve essere deliberata dall'assemblea, la ritengo una legge DISUGUALE per tutti.

Poniamo il caso che il regolamento preveda una sanzione di 100 euro per chi ritarda il pagamento della quota di oltre 15 giorni.

 

Io ritardo e l'assemblea, convocata allo scopo, delibera la sanzione nei miei riguardi.

 

Tu ritardi e l'assemblea, vuoi perchè gli stai simpatico piuttosto che sei un malavitoso e l'assemblea tema ritorsioni, non delibera o non raggiunge nemmeno il quorum costitutivo....

è giusto che per la stessa infrazione un condòmino può essere sanzionato e l'altro può trovare la scappatoia?

ma non devi convocare l'assemblea ogni volta, in sede di ordinaria lo si mette all'odg , si decidono i vari casi , si decidono le sanzioni e l'amministratore al verificarsi dell'evento applica .... semplice !😎

ma non devi convocare l'assemblea ogni volta, in sede di ordinaria lo si mette all'odg , si decidono i vari casi , si decidono le sanzioni e l'amministratore al verificarsi dell'evento applica .... semplice !😎
La riforma della riforma, la quale prevede che la sanzione prevista dal regolamento deve essere deliberata dall'assemblea, la ritengo una legge DISUGUALE per tutti.

Poniamo il caso che il regolamento preveda una sanzione di 100 euro per chi ritarda il pagamento della quota di oltre 15 giorni.

 

Io ritardo e l'assemblea, convocata allo scopo, delibera la sanzione nei miei riguardi.

 

Tu ritardi e l'assemblea, vuoi perchè gli stai simpatico piuttosto che sei un malavitoso e l'assemblea tema ritorsioni, non delibera o non raggiunge nemmeno il quorum costitutivo....

è giusto che per la stessa infrazione un condòmino può essere sanzionato e l'altro può trovare la scappatoia?

difatti non funziona come da te esposto ,ovvero le modalita' e gli importi delle sanzioni valgono per tutti i condomini allo stesso modo .

difatti non funziona come da te esposto ,ovvero le modalita' e gli importi delle sanzioni valgono per tutti i condomini allo stesso modo .

Infatti l'ho capito dopo.

L'art. 70 modificato dalla riforma a me era ben chiaro prima dell'ulteriore modifica con d.l. del 24/12/2013, come credo fosse ben chiaro a tutti.

Evidentemente non era ben chiaro al legislatore.

Era fuori dubbio per tutti (tranne che per il legislatore) che per inserire una sanzione in un regolamento fosse necessaria la maggioranza qualificata.

Il volerlo chiarire addirittura con un decreto legge usando il termine "irrogazione", mi ha portato in confusione.

Infatti l'ho capito dopo.

L'art. 70 modificato dalla riforma a me era ben chiaro prima dell'ulteriore modifica con d.l. del 24/12/2013, come credo fosse ben chiaro a tutti.

Evidentemente non era ben chiaro al legislatore.

Era fuori dubbio per tutti (tranne che per il legislatore) che per inserire una sanzione in un regolamento fosse necessaria la maggioranza qualificata.

Il volerlo chiarire addirittura con un decreto legge usando il termine "irrogazione", mi ha portato in confusione.

No,il legislatore aveva le idee chiare ma le ha espresse in modo poco immediato.

La specifica richiesta ed accolta e poi introdotta dalla riforma della riforma mira infatti e semplicemente a chiarire QUALE maggioranza sia legittimata a deliberare l'iter procedurale sanzionatorio.

×