Vai al contenuto
Dani1980

Vicini rumorosi - chiede rimbomba troppo

Ciao a tutti.

Mi unisco al folto gruppo delle vittime di vicini di casa maleducati e arroganti.

Vivo in condominio e nella mia scala ci sono 8 appartamenti, 4 al piano terra e 4 al primo piano. Per fortuna per il momento l'appartamento sopra il mio è invenduto ma ci pensano i miei vicini a rovinare la mia vita.

I nostri appartamenti sono praticamente speculari e confiniamo con sala, corridoio e bagno.

Siamo entrambi 2 coppie giovani ed i primi tempi non c'era nessun problema anzi addirittura si prendevano la briga di avvisarci che una determinata sera avrebbero avuto gente a casa ed avrebbero fatto un po' di rumore.

Sinceramente non ricordo con precisione da quando hanno iniziato a comportarsi da persone incivili, io ho collegato tutto a quando hanno preso un cane ma è più probabile che è solo da allora che è scattato qualcosa e che a forza di subire, sopportare, accumulare sono diventato intollerante verso ogni tipo di rumore.

Ai tempi loro uscivano di casa molto presto e lasciavano il cane a casa da solo, chiuso al buio. Questo cane iniziava ad abbaiare la mattina presto (alle 6) e continuava presumibilmente tutto il giorno. Noi di solito di alziamo alle 7 e la giornata non iniziava proprio nel migliore dei modi ma abbiamo sopportato e non abbiamo detto niente fino a quando poi il cane è morto per una malattia rara.

Oltre questo, portoncino blindato sbattuto a qualsiasi ora del giorno (anche con violenza) e a volte anche in piena notte, inferriate e finestre chiuse con forza, tonfi che ancora non riesco a spiegarmi da cosa siano prodotti, tallonate varie, saltuariamente lavatrici che centrifugano alle 24 (in settimana) ed infine la MUSICA! La musica è la cosa che ha fatto traboccare il vaso, siamo disposti a tollerare tutto il resto ma la musica rende la vita in casa nostra un inferno!

Loro hanno appeso le casse sul pannello porta TV che è attaccato sul muro di confine con il mio appartamento. Diciamo che l'edificio (costruito tra il 2006 ed il 2009) è insonorizzato malissimo e quando siamo in silenzio si sentono anche i colpi di tosse o la musica anche se il volume è normale, ma su questo non abbiamo mai detto niente.

Il problema è quando tengono la musica alta e la mia casa diventa invivibile. Anche alzando (e non di poco) il volume del mio televisore in sala sento comunque in sottofondo il rimbombo della musica e questo si propaga in tutte le stanze! Addirittura una volta ero in giardino ed avvicinandomi al muro esterno del mio appartamento sentivo il rimbombo della musica. Ci sono giorni (nel fine settimana) in cui la musica va avanti dalla mattina fino a pomeriggio inoltrato. Il volume è così alto da permettermi di riconoscere titolo della canzone, artista e riconoscere tutte le parole del testo!

Prima di iniziare a "lamentarci" abbiamo sopportato per mesi e mesi fino a quando sono arrivato all'esasperazione e le possibilità erano 2: cambiare casa o cercare di risolvere il problema. Dato che a cambiare casa ci avremmo perso diverse migliaia di euro e visto che siamo tutto sommato in buoni rapporti, abbiamo fatto presente la cosa (solo relativamente alla musica) e sul momento hanno abbassato il volume ma la volta dopo si è tornati punto e a capo.

Ora siamo nella situazione in cui quando il volume è insopportabile suoniamo ai vicini o mandiamo un sms per chiedere gentilmente (fin troppo!) di abbassare ma non sempre, a volte sopportiamo per non sembrare troppo "rompiscatole". Tra l'altro riguardo le porte sbattute, le urla in piena notte (anche dopo l'una) quando hanno gente a casa ecc. non abbiamo mai detto niente sempre per non sembrare troppo "rompiscatole" anche se in realtà chiediamo solo un po' di rispetto ed educazione.

Eppure lei sa bene che la musica oltre un certo volume rimbomba in maniera esagerata ed è lei stessa che appena apre la porta ci chiede "rimbomba troppo?". Io non capisco se ha la testa fra le nuvole o non sa vivere con gli altri ma punto sulla seconda.

 

Questa è la situazione che ci tocca vivere nella casa che abbiamo sempre desiderato e che ci stiamo sudando! Io ormai sono arrivato ad un punto in cui anche un minimo rumore mi da fastidio e mi innervosisce e tengo sempre l'orecchio vigile per sentire se ha acceso la musica (anche se non stiamo in silenzio fanno così casino che si sente quando rincasano!).

L'unica cosa che mi fa sperare è che lei ci ha detto che si sono lasciati, che ora in casa ci vive solo lei (peccato che la musica è lei che l'ha sempre ascoltata ad alto volume quando lui non c'era!) e che l'ha messa in vendita. Speriamo riesca a venderla presto e che i nuovi vicini siano dotati di un po' di senso civico.

 

La cosa che mi da più fastidio è che noi dobbiamo sopportare tante cose per non sembrare rompiscatole anche se in realtà stiamo solo difendendo dei nostri diritti ed è proprio assurdo che la vittima spesso viene considerata il carnefice!!!

Poi non abbiamo il diritto di poter scegliere di stare in silenzio in casa nostra perchè altrimenti ci tocca sentire la musica altrui, questa è proprio una VIOLENZA!!! Io ormai sono ossessionato da questa cosa e la sera quando torno a casa la prima cosa che faccio è guardare se c'è parcheggiata la macchina della vicina in modo da sapere cosa ci aspetta!

 

Ditemi voi se questa è vita...

Scusate per il lungo sfogo.

Daniele.

Modificato Da - Dani1980 il 01 Giu 2012 alle ore 16:51:09

 

Modificato Da - Dani1980 il 01 Giu 2012 alle ore 16:51:55

Beh, ti sei sfogato. Questo è l'unico risultato pratico che puoi ottenere, per il resto la diagnosi la hai già formulata perfettamente: gli edifici come il tuo, NOTA BENE "NUOVE COSTRUZIONI", sono di fatto una buggeratura clamorosa. Ora, di fregature nella vita se ne prendono diverse, ma questa della casa, come hai avuto modo di capire, è una tra le peggiori.

Tu ora hai un filo di speranza, quella che la vicina se ne vada, ma devi anche pensare che quello che stai subendo ora E' NIENTE. Il vero guaio lo patirai quando avrai qualcuno sopra di te, allora non avrai scampo dal rimbombo, dove non ci sarà musica ci saranno tallonate e tonfi e viceversa. Pensa che io, con casa del 1998, avevo comprato quasi subito un frigorifero guardando con attenzione i decibel prodotti perché quel rumore mi dava fastidio. Quando sono venuti nell'appartamento vicino al mio, mi sono reso conto di avere speso male i miei soldi, pregavo Iddio che il mio condizionatore e il mio frigo mascherassero i suoni orrendi prodotti nell'appartamento di fianco, ma niente, li sentivo lo stesso!

Benvenuto all'inferno.

Scritto da Yog-Sothot il 01 Giu 2012 - 17:28:09: Beh, ti sei sfogato. Questo è l'unico risultato pratico che puoi ottenere, per il resto la diagnosi la hai già formulata perfettamente: gli edifici come il tuo, NOTA BENE "NUOVE COSTRUZIONI", sono di fatto una buggeratura clamorosa. Ora, di fregature nella vita se ne prendono diverse, ma questa della casa, come hai avuto modo di capire, è una tra le peggiori.

Tu ora hai un filo di speranza, quella che la vicina se ne vada, ma devi anche pensare che quello che stai subendo ora E' NIENTE. [...]

Grazie per la solidarietà!

In realtà sono 2 anni e mezzo che vivo nell'inferno.

 

Poi mi sono dimenticato una cosa: i tacchi!!! Di notte venivo svegliato dalla vicina che per almeno 10 minuti faceva su e giù per casa con i tacchi. Per fortuna è bastato dirglielo una volta ed ha capito, almeno una cosa!!!

 

Modificato Da - Dani1980 il 01 Giu 2012 17:32:03

Allora sei un uomo fortunato! Guarda il bicchiere mezzo pieno, almeno una cosa la hai ottenuta. Casomai, quando dovesse ancora girare con i tacchi, dille di alzare di più la sua musica, così almeno i primi non li senti.

Anche ieri pomeriggio la vicina ci ha "deliziati" con la sua musica. Poi è uscita per rientrare verso le 23.30. Porta di casa sbattuta poi ha aperto e chiuso le inferriate così forte che la mia ragazza si è anche svegliata.

In settimana cerchiamo di parlarle dopo di che si inizia con lettera all'amministratore e a lei per copia e vediamo se questo basta o se bisogna andare oltre.

 

Modificato Da - Dani1980 il 04 Giu 2012 15:22:28

L'amministratore non c'entra un bel niente. I rumori tra proprietà private sono un problema privato. Non c'è nulla di condominiale e di conseguenza l'amministratore nulla può e nulla deve. Mi dispiace ma e' così.

Scritto da Caressa il 04 Giu 2012 - 15:19:44: L'amministratore non c'entra un bel niente. I rumori tra proprietà private sono un problema privato. Non c'è nulla di condominiale e di conseguenza l'amministratore nulla può e nulla deve. Mi dispiace ma e' così.

Se nel regolamento di condominio è indicato l'orario di silenzio sta all'Amministratore farlo rispettare.

Poi so bene che l'unica è andare per vie legali ma volte potrebbe anche bastare far capire che si ha intenzione di andare fino in fondo per convincere le persone a comportarsi in maniera civile ed educata.

 

Scritto da Dani1980 il 04 Giu 2012 - 15:24:24:

Se nel regolamento di condominio è indicato l'orario di silenzio sta all'Amministratore farlo rispettare.

Poi so bene che l'unica è andare per vie legali ma volte potrebbe anche bastare far capire che si ha intenzione di andare fino in fondo per convincere le persone a comportarsi in maniera civile ed educata.

Multa dell'Amministartore a chi non rispetta il Regolamento di Condominio pari a €. 0,05 centesimi come per legge.

Vedi un po' tu.

Scritto da Caressa il 04 Giu 2012 - 17:38:17:

Multa dell'Amministartore a chi non rispetta il Regolamento di Condominio pari a €. 0,05 centesimi come per legge.

Vedi un po' tu.

E' sempre un piacere scoprire che chi segue le regole viene sempre premiato!

Personalmente dopo circa 3 anni di studio in materia (anche io sono un molestato)sono giunto alla decisione di tenermi buoni buoni i miei vicini altrimenti potrebbero fare anche di peggio senza che io possa far nulla.

 

Modificato Da - Caressa il 04 Giu 2012 17:42:02

Scritto da Dani1980 il 04 Giu 2012 - 17:39:27:

E' sempre un piacere scoprire che chi segue le regole viene sempre premiato!

Scritto da valentina18 il 05 Giu 2012 - 08:23:09: Possibile che non si possa fare niente per avere un pò di tranquillità in casa propria?

Si in Italia è possibilissimo. Anzi ti dirò di più: in caso di azione legale la famosissima "legge" italiana prevede che i vicini rumorosi siano avvertiti del giorno e dell'ora in cui il tecnico nominato dal giudice provvederà alla misurazione dei decibel da loro prodotti. Sai com'è....per la "privacy".

io sono senza parole.. questa cosa mi sta gettando nello sconforto più totale.. vi dico solo che mentre io sono qui a scrivere per cercare una soluzione..la figlia della mia vicina è fuori in cortile ad urlare con un'altra ragazzina che abita nella corte a fianco..per organizzare le loro uscire pomeridiane.. ore 14.25..ditemi voi se è normale.... e per urlare intendo URLARE.........

 

Clà

Scritto da mammaclà il 06 Giu 2012 - 14:24:15: io sono senza parole.. questa cosa mi sta gettando nello sconforto più totale.. vi dico solo che mentre io sono qui a scrivere per cercare una soluzione..la figlia della mia vicina è fuori in cortile ad urlare con un'altra ragazzina che abita nella corte a fianco..per organizzare le loro uscire pomeridiane.. ore 14.25..ditemi voi se è normale.... e per urlare intendo URLARE.........

 

Clà

Vai di secchio d'acqua!

..magari.. diciamo che con queste persone è come dare perle ai porci..non capiscono..vivono senza rispetto e mi stanno portando all'esasperazione.. ma sto leggendo che qui ci sono parecchie persone nella mia situazione..e questo da una parte mi consola..dall'altra mi butta ancora più giù..ma in che mondo viviamo???????

 

Clà

Vi aggiorno sulla mia situazione.

Lunedì ho parlato con la nostra vicina per spiegarle che il suo volume è eccessivamente alto ed in casa nostra la situazione è diventata insopportabile. Ha obbiettato dicendo che anche un altro condomino (lontano dai nostri appartamenti) tiene la musica altissima ed i vicini (tra l'altro miei amici) dicono di non sentirla (così hanno detto anche a me). Io le ho risposto che loro confinano solo con la sala e lo stereo è nel punto più lontano mentre lei ha le casse appese al muro di confine ed i nostri appartamenti sono speculari. Le ho anche detto più volte che non pretendo che tenga il volume bassissimo ma che per me può anche andar bene che si senta poco ma che, una volta acceso il televisore a volume normale, non si senta più.

Ha detto che cercherà di fare più attenzione.

Non le ho detto niente sulle altre cose perchè non l'ho vista molto convinta (gli incivili pensano di essere sempre nel giusto!!!) e ho preferito concentrarmi sull'aspetto più insopportabile, cioè la musica.

Comunque sono dell'idea che anche solo il fatto di non poter stare in silenzio a leggere un libro perchè si sentirebbe la sua musica (anche se poco), sia una violazione della mia libertà, ma purtroppo le persone corrette sono costrette a subire sempre e comunque quindi mi devo adattare.

 

Ieri sera ha tenuto la musica accesa fino alle 23, si sentiva poco ma almeno non era fastidiosa però ho dentro una rabbia allucinante perchè siamo sempre noi a doverci adattare!

 

Modificato Da - Dani1980 il 06 Giu 2012 14:42:33

Email o lettere all'amministratore, fino a che interviene per fare rispettare il regolamento,

eo carabinieri

registra i rumori molesti notturni, oltre gli orari consentiti, con una videocamera posta sotto il loro pavimento, cobn microfono

amministratoere e carabinieri

ciao

Scritto da Dani1980 il 06 Giu 2012 - 14:40:13: Vi aggiorno sulla mia situazione.

Lunedì ho parlato con la nostra vicina per spiegarle che il suo volume è eccessivamente alto ed in casa nostra la situazione è diventata insopportabile. Ha obbiettato dicendo che anche un altro condomino (lontano dai nostri appartamenti) tiene la musica altissima ed i vicini (tra l'altro miei amici) dicono di non sentirla (così hanno detto anche a me). Io le ho risposto che loro confinano solo con la sala e lo stereo è nel punto più lontano mentre lei ha le cas [...]

Scusa Dani1980, posso farti una domanda?

tu prima di trasferirti in condominio, abitavi in una casa indipendente?

Te lo chiedo perche' anche io appena passato in condominio provavo la tua stessa rabbia... la tua stessa frustrazione.

Poi, per fortuna, con il tempo ci si abitua e si capisce che "leggere un libro nel completo silenzio" non è piu' possibile... questo è il primo passo per vivere una vita piu' serena.

(ovviamente c'e' un limite a tutto, io non ho idea di come sia il rumore in casa tua, ma non fare il mio errore, non prenderla sul personale, non stare a rimugginare cose del tipo "ma guarda sti maleducati, non posso manco leggermi qualche pagina in pace"). Questa è una guerra che, a meno di palesi e provati rumori, non si puo' vincere... si puo' solo chinare la testa ed accettare la nuova situazione. Vedrai che vivrai molto meglio 🙂

Scritto da Valx2 il 06 Giu 2012 - 15:13:00:

 

Scusa Dani1980, posso farti una domanda?

tu prima di trasferirti in condominio, abitavi in una casa indipendente?

Te lo chiedo perche' anche io appena passato in condominio provavo la tua stessa rabbia... la tua stessa frustrazione.

Poi, per fortuna, con il tempo ci si abitua e si capisce che "leggere un libro nel completo silenzio" non è piu' possibile... questo è il primo passo per vivere una vita piu' serena.

(ovviamente c'e' un limite a tutto, io non ho idea di come sia il ru [...]

Io ho sempre abitato in condominio e sono sempre stato molto tollerante.

So bene che in un condominio non è possibile pretendere il silenzio assoluto, ma come io sto attento a comportarmi da persona civile per non recare disturbo agli altri, gradirei che anche gli altri facciano lo stesso. Se volevo fare tutto quello che volevo mi prendevo una villetta singola ma vivendo in condominio bisogna porsi certi limiti.

E comunque, come ho scritto anche nel primo post, tollero fin troppi comportamenti sopra le righe e mi sono concentrato su l'unico che, essendo continuativo, rende le nostre vite un inferno.

Scritto da Dani1980 il 06 Giu 2012 - 15:21:39:

Io ho sempre abitato in condominio e sono sempre stato molto tollerante.

So bene che in un condominio non è possibile pretendere il silenzio assoluto, ma come io sto attento a comportarmi da persona civile per non recare disturbo agli altri, gradirei che anche gli altri facciano lo stesso. Se volevo fare tutto quello che volevo mi prendevo una villetta singola ma vivendo in condominio bisogna porsi certi limiti.

E comunque, come ho scritto anche nel primo post, tollero fin troppi comportamen [...]

Ok, come non detto 😉

Scritto da Dani1980 il 06 Giu 2012 - 15:49:07:

Io sarei già soddisfatto se tenesse il volume della musica un po' più basso perchè, nonostante si senta lo stesso, una volta accesa la tv ad un volume normale, non la sento più. Non mi sembra di chiedere troppo e anzi sono anche troppo tollerante perchè io la musica non la ascolto mai ad alto volume, la porta di casa la accompagno, le inferriate non le sbatto, la mia ragazza si toglie le scarpe con i tacchi appena entrata in casa e non cammino scalzo sbattendo i talloni. Siamo noi ad essere fa [...]

Guarda... con me sfondi una porta aperta 😜

Scritto da Valx2 il 06 Giu 2012 - 15:51:19:

 

Guarda... con me sfondi una porta aperta 😜

Provo un consiglio pratico che costa poco e che almeno potrai dire, ci ho provato:

Dille di mettere, o regalale, un tappettino in poliuretano espanso da appoggiare sotto la cassa e sul retro, nel caso la cassa appoggiasse anche al muro.

Da come dici, la tua vicina ha la cassa appoggiata alla mensola attaccata al vostro muro divisorio; se nulla isola la fonte sonora tu hai come fastidio principale proprio la vibrazione della cassa che velocemente trasmette al muro e al tuo ambiente la musica (ovvero il muro funziona come la membrana stessa degli altoparlanti). Dopo il rimedio, dovresti avere solo il fastidio dell'onda sonora rifless si può mitigare).

Se invece le casse sono proprio appese alla mensola, e la mensola è attaccata al muro, credo che proprio non risolverai nulla.

A meno che la tua vicina trovi un'altra sistemazione della cassa isolandola fisicamente dalla mensola.

Buona fortuna

×