Vai al contenuto
EEE

Lampione di una parte comune

Buongiorno,
scrivo questo post in quanto non ho trovato altri post che trattano il medesimo argomento.

Vivo in un complesso di villette a schiera e la mia abitazione è la prima che si incontra dopo l'ingresso dal cancelletto pedonale.
Sto molto attenta alla potatura della mia siepe, in quanto i rami potrebbero dare fastidio a chi passa dal vialetto (anche ai miei stessi familiari).
Da qualche mese, una persona (sempre e solo la stessa) si lamenta della mia siepe: in particolare, si lamenta del fatto che i rami della mia siepe coprano l'unico lampione presente (un lampione alto 80 cm, piantato entro il mio giardino ma adibito all'illuminazione del vialetto comune, essendo entro il mio confine risulta "Inglobato nella siepe").
Su richiesta dell'amministratore ho tagliato la siepe (creando una vera e propria voragine per "liberare" il lampione).
Esteticamente, è orribile, ma per evitare lamentele e discussioni ho fatto ciò che l'amministratore ha richiesto.
Le richieste di perfezionamento della potatura, ad oggi, sono state quattro.
La persona, tuttavia, continua a lamentarsi quotidianamente con l'amministratore, creando tensione e disagio.
Purtroppo, il lampione è basso (più basso della siepe) e illumina molto poco (è una "palla" opaca); abbiamo rimosso moltissimi rami della siepe (tagliati a 20 cm da terra) liberandolo completamente, ma non è servito a granchè.
Se io lascio accesa la MIA luce personale (presenta sopra la mia porta di ingresso), un po' di luce illumina il vialetto, altrimenti rimane proprio buio.
La scarsa illuminazione, ormai pare ovvio, non dipende dai rami della mia siepe.

Le domande sono:

1) Risulta evidente che distruggere una siepe non porta alcun beneficio all'illuminazione, e che l'unica soluzione sarebbe quella di alzare il palo del lampione oppure cambiarlo con un palo sagomato in modo da illuminare il vialetto (in modo che la lampadina risulti orientata in modo più efficiente).
La spesa sarebbe quindi ripartita tra tutti gli utilizzatori del vialetto, o sarebbe interamente addebitata a me (in quanto il lampione risulta piantato entro il mio confine)?
2) Un condomino (in accordo eventualmente con l'amministratore) può obbligarmi ad abbassare tutta la siepe, rendendola una specie di aiuola, al fine di migliorare l'illuminazione? Anche se questo non porterebbe alcun beneficio, ma anzi, rovinerebbe la privacy del mio giardino, e la siepe ci metterebbe altri anni e anni a crescere, quindi creando a me un danno?
3) Inoltre, può obbligarmi a tenere accesa la mia luce personale, in quanto non sono presenti altri lampioni per illuminare il vialetto?
4) Io sarei disposta a cambiare il palo del lampione anche a spese mie, per chiudere la faccenda con questa persona sgradevole e polemica. Per fare ciò dovrei indire una assemblea condominiale e chiedere l'approvazione di tutti i condomini, giusto? E, qualora qualcuno si opponesse perchè un lampione più alto sarebbe esteticamente più brutto (non penso che possa essere peggio della siepe "devastata" come è ora, ribadisco su richiesta dell'amministratore, che mi ha indicato quali rami tagliare con esattezza, tuttavia penso che qualcuno possa opporsi), che cosa dovrei fare?

Grazie mille!
 

provo a risponderti:

1) La spesa, peraltro minima,  è da imputare a tutti.

2) No no lo può fare. Anzi sei tu che dovresti chiedere di spostare il lampione dalla tua proprietà.

3) Ma neanche per idea.

4) L'assemblea straordinaria la convoca l'amministratore quando questi "lo ritiene necessario".

Personalmente, per i motivi che esponi, non lo ritengo necessario.

 

GIME dice:

provo a risponderti:

1) La spesa, peraltro minima,  è da imputare a tutti.

2) No no lo può fare. Anzi sei tu che dovresti chiedere di spostare il lampione dalla tua proprietà.

3) Ma neanche per idea.

4) L'assemblea straordinaria la convoca l'amministratore quando questi "lo ritiene necessario".

Personalmente, per i motivi che esponi, non lo ritengo necessario.

 

Grazie mille per la risposta.
Per caso, saresti così gentile da indicarmi un regolamento a cui poter fare riferimento? Sono "nuova" della vita di condominio e prendo per buono quello che mi dice l'amministratore, per esempio che io sono obbligata a tagliare la siepe esattamente come mi viene richiesto. E' così?
Grazie ancora!
Ps. La spesa del cambio lampione me la "accollerei" volentieri per mettere a tacere le lamentele di questa persona.

-

EEE dice:

Sono "nuova" della vita di condominio e prendo per buono quello che mi dice l'amministratore, per esempio che io sono obbligata a tagliare la siepe esattamente come mi viene richiesto. E' così?

No.

l'art 1122 del cc recita:

"Nell'unità immobiliare di sua proprietà ovvero nelle parti normalmente destinate all'uso comune, che siano state attribuite in proprietà esclusiva o destinate all'uso individuale, il condomino non può eseguire opere che rechino danno alle parti comuni ovvero determinino un pregiudizio alla stabilità, alla sicurezza o al decoro architettonico dell'edificio. In ogni caso è data preventiva notizia all'amministratore che ne riferisce all'assemblea."

Per quanto sopra, può vietarti solo quanto previsto dalla legge.

E, secondo me, nei confronti del condominio ti sei resa disponibile già abbastanza, stanto a quanto puntualmente hai descritto.

Ti ringrazio immensamente.
Per completezza, questa è la foto della mia povera siepe dopo la potatura richiesta.
Il lampione illumina solo davanti, il resto è buio perchè non ci sono altri lampioni (ma non c'entra la siepe, secondo me sono proprio la posizione e l'altezza del lampione il problema).
Avevo paura di essere nel torto (questa persona minaccia una denuncia per danni se dovesse cadere al buio per "colpa mia", eccetera), ora sono più tranquilla.
Ho visto dei dispositivi ad energia solare con sensori di movimento su Amazon, costano circa 15 euro, alla prossima assemblea proverò a proporre questa soluzione.
Buona giornata 🙂

WhatsApp Image 2018-08-16 at 11.18.46.jpeg

EEE dice:

Il lampione illumina solo davanti, il resto è buio perchè non ci sono altri lampioni (ma non c'entra la siepe, secondo me sono proprio la posizione e l'altezza del lampione il problema).

E' troppo basso il palo. La siepe non c'entra.

EEE dice:

Avevo paura di essere nel torto (questa persona minaccia una denuncia per danni se dovesse cadere al buio per "colpa mia", eccetera), ora sono più tranquilla.

Il lampione non è tuo. E' dell'intera compagine condominiale..

 

EEE dice:

Vivo in un complesso di villette a schiera e la mia abitazione è la prima che si incontra dopo l'ingresso dal cancelletto pedonale.

Ovviamente anche le  siepi successive sono allineate e potate come la tua, giusto?

Un consiglio: inoltra una pec/pec o ar all'amministratore nella quale segnali quanto lamentato dal condomino circa la  presunta scarsa illuminazione e ne richiedi nel contempo la sostituzione/innalzamento palo/potenziamento lux. E che nelle more declini ogni responsabilità civile e penale per eventuali danni derivanti e cagionati a persone animali e cose.

E ci fai sapere della risposta.

Modificato da GIME
×