Vai al contenuto
pin

Una siepe si può considerare come un muro comune?

Scusatemi per il disturbo, ma vorrei approfittare ancora delle vostre conoscenze e della vostra esperienza in merito alla possibilità di aprire varchi su muri (o altre parti comuni). Da un o.d.g appena ricevuto, pare che tutti gli altri condòmini mi contestino di aver reciso una parte siepe per rendermi più agevole l'entrata al mio giardino. A parte il fatto che mi contestano ciò che non ho fatto, leggendo alcune discussioni presenti nel forum ho trovato indicazioni molto chiare circa quando e perchè non sono necessarie autorizzazioni dell'assemblea per aprire dei varchi nel muro condominiale (ovvero quando queste aperture non sono da considerare innovazioni o cambi di destinazione d'uso).

In estrema sintesi, secondo il vostro parere, si può considerare una siepe che borda un vialetto interno al condominio come un muro perimetrale al fine di aprire un piccolo varco che mi renderebbe più comodo l'uso del giardino? Rientrerebbe tecnicamente in una innovazione o modificazione d'uso della cosa?

Grazie in anticipo a chiunque abbia la bontà di aiutarmi.

Pin

Se la siepe è condominiale,il tema va trattato in assemblea. Se lai messa tu puoi fare quello che vuoi. Se la messa il costruttore bisogna rispettare alcune regole.

Scusatemi per il disturbo, ma vorrei approfittare ancora delle vostre conoscenze e della vostra esperienza in merito alla possibilità di aprire varchi su muri (o altre parti comuni). Da un o.d.g appena ricevuto, pare che tutti gli altri condòmini mi contestino di aver reciso una parte siepe per rendermi più agevole l'entrata al mio giardino. A parte il fatto che mi contestano ciò che non ho fatto, leggendo alcune discussioni presenti nel forum ho trovato indicazioni molto chiare circa quando e perchè non sono necessarie autorizzazioni dell'assemblea per aprire dei varchi nel muro condominiale (ovvero quando queste aperture non sono da considerare innovazioni o cambi di destinazione d'uso).

In estrema sintesi, secondo il vostro parere, si può considerare una siepe che borda un vialetto interno al condominio come un muro perimetrale al fine di aprire un piccolo varco che mi renderebbe più comodo l'uso del giardino? Rientrerebbe tecnicamente in una innovazione o modificazione d'uso della cosa?

Grazie in anticipo a chiunque abbia la bontà di aiutarmi.

Pin

ciao

 

Che la delimitazione sia di cemento, piante, ferro legno o plastica, non cambia la sostanza. Demarca il limite degli spazi ad uso comune. Va poi considerata di chi sia la proprietà della siepe in questione,

Se è sul tuo giardino, non hai necessità di chiedere nulla a nessuno. Se è a confine o su proprietà condominiale, la cosa non cambia di moto, in genere salvo casi particolari, che non mi sembra possa annoverarsi anche il tuo. In questo caso, solo per educazione, segnalerai la cosa all'amministratore o agli altri condomini. Non cambi destinazione d'uso delle parti comuni, ma ti servi in modo più completo, senza in cio ledere i diritti di nessuno ( art. 1102 cod. civ. ) dove l'unico neo potrebbe essere solo l'estetica.

Abbattere un muro di recinzione o estirpare una siepe di confine,per fare un proprio uso di passaggio. Non credo proprio che uno di libero arbitrio possa fare quello che si vuole o quanto meno in questo caso.

ciao

 

premesso che non si tratta di un muro a confine, ma di una area del lotto condominiale in uso esclusivo, ribadisco quanto affermato, dove se non impedisco nulla a nessuno ma uso a mio vantaggio delle parti comuni senza ledere nessun diritto dei condomini, nessuno me lo può vietare, salvo motivi estetici.

Grazie a tutti. Camillo esprime un'idea simile alla mia e anche a quella del mio avvocato e questo mi rende più tranquilla per l'assemblea che dovrò affrontare. Facendo l'avvocato del diavolo, si potrebbe controbattere che siccome l'aiuola serve per piantare qualcosa, se si mantiene un passaggio esistente,o si pretende di mantenerlo, di fatto si impedisce agli altri condomini di poter usare l'aiuola come da destinazione originaria, almeno in quel tratto. Certo è che la destinazione originaria di una siepe che borda un vialetto interno non vedo quale possa essere se non estetica... E in quel tratto di vialetto non c'è mai stato niente... Ci sono invece dei bei varchi nella siepe e nella rete di confine, ma di quelli non importa niente a nessuno.... Dà noia il varco che mi permette di usare più agevolmente il mio cancelletto.

Ancora grazie per l'attenzione.

Grazie a tutti. Camillo esprime un'idea simile alla mia e anche a quella del mio avvocato e questo mi rende più tranquilla per l'assemblea che dovrò affrontare. Facendo l'avvocato del diavolo, si potrebbe controbattere che siccome l'aiuola serve per piantare qualcosa, se si mantiene un passaggio esistente,o si pretende di mantenerlo, di fatto si impedisce agli altri condomini di poter usare l'aiuola come da destinazione originaria, almeno in quel tratto. Certo è che la destinazione originaria di una siepe che borda un vialetto interno non vedo quale possa essere se non estetica... E in quel tratto di vialetto non c'è mai stato niente... Ci sono invece dei bei varchi nella siepe e nella rete di confine, ma di quelli non importa niente a nessuno.... Dà noia il varco che mi permette di usare più agevolmente il mio cancelletto.

Ancora grazie per l'attenzione.

×